Venerdì 14 Dicembre 2018 - 6:35

Economia circolare, la “carta vincente" firmata 100% Campania VIDEO

Dalla pattumiera a una nuova vita: l'eccellenza del riciclo è "made in sud"

Cosa vi viene in mente se pronunciamo la parola scatola? Prima di mettere piede in una cartiera noi pensavamo ai traslochi. Oggi la nostra idea è cambiata e vi spieghiamo perché. Dietro un semplice oggetto di uso comune come un foglio di carta, un giornale o uno scatolone ci sono professionisti, imprese, persone. L’industria della carta in Italia dà lavoro a 200mila operatori di settore, che diventano 680mila se si calcola l’indotto, per un fatturato complessivo di 31 miliardi di euro.

IL VIDEO

Sei imprese, una rete. L’unione che fa la forza. Il progetto "100% Campania – Rete per il Packaging sostenibile" nasce nel 2009, negli anni dell’emergenza. Da quel disastro ecologico, sociale ed economico è partita la voglia di riscatto. Cartesar, Sabox, Sada , Greener Italia e Formaperta operano sull’intera filiera della carta e del cartone, dalla raccolta del macero al packaging. Tutto rigorosamente made in Campania.

Dal fascino senza tempo della cartiera dove la fibre secche si fondono con l’acqua per dar vita a nuova materia fino ad arrivare alla seduzione dei macchinari che ipnotizzano con la loro meccanicità. Complice l’impetuoso boom degli smart device, forse, si è ridotto il numero di persone che romanticamente sfoggia il taccuino per prendere appunti o legge il giornale in formato “lenzuolo”. Ma, contrariamente a quanto si crede,  di carta e cartone nel terzo millennio c’è un disperato bisogno. Basti pensare alla crescita dell’e-commerce e alla necessità di scatole per trasportare oggetti da una parte all’altra del mondo e fabbricarle non è proprio un gioco da ragazzi.

“Abbiamo fatto cartone esclusivamente con il macero che hanno raccolto i nostri cittadini campani", dichiara Aldo Savarese, presidente di 100% Campania. "E da quel cartone nasce una scatola che si chiama green box, una scatola che ha un nome e cognome e vuole comunicare le buone pratiche dei cittadini e la sostenibilità stessa di tutto il processo. Questa scatola che va ai nostri clienti viene trasporta prodotti come tutte le altre scatole ma, a differenza delle altre scatole, trasmette anche un messaggio: di bontà, di qualità, di sicurezza del prodotto. Tanto che il claim della green box è: 'buona la scatola, eccellente il contenuto'.Quindi il marchio green box diventa anche un marchio di qualità territoriale: 100% Campania, è il riscatto di una Regione umiliata, dalla Terra dei fuochi e dai rifiuti di Napoli, una vergogna mondiale”.

Ed è proprio da quella vergogna che ogni singola maglia della rete 100% Campania ha tratto ispirazione per creare un prodotto etico che comunichi le buone pratiche del territorio. Come un fiore che spunta tra l’asfalto, con coraggio e dedizione verso un futuro 100% sostenibile.

 

18:21 5/10

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno