Venerdì 23 Giugno 2017 - 5:16

Pensione anticipata, è questione di ore

Per le pensioni che riguardano i lavoratori precoci e l'ape social,i decreti sono già stati preparati tutti, quello sull'Ape social e anche per i precoci i decreti sono già stati al Consiglio di Stato e sono stati rimandati alla presidenza del Consiglio. E' quindi questione di qualche ora per la definitiva registrazione da parte della Corte dei Conti e a quel punto saranno pienamente attuabili. D'altra parte, abbiamo già detto che, se anche si sposta in avanti di qualche giorno questo termine, la datazione della pensione per chi ha i requisiti parte dal primo maggio e questa continua ad essere la data di riferimento". Lo ha assicurato il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, in occasione di un convegno sui nuovi modelli di lavoro e l'esperienza delle cooperative culturali e dello spettacolo promosso da Doc Servizi a Verona.

Sequestrato a Otranto il Twiga Beach di Briatore

Un sequestro probatorio dello stabilimento balneare Twiga Beach club è stato eseguito questa mattina a Otranto in provincia di Lecce dai carabinieri (forestali e sezione di polizia giudiziaria), in collaborazione con la polizia provinciale. La struttura è di proprietà di alcuni imprenditori salentini riuniti attorno a una società. Titolare del marchio Twiga, presente anche in altre località, è invece Flavio Briatore Il provvedimento è stato ordinato dal sostituto procuratore di Lecce Antonio Negro. Secondo l'ipotesi formulata dagli inquirenti ci sarebbero delle difformità tra i permessi concessi e la struttura in corso di realizzazione. 

Primo ministro confermato in Francia, Macron ha scelto Philippe

Il presidente francese Emmanuel Macron ha nominato Edouard Philippe, sindaco della citta' di Le Havre, nuovo primo ministro del paese. Lo ha annunciato il segretario generale del palazzo di Elysee Alexis Kohler. "Il presidente della repubblica ha nominato il primo ministro Edouard Philippe e lo ha incaricato di formare il nuovo governo", ha detto Kohler ai giornalisti.

Stalker invia sex-tape ad amici, la polizia sventa un nuovo caso "Tiziana Cantone"

Poteva trasformarsi in un nuovo caso Tiziana Cantone, la 31enne di Mugnano, in provincia di Napoli, che il 13 settembre si è tolta la vita dopo essere finita nel tritacarne per immagini porno che la vedevano protagonista. Invece per una 30enne romana "stalkizzata" e ricattata dall'ex con un video dal contenuto pornografico, la gogna è stata evitata grazie all'intervento della polizia. La vicenda è iniziata quando un 28enne romano, T.E., si è trasformato in uno stalker a seguito dell'interruzione della sua relazione amorosa con una donna di 30anni, avvenuta circa due mesi fa. La donna esasperata dalle continue violenze e minacce telefoniche da parte del suo ex compagno, si è presentata negli uffici di Polizia del commissariato "San Paolo", per sporgere denuncia. Agli investigatori ha raccontato che, finita la relazione, l'uomo ha continuato imperterrito a terrorizzarla, e in più occasioni si è fatto trovare sul luogo di lavoro. E' arrivato, addirittura, ad inviare al suo indirizzo, foto di donne sfregiate dall'acido. La vendetta dello "stalker" non ha avuto limiti, quando ha inviato ad amici e parenti e alla mamma della giovane, un video intimo girato a sua insaputa. La Squadra di Polizia Giudiziaria, diretta da Massimiliano Maset, che da tempo ha seguito le indagini su questa vicenda, ha richiesto alla competente A.G. l'emissione di una misura cautelare personale nei confronti dell'uomo, al fine di tutelare l'incolumità della giovane donna e della sua famiglia. L'incubo per la ragazza è così terminato, T.E., infatti, è stato arrestato e condotto presso il carcere, dove allo stato attuale è detenuto.

Firenze: rapina due giovani alla stazione, arrestato

E' successo ieri pomeriggio: in carcere e' finito un 44enne, nigeriano residente a Empoli. Secondo l'accusa l'uomo con un taglierino e un cacciavite avrebbe minacciato due giovani del Gambia, entrambi 23enni, facendosi consegnare due telefoni cellulari, per poi fuggire in auto. In corso di identificazione un presunto complice del 44enne, che e' stato poi rintracciato e arrestato dai carabinieri.

WannaCry invade la Cina, in tilt migliaia di computer

PECHINO. WannaCry invade la Cina. Il ransomware che da venerdì ha infettato i computer di mezzo mondo sta lasciando il segno anche in Cina. Circa 18.000 indirizzi IP sono stati contagiati, secondo i dati diffusi dal National Computer Network Emergency Response Technical Team/Coordination Center (CNCERT). Almeno 5000 IP fanno riferimento alla zona di Pechino, Shanghai e a quelle delle province di Guangdong e Zhejiang. Le raccomandazioni diffuse nelle ultime ore dalla polizia e dalle varie agenzie governative, unitamente alla prevenzione attuata dalle aziende che operano nel settore della cybersecurity, hanno comunque consentito di arginare la diffusione del virus dopo i primi segnali registrati venerdì. "Le intranet di molte aziende -nel settore bancario, elettrico, energetico, trasporti e salute- sono state infettate a vari livelli", fa sapere il CNCERT.

Le mani della 'Ndrangheta sui migranti: 68 arresti

ROMA. Oltre 500 tra agenti della Polizia di Stato appartenenti alle Squadre Mobile delle Questure di Catanzaro e Crotone, Carabinieri del Ros e del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo di Catanzaro e Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria e della Compagnia di Crotone con il concorso dei rispetti Uffici e Comandi centrali, hanno arrestato 68 persone, destinatarie di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura di Catanzaro a carico di altrettante persone accusate di associazione di tipo mafioso, estorsione, porto e detenzione illegale di armi, intestazione fittizia di beni, malversazione ai danni dello stato, truffa aggravata, frode in pubbliche forniture e altri reati di natura fiscale, tutti aggravati dalla modalità mafiose.

I provvedimenti, disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia guidata dal Procuratore Capo Nicola Gratteri, a seguito di indagini coordinate dal Procuratore aggiunto Vincenzo Luberto, hanno smantellato la storica e potentissima cosca di ‘ndrangheta facente capo alla famiglia Arena, al centro di articolati traffici delittuosi nelle provincie di Catanzaro e Crotone.

Dalle indagini, spiega una nota, oltre alle tradizionali dinamiche criminali legate alle estorsioni, capillarmente esercitate sul territorio catanzarese e su quello crotonese, è emerso che la cosca controllava, a fini di lucro, la gestione del centro di accoglienza per migranti Cara 'Sant'Anna' di Isola Capo Rizzuto e coltivava ingenti interessi nelle attività legate al gioco ed alle scommesse.

La cosca, spiegano gli inquirenti, "per il tramite di Leonardo Sacco, governatore della 'Fraternita di Misericordia', si è aggiudicata gli appalti indetti dalla Prefettura di Crotone per le forniture dei servizi di ristorazione presso il centro di accoglienza di Isola di Capo Rizzuto e di Lampedusa, affidati a favore di imprese appositamente costituite dagli Arena e da altre famiglie di 'ndrangheta per spartirsi i fondi destinati all'accoglienza dei migranti".

Inoltre la cosca Arena aveva acquisito una "posizione dominante", anche nel settore della raccolta delle scommesse online e del noleggio degli apparecchi da intrattenimento, nella città di Crotone e nel suo hinterland, "conseguendo enormi profitti attraverso l'alterazione degli equilibri concorrenziali che ha determinato la concentrazione della raccolta del gioco nelle mani del crimine organizzato, precludendo l'accesso ad altri operatori commerciali".

L'indagine avrebbe evidenziato che "la società bookmaker Centurion Bet Ltd, attiva nel settore delle scommesse, operativa in Italia con oltre 500 agenzie e ramificata in tutto il mondo, aveva messo a disposizione, tramite il barese Francesco Martiradonna, i propri circuiti di gioco on line alla società Kroton Games, operante nella provincia di Crotone ed espressione commerciale della cosca Arena, determinando volumi di fatturato, sottratti al fisco, per decine di milioni di euro".

Premio Città di Napoli Memorial Antonio De Curtis

Si è conclusa nella splendida cornice dell'antisala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli la settima edizione del Premio “Città di Napoli” Memorial “Antonio De Curtis” in arte Totò in occasione del cinquantenario della sua dipartita, omaggiato dall'encomio solenne alla memoria con targa in bronzo del Maestro Fiore Da Sicignano. Il Premio è indetto ed ideato dall'Accademia Internazionale Partenopea “Federico II” di Napoli per promuovere e divulgare la Cultura in tutte le sue forme, in ossequioso omaggio alla memoria del grande Federico II. L'evento ha avuto inizio con l'indirizzo di saluto del Presidente Cav. Domenico Cannone, che con voce commossa, ha chiesto un minuto di raccoglimento in onore del Principe della risata  e dell'illustre e affermato paroliere di grandi successi Giuseppe Giordano. Ha, poi, ringraziato Regione, Provincia e Comune di Napoli per il loro patrocinio morale. Relatori dell’evento, condotto dalla giornalista Brunella Postiglione, sono stati il giornalista Mimmo Falco Presidente Onorario del Premio, il consigliere comunale  Francesco Vernetti, il giornalista del Roma Domenico Sica, l'Assessore Città metropolitana Carmine Sgambati. Ciascuno con il proprio intervento ha contribuito ad onorare la memoria del grande Totò. Applausi per Pulcinella interpretato dal maestro Carmine Coppola, unico ed ultimo erede della maschera della commedia dell’arte. La maschera indossata gli fu donata direttamente dal grande Eduardo De Filippo. Alla manifestazione hanno preso parte personaggi di chiara fama del mondo della Cultura, dell'Arte, del Cinema, dello Spettacolo, dello Sport e del mondo accademico. Il Premio Città di Napoli VII Edizione,  conferito in virtù del massimo impegno professionale e artistico, libero da ogni tipo di contaminazione, per il raggiungimento di traguardi sempre coerenti alle aspettative, per la Sezione Cinema è stato assegnato ad Angela Luce,  attrice,  cantante e poetessa che ha interpretato con Totò “Signori si nasce”, “Totò, Fabrizi e i giovani d'oggi”, “Letto a tre piazze” . Ha ritirato per suo conto la scrittrice Giovanna Castellano. A Lucia Cassini, attrice comica e cantante paragonata. A Gigi Savoia, attore attivamente impegnato nel progetto teatrale “Compagnia stabile di tradizione” per riconfermare Napoli capitale della Cultura teatrale. Per la Sezione Musica sono stati premiati il tenore di fama internazionale Amedeo Moretti e l'umile e appassionata voce di Napoli Maria Rosaria Vardi. Per la Sezione Sport hanno ricevuto il premio l’ex campione del mondo di pugilato Patrizio Oliva e l'ex calciatore ed opinionista Tv Gianni Improta, “Baronetto di Posillipo”.

I premi speciali Editoria e Giornalismo sono andati a Lucio Varriale, editore tv patron del network JulieNews, Ermanno Corsi, giornalista Rai e scrittore italiano, Gianfranco Coppola, Giornalista Rai, Antonio Sasso direttore editoriale del “Roma”, Pasquale Turco Direttore Capri Event, Rossana Russo Giornalista e corrispondente dalla Campania per i tg La7, Giovanni Lucianelli giornalista ed autore del libro “Buone notizie da Napoli”, i giornalisti Mario Orlando, Raffaele Carlino, Pino Ecuba, Simone Di Meo, Vittorio Falco. Al giornalista Domenico Sica è stata conferita   la Nomina di  Senatore Accademico Onorario. Agli artisti Biagio Izzo, attore e comico italiano, e a Enzo Gragnaniello cantautore italiano, popolare per la sua voglia di raccontare Napoli come “Città delle Razze” è stata conferita la Nomina di Accademico Honoris Causa.In rappresentanza del Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha presenziato la Dott.ssa Elena Coccia, consigliere comunale che ha ritirato il Premio Città di Napoli per il  massimo impegno istituzionale affinché Napoli resti capitale del mondo.Premiati per la Sezione Arte i maestri Roberto Buanne e Giuseppe Cascella, per l'Imprenditoria Roberto Della Valle, Alberto Falco, Angelo Schiano Di Zenise. La Nomina di Cavaliere di Solidarietà è stat conferita al giornalista pluriaccademico Agostino Tortora. La cerimonia è stata allietata dal medley del chitarrista cantautore George Mustang sostenuto a ritmo di musica dal pubblico in sala. La direzione artistica è  della Pdd Production Milano di Pio Del Duca. Si ringraziano le Associazioni culturali che hanno collaborato attivamente nel perseguire gli obiettivi dell'Accademia: Associazione “Amici ed amici di Totò” di Maurizio Civale, Associazione “Amici di Totò ….a prescindere” del presidente Avv. Alberto De Marco, Associazione “Base Condor” protezione civile di Antonio Spagna, Associazioni Corpi Speciali Ambientali C.S.A. Onlus di Gaetano Granata, le agenzie moda Freestyle di Pietro Bellaiuto e Pasquale Capasso Production.  Reginetta indiscussa della cerimonia la modella Berny Sorrentino proclamata Miss “Accademia Federico II”.Hanno partecipato con le proprie opere autori, pittori, scultori, artisti da tutta l'Italia e dall'estero, valutate da un'attenta giuria d'eccezione composta dai poeti Vincenzo Falsetti e Gianni Ianuale e dalla tesoriera (A.I.P. “Federico II) Caterina Cannone.Si citano alcuni vincitori classificati nelle diverse sezioni: Mario Senatore, Luigi Zuzolo, Francesco Quartararo, Anita Marchetto, Vincenzo Maio, Gaetano Mazzilli, Wafaa Abdul Al Razzaq, Maila Sammoud, Rushdi Almadi e Salah Mahameed, quest'ultimo già ambasciatore umanista nel mondo dell'Accademia, impegnato nel progetto “Azzytuna Federico II”. Presenti le delegazioni Internazionali provenienti da Usa, Svizzera, Spagna, Ukraina Georgia, Somalia, Krimea, Venezuela, Colombia, Benin, De Sao Tome. MiSi

 

Attacco hacker, 99 Paesi colpiti: tremano le Borse

Sono 99 i paesi coinvolti dall'attacco informatico che ha colpito decine di migliaia di computer infettati dal ransomware WannaCrye dalle sue varianti. La mappa -che comprenderebbe anche Russia e Cina- è delineata dalla Bbc a circa 24 ore dall'inizio dell'offensiva che ha provocato particolari disagi proprio nel Regno Unito, dove gli ospedali di diverse città sono stati 'contagiati' con rilevanti conseguenze sulle normali attività delle strutture.

L'Europol, sul proprio sito, ha pubblicato una nota nella quale afferma che "il recente attacco è a livelli che non hanno precedenti e sarà necessaria una complessa indagine internazionale per idenfiticare i colpevoli".

Oltre al servizio sanitario britannico, il cyber attacco internazionale ha colpito fra gli altri anche il ministero dell'Interno russo, le ferrovie tedesche e la casa automobilistica francese Renault. In Svezia sono finiti sotto attacco i computer della municipalità di Timra.

WannaCry e le sue varianti bloccano i computer infettati e chiedono 'un riscatto'. "Se volete decriptare tutti i file, dovete pagare", si legge nel messaggio, che prevede il versamento di una somma (300 dollari) esclusivamente in Bitcoin. I ransomware, infatti, infettano il computer e cifrano i dati con una password nota solo ai responsabili dell'azione criminale. Per evitare il disastro, è disponibile una patch da installare, la MS17-010.

Nell'attacco sarebbe stato usato un software messo a punto dalla Nsa statunitense. Il software sarebbe stato fatto circolare online da un gruppo che si fa chiamare 'Shadow Brothers', che dallo scorso anno è riuscito a mettere le mani su alcuni strumenti informatici dell'agenzia.

La Cassazione condanna Schettino: deve andare in carcere

ROMA. La Cassazione ha confermato la condanna a 16 anni di carcere per Francesco Schettino, l'ex comandante della Costa Concordia, per il naufragio avvenuto il 13 gennaio 2012 davanti al porto dell'isola del Giglio. L'incidente provocò 32 morti tra i passeggeri e l'equipaggio. Per Scehttino ora si aprono le porte del carcere.

Pagine

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto