Lunedì 15 Ottobre 2018 - 22:53

“Resistiamo", sfila il Roma Pride

Madrina dell'evento, quest’anno, Sabrina Impacciatore. Presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il vicesindaco Luca Bergamo

Siamo più di mezzo milione, orgoglio di Roma” inneggiano dal primo carro del Roma Pride. Al grido di 'Resistiamo' la brigata arcobaleno, nome che omaggia partigiane e partigiani protagonisti dell'edizione 2018, ha lasciato piazza della Repubblica accompagnata da 18 carri, per colorare il centro città fino a piazza Madonna di Loreto.

Madrina dell'evento, quest’anno, Sabrina Impacciatore. Presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il vicesindaco Luca Bergamo. Dal microfono gli attivisti hanno ripetuto l’invito alla sindaca Virginia Raggi per il prossimo anno.

“Questa libertà conquistata sui monti deve continuare tutti i giorni per i nostri diritti e dobbiamo far sì che siano rispettati - ha detto dal carro del Roma Pride la partigiana Tina Costa, 92 anni - L’articolo 3 recita che ognuno è libero di vivere la propria vita come crede e deve essere applicato per tutti. Siamo qui per gridare la nostra libertà, vogliamo giustizia contro ogni fascismo. Sempre resistenza".

“Sono i giovani che devono prendere in mano il destino del nostro Paese. Siamo dalla parte della ragione e dobbiamo continuare a camminare su questa strada per mantenere la libertà”, le parole della partigiana Costa, accolta da un coro che ha intonato 'Bella Ciao'.

“Ci hanno detto che non esistiamo, eccoci contateci. Noi esistiamo e resistiamo. Distruggiamo la rappresentazione opprimente di uomo e donna diffusi dal fascismo. Siamo in prima linea per respingere l’assalto dei fascisti" ha sottolineato Sebastiano Secci, presidente del circolo di cultura omosessuale Mario Mieli. "Noi, con le nostre diversità, riaffermiamo con orgoglio il nostro ruolo di movimento. Quando le istituzioni democratiche vengono umiliate e vilipese è essenziale che noi scendiamo in piazza per difendere la nostra libertà. Oggi a due anni dall’approvazione delle unioni civili, caro governo del cambiamento noi esistiamo e ci faremo sentire”, ha scandito.

Il Coordinamento Roma Pride, composto tra gli altri dal Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, l'Associazione Culturale e Ricreativa S.G. Skyline Beyond Differences Onlus, il Coordinamento Lazio Trans, Famiglie Arcobaleno e Lista Lesbica Italiana, ha ricevuto l'appoggio di Cgil, Usb Vigili del Fuoco e delle ambasciate di Regno Unito, Canada, Germania, Spagna, Svizzera, Usa e Danimarca. In piazza per il Roma Pride anche gli studenti di Link, Uds e Rete della Conoscenza.

 

 

19:58 9/06

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano