Sabato 15 Dicembre 2018 - 12:11

Le comunicazioni al Fisco dei conti correnti

Entro il 31 marzo di ogni anno gli intermediari finanziari(Banche, Sim, Assicurazioni etc.) hanno l’obbligo di comunicare all’Anagrafe Tributaria i dati relativi ai rapporti finanziari tenuti dai loro clienti riguardante il periodo 2017. Gli operatori finanziari inviano all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai rapporti finanziari intrattenuti, dagli stessi con i propri clienti nel 2017. Tale adempimento fu rinforzato dal decreto Salva Italia (D.L. n. 201/2011). In particolare, fu introdotto l’obbligo, per gli operatori finanziari, di comunicare all’Anagrafe tributaria (più precisamente all’Archivio dei rapporti con operatori finanziari) le informazioni sui saldi iniziali e finali e sulle movimentazione effettuate. L’Anagrafe tributaria è il “cervellone” disponibile dai verificatori, che raccoglie nel suo interno tutti i dati di possibile rilevanza fiscale abbinati a ciascun contribuente. La parte principale è costituito dall’Archivio rapporti, la sezione nella quale confluiscono sistematicamente le informazioni trasmesse da circa 13mila operatori finanziari (banche, Poste, assicurazioni, sim, sgr, fiduciarie, Oicr, operatori di microcredito, Confidi, istituti di pagamento e di moneta elettronica, agenti in attività finanziaria, etc.), così definiti ai sensi del D.P.R. n. 605/1973. Tale comunicazione comprende tutti i rapporti di natura finanziaria che un soggetto può contrarre: conti correnti, conti di deposito, azioni, obbligazioni, titoli di Stato, rapporti fiduciari, gestioni collettive del risparmio (Sicav, Oicr, Sgr), gestioni patrimoniali, certificati di deposito e buoni fruttiferi, portafogli (sconto, sbf, anticipo ricevute), conti terzi individuali/globali, dopo incasso, cassette di sicurezza, derivati, carte di credito e di debito, garanzie, crediti, finanziamenti, fondi pensione, patti compensativi, finanziamenti in pool, partecipazioni, polizze vita a contenuto finanziario (unit e index linked, contratti di capitalizzazione), acquisti e vendite di oro e metalli preziosi, operazioni extra conto. Tra gli altri dati sarà trasmesso il saldo contabile a fine 2016, il saldo a fine 2017, il totale degli accrediti effettuati nell’anno sul conto, il totale degli addebiti e la giacenza media annua. Si tratta di informazioni sempre più utili, che servono all’Agenzia delle Entrate per effettuare i controlli finanziari in raccordo con quelli fiscali, tant’è che, lo stesso Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha dato nel tempo sempre più importanza all’acquisizione di tali dati al fine della lotta e contrasto all’evasione, ed ha attribuito gran parte delle nuove entrate fiscali, grazie dalla nuova strategia di compliance realizzata attraverso l’invito rivolto al contribuente a ravvedersi sulla base degli esiti risultanti dall’incrocio dei dati contenuti nelle diverse banche dati dell’Anagrafe Tributaria e dati dichiarati dagli stessi contribuenti, chiaramente in contrasto rispetto alle comunicazione ricevute in Anagrafe Tributarie. Pertanto questa montagna di informazioni renderà sempre più difficile il ruolo agli evasori, i quali dopo gli incassi a nero e il versamento su conti non intestati a loro, dovranno dimostrare la provenienza lecita di questi versamenti sui conti correnti o altre tipologie di investimenti. Sul fronte dell’utilizzo dei dati finanziari esiste un rischio concreto di violazione della privacy rappresentata dalla possibilità di accesso ai dati da parte degli operatori dell’Amministrazione Finanziaria, tant’è che si spera in un maggior monitoraggio e tutela per gli accessi a solo scopi istituzionali (si ricorda ciò che successe qualche anno fa , operatori per fini gossip scrutavano le dichiarazioni reddituali dei personaggi in vista). Certamente questo sistema di ulteriore acquisizione dati rappresenta un tassello importante per l’Amministrazione finanziaria nella lotta e nel recupero dell’evasione, obiettivo di tutti i Governi succeduti. cdamiano@damianoeassociati.it

di Carmine Damiano

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno