Lunedì 16 Luglio 2018 - 11:03

Si rompe piede in una buca, ballerino fa causa a Campidoglio

''Il Comune di Roma dovrà risarcire le lesioni fisiche e il danno morale subito da un ballerino che domenica scorsa, mentre attraversava Piazza Indipendenza", è inciampato "in una buca presente sul marciapiede, fratturandosi il piede e finendo in ospedale''. Ne dà notizia il Codacons, cui l’utente si è rivolto per ottenere assistenza legale.

''Il performer e ballerino, residente in Sicilia e di professione attore, era arrivato a Roma domenica scorsa per sostenere una audizione il successivo mercoledì 23 maggio" racconta il Codacons. "All'ora di cena decide di andare in un ristorante e si incammina, attraversando Piazza Indipendenza, quando a un tratto il suo piede destro finisce dentro una profonda buca presente sul marciapiede. Immediatamente il ragazzo avverte una fortissima fitta, prova a camminare ma il dolore gli impedisce di proseguire. Viene soccorso da alcuni passanti che gli procurano del ghiaccio per tamponare il piede, ma il dolore cresce e così finisce in taxi al Policlinico Umberto I. Qui viene sottoposto a visita ortopedica ed esami radiologici il cui esito è il seguente: frattura base del V metatarso destro. Dovrà inoltre usare le stampelle e avvalersi di un tutore per favorire l'immobilità del piede e la calcificazione della frattura e, ovviamente, non potrà sostenere l'audizione oggetto del suo viaggio a Roma''. Il giovane ''si rivolge allora al Codacons, che ha deciso di assistere legalmente l‘utente e sta preparando le carte per una azione risarcitoria contro il Comune di Roma''.

“L'amministrazione comunale dovrà risarcire non solo i danni fisici subiti dal ragazzo e rimborsare i costi di stampelle, tutori, biglietti del treno, albergo, e tutte le spese sostenute per il suo viaggio a Roma, ma anche il danno esistenziale – spiega il presidente Carlo Rienzi –. La frattura al piede, oltre ai disagi e all'immobilità fisica, ha impedito infatti all'utente di sostenere l'audizione prevista per il 23 maggio, determinando la perdita di una importante opportunità lavorativa".

Inferno sull'autostrada, 3 morti carbonizzati

Tre morti carbonizzati. E' il tragico bilancio di un gravissimo incidente stradale questa mattina poco dopo mezzogiorno sull'autostrada A31 poco dopo il casello di Albettone-Barbarano in direzione Vicenza.

Da una prima ricostruzione, una colonna di mezzi fermi per un precedente incidente avvenuto qualche centinaio di metri più avanti è stata tamponata da un camion. Dopo l’urto tre auto hanno preso fuoco. Il guidatore di una delle tre vetture è riuscito a scendere mentre due occupanti di un’auto e il conducente dell’altra sono rimasti bloccati.

I vigili del fuoco di Lonigo e Vicenza hanno spento il rogo delle tre vetture, niente da fare purtroppo per gli occupanti. Il conducente riuscito a scendere dall’auto in fiamme è stato soccorso e portato in ospedale dal suem 118.

Quattro i feriti nel primo incidente dove sono intervenuti i vigili del fuoco di Este. Sul posto la polizia stradale e il personale ausiliario dell’autostrada. Chiuso il tratto autostradale dell’incidente.

Mondo di mezzo, 20 rinvii a giudizio e una condanna

Venti rinvii a giudizio e una condanna a un anno. E’ la decisione del gup di Roma Monica Ciancio nell'ambito di uno dei filoni dell'inchiesta sul Mondo di mezzo. La prima udienza è stata fissata per il 19 settembre. A processo andranno, tra gli altri, l'ex capogruppo Pd in Campidoglio Francesco D'Ausilio e l'ex direttore generale di Ama Giovanni Fiscon. Al centro di questo troncone di inchiesta vari episodi, tra il 2011 e il 2014, di corruzione, turbativa d'asta, rivelazione del segreto d'ufficio e finanziamento illecito.

Sul banco degli imputati anche gli imprenditori Fabrizio Amore e Flavio Ciambella, Fabio Tancredi, ex direttore del X Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde-Protezione civile di Roma Capitale. Emilio Gammuto, collaboratore del ras delle coop romane Salvatore Buzzi, aveva chiesto il rito abbreviato ed è stato condannato a un anno. Coinvolti inoltre Nadia Cerrito, ex collaboratrice di Buzzi, Clelia Logorelli, quale dirigente preposto al settore verde di Eur spa, Giampaolo Cosimo De Pascali, appuntato in servizio presso il Reparto Carabinieri Presidenza della Repubblica (Ufficio Direzione Sovrintendenza Centrale Servizi di Sicurezza), il presidente della cooperativa 'Capodarco' Maurizio Marotta.

Il gup ha infine disposto l’invio degli atti alla Procura di Tivoli per competenza in merito alle posizioni dell’ex sindaco di Sant'Oreste Sergio Menichelli, del responsabile dell’ufficio tecnico del Comune, Marco Placidi e di Raniero Lucci, collaboratore di Buzzi. 

In cucina con grembiule del Duce: è bufera

SAN GIOVANNI ROTONDO. È polemica nel foggiano per la foto, rimbalzata su Fb, della vicesindaca di San Giovanni Rotondo, Nunzia Canistro (nella foto), mentre ai fornelli in cucina indossa un grembiule con l’immagine di Mussolini. L’Anpi di San Giovanni Rotondo sezione “Giuseppe Limosani” ha condannato l’episodio. Sul social network si è difesa anche la vicesindaca prendendo «decisamente le distanze dalle polemiche, spesso strumentali, che riguardano una mia foto postata da un’amica, senza il mio consenso, che mi ritrae in un contesto privato, mentre partecipavo a una festa per il compleanno di un amico, indossando un grembiule che ritrae il dittatore Benito Mussolini. La situazione, amichevole e priva di ogni ufficialità, mi ha portato dietro i fornelli per una estemporanea interpretazione del ruolo di cuoca, ruolo che non mi appartiene spesso per impegni vari». La vicesindaca si è detta «convinta democratica e antifascista» parlando di «una goliardata, senza implicazioni politiche né esternazioni favorevoli al fascismo». 

Muore dopo aver tentato di sedare una rissa

VARESE. È morto per sedare una lite tra due amici Manuel Cantisano, 28 anni, trovato in fin di vita vicino a una discoteca e poi morto in ospedale a Gallarate. Secondo i carabinieri del comando provinciale di Varese, il 28enne potrebbe aver picchiato la testa dopo essere stato spinto da uno dei suoi amici coinvolti nel litigio, iniziato fuori da una discoteca di Castelletto Ticino e poi proseguito - dopo un trasferimento in auto - per strada a Vergiate. 

Lasciano il figlio solo in auto: denunciati

CROTONE. Hanno lasciato il bambino chiuso in auto a dormire. È accaduto a Crotone la notte scorsa e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Alcuni passanti, hanno notato che un bambino era chiuso all’interno di un’auto parcheggiata. I vigili intervenuti hanno aperto la macchina: il bambino, in buone condizioni, è stato soccorso dal 118 per accertamenti. I genitori sono stati denunciati

Uccide la sorella con l'acido

Uccide la sorella malata da tempo e poi tenta il suicidio. E' accaduto nel pomeriggio ieri quando il carabinieri della stazione di San Salvatore Monferrato unitamente a quelli di Valenza e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Alessandria, sono intervenuti in frazione Frescondino di San Salvatore Monferrato, dove era stato segnalato il ritrovamento di un uomo, probabilmente vittima di avvelenamento.

Giunti sul posto, i militari e il personale del 118, allertati da un conoscente, hanno trovato un pensionato 67enne di Valenza, riverso sul pavimento della propria abitazione, ancora sofferente, con accanto una bottiglia di acido muriatico, il cui contenuto era stato in parte ingerito. Contemporaneamente, i militari hanno trovato in un'altra stanza una donna, sorella dell'uomo riverso a terra, da tempo costretta a letto ed in stato di incoscienza a causa delle gravi condizioni di salute, accanto alla quale c'era una bottiglia dello stesso liquido.

Il 67enne, in cura presso il centro di salute mentale di Casale Monferrato, avrebbe acquistato l’acido muriatico per porre fine alle sofferenze sue e della sorella, la quale è poi deceduta nel corso della nottata all’ospedale di Alessandria. Il fratello 67enne resta ricoverato nello stesso ospedale in gravi condizioni: l'uomo è stato dichiarato in arresto per omicidio.

Bus fuori strada sull'A4: 20 feriti

Un bus della linea Flixbus è uscito di strada questa notte poco prima delle 4,00 in A4 fra Latisana e San Giorgio di Nogaro (Udine) in direzione Trieste. A bordo 40 persone, di cui una ventina sono rimaste ferite. Immediati i soccorsi sanitari e meccanici che hanno richiesto la chiusura dell’autostrada fra Latisana e San Giorgio: complesse e lunghe le operazioni di spostamento del mezzo. Lo comunica Autovie venete.

Roma, stuprata sotto il cavalcavia

ROMA. La polizia di Tivoli e la squadra mobile di Roma stanno indagando sullo stupro di gruppo di una donna di 43 anni, italiana di origine straniera, avvenuto venerdì notte a bordo di una Panda, sotto un cavalcavia nella zona di Settecamini.

La donna, secondo quanto raccontato agli investigatori, verso l'una di notte stava aspettando l'autobus alla fermato metro di Rebibbia quando le si sarebbe avvicinata una macchina. A bordo due uomini, forse bengalesi, che avrebbero iniziato a scambiare qualche battuta con lei. Ad un certo punto, i due, palesemente ubriachi, avrebbero iniziato ad assumere un atteggiamento aggressivo, costringendola a salire con la forza in macchina. Dopo aver percorso la Tiburtina sono arrivati dalle parti di Settecamini, fermandosi sotto un cavalcavia dove ad attenderli c'erano altri due uomini, anche loro bengalesi. Sotto la minaccia di un coltello, in due l'avrebbero violentata mentre gli altri la tenevano ferma.

Dopo aver chiamato la polizia, la donna è stata portata dagli agenti in un centro antiviolenza. Gli investigatori stanno al momento cercando riscontri al racconto della 43enne per potere risalire agli autori della violenza di gruppo.

Muore bimba di un anno lasciata in auto dal padre

Una bambina di un anno è morta in auto dopo che il padre l'aveva lasciata nel parcheggio dello stabilimento dove lavora, a San Piero a Grado, comune limitrofo a Pisa. L'allarme è stato dato intorno alle 16: quando sono arrivati i soccorsi del 118 la piccola era già morta. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia e i carabinieri.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale