Mercoledì 15 Agosto 2018 - 9:10

eCall e guida autonoma, le novità

Èscattato l’obbligo di dotare l’eCall su tutti i nuovi modelli di automobili e furgoni fabbricati nell’Unione Europea. Lo stabilisce la disposizione Ue n.2015/758, nel quadro degli interventi volti a dimezzare il numero delle vittime della strada entro il 2020. L’Emergency Call è un nuovo dispositivo che, in caso di forte decelerazione causata, per esempio, da un incidente, chiama automaticamente il 112, numero di emergenza unico valido nei 28 Paesi dell’Unione europea. L’impulso può anche essere attivato manualmente premendo un pulsante apposito sul cruscotto. Grazie a speciali sensori applicati alle cinture o agli airbag, l’eCall è in grado di registrare un eventuale incidente o fuoriuscita di strada e far scattare la chiamata automatica di emergenza al 112. La centrale operativa, una volta ricevuta la richiesta, attiva i soccorsi, specificando momento dell’incidente, posizione e senso di marcia dell’auto, il tipo di veicolo e la sua alimentazione; nonché le condizioni del conducente ed il numero di passeggeri a bordo. Per salvaguardare la privacy, i dati registrati da questo sistema, prima del crash, non sono tracciabili. Inoltre, le informazioni raccolte dai centri di emergenza o loro partner non possono essere trasferite a enti terzi senza l’esplicito consenso degli interessati. I costruttori, peraltro, devono garantire che la tecnologia eCall permetta la cancellazione totale e permanente dei dati raccolti. Nel corso dei prossimi tre anni la Commissione Europea valuterà se rendere obbligatorio questo dispositivo anche per gli altri veicoli in circolazione, come autobus e camion. Le novità non finiscono qui. Proprio in questi giorni il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (Mit) ha dato il via libera, in Italia, alle smart road ed alla sperimentazione su strada dei veicoli a guida automatica. In particolare, il decreto dello scorso 28 febbraio, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 18 aprile, individua gli standard funzionali per realizzare strade più connesse e sicure che, grazie alle nuove tecnologie, possono dialogare con gli utenti a bordo dei veicoli, per fornire, in tempo reale, informazioni su traffico, incidenti, condizioni meteo, fino alle notizie turistiche che caratterizzano i diversi percorsi. Saranno interessate le tratte autostradali o statali di nuova realizzazione oppure oggetto di manutenzione straordinaria. Si comincia con le infrastrutture italiane appartenenti alla rete europea Ten-T, Trans European Network - Transport, e su tutta la rete autostradale e statale, per poi estendere, progressivamente, i servizi a tutta la rete del sistema nazionale integrato dei trasporti. Entro il 2030 saranno attivati ulteriori servizi: deviazione dei flussi, intervento sulle velocità medie per evitare congestioni, suggerimento di traiettorie, gestione dinamica degli accessi, dei parcheggi e del rifornimento, anche elettrico. Ed è prevista pure l’installazione di dispositivi per il monitoraggio strutturale della staticità delle opere stradali. Allo stesso tempo, il decreto definisce il percorso verso la sperimentazione degli innovativi sistemi di assistenza alla guida sulle nuove infrastrutture connesse. Adesso, infatti, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti può autorizzare, su richiesta e dopo un’apposita istruttoria, la sperimentazione di veicoli a guida automatica su alcuni tratti di strada, secondo specifiche modalità e controlli, al fine che vengano assicurate le massime condizioni di sicurezza. Possono chiedere l’autorizzazione istituti universitari, enti pubblici e privati di ricerca, nonché costruttori del veicolo equipaggiato con le tecnologie di guida automatica. L’attuazione del provvedimento sarà monitorato da un apposito Osservatorio Smart Road istituito presso il Mit.

di Automobile Club Napoli

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli