Venerdì 17 Agosto 2018 - 15:23

Esodo, due morti sulle strade

ROMA. Afa ai livelli massimi, incidenti e cose chilometri. Il primo fine settimana di esodo si chiude con un bilancio negativo.  Due persone sono morte e altre due sono rimaste ferite in un incidente lungo la strada statale 42 “Del Tonale e della Mendola” nel Bergamasco. Un’intera famiglia, con un figlio di due anni, è stata  ricoverata in ospedale dopo essere rimasta coinvolta in un incidente stradale sull’Aurelia al bivio di Capalbio, in direzione Livorno. Per fortuna nessuno è in pericolo di vita. Il tutto mentre è in arrivo un’intensa ondata di caldo africana, con tutta probabilità la più forte e duratura dell’estate 2018. 

Il Papa: «Tratta di persone, crimine vergognoso»

CITTà DEL VATICANO. «È responsabilità di tutti denunciare le ingiustizie e contrastare con fermezza questo vergognoso crimine della tratta di persone». È il monito di Papa Francesco, lanciato al termine dell’Angelus in piazza Francesco, in occasione della Giornata mondiale contro la tratta degli esseri umani promossa dall’Onu, che si celebra domani. 

Senegalese picchiato, denunciato 34enne

PARTINICO. I carabinieri hanno denunciato un uomo di 34 anni di Partinico per lesioni con l’aggravante dell'odio razziale. L’uomo sarebbe infatti uno degli aggressori del 19enne senegalese picchiato al grido di «vattene sporco negro». Il 34enne è stato condotto nella caserma ed i carabinieri di indagano sul caso di razzismo. Il giovane senegalese, che vive in una comunità, serviva ai tavoli di un bar quando sarebbe stato insultato e poi aggredito da un gruppo di abitanti del posto. E sull’accaduto non mancano reazioni. «

Bimbe costrette a prostituirsi per varcare la frontiera

ROMA. Alla frontiera di Ventimiglia esplode il fenomeno del survival sex, ovvero delle minorenni in transito, provenienti per lo più dal Corno d’Africa e dai Paesi dell’Africa-sub-sahariana, che vengono indotte a prostituirsi per pagare i passeurs (somme tra i 50 e i 150 euro per il viaggio in auto) per attraversare il confine o per reperire cibo o un posto dove dormire. Una situazione aggravata anche dopo lo sgombero, ad aprile 2018, dell’accampamento informale nell'area lungo il fiume Roja. È quanto emerge dal rapporto “Piccoli schiavi invisibili 2018”, una fotografia aggiornata della tratta e dello sfruttamento dei minori in Italia. 

Violenza su bimba, prete resta ai domiciliari

FIRENZE. Don Paolo Glaentzer, il parroco 70enne accusato di violenza sessuale aggravata su minore per essere stato sorpreso in auto con una bambina di 10 anni la sera di lunedì scorso, nel parcheggio di un supermercato di Calenzano, resterà agli arresti domiciliari. È questa la decisione presa dal Gip del Tribunale di Prato, Francesco Pallini, che ha sciolto la riserva, respingendo la richiesta del pubblico ministero, Laura Canovai, che aveva chiesto la custodia in carcere. L’altroieri, nel corso dell’udienza di convalida dell'arresto, durata un’ora e mezzo, il sacerdote, difeso dall'avvocato Valeria Fontana, ha risposto a tutte le domande del giudice e del pm e, da quanto appreso, avrebbe ammesso di essersi appartato con la bambina: «Pensavo che avesse quindici anni».

Uccide un uomo dopo una lite: poi si suicida

VICENZA. È stato bloccato e poi ammazzato in strada l’uomo freddato a Trissino, nel Vicentino. La vittima è Enrico Faggion, 39 anni, del posto. Non è stato raggiunto da spari partiti da un’auto in corsa - come ricostruito in un primo tempo dagli investigatori - ma è stato fermato dal killer mentre era lui a bordo di una Ford Kia, e costretto a scendere immediatamente. Dopo un violento litigio, l’altro ha estratto una pistola e ha fatto fuoco 5 volte. L’assassino Giancarlo Rigon è fuggito su una Mercedes senza lasciare alcuna traccia ed è stato trovato suicida.

Rom, sgomberato il Camping River di Roma

ROMA. Sono iniziate le operazioni di sgombero al campo nomadi del Camping River per problemi igienico-sanitari. Sul posto scirca 150 rappresentanti delle forze dell’ordine. Il comandante della polizia locale di Roma Capitale Antonio Di Maggio insieme ad altri vertici della municipale ha diretto le operazioni. Una famiglia, di 5 persone, si è trasferita, in una struttura di accoglienza offerta dal Comune che consente al nucleo di restare unito. Le persone che avrebbero dato disponibilità a trasferirsi in centri di accoglienza sono 24. 

Incidenti in calo ma si muore di più

ROMA. In Italia nel 2017 aumentano i morti per incidenti stradali (3.378 contro i 3.283 del 2016: +2,9%), diminuiscono gli incidenti (174.933 rispetto ai 175.791 dello scorso anno, -0,5%) e i feriti (246.750 erano 249.175 nel 2016: -1%). Scende da 5,3 a 5,1 il rapporto feriti gravi/decessi, mentre i costi sociali sono stimati in 19,3 miliardi di euro (1,1% del Pil). Sono i principali dati contenuti nel Rapporto Aci-Istat. La fascia d’età più a rischio risulta essere quella degli anziani tra 75 e 79 anni (263 morti: 7,8 % del totale); per gli uomini si rilevano picchi per le età 50-54 e 45-49 (217 e 211) e 80-84 per le donne (56). Tra tutti i conducenti coinvolti in incidenti, è particolarmente alto il numero di giovani tra 20 e 29 anni (19,3%) ma si registrano proporzioni elevate anche tra i più anziani. Tra questi ultimi, peraltro, è notevole la quota di quanti perdono la vita nell’incidente. Il rischio di rimanere coinvolti in un incidente risulta più elevato tra giovani e giovanissimi e inizia a decrescere solo dopo i 25 anni di età, per poi tendere ad aumentare nuovamente dopo i 70 anni. 

Ragazza violentata, caccia al responsabile

REGGIO EMILIA. È caccia al responsabile dell’aggressione e della violenza sessuale nei confronti di una giovane ventenne avvenuta in periferia a Reggio Emilia. La vittima, soccorsa dal 118, ha riferito agli agenti della polizia di Reggio Emilia di essere stata raggiunta alle spalle da un uomo che prima l’ha spinta e poi ha abusato di lei. L’aggressore è quindi fuggito ed ora la polizia lo sta ricercando.

Bimbo sciolto nell'acido, maxirisarcimento alla famiglia

PALERMO. Il tribunale civile di Palermo ha sancito un risarcimento di 2,2 milioni di euro alla mamma di Giuseppe Di Matteo, Francesca Castellese, e al fratello del bambino, Nicola. A scriverlo è Il Giornale di Sicilia. Per il giudice Paoli Criscuoli «à stata lesa la dignità della persona, il diritto del minore ad un ambiente sano, ad una famiglia, a uno sviluppo armonioso, in linea con le inclinazioni personali, ad un’istruzione. Beni ed interessi di primario rilievo costituzionale che, pertanto, trovano diretta tutela, anche risarcitoria». 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli