Venerdì 23 Giugno 2017 - 5:33

Tangenziale, appalti "truccati” per ditte vicine al clan dei Casalesi: 5 arresti

Nel mirino gare per la manutenzione di due gallerie e pavimentazione stradale, nei guai l'imprenditore Antonio Piccolo, due suoi figli, un ex tecnico e un'ex dipendente della società Tangenziale di Napoli spa

NAPOLI.  L'imprenditore Antonio Piccolo, considerato legato al clan dei Casalesi fazione Zagaria, i suoi due figli, un ex tecnico e un'ex addetta alla segreteria dell'Unità affari societari e legali della Tangenziale di Napoli spa sono i 5 destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli su richiesta della Dda partenopea nell'ambito delle indagini sugli appalti per la manutenzione di due gallerie e della pavimentazione stradale della Tangenziale di Napoli.  Le indagini sui due appalti, del valore di 1,6 milioni di euro, rappresentano un filone autonomo dell'inchiesta sulla Cpl Concordia in relazione ai lavori di metanizzazione del bacino Campania 30, effettuati dalla società Cogepi srl, che ha portato il 3 luglio 2015 all'arresto di 6 persone, tra cui Antonio Piccolo. Secondo quanto emerso dalle indagini e dagli accertamenti svolti direttamente dalla Tangenziale di Napoli spa, nell'ambito delle operazioni per l'individuazione di 30 imprese da invitare alla procedura negoziata sarebbe stata inserita in maniera fraudolenta la Cogepi srl, costituita nel 2013 e di proprietà dei figli di Antonio Piccolo, risultata poi vincitrice di entrambe le gare.

11:51 19/04

di Redazione


Inserisci un commento

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto