Domenica 27 Maggio 2018 - 23:43

Indagata la presidente Rai Monica Maggioni

La presidente della Rai Monica Maggioni è indagata dalla procura di Roma in merito a fatti avvenuti quando era direttore di Rai News. Le accuse ipotizzate sono abuso d'ufficio e peculato e riguarderebbero sia i viaggi che Maggioni fece per presentare il suo libro sia affidamenti diretti e senza gara d'appalto di servizi per le piattaforme dei nuovi media da parte di Rai News. La denuncia partì dal presidente dell'associazione 'Rai bene comune' Riccardo Laganà. 

I fatti contestati a Maggioni riguardano il periodo tra il 2013 e il 2015. In seguito all'esposto presentato dall'associazione Rai Bene Comune, la Guardia di Finanza lo scorso 25 ottobre perquisì gli uffici di Viale Mazzini per acquisire documenti. 

"Gli avvocati che seguono la vicenda per Rai comunicano che le indagini si sono concluse, che l'iscrizione è solo un fatto meramente tecnico e che, ragionevolmente, si arriverà in breve tempo al definitivo chiarimento sulla vicenda". Lo scrive Viale Mazzini in una nota. "Di più, su questa stessa vicenda Anac ha svolto approfondite indagini che si sono concluse in data 7 marzo 2018 con un provvedimento di archiviazione", conclude la nota della Rai.

Orrore a Roma, fa prostituire la figlia minorenne e disabile

Chiesto il rinvio a giudizio per l'uomo, un italiano, arrestato lo scorso settembre a Monteverde perché faceva violentare la figlia minorenne e disabile da immigrati in cambio di soldi e riprendeva tutto in video. Oltre che per il 'padre-orco' la procura di Roma ha chiesto il processo anche per due senza tetto, un gambiano e un nigeriano che hanno avuto rapporti sessuali con la ragazzina. Per i tre le accuse a vario titolo sono violenza sessuale di gruppo, detenzione di materiale pedopornografico e maltrattamenti

A far scoprire la storia di degrado e abusi fu un giovane rifugiato nigeriano, al quale l'italiano aveva 'offerto' la ragazzina: l'immigrato però denunciò tutto al commissariato di Monteverde, spiegando anche di essere stato un detective nel suo Paese. Proprio per questo suo gesto, lo straniero venne premiato con un permesso di soggiorno

Maturità 2018, si parte il 20 giugno

Si comincia il 20 giugno alle 8.30 con la prima prova scritta, italiano, per una durata massima di 6 ore. La seconda prova è quindi in calendario giovedì 21 giugno alle ore 8.30. Entra nel vivo l'organizzazione della maturità 2018.

''L’organizzazione della Maturità 2018 entra nel vivo. La ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli ha infatti firmato oggi l’annuale Ordinanza che contiene tutte le indicazioni operative per i consigli di classe, le commissioni, le candidate e i candidati e la sintesi del calendario degli Esami. Oggi la ministra Fedeli, insieme al responsabile della struttura tecnica degli Esami di Stato, Ettore Acerra, ha anche scelto le tracce per la prima e le seconde prove che saranno rivelate il giorno degli scritti. Ad oggi sono 509.307 le studentesse e gli studenti iscritti all’Esame, fatti salvi gli esiti degli scrutini finali. Di questi, 492.698 sono candidati interni. 25.606 sono le classi coinvolte nell’Esame, 12.865 sono le commissioni''. Lo comunica in una nota il Miur.

''Mancano ormai poche settimane alla Maturità -dichiara la ministra- e so che le nostre ragazze e i nostri ragazzi in queste ore sono impegnati con lo studio e le simulazioni. Come ogni anno al Miur abbiamo lavorato per garantire uno svolgimento ordinato dell’Esame di Stato e per predisporre delle prove in linea con il percorso formativo delle nostre studentesse e dei nostri studenti, facendo tesoro dell’esperienza degli anni scorsi, delle osservazioni di studenti e docenti, del collegamento con le attività didattiche che si svolgono ogni giorno''.

''Le prove, quindi -prosegue Fedeli- sono state elaborate tenendo conto dei nuclei tematici fondamentali delle diverse discipline, ma sono anche in correlazione con tematiche fondamentali per la crescita educativa e civile dei giovani". ''Nelle prossime settimane -continua la ministra- porteremo avanti anche la campagna di comunicazione dedicata agli Esami che accompagnerà maturande e maturandi fino alla fine delle prove".

''L’ordinanza -spiega il Miur- è il ‘manuale’ d’uso degli Esami e anche quest’anno fornisce tutte le indicazioni necessarie, dalle modalità di ammissione dei candidati interni ed esterni, alla prima riunione delle commissioni, allo svolgimento delle prove. In particolare l’ordinanza prevede che, entro il prossimo 15 maggio, i consigli di classe dovranno predisporre il documento da consegnare alle commissioni con tutte le indicazioni relative al percorso formativo seguito dalle studentesse e dagli studenti, con gli elementi che potranno essere valorizzati, in particolare, nella terza prova o in sede di colloquio''.

''La prima riunione plenaria delle commissioni è fissata per lunedì 18 giugno, alle ore 8.30 -prosegue- La prima prova scritta, italiano, avrà luogo mercoledì 20 giugno 2018 alle ore 8.30, per una durata massima di 6 ore. La seconda prova è in calendario giovedì 21 giugno alle ore 8.30. La durata dipende dalle discipline che caratterizzano gli indirizzi ed è variabile dalle 4 alle 8 ore, tranne che per alcuni indirizzi, come i Licei musicali, coreutici e artistici, dove la prova può svolgersi in due o più giorni. La terza prova, assegnata da ciascuna commissione d’esame, è in calendario lunedì 25 giugno, a partire dalle ore 8.30''.

"La quarta prova, che si effettua nei licei e negli istituti tecnici presso i quali sono presenti i progetti sperimentali di doppio diploma italo-francese Esabac ed Esabac Techno e nei licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese -afferma il Miur- è programmata per giovedì 28 giugno alle 8.30. Le studentesse e gli studenti candidati per gli indirizzi di studio Esabac sono 7.688, tutti interni, seguiti da 283 commissioni. Per gli indirizzi di studio Esabac Techno le candidate e i candidati sono 327, tutti interni, seguiti da 20 commissioni''.

''Dallo scorso anno -precisa- vengono fornite indicazioni sull’uso delle calcolatrici scientifiche e/o grafiche nella seconda prova. Quelle ammissibili sono state rese note con una circolare di marzo, ricorda l’Ordinanza, e chi vorrà usarle dovrà consegnarle il giorno della prima prova scritta per consentire alla commissione d’esame i necessari controlli. Esattamente come lo scorso anno, la commissione, nella predisposizione della terza prova, potrà tenere conto, ai fini dell’accertamento delle competenze, delle abilità e delle conoscenze, anche delle esperienze condotte in Alternanza Scuola-Lavoro, stage e tirocinio, e della disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia Clil''.

''Il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in Alternanza o in tirocinio. L’Alternanza non sarà invece requisito di ammissione all’Esame, novità che scatterà solo dal prossimo anno come previsto dal decreto legislativo 62 del 2017 e come ribadito di recente alle scuole con una circolare di sintesi sull’argomento'', conclude il Miur.

È morto Peppino Bruno, il parrucchiere delle dive

ISCHIA. È scomparso questa mattina il parrucchiere delle dive Peppino Bruno. Aveva 79 anni. È stata una morte tragica: tre giorni fa mentre saliva su una scala nella sua villa di San Francesco è scivolato precipitando nalla piscina vuota. Trasportato d'urgenza al Rizzoli di Lacco Ameno è rimasto in coma fino a stamattina, quando si è spento accanto alla moglie Silvana e ai suoi tre figli Luigi, Barbara e Giorgia. I funerali si terranno domani alle ore 15,3o nella chiesa Madonna delle Grazie a Lacco Ameno.

«Stop ai dazi o l'Ue reagirà»

ROMA. A due giorni dalla scadenza dell'esenzione dai dazi su acciaio e alluminio per i Paesi dell'Unione Europea, che Donald Trump potrebbe non rinnovare, i leader di Francia, Germania e Gran Bretagna fanno sapere che reagiranno nel caso di introduzione delle tariffe. La cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Emmanuel Macron - reduci da un incontro con Trump alla Casa Bianca a pochi giorni di distanza - e la premier britannica Theresa May "sono d'accordo che gli Stati Uniti non dovrebbero prendere alcuna misura commerciale contro l'Ue, che è determinata a difendere i suoi interessi in un contesto multilaterale". Lo si legge in una dichiarazione diffusa dalla cancelleria, nella quale tuttavia non si specifica quale misura potrebbe prendere l'Unione Europea in rappresaglia ai dazi americani.

Tenta di sgozzare la moglie, poi si lancia dal balcone

ROMA. Al culmine di una lite ha tentato di tagliare la gola alla moglie, poi si è tolto la vita buttandosi giù dal terzo piano di un appartamento a Ciampino, alle porte di Roma. E' accaduto questa mattina verso le 5.40 in via Francesco Baracca. L'uomo, un italiano di 42 anni, è morto sul colpo, precipitando sul terrazzo del garage mentre la donna, 37 anni anche lei italiana, è stata trasportata in codice rosso al Policlinico Tor Vergata. Sul posto il 118 e gli agenti del commissariato di Marino.

A Roma registrata una figlia con due papà

ROMA. Il comune di Roma riconosce due papà per una bimba. I tecnici del Campidoglio "per la prima volta" hanno effettuato "una trascrizione completa e spontanea" - ovvero senza l'intervento di un giudice - di una bimba nata a novembre in Canada riconoscendone subito due papà, "tali grazie alla gestazione per altri". Ad annunciare l'evento è il legale che ha seguito il caso, Alexander Schuster, che definisce la vicenda come "un'importante svolta nel comune più grande d’Italia". La svolta dopo una sentenza della corte d'appello di Roma. "La Corte - spiega il legale - è la prima ad allinearsi a quella di Trento con una sentenza finora tenuta riservata e a confermare il pieno riconoscimento in Italia di due padri già tali per il Canada".

Traffico in tilt sull'A1, tutti in coda verso Napoli

ROMA. Traffico in tilt sulla A1 Milano-Napoli a causa del ribaltamento di un autoarticolato. Intorno alle 6.30 di questa mattina, nel tratto tra il bivio con la Diramazione Roma sud e Valmontone, in direzione di Napoli, è avvenuto un incidente autonomo di un mezzo pesante che, ribaltandosi, ha perso parte del carico, costituito da bobine plastiche. Al momento - riferisce Astral Infomobilità - si registrano 12 chilometri di coda. Ripercussioni anche sulla via Casilina, dove il traffico è molto congestionato da Palestrina a Valmontone, sempre verso Napoli.

Apre nel cuore di Napoli Dali Lounge Restaurant

Apre nel cuore di Napoli il Dali Lounge Restaurant (via Bausan, nei pressi della Villa Comunale), un progetto nato da un'idea di Andrea Pisano che ha voluto creare un nuovo format: il Lounge Restaurant che unisce alla cucina tipica mediterranea, ereditata dal padre ristoratore Alfredo Pisano fondatore dello storico locale di Piazza Dei Martiri "Galleria Navarra-Clandalù", un nuovo concetto di entertainment basato su musica live, dj set e organizzazione di eventi.

Il locale ha già ospitato molti artisti famosi come Erminio Sinni, Simone Schettino e Claudia Ruffo.

Diversi i piatti tipici del locale: "Tra i suoi piatti di maggior successo - afferma Andrea Pisano -, possiamo senz'altro citare: lo scialatiello cozze e tarallo tritato, mezzanello con pesto di menta burrata e nocciole, Hamburger di chianina con cuore caldo di crema di patate al limone, Hamburger di pesce spada ed il celebre #SushiMediterraneo". Troviamo anche un novità come il sushi mediterraneo: "Il Sushi Mediterraneo è la fusione tra il sushi orientale e la cucina tipica mediterranea. L'idea nasce dall'esigenza di offrire un prodotto di grande tendenza e qualità come il Sushi, e la voglia e la consapevolezza di esaltare la cucina tradizionale mediterranea, eccellenza culinaria riconosciuta in tutto il mondo. Il Sushi Mediterraneo si distingue innanzitutto per la cottura del pesce, negli abbinamenti e nelle forme. Il piatto è composto da: due tipologie di rolls (uno con gamberi di mazzara del vallo, asparagi di mare e una crosta di sesamo, e l'altro con salmone, zucchine e una crosta di mandorle), parmigiana di zucchine e pesce spada, arancini con salmone e crema di pistacchio e pepite di tonno scottate al sesamo".

Il papà di Alfie: mio figlio è in ostaggio

LIVERPOOL. "Chiedo al Papa di venire qui per rendersi conto di cosa sta accadendo. Venga a vedere come mio figlio è ostaggio di questo ospedale. È ingiusto quello che stiamo subendo. Grazie Italia. Vi amiamo". Lo ha detto il papà di Alfie, Tom Evans, ai microfoni di Tv2000 sottolineando che "Alfie è una parte della famiglia italiana, è una parte dell'Italia. Noi apparteniamo all'Italia". "Vi ringraziamo - ha aggiunto il papà di Alfie - per la solidarietà e il supporto ricevuti in questi giorni. Grazie. Vi amiamo. Noi non ci arrendiamo, andiamo avanti. Abbiamo conosciuto persone straordinarie. Il Papa è vicino a noi. Stiamo facendo tutto il possibile per nostro figlio, nel nome di Dio. Vi faccio vedere la foto che ha fatto questa notte mia moglie ad Alfie. Questo è quello per cui gli italiani stanno lottando, questo è quello per cui noi stiamo lottando. Noi continueremo a lottare - ha concluso il padre di Alfie - ricevendo sempre più forza dal popolo italiano. Dal governo, dai ministri che si sono impegnati per noi. Non vi ringrazieremo mai abbastanza".

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica