Martedì 19 Settembre 2017 - 20:55

Napoli, un altro tris e Roma a -2

Gli azzurri battono anche l'Udinese con i gol di Mertens, Allan ed Insigne e vedono più vicino il secondo posto

NAPOLI. Non entusiasma come spesso capita, sonnecchia per un tempo, ma poi basta che spinga un po' il piede sull'acceleratore per schiantare l'Udinese e piombare nuovamente a due punti dalla Roma. Con Mertens, Allan e Callejon (tutti a segno nella ripresa), il Napoli batte l'Udinese 3-0 e nell'uovo di Pasqua trova rinnovate ambizioni da secondo posto. Delneri ha retto un tempo senza sofferenze, poi la sua squadra si e' smarrita anche se, sull'1-0, il palo centrato da Zapata avrebbe potuto scrivere un'altra storia. Nonostante l'assalto al secondo posto sia una motivazione forte, l'approccio del Napoli non e' certo di quelli all'arma bianca. Certo, il possesso palla e' indiscutibile, ma l'Udinese ha le armi per sterilizzarlo senza particolari difficolta'. Senza dover ricorrere alle maniere forti, Delneri costruisce un 4-3-3 che spesso si trasforma in 4-5-1 in fase difensiva, con De Paul e Thereau che aiutano molto la retroguardia guidata da Danilo (al suo fianco Heurteaux). Chi ne paga le conseguenze e' Zapata, spesso stretto nella morsa Albiol-Koulibaly. Jorginho e Hamsik provano e velocizzare la manovra, ma per i primi 45' il Napoli non calcera' mai in porta. La triangolazione Hamsik-Mertens-Hamsik porta lo slovacco al tiro, piuttosto impreciso a dire il vero; poi Mertens va alla conclusione (centrale), per Karnezis primo intervento impegnativo in anticipo su Callejon, attivato dal cross di Insigne. Il colpo di testa di Albiol e una conclusione poco convinta di Insigne chiudono un tempo piuttosto incolore degli uomini di Sarri e fanno credere all'Udinese che sia abbastanza facile farla franca. 

n realta' e' una semplice illusione. Perche' alla prima verticalizzazione indovinata, l'Udinese si scompone e offre il fianco a Mertens. L'assist di Jorginho e' preciso, cosi' come il destro del belga, che eguaglia il record personale di 27 reti stagionali. Sono passati almeno tre minuti della ripresa, e la rete di Mertens sblocca una partita che per i partenopei si stava complicando pericolosamente; la mossa di Delneri e' immediata, con l'ingresso di Perica per De Paul, la conseguenza e' baricentro friulano piu' alto e piu' occasioni per il Napoli. Ci prova Insigne, poi ancora Mertens, quindi Hamsik: Karnezis se la cava. L'Udinese si affaccia in avanti e Reina vede le streghe: stacco imperioso di Zapata, perso da Koulibaly, il palo salva il Napoli. Che, sull'azione successiva, mette il sigillo al match: clamorosa ingenuita' di Ali' Adnan, sin li' tra i migliori dei suoi, ne approfitta Allan che firma il 2-0 e, da buon ex, non esulta. L'Udinese molla la presa, il Napoli cala il tris: Karnezis respinge il tacco di Insigne, poi il destro al volo di Callejon fa calare il sipario. La sfida per il secondo posto e' piu' viva che mai.

22:51 15/04

di Redazione


Inserisci un commento

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici