Lunedì 15 Ottobre 2018 - 15:53

Presentato il Meeting Immobiliare alla Camera di Commercio di Napoli

Il più importante focus sulla filiera immobiliare del centro sud. La Borsa Immobiliare di Napoli con al vertice l'amministratore unico Giovanni Adelfi ha organizzato nei saloni della Camera di Commercio di Napoli il MeetIn Meeting Immobiliare nei giorni 19 e 20 ottobre.

Un evento rivolto ai cittadini alla ricerca di consigli, consulenze ed opportunità legate a qualsiasi tipo di immobili esistenti sul mercato: residenziali, negozi, uffici, box, capannoni industriali. L'ingresso è libero e le consulenze gratuite.

“Questo focus –spiega l’amministratore unico della Borsa Immobiliare di Napoli Giovanni Adelfi- lo abbiamo voluto per dare una scossa al mercato immobiliare e al sistema dell’edilizia. Gli appuntamenti del MeetIn saranno spalmati su due giorni: venerdì il punto sul mercato e le consulenze immobiliari mentre sabato, prevalentemente,  l’urbanistica. Ad inaugurare la due giorni la presentazione del Listino ufficiale dei valori immobiliari di Napoli e Provincia con l’andamento del mercato nazionale. Si tratta di una pubblicazione importante per la quantità e la qualità delle informazioni contenute”.

Indispensabile per gli addetti ai lavori. A cominciare dagli agenti immobiliari professionisti che hanno la necessità di essere aggiornati su tutto quello che accade nel mondo del mattone. A cominciare dalle continue novità partorite dal Parlamento e dall'Europa fino ai trucchi del mestiere per comprare o vendere gli immobili che si hanno in portafoglio.

Essenziale per tutte le categorie che hanno esigenza di comunicare i servizi offerti direttamente ai clienti finali. Sono previste consulenze gratuite da parte di numerosi enti fra i quali: la Camera di Commercio di Napoli, Costruttori Acen, Amministratori di Condominio Anaci, Piccoli proprietari immobiliari Uppi, Confedilizia, Notariato, Dottori commercialisti, Dottori Agronomi e forestali, Ordine e Fondazione degli Ingegneri, Geometri, Periti Industriali, Inquilini Sicet.

Gli eventi. Venerdì 19 ottobre. Dopo la cerimonia di inaugurazione spazio al consueto appuntamento con la Presentazione del Listino Ufficiale dei Valori immobiliari di Napoli e Provincia ed andamento del mercato nazionale.

Pomeriggio dedicato alla sicurezza degli immobili,  Seminario “sicurezza degli immobili: screening – norme e incentivi – fascicolo del fabbricato”. Prevista la presenza di  Antonio Areniello Presidente Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Napoli, Torre Annunziata e Nola;  Edoardo Cosenza Presidente Ordine degli Ingegneri della provincia di Napoli; Vincenzo Moretta Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili; Maurizio Sansone Presidente Ordine dei periti industriali e periti industriali laureati della provincia di Napoli.

Paola Marone della Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri: “Abbiamo assistito in questo anno ad una ripresa innegabile del mercato immobiliare. Purtroppo però questo discorso non può esser fatto per l’edilizia dove il trend è negativo con ben 600mila posti di lavoro andati in fumo. Durante la due giorni del MeetIn, l’Ordine degli Ingegneri sarà presente per offrire consulenze e dare informazioni. La casa rappresenta la ricchezza dei cittadini, tutelarla è fondamentale. Da novembre organizzeremo visite tecniche nei fabbricati per saggiarne la stabilità”.

I presidenti delle maggiori associazioni di agenti immobiliari professionali Fiaip e Fimaa arrivano a Napoli per far fronte comune contro l'abusivismo imperante nella loro professione. Gianbattista Baccarini (Fiaip) e Santino Taverna (Fimaa) saranno protagonisti del workshop di mezzogiorno.

Come spiegano Vincenzo De Falco e Vito Gagliardo di Fimaa Napoli e Fiaip Napoli: “Il MeetIn è un evento importante perché riunisce tutti i protagonisti del settore. FIMAA e FIAIP saranno presenti. Le federazioni rappresentano la realtà quotidiana del rapporto venditore – acquirente. Il nostro ruolo è quello di acquisire tutte le informazioni che il consumatore richiede  e predisporre accurate risposte in grado di soddisfare l’utente finale. Per poter fare ciò, i nostri agenti devono possedere le competenze necessarie”.

Focus su soldi e finanziamenti grazie al workshop delle ore 15. “Mutui e mercato immobiliare prosegue la congiuntura favorevole – prodotti e strumenti a supporto dell’ attività di acquisizione e vendita”. Relatore il dottor Maurizio Visconti direttore commerciale Credipass Mediofimaa.

Il piatto forte del sabato è invece legato alla riqualificazione del patrimonio immobiliare della città di Napoli. Amministratori Comunali e Regionali come gli assessori Ciro Borriello e Bruno Discepolo chiamati a pronunciarsi sulla dismissione degli immobili in portafoglio alla pubblica amministrazione ed il cambiamento della destinazione d'uso per invogliare gli investitori.

Titolo del convegno. “Napoli: la rigenerazione degli spazi urbani dismessi e la riqualificazione del patrimonio edilizio - Potenzialità, criticità, modelli e proposte di sviluppo”.

Nel pomeriggio riflettori sui distretti turistici e sul variegato mondo dei Bad and Breakfast grazie al seminario: "Distretti turistici come strumento per la valorizzazione” con l’assessore alle attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini.

Si parla di norme, regole ed opportunità con i massimi esponenti delle categorie. Presente il coordinatore dei distretti turistici della Campania Vincenzo Marrazzo e il presidente dell'Associazione dei Bad and Breakfast Agostino Ingenito.

Inoltre in agenda il workshop “La convenzione per il Comune di Napoli: i contratti a canone concordato ad uso abitativo; le tipologie contrattuali (concordato abitativo, transitorio e per studenti universitari); la scheda riepilogativa attestazione di conformità agevolazioni fiscali” a cura dell'avvocato Raffaello Lerro dell'ASPPI

15:37 15/10

di Redazione

Commenta

Carlo Chatrian incontra gli allievi di FilmaP a Ponticelli

Il torinese Carlo Chatrian, già direttore artistico del Festival di Locarno e che da fine marzo 2019 sarà il direttore artistico del Festival internazionale del cinema di Berlino, incontra gli allievi di FilmaP a Ponticelli. Una masterclass di due giorni in cui Chatrian ha incontrato i ragazzi parlando della sua esperienza come direttore ed esperto del panorama internazionale dei festival e si è concentrato sui lavori degli allievi di FilmaP.

“Sono molto contento di essere qui a Ponticelli -  ha dichiarato Chatrian – in una periferia perchè  anche io, in un certo senso, sono uno di periferia, diversa, perché provengo da un paesino di montagna e vengo dall’esperienza di un festival di periferia come quello di Locarno; questo luogo è incredibile (Masseria Morabito sede dell’Arci Movie via de Meis Ponticelli)  ed i luoghi sono fondamentali per fare cinema, per me è importante  confrontarmi con le voci più giovani, vengo da Locarno che ha dato molto spazio ai giovani registi e andrò ad un festival che è quello di Berlino, più strutturato, dove spero di portare alcune di queste voci giovani napoletane, italiane e del resto del mondo. Ho un sentimento di totale apertura, di serenità e di totale confronto”.

FilmaP nasce nel 2014 come progetto selezionato nel bando “Progetti Speciali e Innovativi 2010” della Fondazione CON IL SUD, con l’obiettivo di costruire un centro di formazione e produzione cinematografica a Ponticelli nella periferia est di Napoli, dopo un ventennale percorso di Arci Movie teso a valorizzare, prima con i Movielab e poi con le produzioni, la fondamentale connessione tra formazione ai linguaggi audiovisivi e mondo della professione del cinema e della contemporaneità.

l’atelier di cinema del reale di FilmaP è un percorso dedicato al cinema documentario destinato a filmmakers under 35. Il progetto rappresenta oggi un’avanguardia nel valorizzare il cinema come strumento e risorsa di sviluppo e si afferma come vera e propria officina di cinema del reale dove i talenti possono trovare gli strumenti per raccontare le storie e connettersi al mondo dei professionisti.

 

15:34 15/10

di Redazione

Commenta

La sfogliatella al soffritto da “Babette”

Gli appassionati di birre artigianali (prodotte da piccoli birrifici o microbirrifici, non pastorizzate e possibilmente non filtrate ) sono sempre più numerosi. A Napoli “Babette” (noto pub ubicato nella zona di Fuorigrotta) è un punto di riferimento di tutti gli “amanti della birra” in quanto ha “in cantina” 296 etichette diverse! Una location tranquilla dove rilassarsi bevendo un buon bicchiere immersi in un ambiente semplice, un po’ vintage... Martedì 16 ottobre (alle ore 20:30) si terrà un evento in cui si parlerà delle birre, di come sono fatte, di cosa le caratterizza  e di come possono essere abbinate a uno dei prodotti tipici napoletani più ricercati al mondo: la sfogliatella (nella versione rustica e in quella dolce).

Ne parlerà Alfio Ferlito, esperto e fondatore del portale “Beer Passion”: racconti, aneddoti, storie legate alle birre Blanche De Bruxelles, Lervig Lucky Jack Extra, Rochefort 8 Trappist. Ad esse saranno abbinate le sfogliatelle rustiche di SfogliateLab, storico punto di riferimento gastronomico ubicato in piazza Garibaldi, precisamente:

-Alla “Blanche De Bruxelles” - birra bianca belga non filtrata, dal gusto intenso, fresca e dissetante – saranno abbinate la sfogliata rustica farcita con , quella ripiena con funghi e provola, quella con salsiccia e friarielli e quella con peperoni e provola;

-Alla “Rochefort 8” - una delle birre trappiste più famose al mondo, dal gusto ricco, beverina – saranno abbinate tre sfogliate dolci (gusto “ricotta e pera”, gusto “marron glaces” e gusto “fantasia di frutta”).

Alla “Lervig Lucky Jack Extra” (una leggera American Pale Ale dal corpo strutturato e molto facile da bere), che sarà servita a metà degustazione, saranno infine abbinate le carni di Mario Carrabs (spiedini misti, maiale, tacchino e pollo) accompagnate da patatine e verdure grigliate.

Il costo del percorso degustazione è di 19 euro. Si consiglia la prenotazione.

15:32 15/10

di Redazione

Commenta

Babà Punch, Crisommola Negroni, Espresso fizz: i cocktail a km0 della nuova drink list dell’Archivio Storico

Inverno. Un ambiente elegante, un’atmosfera calda, e un cocktail “rassicurante” (che emana i profumi e sprigiona i sapori della nostra terra) sono gli ingredienti giusti per accendere le serate napoletane. La nuova drink list dell’Archivio Storico (premium bar e ristorante ubicato nel cuore del Vomero, uno dei quartieri più belli di Napoli), ad opera di Salvatore D’Anna, bar manager della struttura, è pronta a riscaldare tutti i palati della città e ad alleviare dalle fatiche che il freddo e i frenetici ritmi lavorativi impongono.

Una drink list in parte diversa dalle precedenti, il cui filo conduttore è l’energia dei sapori della tradizione. Cocktail pensati per raccontare a chi li degusta (in orario aperitivo domenicale, cena settimanale e post-cena) la storia, la cultura, le tradizioni della Napoli Borbonica e di quella moderna.

Cinque le sezioni del nuovo menù: la “classica” contente i cocktail più apprezzati negli scorsi anni (come il “Clover club” ottenuto con Gin, Vermouth dry, succo di limone, sciroppo di lampone e albume); la sezione “Le bar tour” formata da cocktail le cui ricette sono state ideate da bartender di diverse nazionalità ed ovviamente adattate al concept dell’Archivio Storico che prevede l’utilizzo di prodotti “home made”(come lo “Smoked Mango Margarita” con Tequila, liquore d’arancia, sciroppo al mango, succo di lime e spezie); la sezione dedicata alle “degustazioni verticali” ove sono proposti assaggi in sequenza di diverse etichette di rum e whisky; la sezione “Por les bons vivants” dedicata ai cocktail Martini; ed, infine, la sezione denominata “Le ricette dell’Archivio”, contente i drink “new entry”, un omaggio alla napoletanità, ai sapori nostrani (alcuni sono ottenuti con prodotti a km0), alla storia del Regno di Napoli. Tra questi:

-Il “Babà Punch” con Rum Jamaicano, Rum Speziato, Oleo Saccarhum, Pisto mix, succo di limone, the, cannella, arancia;

-Il “Crisommola Negroni” con Jin  Aperol, Vermouth dry, liquore all’albicocca, Orange bitters;

-L’”Espresso fizz” con Rum chiaro, liquore al caffè, zucchero, succo di limone, soda al caffè espresso;

-Il “San Gennaro” con Scotch Whisky, Islay single malt whisky, Porto Rosso, Cherry brandy, succo d’arancia;

-Il “Piennolo” con Vodka e Bloody Mary mix mediterraneo.

15:27 15/10

di Redazione

Commenta

La Cina nell'economia globale

NAPOLI. A coronamento di una serie di dibattiti svoltisi in questi ultimi anni in ambito “universitario” su varie tematiche concernenti l'evoluzione dei rapporti tra i vari Paesi dell'Unione Europea, si è appena concluso il Forum che l'Istituto universitario per lo studio della lingua cinese “Confucio” ha organizzato in collaborazione con le Università “Federico II”, L'Orientale”, e la “Shanghai International Studies” sul tema: “Quaranta anni di riforme e di aperture: la Cina nell'economia globale”. Vi hanno preso parte, tra i tanti oratori, insigni docenti appositamente convenuti dai più noti e prestigiosi Atenei della Repubblica popolare cinese. In argomento: il “nuovo corso” della Cina, la sua evoluzione, la sua crescita economica, con prospettive, studi, risoluzioni, tematiche, qggiornamenti. Di questo interessante convegno ogni capitolo meriterebbe un proprio volume. Ogni conferenziere il suo adeguato spazio. Noi ci limiteremo a menzionare quelli che a nostro avviso hanno maggiormente colpito l'interesse dell'uditorio costituito in gran parte da personalità della cultura dell'istruzione e dell'informazione come: il prof Cao Deming su riforme e su aperture verificatesi negli ultimi quaranta anni relative ad un'istruzione in costante ascesa ed al completo abbattimento dell'analfabetismo in tutta la Cina; il prof Wang Zhiquiang sui progressi degli scambi culturali e sulla costante crescita del numero degli studenti cinesi che vanno a studiare all'estero e che dall'estero vanno a studiare in Cina; il prof Huang Weiping, docente alla “Renmin University” con un forte accento sui sistemi che la Cina ha saputo attuare per risolvere quasi tutti i problemi di natura economica e sociale. Il prof Shi Yinhong, membro del Consiglio di Stato, si è invece soffermato sulla cosiddetta “guerra” commerciale delle esportazioni e delle importazioni tra la Cina e gli Stati Uniti. Auspicando un sollecito accordo economico che soddisfi entrambi i contendenti. Il prof Peng Gang sui programmi del Governo nell'eliminazione della povertà dalle periferie delle grandi metropoli evidenziandone i progressi in tal senso che saranno che più presto raggiunti. Il prof Liu Hongsong non ha esitato ad affermare che ad oggi i veri rapporti di collaborazione, di aperture e di scambi con l'Unione Europea risultano tuttora ancora molto frammentari e limitati mancando delle precise intese ma anche appropriati rimedi tesi a risolvere il delicato problema. Il prof Song Xinning, direttore dell'Università belga “Free University” a Bruxelles – alquanto fuori dal coro – non ha esitato ad ammettere che la Cina pur tuttavia ha ancora qualcosa di utile da apprendere dalle esperienze già maturate in ambiti commerciali da molti Paesi all'interno dell'Unione europea. In chiusura dell'interessante Forum il prof Xu Haiming, direttore dell'Istituto universitario “Confucio” presso “L'Orientale” ha dichiarato di sentirsi soddisfatto ed entusiasta del successo conseguito dal Convegno.  Ha aggiunto: «Si tratta di un particolare evento ove dagli incontri e dagli scontri di opinioni diverse si può evincere una piattaforma di ampi dialoghi e di collaborazione certamente utili  e proficui tanto alla Repubblica popolare cinese quanto ai “partnership” dell'Unione europea. Ciò ai fini di una base solida e costruttiva per future intese».  Alla conferenza hanno preso parte la rettrice dell'Ateneo “L'Orientale”, Elda Morlicchio e la direttrice dell'Istituto Confucio, Paola Paderni, ex “Press-counselor” dell'Ambasciata italiana in Cina.

Roberto de Vita

 

15:23 15/10

di Redazione

Commenta

"Le commedie sul lettino", cinema e psicoanalisi al Clubino

Il cinema come strumento di psicoanalisi con tanto di ‘seduta collettiva’ post film. “Le commedie sul lettino” sono l’ultima idea del giornalista Roberto Conte, direttore scientifico del Festival della Cinegustologia, per animare un mercoledì al mese le serate del circolo culturale napoletano “Il Clubino” (Via Luca Giordano n. 73).

Il format nasce dall’esperienza e dal lavoro scientifico dello psicoterapeuta Ignazio Senatore, fondatore di “Cinema e Psicoanalisi” e direttore scientifico del Festival cinematografico “I corti sul lettino”. Il Clubino come da copione delle sue serate mette insieme ingredienti variegati: da una cena tematica che precederà la proiezione alla ‘seduta collettiva’ che seguirà il film (il contributo associativo è di 10 euro per ogni serata). “Il cinema - spiega Ignazio Senatore, autore del volume “Curare con il cinema” - non è soltanto uno straordinario ‘attrezzo per fantasticare’, ma è anche un efficace ‘strizzacervelli’ che favorisce l'anamnesi e l'autoanalisi, portando a galla - sulla superficie dello schermo - i fantasmi, le paure, le preoccupazioni che ci portiamo dentro”.

Appuntamento inaugurale mercoledì 17 Ottobre alle 21 con uno dei registi italiani che più ha attinto nella sua lunga carriera da ansie, manie collettive e cliché da psicoanalisi: Carlo Verdone. Si parte con“L’amore è eterno finché dura” per poi discutere con la guida di Ignazio Senatore, presidente della Sezione “Arte, Musica, Teatro, Cinema e Mass Media” della Società Italiana di Psichiatria, su “Teorie e tecniche per la sopravvivenza in coppia”: dalle camere da letto separate alla ‘moderna’ mezza convivenza.

Mercoledì 14 Novembre alle 21 “Arrivano i Prof” l’ultimo film di Ivan Silvestrini con Claudio Bisio eMaurizio Nichetti nel cast. Un film che sarà l’occasione per la ‘seduta pubblica’ dedicata al tema“Alunni e docenti. Genitori e adolescenti. L’emergenza educativa del Terzo Millennio”.

Terzo ed ultimo appuntamento del 2018 sarà, mercoledì 12 Dicembre alle 21, quello con“Sconnessi”, il film di grande successo che proprio quest’anno ha segnato l’esordio alla regia diChristian Marazziti. Una commedia intelligente con un cast di grandi attori italiani (tra gli altri Fabrizio BentivoglioRicky Memphis e Carolina Crescentini) per poi riflettere con lo psicoterapeuta Ignazio Senatore su “Le relazioni affettive nell’era del web”. Un tema spesso emotivamente travolgente come ci ha raccontato in una pellicola magistrale un altro grande maestro del cinema psicoanalitico italiano: Paolo Genovese con il suo “Perfetti Sconosciuti”. Un regista al quale come promettono Roberto Conte e Ignazio Senatore verrà presto dedicata un’edizione monografica delle “Commedie sul Lettino”.

14:42 15/10

di Redazione

Commenta

Mia Sposa, serata di Chiusura con Aida Yespica

“Credo nell’amore e nel matrimonio e mi considero un’eterna innamorata, soprattutto della vita e di mio figlio”, ha detto Aida Yespica, super guest del giorno di chiusura della XII edizione di Mia SposaFiera degli Sposi e della Cerimonia”” La bellissima Yespica, più in forma che mai ha sfilato in passerella per il brand Atelier Rocco, con i suoi splendidi capi destinati non solo a slanciatissime “spose” ma anche alle donne dalle curve più morbide, simbolo di unaprorompente bellezza mediterraneaAccanto a Atelier Rocco, di scena, al Padiglione Sfilata, i fashion events di  altri brand di prestigio  che hanno proposto le loro new collection per il 2019; in particolare,  My Bride ha presentato una bambina che si ispira allo stile bon ton tipico parigino, con abiti che fanno tutt’uno con la natura, quali vestitini fantasia, arricchiti da fiori provenzali, pizzi francesi, applicazioni swarovski su seta pura. Le linee geometriche si sovrappongono a quelle più leggere e fluttuanti. In un trionfo dell’artigianalità e del Made in Italy in scena anche due abiti da sposa, quale testimonianza che My Bride offre ai propri clienti offre la possibilità di coordinare i vestiti di sposa con quelli delle damigelle. La Sposa 2019 di Francesco Arena spazia dal gusto classico al sexy, agli abiti gioiello molti dei quali sono realizzati con applicazioni non di swarovski, ma di diamanti veri. Una sposa davvero “preziosa”, quella di Arena, che al termine della festa del matrimonio, può decidere di smontare le applicazioni e tenere per sé i diamanti, magari facendone un gioiello come ricordo del suo giorno più bello. Applausi anche per l’Atelier Le Dive che ha sfilato per la prima volta “Rose Couture”, un suo nuovo brand. Pizzi francesi, trasparenze, per una donna elegante e ricercata nel giorno del fatidico sì. Nelle sue mille gradazioni di bianco, Le Dive per la Sposa 2019 presenta il suo mood ispirato a Napoli: esportiamo l’eleganza partenopea nel mondo. 
Libera l’amore”: questo il tema di “Mia Sposa Fiera degli Sposi e della Cerimonia”, che si è svolta dal 6 al 14 ottobre al Parco Commerciale “Auchan” di Giugliano, in provincia di NapolI, chiudendo con un bilancio più che positivo, questa sua nuova edizione, che ha visto moltiplicare i suoi spazi espositivi estendendosi  su una superfice di circa  7000 mq  come riferito dallo stesso patron Marcello Damiano CEO & FOUNDER di New Events srl , società che si occupa di comunicazione e marketing , organizzazione Eventi Fiera tra cui” Bimbo Days” e di progetti editoriali quali MIA SPOSA MAGAZINE“.  Io ed il mio team, Fabio Luongo e Antonio Vigliotta,”, ha detto Damiano” siamo più che mai convinti che il “Wedding” , non è  solo un fenomeno di costume dove regnano il glamour ed il lusso , piuttosto rappresenta un importantissimo indotto economico per lo sviluppo e la crescita di un territorio. Inseguendo questa logica d’impresa, quest’anno abbiamo realizzato un’estensione espositiva moltiplicata rispetto alle precedenti edizioni, che proietta questo evento fieristico verso una nuova dimensione ancora più legata al proprio territorio, ma di dimensioni di rilevanza nazionale. La kermesse”, ha continuato Damiano”, si arricchisce ogni anno di maggiori contenuti, conquistando una pole position in ambito nazionale degli happening dedicati al matrimonio.

Si consolida la presenza nel mondo digitale di “Mia Sposa App” per piattaforma Android e iOS, un vero e proprio Wedding Planner a portata di click che ha vinto l’ALCe 2016, un premio internazionale dedicato alle innovazioni in campo mobile.

14:40 15/10

di Redazione

Commenta

Bristol negli scatti di Roberto Russo: la mostra al Riot

Bristol è indubbiamente una delle città più sottovalutate del Regno Unito. Patria degli omonimi cartoncini, dei Massive Attack e di una prestigiosa università, ha dato probabilmente i natali a Banksy, uno dei maggiori esponenti della street art mondiale. Sulla scia di quest'ultimo la città è diventata un concentrato di graffiti, murales e stupende opere d'arte a cielo aperto, facendo di Bristol un'oasi felice per i writers e gli artisti provenienti da tutto il mondo.
 
Il piano +1 del Riot Laundry Bar (via Kerbaker 19 al Vomero) ospita fino al 3 novembre la mostra fotografica "Bristol, la Street art di Banksy e i suoi allievi" di Roberto Russo dove potrete ammirare scatti relativi alla città più graffitata d'Europa.
 
BIO. Nato a Napoli nel 1982, dopo il diploma approfondisce gli studi nell'ambito giornalistico e pubblicitario. Contestualmente scopre l'amore per la fotografia e il suo potere emozionale e comunicativo. Cura varie mostre fotografiche su temi multiculturali, raccontando con le sue foto storie, momenti e aneddoti; anche per questi motivi gli piace definirsi un "burattinaio d'immagini".
 
 
 
 

14:37 15/10

di Redazione

Commenta

Premio Eccellenza Italiana: il napoletano Agrelli vince per la comunicazione

E’ il pubblicitario napoletano Claudio Agrelli, proprietario della Agrelli&Basta, il vincitore dell’edizione 2018 del Premio Eccellenza Italiana, consegnato poco fa al Café Milano di Washington DC alla presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni Usa nonché della comunità italiana in America. Il Premio, che vuole essere il racconto di un’Italia che guarda al progresso e allo sviluppo pur mantenendo salde le proprie proprie tradizioni ed identità, è stato assegnato ad Agrelli nella sezione Comunicazione sociale. Agrelli, infatti ha già ottenuto numerosi riconoscimenti per campagne pubblicitarie online ed offline. Tra queste, a far breccia nei cuori degli americani sono state le iniziative di “Città di Partenope”, come Radio Partenope prima radio della canzone napoletana worldwide e il libro “Partenope Another way to see Naples” che racconta ogni anno, nei Paesi più importanti ed in lingua locale, le storie eccellenti di Napoli.

“Claudio Agrelli, creativo e napoletano - - si legge infatti nella motivazione del premio - non è solo uno straordinario uomo di marketing, e ideatore di numerose campagna pubblicitarie, di ogni genere, in tutto il Paese. Claudio Agrelli fa del suo essere napoletano un valore aggiunto formidabile, per la capacità di racconto che di fatto realizza. Con questo spirito positivo e di voglia di far rete, 10 anni fa nacque Città di Partenope, una grande operazione di marketing del territorio, e reputazionale. Valori e sensibilità presupposti ed obiettivi comuni al Premio Eccellenza Italiana” “Sono onorato di questo riconoscimento - ha dichiarato Agrelli nel corso della cerimonia di premiazione - sopratutto perché premia in fondo anche la capacità tutta partenopea di comunicare con milioni di persone anche senza grandi budget, ma servendosi di un linguaggio creativo che rompe l’omologazione dei messaggi a livello globale”.

La selezione per il premio è partita lo scorso 17 maggio con l’annuncio delle candidature presso il Senato della Repubblica. Con il creativo napoletano sono stati premiati, nelle rispettive categorie di appartenenze, vari altri nomi della cultura tricolore, tra cui il vicedirettore del TG1 Gennaro Sangiuliano

13:29 15/10

di Redazione

Commenta

Bud Spencer ricordato anche negli Usa

A Washington si è tenuta la quinta edizione del “Premio Eccellenze Italiana”, ideato dal giornalista Massimo Lucidi, che si conferma come il luogo del racconto ma anche del Networking professionale e commerciale con gli Stati Uniti. Dodici vincitori per questa edizione. , tra cui per la sezione giornalismo il vicedirettore del TG1 Gennaro Sangiuliano e per quella del settore industria “Marra Forni”, leader mondiale nella fornitura dei forni da pizza. ‪Inoltre è stato tributato anche un premio alla memoria a Bud Spencer, l’attore italiano più conosciuto al mondo, come sancì il Time nel 1999. Per l’occasione ha presenziato il nipote di Bud Spencer, Sebastiano Pigazzi che si è detto commosso per come a circa due anno e mezzo dalla scomparsa del nonno ancora c’è così tanto affetto per il nonno. Ad accompagnarlo Alessandro Iovino, autore del libro “Grazie Bud. Bud Spencer tra fede, filosofia, l’amore per Napoli e racconti di vita” (Eternity, 2017), un testo che raccoglie una delle ultime interviste al grande attore partenope. Iovino ha dichiarato: “Bud Spencer è stato un uomo poliedrico, come disse una volta sua figlia Diamante, un uomo rinascimentale, pieno passioni ed interessi. Tra questi un grande amore anche per l’America dove ha girato diversi film di successo. Ho consegnato il libro anche nelle mani del Sindaco di New York Bill De Blasio, che ha mostrato grande apprezzamento per questo gigante del nostro cinema”. L’incontro tra lo scrittore partenopeo ed il Sindaco della grande Mela è avvenuto nel corso del Columbus Day lo scorso 8 ottobre, ed entrambi si sono resi protagonisti anche di un video virale nel wen nel quale il Sindaco ha esclamato: “Forza Napoli, sempre!”. ‪Massimo Lucidi ha concluso: “Siamo una generazione cresciuta con un cinema e una televisione dove le star diventavano eroi positivi di una società migliore. Bud è stato un eroe ed un esempio per tanti. Un ponte formidabile con gli USA, per questo abbiamo voluto tributare la sua memoria anche negli Usa”.

18:50 13/10

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano