Martedì 23 Ottobre 2018 - 10:07

Sentenza eseguita: il piccolo Alfie è morto

L'annuncio del padre: il mio gladiatore ha posato lo scudo

LONDRA. "Il mio gladiatore ha posato lo scudo e ha aperto le sue ali alle 2.30". Alfie Evans, il piccolo affetto da una malattia incurabile e ricoverato da oltre un anno all'Alder Hey Children's Hospital di Liverpool, è morto. A darne l'annuncio in un post pubblicato stamane su Facebook è Thomas, padre del bimbo di 23 mesi al centro di una lunga battaglia. "Sono assolutamente distrutto - scrive ancora il papà di Alfie -. Ti amo ragazzo mio".

Nato nel maggio 2016, Alfie era ricoverato dal dicembre dello stesso anno nell'ospedale di Liverpool con il quale i genitori del piccolo hanno portato avanti un'aspra battaglia legale per cercare di bloccare la decisione di staccare il respiratore che lo teneva in vita.

Dopo che l'Alta corte britannica aveva respinto l'appello dei legali dei genitori, lunedì scorso i medici dell'ospedale britannico avevano staccato il respiratore al piccolo, cui l'Italia intanto concedeva la cittadinanza nel tentativo di favorire il trasferimento a Roma per "assicurare al minore ulteriori sviluppi terapeutici, nella tutela di preminenti valori umanitari che, nel caso di specie, attengono alla salvaguardia della salute", come si legge nella nota del Consiglio dei ministri del 24 aprile.

Mercoledì scorso però la Corte d'Appello di Londra ha respinto un nuovo ricorso della famiglia, bocciando l'ultimo tentativo di trasportare il piccolo in aereo dall'ospedale Alder Hay di Liverpool al Bambino Gesù di Roma.

"Vogliamo esprimere la nostra più sentita solidarietà e condoglianze alla famiglia di Alfie in questo momento di estremo dolore". E' quanto si legge in un comunicato pubblicato sul sito dell'Alder Hey Children’s Hospital, l'ospedale pediatrico di Liverpool dove nella notte si è spento il bimbo.

"Noi tutti abbiamo un profondo affetto per Alfie, Kate e Tom e la sua intera famiglia ed i nostri pensieri sono con loro - continua la nota dell'ospedale -, questo è stato un percorso devastante per loro e noi chiediamo che la loro privacy e la privacy dello staff dell'Alder Hey sia rispettata".

11:01 28/04

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano