Mercoledì 17 Ottobre 2018 - 16:44

Se Sarri va via il sogno di De Laurentiis è Ancelotti

Sembra che ci siano stati contatti tra il presidente e l’ex Bayern due settimane fa: il presidente spera di convincerlo

Punta in alto Aurelio De Laurentiis. Solo chi non lo conosce può pensare che il presidente del Napoli sia uno che si accontenti. Il patron azzurro è deciso più che mai a rendere la sua squadra molto più forte a partire dall’allenatore. Quando Mazzarri andò via riuscì a convincere Benitez ad accettare un anno di contratto. Poi Rafa rimase anche la stagione successiva. Adesso bisogna eventualmente colmare il vuoto che lascerà Maurizio Sarri al termine di questo torneo. Le ambizioni dirigenziali sono quelle di farlo rimanere ancora ma dovesse aver deciso di partire facendo pagare al suo nuovo club la clausola rescissoria di otto milioni, allora si dovrebbe guardare altrove. Tanti i nomi fatti nell’ultimo periodo ma quello di Carlo Ancelotti farebbe impazzire il popolo napoletano. Proprio così. Pare che DeLa abbia incontrato 15 giorni fa l’ex Bayern Monaco per capire se ci sono le possibilità affinché possa guidare il Napoli nel prossimo torneo. Non ci sarebbe stato un no definitivo. Ma i soldi per pagarlo ci sarebbero. A prescindere dai soldi della partenza di Sarri, entreranno anche i milioni della Champions che uniti al tesorone che già c’è potrebbero aprire le porte di Castevolturno a qualche campione che piace a Carletto. Naturalmente non dovrebbero partire i giocatori che ci sono adesso. Ancelotti non rinuncerebbe a uno come Koulibaly in difesa visto che è il migliore in Europa in questo momento. Averlo nel reparto arretrato sarebbe la migliore cosa da fare. Dunque, la possibilità di avere Ancelotti in panchina vorrebbe dire la certezza che nessuno dei big vada via. Certo, ci sono le clausole rescissorie ma per uno come Carletto resterebbero tutti anche se qualche club si facesse avanti. Naturalmente sono tutte congetture in questo momento. Un primo contatto c’è stato ma da qui a dire che Ancelotti sarà il nuovo allenatore del Napoli.

 

L’APPUNTAMENTO CON MAURIZIO. Prima della cena di fine anno a Villa D’Angelo, giovedì ci dovrebbe essere un incontro tra il presidente e l’allenatore. Ma le parole di Sarri non fanno presagire nulla di buono. Sembrano che non ci siano più le premesse per continuare insieme e che quindi dopo il 20 maggio ci saranno i saluti e baci. A quanto pare un club capace di pagare la clausola di otto milioni già c’è. Si aspetta solo che cali il sipario sul campionato per ufficializzare il tutto. Poi magari ci si sbaglia, rimane tutto inalterato e Sarri resta ancora l’allenatore del Napoli ricevendo delle garanzie tecniche dal suo presidente.

 

GLI ALTRI NOMI. Ancelotti e non solo. L’ex Bayern sembra impossibile da raggiungere. E quindi bisogna avere altri nomi nella lista. In Italia, Giampaolo della Sampdoria è il più probabile. Si avvicina al gioco di Sarri e potrebbe essere una valida alternativa. All’estero piace molto Fonseca che il Napoli conosce bene. Anche in questo caso, però, ci dovrebbero essere degli investimenti importanti sul mercato per poter onorare la Champions League e soprattutto per tenere di nuovo testa alla Juventus nella corsa scudetto. Comunque, De Laurentiis non è uno che si fa cogliere impreparato. Già sa come muoversi se giovedì riceverà un due di picche da Sarri. «Se vuole restare bene altrimenti ce ne faremo una ragione», va dicendo da più tempo don Aurelio. Che quando andò via Mazzarri prese un big mentre Walter ebbe una parabola discendente. Naturalmente questo a Sarri non capiterà.

11:19 15/05

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale