Martedì 23 Ottobre 2018 - 10:09

Milik: «Vorrei giocare di più, mi rifarò il prossimo anno»

Il polacco si prepara al Mondiale. Albiol: "Speriamo che Sarri resti con noi"

Ma quant’è bello il gol di Milik? Il quarto in campionato, il quinto in stagione, il primo di una gara complicata che il Napoli vince anche grazie al guizzo del suo attaccante. Milik (nella foto) è entrato in campo al minuto settanta rilevando Mertens, pochi secondi dopo ha raccolto da Allan e ha depositato col mancino alle spalle di Belec.

LA PERLA DI AREK. I tifosi si aspettavao Milik dal primo minuto ma si sono accontentati di venti minuti di grande impatto. Milik ha confermato di essere un attaccante completo ed è mancato tanto in questi mesi, fermato dal doppio infortunio al crociato. Si rifarà il prossimo anno, è in credito con la sua fortuna e quella 2018/19 sarà la sua stagione. Così Milik ha commentato la sua rete e la vittoria del Napoli: «Ho visto il portiere dov’era, avevo un po’ di spazio per girarmi, non c’ho pensato tantissimo e ho calciato con fiducia. È più bello partire titolari, ma sono molto contento per il gol. Sto bene fisicamente, mi sento felice, voglio giocare il più possibile, speriamo che il prossimo anno vada tutto bene. Peccato che il campionato sia ormai finito, ma ora per me c’è un’altra bella cosa, il Mondiale, voglio fare bene con la Polonia. Prima però c’è il Crotone, vogliamo vincere l’ultima gara davanti al nostro pubblico, abbiamo ancora un record da raggiungere, toccare quota 91 punti. Sarri? È un grande allenatore, vuole sempre vincere. Se rimarrà? Non so, non chiedetelo a me. Sui cori? È stato giusto sospendere la gara, è brutto sentire queste cose dal campo».

IL LEADER. Milik ha inaugurato la serata dei gol, conclusa dalla rete di Albiol: «Dopo Firenze e col Torino volevamo tornare alla vittoria e volevamo questa vittoria. La squadra ha fatto un grande campionato - ha spiegato il difensore spagnolo a fine gara -, facciamo solo i complimenti alla Juve che ha fatto più punti. Noi dobbiamo proseguire a migliorare, abbiamo sempre fatto meglio, dobbiamo andare a testa alta. Arbitri? Noi pensiamo a noi, abbiamo fatto di tutto per restare in testa ma ci sono episodi che condizionano le cose, come il rosso ricevuto a Firenze. Ora hanno vinto loro, ma noi dobbiamo guardare al futuro. È bello il futuro che aspetta il Napoli, sta facendo un grande lavoro. Futuro con Sarri? È normale che vogliamo lui con noi, ci ha fatto crescere individualmente e collettivamente. Brutti i cori, questo è uno sport e bisogna rispettare tutti. È davvero brutto sentire questi cori, l’arbitro ha fatto bene a fermare la partita».

11:27 14/05

di Fabio Tarantino


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano