Venerdì 17 Agosto 2018 - 0:09

Rifiuti, De Luca eviti l’errore di Bassolino

Opinionista: 

Giovanni Lepre*

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto sul tema rifiuti, di scottante attualità (ahimé, anche sul piano letterale). Nel corso di un intervento all’assemblea Coldiretti, ha invitato i comitati territoriali a smetterla: non si può dire no a tutto, anche agli impianti di compostaggio, dopo essersi opposti ai termovalorizzatori. La verità è che ognuno è libero di sostenere le proprie posizioni. L’importante è che chi ha responsabilità istituzionali trovi la forza per andare avanti e realizzare i programmi che servono per migliorare servizi e qualità della vita nel territorio. In altre parole, sta a De Luca mantenere fede all’impegno ribadito in quest’ultima circostanza: realizzare i quindici impianti di compostaggio occorrenti nelle località valutate come più idonee, malgrado la legittima opposizione di una parte minoritaria della società civile. Al Governatore va il merito di dire pane al pane e vino al vino e di affrontare con spirito decisionista i problemi sul tappeto. Ma è venuto il momento di limitare le esternazioni pubbliche e di centrare qualche obiettivo strategico per la crescita economica e sociale della Campania. La questione rifiuti è fondamentale, perché la sua soluzione implica il successo su partite fondamentali, come la sicurezza, la tutela dell’ambiente, il raggiungimento di livelli di raccolta differenziata soddisfacenti anche nel Comune capoluogo, l’efficace e pronto riciclo dei materiali trattati dagli impianti a ciò preposti. Su questo fronte, non serve minimizzare i ripetuti incendi campani delle scorse settimane. Ricordare, come ha fatto all’assemblea Coldiretti il Sottosegretario Micillo, che in tutta l’Italia gli episodi del genere sono stati circa 300, non deve servire a tranquillizzarsi. Mai come in queste circostanze il “mal comune” non significa “mezzo gaudio”. Bisogna elevare la vigilanza. Imponendo a chi stocca i rifiuti di assicurare una vigilanza h24. E, per l’appunto, mettendo in funzione il più rapidamente possibile i quindici impianti per il compost annunciati da De Luca. Fa bene il Governatore ad assicurare che non ci sarà una nuova emergenza rifiuti in Campania. Un suo autorevole predecessore, Antonio Bassolino, per mediare troppo e forse per eccessivo attaccamento al potere, ha involontariamente contribuito a scatenare quella precedente. Non decidendo, assecondando i troppi “comitati del no”, tirandosi infine da parte per lasciare la patata bollente a un commissario. Con gli esiti nefasti, per noi e per lui, che ancora ricordiamo.

Share

Commenta

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli