Lunedì 23 Aprile 2018 - 13:09

Sarri fa giocare poco i nuovo acquisti: Verdi preoccupato

L’obiettivo di mercato è in vacanza a Dubai e ha preso tempo per rispondere all’offerta del Napoli. Anche il Bologna sarebbe d’accordo per 20 milioni più bonus o una contropartita, ma il calciatore ha espresso perplessità: non vuole finire nel “dimenticatoio”, rovinando il momento d’oro che vive

Per qualcuno i dubbi di Simone Verdi sul suo trasferimento al Napoli sono un sinonimo di spocchia, poca umiltà. Un sentirsi inutilmente “arrivato”, insomma. Invece, a ben vedere, le perplessità del giocatore testimoniano un senso della realtà che non sempre si vede nel calcio. Se l’attaccante del Bologna si credesse un “campione” verrebbe a Napoli convinto di poter giocarsi le sue carte, magari - perché no - prendendosi anche il posto da titolare. Invece il 25enne del Bologna ha le idee chiare: sa di essere un giocatore che si sta facendo conoscere soltanto dalla scorsa stagione, e in particolar modo in questa. Fino a poco tempo fa una carriera fatta di prestiti, un passato al Milan che non lo ha lanciato nel grande calcio, e una dimensione più da “provinciale” che da big.

A BOLOGNA con Donadoni, invece, l’esplosione. Anche con Sarri a Empoli, spesso, ha fatto vedere buone cose, ma non come sta facendo adesso. Un attaccante versatile, ancora senza numeri da grande goleador, ma che rappresenta la speranza per il calcio italiano. Nelle partite del Bologna tutti hanno visto come riesce a calciare con grande potenza. Destro e sinistro, senso “della porta”, bravo dai calci piazzati. Un giocatore interessante, che il Napoli vuole portarsi a casa senza spendere cifre folli, soprattutto di ingaggio. Ma Verdi non ha ancora deciso: conosce bene Sarri, e ha visto come è andata in questi due anni e mezzo a Napoli. Giocatori come Pavoletti, Tonelli e Maksimovic sono scomparsi. Calciatori bravi, non fenomeni, che invece di rilanciarsi sono spariti dai radar, faticando poi a ritrovare la dimensione che avevano ottenuto e poi perso. Questo teme Verdi: adesso è sugli scudi, ha paura che quella panchina napoletana possa risucchiarlo, rischiando addirittura di fargli dire addio in estate. Su questo sta lavorando il Napoli: convincerlo che ora sarà diverso.

11:14 10/01

di Giovanni Scotto


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli