Mercoledì 12 Dicembre 2018 - 3:28

“Sacro Sud-Anime Salve”, prosegue la rassegna itinerante

NAPOLI. Un concerto di musica gospel trova il suo habitat naturale ed originario in una chiesa. Ed al concerto dei Tony Washington Singers, tenutosi presso la chiesa dei Sacri Cuori a Secondigliano è avvenuto esattamente questo. Come per un incantesimo, o nella scena di un film “fantasy”, si è creata da subito un’atmosfera nuova ed antica, sospesa in una dimensione magica e sconosciuta nel quotidiano, ma nascosta dentro ognuno di noi, da qualche parte dell’anima, della nostra soul, è risalita in alto per ricongiungersi ad una musica ancestrale. Una musica fatta di tanta sofferenza e qualche gioia, una musica permeata dalla fede, quale che sia la religione e il dio venerato. Gran sacerdotessa officiante il rito musical-religioso è stata Mildred Daniel, The Songbird,  che ha affascinato ed ammutolito i presenti, regalando momenti di altissimo virtuosismo, in collaborazione naturalmente con il falsetto di Tony Washington, cantante dalla voce falsetto che riesce magicamente a librarsi in un canto soulful straordinariamente emozionante e raffinato, al punto da superare in bellezza e seduzione altre forme di canto profano. Tra brani storici e versioni moderne riviste in chiave personalissima, la magia è stata interrotta solo alla fine, quando un pubblico affascinato ed incantato, è restato un attimo in sospeso, nella speranza che quella musica scorresse ancora fluente. Poi, un lungo ed entusiasmante applauso liberatorio, mentre qualcuno, qua e là, asciugava una lacrima di commozione col dorso della mano plaudente. La rassegna “Sacro Sud-Anime Salve” rientra nel più ampio progetto “Musica del Sud: identità e rivoluzione”, ideato e curato dall'assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e finanziato dalla Regione Campania a valere sul Programma operativo complementare (POC) 2014-2020 – piano strategico regionale per la cultura e i beni culturali- programmazione 2018. Realizzata grazie anche al prezioso lavoro di “Black Tarantella”, ed affidata alla collaudata efficienza della “xeventi&Communications” per la comunicazione, la rassegna tornerà per il prossimo appuntamento mercoledì 12 dicembre 2018 con il grandissimo Vinicio Capossela in “Leitourghia d’inverno” in programma presso la Basilica di San Domenico Maggiore alle ore 21.

21:42 11/12

di Redazione

Commenta

“Durante Natale Festival” tra musica e mercatini

NAPOLI. Dopo lo strepitoso successo riscosso lo scorso 8 dicembre in piazza Umberto I a Frattamaggiore con l’inaugurazione della kermesse “Durante Natale Festival 2018”, a cura dell’Amministrazione Comunale e finanziato dalla Regione Campania del villaggio di Babbo Natale, mercatini natalizi, l’accensione di uno strepitoso e scintillante albero di 16 metri e con lo spettacolo portato in scena da Peppe Barra ed intitolato “La Cantata dei Pastori-La Natalizia” svoltosi a seguire al teatro De Rosa, domenica 10 dicembre si è registrato il tutto esaurito per il secondo appuntamento. Sul palco la musica d’autore, con il concerto “Italia Jazz Christmas” di Walter Ricci che spopola ovunque grazie alla sua splendida voce, definita una tra le più interessanti del panorama italiano. Talento campano proiettato nella sfera internazionale della musica jazz, Ricci ha duettato con il big Michael Buble in "The Door is Still Open to My Heart", la traccia numero 6 dell'ultimo album intitolato "Due", occasione maturata grazie alle numerose ospitate a “Domenica In” con Pippo Baudo. È stato protagonista, inoltre, di varie tournèe a Parigi, collezionando una serie di ulteriori collaborazioni artistiche di alto profilo. Il giovane e talentuoso artista partenopeo ha riscaldato il pubblico e la serata non solo come cantante, ma anche nell’insolita veste di pianista. Con lui a completare il "live-act", il basso di Daniele Sorrentino, garanzia di classe e solidità, e Lorenzo Tucci, dal tocco inconfondibile, alla batteria. Una macchina del suono, quella guidata da Walter Ricci, che con un'attenzione particolare alle sonorità moderne, spazio all’improvvisazione e anche con un occhio alle contaminazioni, ha dato vita ad un concerto ricco de feeling e dagli sviluppi imprevedibili. Gli ospiti intervenuti in sala, infatti, sono rimasti affascinati ed entusiasti del concerto  “Italia Jazz Christmas” impreziosito dalla voce di Walter Ricci che ha fatto da contrappunto al tappeto ritmico di sonorità musicali fornite dai musicisti con lui sul palco. La rassegna, la cui comunicazione è affidata alla consolidata professionalità della “F. K. Mediaservice”, tornerà per il prossimo appuntamento venerdì 14 dicembre 2018 nella Basilica di San Sossio Levita e Martire dove, alle ore 18:30, si terrà il “I concerto per Durante” con “B. Capasso e G. Mazzini”.

21:39 11/12

di Redazione

Commenta

Al teatro Sancarluccio l'atteso live di Fabio Serino

NAPOLI. Si terrà giovedì 13 dicembre, alle ore 21, presso il teatro Sancarluccio, in via San Pasquale a Chiaia 49, lo spettacolo musicale di Fabio Serino (nella foto). Si tratta dell’artista che con passione e talento a volte intrattiene i passanti per le strade del Vomero. Quando lui canta, con l’ausilio della sua immancabile chitarra, sono in molti a fermarsi per ascoltarlo. Un fenomeno scoppiato anche sui social. Durante l’esibizione si ascolteranno brani inediti di Fabio Serino e canzoni della nostra tradizione rivisitate in chiave jazz-bossa. «In scena – racconta il cantautore che ha studiato al conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli – porterò quello che rappresenta il mio bagaglio artistico, cioè la rappresentazione in musica e in parole di ciò che mi appassiona. Sarà semplicemente un'emozione diversa dal solito ed una grande soddisfazione considerando che ogni esperienza artistica nuova arricchisce e nutre ciò che sono e che posso diventare. Credo che il mio possa essere uno spettacolo emozionante perché il pubblico sentirà tutta la mia energia. In teatro spettatori e artista sono a contatto». Insieme a Fabio Serino ci saranno anche Giacomo Mormile, alle percussioni, e Alessio Sica e Lucia Maglitto.

21:16 11/12

di Marco Altore

Commenta

Jiam Bake, la nuova croissanterie di Frattamaggiore

Grande successo per l’apertura di Jiam Bake, la nuova croissanterie di Frattamaggiore. Una folla di fan si è riversata in Corso Vittorio Emanuele 132 domenica scorsa per assaggiare le prelibatezze di questo nuovo format studiato e voluto da Giuseppe Auriemma, già noto per la hamburgeria frattese Blackburger, Mauro Capuozzo, Ilaria Capozzo ed Angela Lanotte. Jiam Bake non è la classica cornetteria di notte, ma ben di più. Ci sono per il momento sette tipologie di bake da farcire come si vuole, con farciture artigianali e non. I prodotti più richiesti durante i primi giorni di apertura sono stati i cornetti alla francese, i croissant appunto, con un delicato sentore di burro, ed i cornetti ischitani in pasta brioche. Ma Jiam Bake non è solo bake: sono le bevande a contendersi il primato come prodotto top del locale. Un buonissimo riscontro hanno ricevuto i Jiampuccino, a base di latte alla nocciola, alla mandorla, al pistacchio e ad altri gusti da abbinare alla propria richiesta golosa. La croissanterie propone: croissant di pasta sfoglia, cornetto ischitano, brioche zuccherata, brioche con tuppo, cornetto ai cereali, bomba fritta e conchiglia, tutti da farcire. Tra le bibite, spopolano anche i Bubble Tea, tè nero o tè verde con bolle scoppiettanti alla frutta, la cioccolata calda da sorseggiare ed il caffè americano servito nel classico bicchiere takeaway in tutte le sue varianti. Tutto avviene secondo la modalità di asporto, basta fare l’ordine alla cassa e velocemente si riceve il vassoio con la propria richiesta. Il locale è predisposto anche per la degustazione dei prodotti al suo interno.  

Jiam Bake

Corso Vittorio Emanuele 132, Frattamaggiore (Na)

Tel. 3492768517

Orari di apertura: Lun-Mer-Gio-Ven-Dom. dalle 19 alle 2

Sabato dalle 19 alle 3

Giorno di chiusura: Martedì

19:49 11/12

di Redazione

Commenta

Persuasion, la sfilata evento che rievoca Dorian Gray

"Al mondo esiste una sola cosa peggiore dell'essere oggetto di conversazione, ed è il non essere oggetto di conversazione". Così comincia "Il ritratto di Dorian Gray", opera di Oscar Wilde del 1890, che il Maestro visionario, Luis Arsenio, patron della Zero Models Agency omaggia nella grande sfilata-evento che si terrà il 21 e 22 Dicembre al Teatro Italia di San Giuseppe Vesuviano (NA).
L'EVENTO - Luis Arsenio, noto come "La Iena del Fashion" per i suoi tributi (ricordiamo tra gli ultimi quelli a Cavalli e a Trussardi), oltre che per le provocazioni che trasforma in grandi eventi, è pronto per Persuasion: ultimo grande evento del 2018, che con atmosfere gotiche e barocche, rievoca la grande opera letteraria di Wilde, più volte richiamata sul grande e sul piccolo schermo. Protagonisti assoluti dell'evento sono i costumi esclusivi ed originali, oltre che i nuovi volti che fanno parte dell'agenzia.
LO SPETTACOLO - Persuasion è uno show che sarà diviso in tre atti di cui due a sfondo "letterario e teatrale" e l'ultimo con una intensità sociale che va a toccare le corde più profonde, volute dal maestro visionario Arsenio, a cui è stato dato il nome di "Iena", per la sua poca mondanità e la scelta sempre particolari di temi da trattare nei suoi eventi.
Con la conduzione della talentuosa Magda Mancuso, l'evento vedrà i costumi originali ed esclusivi come protagonisti della scena. Non mancheranno momenti di spettacolo puro con le premiazioni ed esibizioni di Federica Raimo, una delle voci giovani più promettenti del territorio Campano, del ballerino Raffaele Siciliano e della nota costumista Daniela Errico.
Un diversivo si avrà invece sulla special guest delle due date evento: il venerdì 21 Dicembre ci sarà la top model Chiara De Simone, mentre sabato 22 Dicembre, interverrà l’attore di fiction e modello Gennaro Lillio.
Con i costumi di Diego Arsenio e Valentina Scarico, per la sapiente regia televisiva di Gianni De Somma, l'appuntamento in due date, che già vede un sold-out rimane uno dei più importanti eventi di fine anno per chi vuole farsi affascinare durante uno show.
L'ASPETTO SOCIALE - L'evento è l'ennesimo tassello che dopo 9 anni di attività della Zero Models Agency, va a completare il puzzle che ha visto mettere in scena temi ed opere di una certa rilevanza. Si ricordano "Sogno di una notte di mezza estate" per parlare di Bullismo; "Virus (Apocalisse)" sui tumori infantili; Romeo e Giulietta come opera chiamata in causa contro il Femminicidio; o ancora Macbeth in rapporto all'omofobia.
Persuasion trova la sua espressione nei confronti di un tema molto scottante, quello dell'amore nei confronti del proprio corpo, ed è per questo che il Maestro Visionario decide di rendere omaggio alla memoria di Annamaria Ascione, modella della sua agenzia scomparsa di recente, per dare una scossa a chi soffre di problemi di anoressia e bulimia.
VULCANO - Durante l'evento sarà presentato in anteprima Vulcano, il calendario 2019 sull'erotismo maschile, insieme ai testimonial di quest'anno: Paolo Stanzione e Dario Rea. Anche in questo caso, abbiamo un estrazione sociale, in quanto si tratta di un prodotto "scandalo" contro la pedofilia nel clero che ha selezionato oltre 2.000 ragazzi nel 2018 tramite provini online.

19:32 11/12

di Redazione

Commenta

Le presenze e le assenze in fotografia nella personale fotografica di Peppe Esposito

Giovedì 13 Dicembre alle ore 18.30 i Private Banker Fideuram Vomero ospiteranno l’opening ufficiale della mostra Presenze Assenze, 1978 - 2018, personale fotografica di Peppe Esposito, a cura di Franco Riccardo. Dopo Vomerovivo, primo progetto espositivo del programma Complicità e Conflitti dedicato al mezzo fotografico, l’indagine sulla città contemporanea ed i suoi abitanti continua con gli scatti di Giuseppe Esposito. Napoletano, classe 1960, Esposito è protagonista di una ricerca artistica che investe da sempre vari linguaggi, dalla fotografia al visual design, dalla pittura alle installazioni, fino alle nuove tecnologie digitali e multimediali. In esposizione negli spazi Fideuram Vomero fino al 21 Febbraio 2019 quaranta foto in bianco e nero e dieci ritratti a colori, tutte immagini che insieme compongono un racconto visivo di Napoli, metropoli ideale immortalata dall’occhio fotografico di Esposito che conquista corpi e spazi, rivelando le molteplici identità della città e le sue trasformazioni, dal 1978 ad oggi, in un gioco di conflitti tra presenze e assenze, artificio e realtà. Accompagnerà l'opening l'esibizione al violino di Roberta Amirante. Diplomata al Conservatorio di San Pietro a Majella nel 2014, oggi Amirante collabora, tra gli altri, con l'Orchestra Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari e con l'Orchestra EICO. Il catalogo della mostra, pubblicato dalla EffeErre Edizioni, sarà disponibile a Marzo 2019.

Peppe Esposito ha studiato Arte della Stampa all’Istituto d’Arte F. Palizzi e Pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli, dove ha seguito i corsi di Graphic Design di Renato Barisani e di Fotografia di Mimmo Jodice. E’ docente di Design dell’Arte del Libro e della Stampa  al Liceo Artistico F. Palizzi di Napoli. Dalla fine degli anni Settanta si occupa di comunicazione per immagini attraverso vari campi di ricerca, che vanno dalla fotografia al visual design, dalla pittura alle opere tridimensionali, fino alle nuove tecnologie digitali e multimediali. Ha esposto in numerose mostre nazionali e internazionali, le sue opere sono presenti in musei, collezioni pubbliche e private ed in archivi di arte contemporanea, sia in Italia che all’estero. Nel 2011 è stato invitato ad esporre alla 54esima Biennale di Venezia, Padiglione Italia per la Regione Campania.

19:29 11/12

di Redazione

Commenta

"Gattomania 2018", fiera felina in provincia di Caserta

Sabato 15 e Domenica 16 Dicembre si terrà l'Esposizione Internazionale Felina "Gattomania 2018" nel Complesso Fieristico A1 Expo, sito in Viale delle Industrie 10 a San Marco Evangelista, in provincia di Caserta. Un’iniziativa di due giorni dedicata interamente agli animali più misteriosi e sinuosi per apprezzarne la bellezza, imparare a curarli e conoscere le razze più particolari.

Oltre 200 esemplari al giorno, provenienti da tutta Europa saranno selezionati in ognuna delle due giornate da una giuria internazionale per eleggere il più bello tra i belli.

A partire dalle ore 15.30, sia sabato che domenica, gli esemplari che avranno ottenuto la nomination per il Best in Show saliranno sul palco regalando al pubblico uno spettacolo senza precedenti. 

Inoltre, il pubblico di "Gattomania 2018" avrà a disposizione un Vet Corner. In entrambi i giorni del Concorso, la dottoressa Francesca Serena, specialista in Patologia e Clinica e Medicina Comportamentale degli animali d'Affezione sarà a disposizione del pubblico per rispondere a domande, curiosità e dubbi relativi ai nostri a-mici. 


"Gattomania" è soprattutto una festa per omaggiare la bellezza, conoscere le razze feline più affascinanti e premiare l’esemplare migliore in concorso.

Sabato 15 dicembre, alle ore 15:30, una giuria internazionale eleggerà il PREMIO SPECIALE "NORWEGIAN FOREST BEAUTY" per il più bel Gatto delle Foreste Norvegesi presente in esposizione. Il premio nasce con l'intento di celebrare la bellezza e la dolcezza infinita di queste meravigliose creature. Lo scorso febbraio l'Associazione Nazionale Felina Italiana ha salvato infatti cinquanta esemplari di Gatti delle Foreste Norvegesi tenuti in condizioni di maltrattamento e privazione tali da rappresentare un oltraggio all'intera razza.

In onore di questi animali, nonché in memoria di quelli che tra loro non ce l'hanno fatta, nasce questo premio che ha avuto risalto internazionale vedendo impegnati in raccolte fondi, donazioni ed invio di premi speciali moltissimi Club di Razza di tutta l'Europa. 

A tale menzione, si aggiunge il PREMIO SPECIALE "O' SARRACINO".

Sabato 15 Dicembre, alle ore 18.00, sulle note della celebre canzone di Renato Carosone sarà eletto il più bel esemplare di Siamese ed Oriental Shorthair presente in esposizione. 

Un'occasione da non perdere per conoscere meglio questi gatti dagli occhi magnetici, simbolo dell'eleganza della raffinatezza e della vanità.

19:21 11/12

di Redazione

Commenta

Per la Pasticceria Ranieri il Natale è rosa con la Cassata Pink ai frutti di bosco

Natale in rosa per le pasticcerie Ranieri di Napoli e Pozzuoli grazie alla nuovissima “Cassata Pink”, una cassata al forno realizzata con ricotta fresca di pecora e frutti di bosco che conferiscono il colore al dolce. Alla bontà del prodotto anche in questa nuova proposta dolciaria l’art creator Gianluca Ranieri aggiunge il suo tocco fashion nella presentazione del dessert.   

La cassata al forno sarà disponibile anche nella versione al cioccolato fondente e in quella con sola ricotta per gli amanti della tradizione.

La Pink va ad arricchire la “collezione” di cassate di Gianluca Ranieri andando ad aggiungersi alla già molto apprezzata versione “light” nata per il Natale 2017 in cui la glassa di zucchero, che alcuni trovano eccessivamente dolce, venne sostituita con una più delicata mousse di ricotta.

La proposta natalizia di Ranieri ovviamente non si limita alle tante tipologie di cassata ma si estende ai tanti dolci della tradizione natalizia tra cui gli struffoli avvolti da cestini di cioccolato bianco a nido d’ape e ai panettoni caratterizzati da sontuosi addobbi.    

19:11 11/12

di Redazione

Commenta

Esperienze borboniche con lo chef stellato Pasquale Palamaro

Il progetto dell’Archivio Storico (ristorante e premium bar ubicato in via Scarlatti, 30 - Napoli) è finalizzato alla riscoperta della cucina borbonica, e di tutto quanto ha reso il Regno delle Due Sicilie la capitale culturale del mondo. Durante le serate si potranno gustare, riviste e attualizzate, le pietanze della cucina borbonica reinterpretate dallo chef stellato Pasquale Palamaro. Ricette che ancora oggi sopravvivono nelle cucine napoletane.

Lo chef per il primo appuntamento che si svolgerà giovedì 13 dicembre (ore 20:30) ha pensato a un timballo di bucatini “alla cerino” (sia in versione classica che in versione moderna), chiamato così perché il piatto veniva servito “fiammante” a tavola. Un gustoso viaggio nel tempo da affrontare con una buona bottiglia di vino in valigia (bevanda che sulla tavola dei Borbone non mancava mai): i “Bucatini alla Cerino” saranno abbinati a un Bourgogne Rouge Volnay 2015, Domaine Glantenay (accostamento a cura dell’AIS). Un vino che esce fuori da un’annata straordinaria, le cui caratteristiche (colore intenso, aromi complessi, molta polpa, spiccata freschezza) ricordano quelle dei vini di annate eccezionali che hanno scandito la storia vitivinicola della Borgogna.  Il bar manager della struttura, Salvatore D’Anna, per l'occasione ha ideato un nuovo cocktail, il “Match”, ottenuto tramite estrazione ed infusione del brodo di pollo (il pollo è un ingrediente della farcia dei “Bucatini alla Cerino”). Ad allietare la serata la musica di BassMark. Per info&prenotazioni: +39 3756089682

19:04 11/12

di Redazione

Commenta

BeCheffy: lezioni di cucina, socialità reale e cene nei luoghi dell'eccellenza

S’inaugura martedì 18 dicembre alle ore 18,00 a Pozzuoli (NA), presso gli spazi di Villa Taurinus, l’attività di BeCheffy, il nuovo progetto che mette insieme lezioni di cucina, socialità reale e cene negli spazi eccellenti della Campania e dell’intera Penisola.

BeCheffy è la grande community dei “cuochi per passione”, di coloro che amano la cucina e vogliono imparare divertendosi i segreti degli chef. BeCheffy intende essere una piattaforma digitale multicanale che, partendo dalla Campania, mette in rete i migliori chef e i produttori delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole italiane accomunati dalla volontà di diffondere e contaminare i consumatori con la propria esperienza legata alla dieta mediterranea e ai prodotti eccellenti del nostro territorio nazionale.

“Passione, Divertimento, Tradizione e sua Evoluzione, Genuinità e Salubrità, Formare e Informare, Condivisione on & off line, Convivialità, Experience, Emozione e Cultura sono le parole chiave di BeCheffy – spiega l’ideatore del progetto Ciro Antinolfi. A un certo punto della mia vita ho deciso di rivoluzionare tutto. Cambiare scenari, relazionarmi con persone di cultura, riprendere un percorso di crescita che avevo interrotto da troppo tempo. Le mie passioni sono tutte racchiuse nella comunicazione, nel marketing innovativo e ovviamente nella cucina. Ecco, per questo mi è piaciuto partire dalle mie esigenze come imparare nuovi ingredienti, nuovi piatti, nuove commistioni di sapori, crescere non solo mangiando ma assaporando nuove culture non solo gastronomiche. L’idea è quella di consentire al pubblico degli appassionati della cultura enogastronomica di essere per una sera non solo plaudenti degustatori dei piatti degli chef ma vivere con essi un’esperienza di brigata, ritrovando così la socialità e facendo comunità intorno al cibo”.

Il claim del progetto recita infatti “Social Cooking & Lessons”, ponendo pertanto al centro dell’attenzione il valore della socializzazione tra le persone. “S’impara di più quando si vive un’esperienza che ci rende felici – continua Antinolfi – ed è questo che proveremo a fare preparando (e degustando) in ogni puntata del format tre piatti diversi, selezionati tra quelli che hanno portato al successo gli chef. Quattro saranno i format previsti. Il primo Back to Basics è dedicato a far conoscere le ricette della storia; il secondo Evolution narra la tradizione quando viene stravolta, innovata, l’alta cucina e le sue affascinanti tecniche; il terzo, Italian Academy, è pensato per i grandi alberghi e le strutture ricettive, per far sì che i turisti imparino ricette della nostra tradizione sia in chiave classica che contemporanea; infine sotto il titolo All Stars saranno calendarizzati gli incontri con i tanti chef stellati del territorio nazionale”.

Protagonista della prima lezione sarà lo chef Alfonso Crisci. Classe 1977, il suo motto è “saper guardare al futuro senza trascurare il passato”. Ambizioso e pacato, non si lascia abbagliare dalle luci dei riflettori. Possiede un piccolo laboratorio in cui con l’azoto produce distillati e profumi alimentari, in particolar modo quelli alla mandorla e al limone che vengono usati per i suoi dessert. Il suo obiettivo è quello di incuriosire i suoi ospiti, di fargli avere delle aspettative e di stravolgerle alla grande. I suoi piatti sono realizzati con cura, la stessa cura con cui sceglie i suoi ingredienti al mercato, dove trova l’ispirazione per le sue creazioni.

Il menù che Alfonso Crisci preparerà con i partecipanti alla serata inaugurale di BeCheffy sarà composto da: Panzanella vesuviana, con gamberi marinati con latte di cocco, fibre di sedano, passion fruit; Tagliolini di pasta fresca (burro chiarificato, pomodoro confit , tartufo nero e salsa bouillabaisse; Sovrapposto di pescatrice e patate con latte di bufala e champignon marinati.

Per saperne di più: www.becheffy.com / su Facebook e Instagram: BeCheffy

 

19:01 11/12

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno