Venerdì 17 Agosto 2018 - 0:08

Il vecchio e il nuovo con Ancelotti

Opinionista: 

Mimmo Carratelli

I migliori anni della nostra vita, ha cantato Ancelotti a Dimaro. Una promessa nel festoso congedo dal ritiro trentino. C’è buonumore, entusiasmo, fiducia. Siamo una squadra fortissimi canterebbe Zalone. Concluso a Trento, contro il Chievo, il trittico dei provini domestici del Napoli. Ancelotti appare in campo col leggendario sopracciglio sinistro alzato, ma non ci sono problemi. Gli è scappato. Di vecchio c’è il 4-3-3 e il cambio-gioco sinistradestra di Insigne. Verdi fa il Callejon e insacca al volo il primo gol dopo dieci minuti. Il nuovo è l’ampiezza del gioco con meno fioretto e più sciabola. Lanci lunghi e aperture profonde sugli esterni anziché i tocchetti corti e ripetuti per conquistare campo. La tecnica e l’esperienza sostengono l’esperimento promettente di Hamsik regista, più sulla linea mediana che alle spalle delle punte, perciò 4-3-3 più che 4-2-3-1. Esatte le aperture di Marek, profondi i lanci. Rog al posto di Allan copre meno il campo. Fabian Ruiz gioca come se fosse nel Napoli da tempo. Molto disciplinato, tiene la posizione a sinistra, non scoppietta. Rinuncia persino al gol per regalare un inutile assist a Milik. La partita di Insigne (entra nel campo più di Verdi) dura mezz’ora. Martirizzato dal rude Tanasijevic, esce al terzo fallo pesante del difensore serbo. Tanasijevic picchia anche Verdi. Irriducibile, rendendo nervosa la partita. Ounas entra a destra e Verdi si sposta a sinistra. Il franco-algerino imita Insigne e prova il cambio-gioco da destra a sinistra (per Verdi). Il Chievo, più dotato dei due precedenti avversari (Gozzano e Carpi), doveva mettere alla prova la fase passiva del Napoli. C’è Koulibaly, si può stare tranquilli. Il senegalese si libera dalla pressione di Djordjevic (1,86) anche con uno spettacolare colpo di tacco. Giaccherini tenta di fare il folletto dalle parti di Hysaj (figuriamoci), ma la pressione offensiva del Chievo non c’è. Il collaudo della fase passiva è rimandato. C’è Luperto a sinistra, molto preciso e puntuale. Largo a Maksimovic (Albiol aspetta in panchina) per inserirlo meglio. Nel primo tempo, Rog commette solo due falli, ma è l’unico a tirare dalla distanza (alto). Ancelotti vorrebbe più conclusioni da fuori area. Il Napoli ci prova poco e niente, pure avrebbe Hamsik e Fabian Ruiz per mirare da lontano. Milik, in recupero, gioca solo il primo tempo. Non è ancora pronto. Tocca sei, sette palloni, ma non è ancora lui. Nella ripresa dentro Albiol (Maksimovic), Chiriches (Koulibaly), Mario Rui (Luperto), Allan (Rog), Diawara (Hamsik), Inglese (Milik). Il Chievo si dà una mossa nel secondo tempo col Napoli “rivoluzionato”. Almeno, tiene più palla. Karnezis para un paio di tiri comodi. Mario Rui lui sì, tira da fuori, dal vertice destro dell’area di Sorrentino, gran volo del portiere. Il ritmo cala e il Napoli ha meno fluidità di gioco. Diawara gioca più avanti di Hamsik. Inglese si vede e non si vede, non arrivano i cross. C’è più giro-palla azzurro. Ounas e Fabian Ruiz tentano di dare la scossa impegnando Sorrentino. Mario Rui ha l’argento vivo addosso. Ed ecco dal 67’ Tonelli (Hysaj), Grassi (Fabian Ruiz) e Vinicius (Verdi) subito alla conclusione di testa (alto). Inglese resta al centro, Vinicius a sinistra. Numero di Ounas da destra sino al palo resistendo a quattro avversari, Sorrentino salva. Ounas quando parte è una perforatrice. Gran tiro finale. Il migliore in serata. Finisce 2-0 col gol di Tonelli su corner. Le parate di Sorrentino hanno limitato il passivo. Ultimi sette minuti per Contini in porta (decisa respinta a pugni). L’anno scorso 1-1 col Chievo a Trento. Per i veronesi segnò Inglese, per gli azzurri Ounas. Ora voliamo in Europa a miracol mostrare. La controprova a Dublino (Liverpool), San Gallo (Borussia Dortmund) e Wolfsburg. Collaudi severi. Antipasti di Champions.  

Share

Commenta

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli