Lunedì 10 Dicembre 2018 - 21:28

Rc Auto, a Napoli il top delle tariffe

Si è mantenuto stabile il costo medio delle polizze Rc Auto in Italia, negli ultimi dodici mesi, ma Napoli si conferma, di gran lunga, la provincia con le tariffe più elevate. È quanto emerge dall’ultima indagine sui prezzi della copertura assicurativa obbligatoria sui veicoli a motore, realizzata dall’Ivass, da cui risulta che il premio medio in Italia, nel secondo trimestre dell’anno, è stato pari a 411 euro, in diminuzione dello 0,2% rispetto all’analogo periodo del 2017. A Napoli, invece, l’importo medio di una polizza Rca si attesta a quota 623 euro, in leggera flessione (-0,6%) in confronto al secondo trimestre dell’anno precedente, ma sempre nettamente più elevato (52%) di quello nazionale. I prezzi sono maggiormente differenziati nelle province del Nord-Ovest e più omogenei in quelle meridionali, con l’apice delle tariffe che si concentra nel Centro- Sud. Nella top ten delle 10 province più costose, infatti, quattro sono toscane (Prato, Pistoia, Firenze e Massa- Carrara), tre calabresi (Reggio di Calabria, Crotone e Vibo Valentia), due campane (Napoli e Caserta) ed una laziale (Latina). A Napoli, come detto, spetta il primato del premio assicurativo più elevato (623 euro), seguita, nell’ordine, da Prato e Caserta dove la media tariffaria è, rispettivamente, di 601 e 532 euro. Spostando l’attenzione sulle 10 province con le tariffe più basse, ben sette sono settentrionali (Cuneo, Belluno, Udine, Vercelli, Pordenone, Biella ed Aosta), una è ubicata al Centro (Campobasso) e due nelle isole (Oristano ed Enna). I giovani continuano ad essere la categoria di assicurati maggiormente afflitta dal caro-tariffe. Sotto i 24 anni, infatti, il premio medio è pari a 737 euro con una crescita del 3,8% su base annuale. Non a caso i contratti stipulati in questa fascia d’età sono appena l’1,3% del totale. Particolarmente vessati risultano essere i giovani di Prato dove il premio medio sfonda il tetto dei mille euro (1.077 euro per l’esattezza), ma quelli di Napoli (975 euro) e di Pistoia (969 euro) comunque non se la passano meglio. Particolarmente interessante è il dato relativo al bonus/ malus. L’82,4% dei contratti Rca rientra nella classe di massimo sconto, ovvero la prima con una media tariffaria di 382 euro. Solo il 2,7%, invece, è racchiuso tra l’11.ma e la 18.ma classe e perciò paga un premio medio più elevato: 796 euro. Anche a Napoli la distribuzione percentuale delle polizze si concentra prevalentemente nella prima classe (91%), quella cioè in cui rientra chi non commette sinistri. Ma sotto il profilo dei costi cambia poco, visto che il premio medio resta comunque molto elevato: 605 euro. Paradossalmente, un assicurato residente a Milano in una classe di merito compresa tra la quarta e la decima, quindi meno "virtuoso" di chi è collocato in prima, paga comunque molto meno: 524 euro! E a poco serve, a quanto pare, ricorrere alle polizze con “scatola nera” per fruire degli sconti previsti ed abbattere i costi (a Napoli il 54% degli assicurati è in possesso di questo dispositivo a bordo del veicolo): le differenze territoriali restano vistose. «Napoli, e più in generale le città del Sud, da anni sono penalizzate da tariffe assicurative nettamente più elevate rispetto al resto del paese», commenta in proposito il Presidente dell’Automobile Club Napoli Antonio Coppola. «Perciò abbiamo, da tempo, promosso la tariffa unica per la Rc Auto a prescindere dalla città di residenza, perché riteniamo che gli assicurati vadano discriminati a seconda della sinistrosità individuale. La tariffa unica si può realizzare senza pesare, come paventato dall’Ania, sui cittadini del Nord che oggi pagano un premio assicurativo nettamente inferiore a quello del Sud. Basta che le compagnie di assicurazione provvedano a denunciare sistematicamente i sinistri ritenuti fasulli - senza risarcirli per poi scaricarne i costi sugli assicurati onesti - e a combattere l’evasione dell’obbligo assicurativo».

di Automobile Club Napoli

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)