Sabato 18 Agosto 2018 - 12:18

Futuro Sarri, settimana decisiva. L'addio costa caro

Maurizio vuole chiudere il rapporto con De Laurentiis, ma la clausola rende complicate anche le dimissioni. C’è tempo per trattare

Poco conta, ormai, il risultato di Sampdoria-Napoli. Le attenzioni dei tifosi sono tutte rivolte al futuro di Maurizio Sarri. Grande preoccupazione per quello che sarà da domani in poi, perché oggi comincia la settimana dell’ormai famigerato incontro tra De Laurentiis e Sarri, in programma nei prossimi giorni. Probabilmente giovedì in occasione della cena sociale di fine stagione, o forse mercoledì. Eppure, il luogo comune, ormai, è quello dell’addio del tecnico.

UN ADDIO UNIVOCO, deciso dall’allenatore, che tuttavia è legato da un contratto fino al 2020 e da una clausola rescissoria da otto milioni di euro. Anche un discorso relativo alle dimissioni sarebbe molto costoso (per il tecnico), si parla di almeno 1,5 milioni da pagare seduta stante, ma la cifra in realtà dovrebbe essere più alta in quanto le dimissioni sono legate alla clausola, che Sarri ha chiesto di poter pagare anche personalmente per potersi eventualmente liberare. Insomma, non è chiaro nemmeno se Sarri può dimettersi oggi e a quali condizioni: a quanto pare in questo mese le dimissioni dell'allenatore non sarebbero tecnicamente possibili, in quanto previste solo al di fuori del periodo della clausola e con la stagione in corso. In pratica, se queste indiscrezioni dovessero essere confermate, Sarri si sarebbe potuto dimettere entro il 30 aprile e non oltre. Quindi, al contrario di come qualcuno vuole far credere, non è tutto nelle mani di Sarri. Anche se davvero ha deciso di andar via, per salutare De Laurentiis e il Napoli ha bisogno di un’offerta concreta, o di un bel po’ di soldi. La clausola voluta e ottenuta da Sarri 13 mesi fa ammonta a 8 milioni. Ma il presidente azzurro ha chiaramente parlato di un incontro in cui si capirà cosa vuole fare Sarri. Se avesse già deciso di andar via, questo incontro non avrebbe senso. Ecco perché non si può ancora mettere la parola fine.

IL PRESIDENTE DEL NAPOLI aspetta l’allenatore al varco. Vuole sentire quali sono queste offerte che il tecnico ha ricevuto. Ognuna di esse dovrà comprendere gli otto milioni di della clausola, visto che ad oggi il presidente non offre sconti. Se Sarri vorrà andar via a tutti i costi dovrà convincere De Laurentiis, ma non ha senso definire il tecnico “prigioniero” della clausola, visto che è stato lui stesso a richiederla. Probabilmente Sarri vive un profondo momento di riflessione. Vorrebbe chiudere il rapporto con De Laurentiis, dopo tre anni - evidentemente - arrivato al culmine, ma non ha ancora capito come fare. La strategia, forse, è quella di convincere il presidente a chiudere insieme il rapporto, ragionando quindi sulla clausola. Sarri si offrirebbe di aiutare il presidente a predisporre la sua cessione, magari con l’amico e suo “emulo” Marco Giampaolo. Ma è difficile che il vulcanico De Laurentiis si lasci adoperare in questa maniera. Se Sarri proprio vuole andare via, è probabile che il presidente azzurro gli chieda di pagarsi la clausola o buona parte di essa. In quel caso, però, l’allenatore dovrà sobbarcarsi gli alti costi di un addio unilaterale e senza offerte, dall’altro dovrebbe spiegare ai tifosi come mai non desidera altro che salutare Napoli, lui che ha elogiato i tifosi con parole d’amore e riconoscenza e di nuovo lo ha fatto ieri a Genova. Se i soldi non c'entrano, allora il tecnico dovrà dire chiaramente cosa succede. Sarri sa bene che la piazza lo adora, gli scongiura di restare e gli ha perdonato gli errori di gestione (marginali, ma non sono mancati) che ci sono stati in questi tre anni. Una fuga bella e buona, con tanto di dimissioni firmate, farebbe storcere il naso ai tifosi. Quali offerte per Sarri? A quanto risulta solo sondaggi. Dal Chelsea (con tanto di incontro a Londra), Monaco, Zenit, Borussia Dortmund, poi Turchia e forse anche la Cina. Insomma, la situazione è tutta da definire.

11:43 14/05

di Giovanni Scotto


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli