Domenica 25 Febbraio 2018 - 22:50

Milik non c’è, tocca ancora a Mertens

Ieri allenamento diffrenziato per il belga, che però ha evitato di fare gli esami strumentali. La botta alla caviglia sarà smaltita, ma Sarri vuole essere prudente e mandarlo in campo quando avrà la certezza di un totale recupero. Il polacco può tornare con la Spal

Dries Mertens. Sempre lui. Lo ha detto anche Marek Hamsik: «Non possiamo permetterci di perderlo », ha detto il capitano azzurro. Ed è proprio così. Sarri non ha alternative, e dovrà fare i conti con l’assenza del belga giovedì prossimo, quando dopo la Lazio il Napoli sfiderà il Lipsia in Europa League. In quell’occasione il belga è squalificato, mentre per la partita contro la Lazio dovrà stringere i denti. A dirla tutta si spera che non sarà così, perché la caviglia sinistra sta molto meglio. Però la prudenza è d’obbligo, visto che ieri l’attaccante si è allenato a parte (come già concordato lunedì). Bisognerà aspettare oggi, quando ci sarà una doppia seduta di allenamento e si capirà se il belga sarà in grado o no di tornare in gruppo. Fino a ieri sera era tutto in sospeso, ma il dolore alla caviglia è quasi del tutto scomparso.

SERVE, però, che Mertens si riprenda al 100%. Questo vuole Sarri. L’allenatore azzurro sa che il belga sabato sera sarà in campo, ma al contempo vorrebbe un recupero totale. Nessun dolore o fastidio. La strada è giusta, perché ieri Mertens non ha nemmeno svolto gli esami strumentali alla caviglia. Un segnale chiaro che fa capire che non c’è da preoccuparsi.

NON SI PUÒ NEANCHE SCHERZARE, però. La botta c’è, e l’obiettivo di Mertens è andare in campo normalmente, senza dover stringere i denti. In un modo o nell’altro dovrà essere lui in campo dal primo minuto. Perché se c’è la certezza del recupero di Mertens, allo stesso tempo c’è quella dell’assenza di Arkadiusz. Milik. Il polacco non è ancora pronto, bisognerà attendere ancora. Si lavora per far tornare i due infortunati “storici”, il polacco e Ghoulam, in tempi brevi, anche se solo con una convocazione. Per l’algerino l’obiettivo è farlo tornare tra i convocati in occasione della partita di Europa League col Lipsia. Questo non vuol dire che scenderà in campo, ma è sicuramente un primo passo. In quella partita sarà Callejon a giocare prima punta, con Ounas o Zielinski a destra in attacco e Insigne a sinistra. Milik dovrebbe tornare (sempre come convocazione) per la partita contro la Spal, in programma la domenica successiva dopo l’Europa League. Una convocazione che è l’obiettivo dei medici e del giocatore, che si infortunò proprio contro la Spal, nel girone d’andata. Una convocazione simbolica, magari, ma di grande importanza. In attesa di vederlo pronto per davvero. Intanto Mertens sabato con la Lazio ci sarà, e questa è la notizia più importante. Sperando che non sarà necessario stringere i denti.

11:29 7/02

di Giovanni Scotto


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica