Giovedì 26 Aprile 2018 - 17:38

Martina Paradiso e Tamas Dawidko hanno coronato il loro sogno d'amore

NAPOLI. Un matrimonio romantico, che resterà impresso per tutta la vita quello, tra la bellissima Martina Paradiso e l’ungherese Tamas Dawidko (insieme nella foto), celebrato nella chiesa di Sant’Antonio a Posillipo dal padre domenicano Giovanni Busiello, tra le lacrime di gioia e commozione dei genitori della sposa Maria Pia Cacace e Franco Paradiso, stimato e apprezzato direttore sanitario dell’azienda ospedaliera del Cardarelli. Testimoni al fatidico “sì” gli armatori Guido ed Eugenio Grimaldi con le rispettive consorti Fabia e Veronica. Dopo la suggestiva cerimonia religiosa, i neo marito e moglie si sono trasferiti nella vicina ed elegante cornice di “Villa Scipione”, situata nel cuore di Posillipo con veduta mozzafiato sul Golfo di Napoli. Tra gli ospiti anche Manuel Grimaldi e famiglia, i vecchi amici d’infanzia della sposa, della scuola, il “Grenoble” di via Crispi, dove Martina ha frequentato gli studi fin da bambina. 
Il via alla grande festa, organizzata con un aperitivo di benvenuto dalla creatività del wedding dei fiori di Riano Paolo di “Piccolo Fiore” di Posillipo, con un ricco buffet a base di mare, crudi e cotti, e una raffinatissima cena opera del catering “Rosolino”. Numerosa la partecipazione affettuosa degli amici del Cardarelli, tra cui primari, medici e direttori, dei cavalieri di equitazione come Andrea Pignalosa (immensa è la passione degli sposi per i cavalli, essendo Tamas gestore della scuderia dei Grimaldi Lines).
Ad allietare la serata la buona musica del maestro Lello Pugliese con i professori del Conservatorio: all’organo Salvatore Biancardi, al violino il Gianfranco Biancardi, con la bellissima voce del tenore Carmine De Domenico (incantevole l’“Ave Maria” cantata in chiesa). Stupendo l’abito nunziale dell’“Atelier Maison Magic” di Giovanna Cannavacciuolo: un abito bianco con decorazioni di pizzo e ricami in trasparenze. A immortalare le nozze e il taglio conclusivo della torta è stato il bravo Massimo Canfora.

16:54 26/04

di Redazione

Commenta

“Loro 1”: Sorrentino e Servillo raccontano l’Italia di Berlusconi

È il film più atteso dell’anno, per tanti motivi. Perché è diretto da un Premio Oscar. Perché è ispirato alla vita di un personaggio che ha influenzato la vita degli italiani negli ultimi decenni. È nei cinema “Loro 1” di Paolo Sorrentino.

LA TRAMA. “Tutto vero. Tutto falso” recita la locandina. “Loro”, diviso in due parti (la seconda uscirà il 10 maggio), è un racconto di finzione, in costume, che narra di fatti verosimili o inventati, in Italia, tra il 2006 e il 2010. Attraverso una composita costellazione di personaggi, Loro ambisce a tratteggiare, per squarci o intuizioni, un momento storico definitivamente chiuso che, in una visione molto sintetica delle cose, potrebbe definirsi amorale, decadente, ma straordinariamente vitale. E Loro ambisce altresì a raccontare alcuni italiani, nuovi e antichi al contempo. Anime di un purgatorio immaginario e moderno che stabiliscono, sulla base di spinte eterogenee quali ambizione, ammirazione, innamoramento, interesse, tornaconto personale, di provare a ruotare intorno a una sorta di paradiso in carne e ossa: un uomo di nome Silvio Berlusconi.

Curiosità. Il film è subito primo al Box Office con 250mila € , il piú alto incasso per un primo giorno di programmazione del regista Premio Oscar, registrando anche la miglior media copia (532 euro).

I PROTAGONISTI. È Toni Servillo a prendere le sembianze dell’ex premier, al suo fianco un nutrito cast capeggiato da Riccardo Scamario, Elena Sofia Ricci, Kasia Smutniak, Euridice Axen, Fabrizio Bentivoglio, Roberto De Francesco, Dario Cantarelli, Anna Bonaiuto, Giovanni Esposito, Ugo Pagliai, Michela Cescon e Roberto Herlitzka.

GENERE: Biografico - USCITA: 24 aprile (Universal) - DURATA: 104 minuti

ESCONO ANCHE “Avengers: Infinity War”, “Nato a Casal di Principe”, “Tu mi nascondi qualcosa”, “Youtopia”.

16:47 26/04

di Alessandro Savoia

Commenta

“Napoli Velata”, alla Feltrinelli Ozpetek incontra il pubblico

NAPOLI. Un incontro imperdibile per chi ama il cinema. Sabato 5 maggio, alle 12 presso la Feltrinelli di piazza dei Martiri di Napoli (in via Santa Caterina a Chiaia 23), il regista Ferzan Ozpetek (nella foto) incontrerà il pubblico in occasione dell’uscita del dvd e del Blu-ray di “Napoli Velata”, avvincente thriller dai toni passionali e misteriosi interpretato da Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Borghi, e vincitore di due Premi David di Donatello per la Miglior Scenografia e Miglior Fotografia. Nel corso dell’incontro moderato dalla giornalista Titta Fiore, presidente della Fondazione Film Commission Regione Campania, Ozpetek parlerà della Napoli che ha voluto raccontare in questa pellicola sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia racchiusa in un amore improvviso. Subito dopo l’incontro, Ferzan Ozpetek incontrerà il pubblico e firmerà le copie del film (con priorità per chi acquista il dvd e Blu-ray) disponibile già dal 2 maggio con Warner Bros. Entertainment Italia. Grazie ai contenuti speciali inclusi in queste edizioni Home Video gli spettatori potranno scoprire curiosità e segreti del film, oltre ai commenti degli attori e alle immagini di backstage. 

16:46 26/04

di Redazione

Commenta

Hotel antisismici, più sicuri con un app

Nasce il progetto “HOTEL SICURO” finalizzato alla certificazione delle strutture ricettive per dare maggiore sicurezza agli ospiti e  ridurre così i danni (e i costi) conseguenti ad eventuali eventi sismici, grazie al sito e all’APP hotelsicuro.eu e attraverso Google e social network.

Si terrà  a tal proposito venerdì 27 aprile (alle ore 11) presso l’Hotel Regina Isabella a Ischia (isola purtroppo colpita meno di un anno fa da un terribile terremoto) il convegno dal titolo “Classificazione Sismica in Italia: prevenzione e soluzioni per le strutture alberghiere”, promosso dalla EdilGEO4.0. Prenderanno parte al tavolo conferenziale: l’ingegnere Vincenzo Esposito, che illustrerà il concetto di classificazione e  miglioramento sismico, le metodologie e i costi correlati; il dottor Tommaso Adamo, che parlerà dei vantaggi fiscali; l’avvocato Lucia Capriello, che relazionerà  circa le responsabilità civili e penali. Modererà Giovanni De Marco.


Per realizzare l’ambizioso progetto “Hotel Sicuro”, EdilGEO ha convocato i migliori esperti della comunità degli Ingegneri Sismici italiani, insieme con architetti, professionisti, aziende edili, enti ed istituzioni, per operare a 360 gradi nella messa in sicurezza degli edifici, utilizzando un modello unico in Italia che unisce le fasi di Analisi, Certificazione e Miglioramento delle strutture, alla capacità di gestire anche finanziariamente tutte le esigenze operative.

EdilGEO 4.0 ha progettato un modello di valorizzazione delle strutture ricettive che parte dalla Certificazione Sismica degli edifici, passando per il miglioramento dei locali sia in termini di capacità di resistenza ai terremoti, sia attraverso altri servizi correlati alla qualità delle strutture ricettive. L’obiettivo fondamentale è la messa in sicurezza degli hotel italiani, anche attraverso la creazione di un nuovo criterio di valutazione nelle scelte dei viaggiatori, ovvero aggiungendo una “stella” ad ogni edificio che ha effettuato la Certificazione Sismica e l’eventuale miglioramento sismico per la messa in sicurezza della struttura.

More info:
www.certificazionesismica.eu

09:55 26/04

di Redazione

Commenta

Il mito di Apollo e Dafne raccontato da Aurelio Gatti

di Bruno Russo
 
NAPOLI. "Ninfa penea, férmati, ti prego: non t'insegue un nemico; fermati!! Così davanti al lupo l'agnella, al leone la cerva, all'aquila le colombe fuggono in un turbinio d'ali, così tutte davanti al nemico; ma io t'inseguo per amore! Ahimè, che tu non cada distesa, che i rovi non ti graffino le gambe indifese, ch'io non sia causa del tuo male! ": il mito di Apollo e Dafne, figlia del fiume Peneo di Gea; un amore mai realizzato, e il paradosso che il Dio protettore delle arti mediche non riesca a curare il dolce male che Eros gli aveva inferto; non riesce a trovare un farmaco per la ferita infertagli da Eros, lasciando che la mente venga offuscata dalla bellezza al punto dal perdere coscienza della propria posizione, perché' allo sguardo innamorato di Apollo, la fanciulla scappera'. Una volta raggiunta, Dafne rivolge una preghiera al padre, affinché venga trasformata, ed ecco che ad un tratto il corpo si irrigidisce, i piedi diventano radici, le braccia i rami, mentre il corpo si racchiude in una ruvida scorza, che a malapena cela l'albero di alloro che sta prendendo il posto della bella Dafne. Apollo arriva alla fine della mutazione e a malapena le strappa un bacio perché la corteccia sta diffondendosi dappertutto . Questo mito di Ovidio, dalle 'Metamorfosi', pone sulla stessa riga due sofferenze: quella di Dafne verso l'amante possessivo che non tiene conto della sua reale volontà , e  la sofferenza di Apollo che ama senza poter essere ricambiato e, su tutto l'immagine di un Eros che ha lanciato il suo dardo infallibile e senza pietà . Un dramma si ripete indomito nella storia dell'individuo che soffre quando il suo amore non viene ricambiato. Apollo è anche un Dio che può prevedere il futuro, ma la ragione e la logica viene stravolta dalla passione e un rifiuto può essere letale. Anche nell'ode di Saffo ad Afrodite , la Dea e' chiamata a difendere la legge cosmica dell'amore: il dovere di ricambiare un sentimento e non commettere l'ingiustizia di rifiutarlo. Un diritto può presupporre una ingiustizia ma non un obbligo, quindi Apollo e' solo vittima ma non va giustificato. Nello stesso tempo l'infelice Dafne uccide la causa della sua sofferenza: la sua bellezza e preferisce diventare un tronco immobile. L'autore Aurelio Gatti (nella foto) racchiude il tutto in un pentagramma musicale che fa da colonna sonora al mistero dell'eros, mentre i due interpreti di Dafne, Carlotta Bruni e Rosa Merlino, è quello di Apollo, Luca Pomponi, mimano la leggiadria dell'impeto ribelle che non ha freni, fino a quando non si infrange in una delle dure realtà' della nostra vita. Non a caso la rappresentazione si chiama “Daphne. La danza del mito”, presentata da Mda Produzioni Danza il 27, 28 e 29 Aprile , in occasione del Bimillenario di Ovidio e del Maggio dei Monumenti, nella Sala del Capitolo del Complesso San Domenico Maggiore a Vico San Domenico. Il tempo smorza le note e definisce i passaggi di una felicità che prima o poi si perderà, lasciando sulla pelle un impronta e nel cuore un incancellabile ricordo.

20:29 25/04

di Redazione

Commenta

“The beach wedding show”, a Pozzuoli la sesta edizione

POZZUOLI. Quando i festeggiamenti durano più a lungo. Giovedì 26 aprile alle 18 al Kora di Pozzuoli al via la sesta edizione della manifestazione “The beach wedding show” ideata dall’imprenditore Alessandro Laringe, che presenta in anteprima in Campania il “wedding week end”, la festa per il matrimonio che dura un interno fine settimana. Testimonial dell’evento dedicato ai servizi, ai prodotti, alle tendenze top per il giorno più bello, due giovani e amate attrici napoletane: Miriam Candurro, Serena di Un Posto al sole e Irene Grasso volto noto di Casa Surace. In questi anni il wedding week end l’hanno fatto George Clooney e Amal Alamuddin a Venezia, Justin Timberlake e l’attrice Jessica Biel nel Salento, Tom Cruise e Katie Holmes vicino Roma, anche se poi l’amore è finito e tanti altri personaggi in giro per l’italia. “Il wedding week end però, non è solo appannaggio dei vip - spiega Laringe -  e siamo i primi in Campania a proporlo per i futuri sposi. Al Kora infatti è possibile organizzare una due giorni tra Campi Flegrei e isole del Golfo, lontano dai ritmi della metropoli e con tanto di catamarano per soggiorni romantici. Due giorni dentro i colori e i sapori del Golfo da condividere con amici e parenti. Si parte dalla prima notte in crociera a tre giorni di navigazione nel lusso tra Capri, Positano, Ischia e Procida, fino all’intera luna di miele in barca alle Eolie”. Per gli sposi un trattamento vip: servizio a bordo, champagne, special food, skipper. Per organizzare il matrimonio dei sogni al Kora si anima tutto il mondo del wedding: allestimenti, nuove collezioni di abiti da sposa con la sfilata della Maison Signore, flower design, fotografi, bomboniere, catering, acconciature, visagisti, musicisti. Una dolce novità sono i “cioccolatini istantanei” realizzati al momento durante la festa fino agli “emotional show”. Novità di Quest’anno la “sand art”, i disegni nella sabbia e il “dancing flash bob”, ballo con coreografia che coinvolge gli sposi e i loro ospiti.  Queste attrazioni sono un fiore all’occhiello della struttura, che ogni anno chiude la manifestazione con un grande spettacolo con trampolieri, fuochi d’artificio, dj, fly border e tutti gli show che il Kora propone ai futuri sposi. Venticinque i temi top proposti per un matrimonio da sogno, dai più classici e raffinati ai più eccentrici e originali. Spiccano Il grande Gatsby, il boho chic o Ibiza style, l’urban style, i viaggi e tanto altro. Ecco le nuove tendenze: abiti da sposa romantici, acconciature naturali, eleganti e comode, scarpe e bouquet colorati, partecipazioni con illustrazioni e disegni moderni, location in mezzo al mare come il Kora, wedding cake come opere d’arte, che arriva direttamente da mare. E i colori? Primeggia il rosa in quattro sfumature tutte pastello, dai più chiari Blooming Dhalia e Almost Mauve agli intensi Ash Rose e Rapture Rose, il lilla lavanda e il giallo.  Il Kora è stato anche set di un video girato dai The Jackal e Gianluca Vacchi per il Sud America e di famose trasmissioni televisive come Quattro matrimoni in Italia. 

20:25 25/04

di Redazione

Commenta

La violoncellista Erica Piccotti sul palcoscenico del teatro Diana

NAPOLI. Giovedì 26 Aprile alle ore 17.30 nell’ambito della rassegna concertistica “17&30 classica” importantissimo appuntamento al teatro Diana con la giovane violoncellista Erica Piccotti (nella foto), 19 anni romana già vincitrice di numerosi prestigiosi concorsi e recentemente insignita dal Presidente della Repubblica dell ‘ Attestato d’Onore “Alfiere della Repubblica” per gli eccezionali risultati in campo musicale ottenuti in giovanissima età. Accompagnata al pianoforte dal M° Roberto Arosio si esibirà in un programma di grandissimo coinvolgimento interpretando alcuni tra le più importanti sonate del repertorio per violoncello la sonata n. 1 op. 38 e la sonata n. 2 op. 99 di Johannes Brahms e nella seconda parte la sonata n. 1 in re minore di Claude Debussy. Un appuntamento da non perdere con un giovane talento alla sua prima esibizione a Napoli.

20:23 25/04

di Redazione

Commenta

Maggio dei Monumenti: Avella apre i suoi tesori archeologici

La città di Avella intende investire il proprio futuro sulla sua storia, le sue tradizioni e sulle eccellenze della gastronomia, legate soprattutto alla nocciola. Lo fa aprendo, in occasione del Maggio dei Monumenti, i suoi tesori archeologici di epoca millenaria a quanti visiteranno la città. Tombe romane, anfiteatro ed altri siti potranno essere infatti visitati il 6, 12, 13, 19, 20, 26 e 27 maggio per iniziativa del Siat, la struttura per le informazioni e l’accoglienza creata dall’amministrazione comunale e dalla Fondazione Città di Avella, per rilanciare il territorio in chiave turistica. Oltre alle visite guidate del Siat, in collaborazione con Alternative Tourism, sono previste nei fine settimana una serie di eventi che si svolgeranno tra le mura antiche dei siti, come le visite guidate in compagnia di un menestrello.
Per accedere ai servizi, informa una nota del Siat, è previsto un ticket di 4 euro. I possessori di Arte Caed pagheranno invece 2 euro. La stessa struttura garantirà l’accessibilità gratuita e l’assistenza alle persone diversamente abili e ai minori fino a 10 anni. Nei ristoranti della zona, a scelta, sarà possibile poi prenotare il pranzo e degustare i prodotti locali (Avella è la città della nocciola) o per chi vuole potrà soggiornare nelle strutture alberghiere ed extralberghiere. Per tutte le informazioni, si può contattare il Siat al numero 081/8259320. Un week end, dunque, all’insegna della storia, della cultura e della gastronomia. Da trascorrere al ritmo lento di una volta.

 

17:21 24/04

di Eduardo Cagnazzi

Commenta

Maschio Angioino, aperture straordinarie il 25 aprile e il 1 maggio con visite temariche

Il Maschio Angioino si "libera" e apre i suoi portoni con nuove aperture straordinarie: per il lungo ponte del 25 aprile e del 1 maggio 2018 è possibile conoscere le storie e i luoghi occulti di Napoli in compagnia delle associazioni IVI-Itinerari Video Interattivi e Timeline Napoli, in modo innovativo - scegliendo i tour virtuali - e avventuroso - calandosi nei nuovi itinerari avventura -, ma non solo. Dalla mattina al pomeriggio (25 e 29 aprile e 1 maggio dalle ore 10 alle ore 13; il 26-27-28-30 aprile dalle ore 10 alle ore 16), i visitatori potranno accedere a spazi del maniero non sempre accessibili al pubblico, prenotando attraverso IVI e Timeline le seguenti diverse visite guidate tematiche: il "Graal tra storia e mistero", "Archeologia sottosopra", "Lucrezia d'Alagno - Il segreto celato", "La linea del tempo". Un museo nel museo, che porta alla scoperta di itinerari tematici e una caccia al tesoro per bambini (quest'ultima solo su prenotazione) che si ripropongono come viaggio nel tempo a partire dall'innesto duecentesco del castello.

Percorsi tematici al Maschio Angioino 

"Graal tra storia e mistero" è l’itinerario esoterico a cura di IVI Itinerari Video Interattivi che parte dall’Arco di Trionfo, continua nel cortile e arriva alla Sala dei Baroni (o Sala del Trono): qui i visitatori si troveranno a vivere emozionanti
 
 avventure all'interno del maniero partenopeo. Prenotazioni al numero: 3273239843

"Il segreto celato" è l'esclusiva video visita di IVI con lenti oled, ideata per compiere un viaggio virtuale e vivere sulla propria “pelle” la storia di Lucrezia d’Alagno, la dama preferita di Alfonso d’Aragona che non diventò mai regina eppure ebbe un ruolo essenziale nella storia di Napoli. Solo previa prenotazione per limite posti: 3273239843.

"Archeologia sottosopra - In memoria di Ilaria Iodice" è l'ultimo percorso aperto da Timeline Napoli che parte dall'area archeologica, individuando la stratificazione storica del castello, per arrivare a scoprire i falchi e il meraviglioso panorama delle terrazze. Prenotazioni al numero: 3317451461

"La linea del tempo" è una visita ideata da Timeline Napoli che per scoprire e approfondire la storia e le leggende del castello, partendo sempre dal sottosuolo per risalire la linea del tempo fino ai giorni nostri. Prenotazioni al numero: 3317451461

"Il segreto del Drago" è la caccia al tesoro storica che condurrà i bambini (dai 6 ai 12 anni) alla corte di Alfonso I d’Aragona per scoprire – muniti di mappa e accessori – la vera storia del re, capostipite del ramo aragonese di Napoli, e i segreti a lui legati. Solo previa prenotazione: 3317451461

17:12 24/04

di Redazione

Commenta

Francesca Bandiera e Antonio Gomena vincono il Premio San Teodoro

Vittoria doppia al Premio San Teodoro, ideato nell’ambito della rassegna “Mezzogiorno a San Teodoro”, per Francesca Bandiera ed Antonio Gomena, che hanno primeggiato ex aequo ai danni del terzo classificato Benedetta Conte nell’ambito dell’annuale manifestazione di musica classica promossa dalla Tecno di Giovanni Lombardi per sostenere i giovani talenti della  musica classica con delle apposite borse di studio. 
 
I tre artisti sono stati infatti selezionati al termine di una serie di esibizioni dalla giuria tecnica presieduta da Umberto Zamuner e composta da Floriana Alberico, Stefania Bertucci, Davide Costagliola e Vincenzo Maltempo. 
 
La giuria critica, presieduta a sua volta da Stefano Valanzuolo e composta da Dario Ascoli, Massimiliano Cerrito, Massimo Lo Iacono e Marco Del Vaglio ha preferito invece Benedetta Conte, mentre il pubblico in sala che ha votato su apposite schede ha scelto infine come preferita Francesca Bandiera. 
 
Oltre alle borse di studio, i giovani artisti hanno vinto anche dei concerti premio offerti dal Centro Caprense Ignazio Cerio, dalla fondazione Franco Michele Napolitano e dall'associazione Mousikè.
 
A premiare i vincitori dell’edizione 2018 sono stati quindi i componenti del comitato organizzatore Giovanni Lombardi e Luigi Porcelli con la direttrice artistica Maria Sbeglia. 

17:04 24/04

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano