Sabato 15 Dicembre 2018 - 13:00

Ecco le zeppole di San Giuseppe

INGREDIENTI PER 15 PEZZI DA 75 GRAMMI 250 millilitri di acqua 70 grammi di burro o sugna 190 grammi di farina “00” 6-7 uova medie intere Limoni la scorza grattugiata di 1 1 pizzico di sale 40 grammi di zucchero a velo

INGREDIENTI PER LA CREMA 50 grammi di amido di mais 250 millilitri di latte fresco mezza scorza di limone 80 grammi di zucchero 3 tuorli di uova mezzo baccello di vaniglia o 1 bustina di vanillina 1 amarena sciroppata per zeppola zucchero a velo q.b.

PREPARAZIONE Preparate la crema pasticcera, quindi lasciatela raffreddare. Nel frattempo preparate l’impasto delle zeppole versando l’acqua in un pentolino dal fondo spesso, aggiungendo il sale e il burro a pezzetti e portando lentamente ad ebollizione. Non appena il burro sarà sciolto e l’acqua bollirà, togliete il pentolino dal fuoco e versate al suo interno la farina tutta in una volta; mescolate bene con un mestolo di legno fino ad amalgamare gli ingredienti e a ottenere una palla compatta. Rimettete di nuovo il pentolino sul fuoco basso e girate il composto fino a quando vedrete formarsi una patina biancastra sul fondo del pentolino. Spegnete il fuoco, aggiungete lo zucchero, mescolate bene per amalgamare il tutto, poi versate l’impasto in una ciotola e lasciatelo intiepidire. Una volta tiepido, unite al composto la scorza del limone grattugiata e le uova, una alla volta, aggiungendo la seguente solo quando la precedente sarà stata completamente assorbita Deve diventare come una crema densa. Ritagliate dei quadrati di carta forno che abbiano i lati di 8 cm; ponete il composto in una tasca da pasticcere munita di bocchetta a stella e spremete sopra ogni quadrato un dischetto di pasta del diametro di 5 cm che formerete con un movimento a spirale. Sul bordo esterno di ogni dischetto sovrapponete un anello di pasta come per formare una scodellina. Friggetele in due padelle una con un olio alla temperatura di circa 130° C; che non deve essere bollente ma deve friggere dolcemente permettendovi di rigirare le zeppole più volte perché si possano gonfiare uniformemente; quando saranno ben gonfie passatele nell’altra padella con l’olio che avrà raggiunto la temperatura ideale di 180°, rigirate le zeppole più volte nell’olio bollente fino alla completa doratura Immergete non più di 2-3 zeppole ancora attaccate ai quadrati di carta forno sulle quali sono appoggiate; la carta si staccherà da sola dopo qualche secondo e potrete quindi toglierla dall’olio servendovi di una pinza da cucina, quindi sgocciolatele con una schiumarola e ponetele a scolare dell’olio in eccesso su più fogli di carta assorbente da cucina. Quando avrete fritto tutte le zeppole, mettete la crema pasticcera in una sac a poche e spremetela al centro delle zeppole, aggiungete un’amarena sciroppata sulla sommità, o una ciliegia candita e spolverizzate con zucchero a velo.  

di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno