Domenica 24 Giugno 2018 - 7:36

Caso Ragusa, in appello confermati 20 anni per il marito

La Corte d'Assise d'appello di Firenze ha confermato la condanna a 20 anni di reclusione per Antonio Logli, accusato dell'omicidio della moglie, Roberta Ragusa, scomparsa dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, nella notte tra il 13 e il 14 gennaio del 2012. La sentenza di primo grado, con rito abbreviato, era stata emessa dal Gip del Tribunale di Pisa, Elsa Iadaresta, il 21 dicembre 2016 per omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Facebook sospende 200 App

Facebook ha sospeso circa 200 App per le sospette violazioni nel trattamento dei dati degli utenti. Le misure sono state adottate nell'ambito dell'inchiesta legata al caso Cambridge Analytica, la società che ha collaborato con la campagna presidenziale di Donald Trump e che ha gestito in maniera scorretta i dati relativi a circa 87 milioni di utenti.

"L'inchiesta è in corso" ha reso noto Facebook. Sotto i riflettori sono finite migliaia di App "e circa 200 sono state sospese" in attesa di ulteriori accertamenti relativi alla gestione dei dati. In caso di violazioni acclarate, le App saranno bandite dal social network.

Maturità 2018, parte il tototema

Le tracce per la prima prova dell'esame di Maturità 2018 sono già pronte e quindi fino al 20 giugno, fatidica data per i maturandi di quest'anno, si può solo cercare di ragionare e tentare di indovinare, per quanto possibile, quale possa essere la traccia più probabile, l'argomento più papabile per il tema di italiano. Insomma fare un 'tototema' nella speranza di prepararsi al meglio all'esame. E allora i diversi siti web 'studenteschi' prendono in considerazione, ad esempio, alcuni tra ricorrenze e anniversari storici:

70mo anniversario della Costituzione della Repubblica Italiana: la nostra Costituzione è entrata in vigore il 1° gennaio del 1948 e quindi compie un anniversario importante in questo 2018: 70 anni. Un compleanno importante che il Miur potrebbe decidere di 'festeggiare' con un bel tema.

40mo anniversario del rapimento e della morte di Aldo Moro: il 16 marzo 1978 Aldo Moro, esponente della Dc e primo ministro autore del Compromesso Storico, venne rapito in Via Fani a Roma dalle Brigate Rosse. Dopo 45 giorni di rapimento, venne ucciso e il suo corpo fu ritrovato in una Renault 4 rossa in via Caetani a Roma.

40mo anniversario della morte di Peppino Impastato: l’attivista e giornalista siciliano è uno dei protagonisti della lotta contro la mafia. Il 9 maggio 1978 è stato ucciso dalla mafia che ha tentato di mettere a tacere la sua voce, in realtà troppo forte per essere dimenticata. Ancora oggi lo ricordiamo grazie alle sue poesie, alle sue frasi più celebri.

50mo anniversario sul Sessantotto. Una possibile prima prova, saggio breve di indirizzo storico-politico o tema storico, riguarda proprio il periodo che va sotto il nome di '68, e che ha investito il mondo intero, dall'Europa all'America.

200mo anniversario dalla nascita di Karl Marx. Uno dei più influenti filosofi del '900, autore del pensiero che ha dato l'avvio alle teorie economico-politiche di stampo socialista e comunista, è nato a Treviti il 5 maggio 1818.

400mo anniversario della Guerra dei Trent’anni: dal 1618 al 1648 si è svolta la Guerra dei Trent’anni, una delle più lunghe e catastrofiche della storia. Inizialmente cominciò come uno scontro tra protestanti e cattolici nel Sacro Romano Impero, ma ben presto si sviluppò e si estese a quasi tutte le potenze europee. La pace di Vestfalia, con cui si pose fine alle ostilità, segna la nascita dei moderni Stati-nazione.

70mo anniversario della nascita di Israele: visto il particolare periodo storico che stiamo vivendo l’anniversario della nascita dello Stato di Israele potrebbe essere senza dubbio un tema caldo per la Maturità. Proclamato il 14 maggio 1948 dal leader David Ben Gurion alla fine del mandato britannico, questo Stato è oggi uno dei più discussi.

50mo anniversario della morte di Martin Luther King: altro grande personaggio storico, Martin Luther King morì esattamente 50 anni fa. Fu un attivista politico che trascorse la sua vita lottando per l’uguaglianza e contro i pregiudizi legati alla razza. Nel discorso pronunciato al Lincoln Memorial nel 1963 c’è la famosa frase 'I have a dream'.

100mo anniversario della nascita di Nelson Mandela: il primo presidente nero della Repubblica Sudafricana, trascorse tutta la vita a combattere per i diritti delle persone di colore, per la parità e lottò duramente contro l’apartheid.

A questi si possono aggiungere ricorrenze a sfondo letterario: - 220° anniversario dalla nascita di Giacomo Leopardi e 200° dalla stesura definitiva de L'infinito. Giacomo Leopardi è stato un poeta, scrittore e filosofo italiano, nato a Recanati il 29 giugno 1798, considerato uno dei pilastri della letteratura italiana ed esponente del movimento del Romanticismo. Negli anni tra il 1818 e il 1819 scrisse quella che si considera come la lirica più famosa: L'infinito. Questo potrebbe essere quindi l'anno giusto per trovare uno dei suoi componimenti, e più probabilmente L'infinito, come traccia di analisi del testo.

- 240mo anniversario della nascita di Ugo Foscolo. L’autore è stato uno dei massimi esponenti del Neoclassicismo e del Preromanticismo.

- 80mo anniversario della morte di Gabriele D'Annunzio. Esponente del movimento dell'Estetismo e del Decadentismo, Gabriele D'Annunzio non fu solo un poeta e uno scrittore italiano, ma anche un patriota protagonista delle Prima Guerra Mondiale. Nacque a Pescara nel 1863 e si spense a Gardone Riviera nel 1938.

- 50mo anniversario dalla morte di Salvatore Quasimodo. Poeta italiano esponente dell'Ermetismo, Quasimodo è uscito in prima prova all'Esame di Stato di quattro anni fa. Per l'occasione del 50° dalla sua morte, il Miur potrebbe rispolverarlo per le tracce di Maturità.

- 10mo anniversario dalla morte di Mario Rigoni Stern. L'autore de Il sergente nella neve, uno dei testi italiani più importanti sulla campagna di Russia del 1943, è morto esattamente 10 anni fa.

Arrestato Montante, paladino dell'antimafia

Arresti domiciliari per Antonello Montante, l'imprenditore per anni ritenuto paladino dell'antimafia. L'ex presidente di Confindustria Sicilia, attualmente presidente della Camera di Commercio di Caltanissetta e presidente di Retimpresa Servizi srl di Confindustria Nazionale, è stato fermato all'alba di oggi a Milano con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione. In manette anche altre cinque persone. Un altro indagato è stato colpito dalla misura interdittiva della sospensione dall’esercizio dell’ufficio pubblico per la durata di 1 anno.

Tra le persone coinvolte nell'inchiesta ci sono anche esponenti delle forze dell'ordine: due poliziotti, un carabiniere e un finanziere. Si tratta di un capocentro della Dia di Palermo poi trasferito ai Servizi segreti, un poliziotto in pensione, un sostituto commissario in servizio alla prefettura di Milano e un finanziere in servizio a Palermo. Sono tutti agli arresti domiciliari.

La Procura di Caltanissetta aveva chiesto l'arresto per Montante contestando anche il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Ma il gip ha negato la richiesta, scegliendo i domiciliari perché, a suo avviso, l'ex presidente degli industriali ha sì "intrattenuto qualificati rapporti con esponenti di spicco di Cosa nostra", ma non ci sono elementi a sufficienza per configurare il reato di mafia.

A seguito di un'indagine condotta dalla Squadra Mobile di Caltanissetta, coordinata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di essersi associati allo scopo di commettere più delitti contro la pubblica amministrazione e di accesso abusivo a sistema informatico; nonché più delitti di corruzione. Secondo la Procura nissena, Montante, per anni ritenutopaladino dell'antimafia, avrebbe fatto parte di una rete di 'spionaggio' con lo scopo di avere notizie sulle indagini della magistratura a suo carico.

Come emerge dalle indagini, coordinate dalla Dda di Caltanissetta, l'ex presidente degli industriali siciliani avrebbe provato a corrompere anche esponenti delle forze dell'ordine per avere notizie riservate su indagini della Direzione distrettuale antimafia. Secondo gli inquirenti, l'imprenditore, con regali costosi e soldi, avrebbe pagato alcuni investigatori per avere notizie sull'indagine della Dda a suo carico.

Due anni fa Montante aveva ricevuto un avviso di garanzia per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa per presunti legami con esponenti mafiosi. Gli inquirenti nel 2016 nell'abitazione dell'ex presidente degli industriali siciliani avevano trovato un vero e proprio archivio, sia cartaceo che elettronico, su cui Montante conservava tutto, dai telegrammi, alle email, sms, i regali fatti, contributi concessi, fotografie con ministri, politici, capi della polizia. Un archivio segreto, diviso in cartelle di colore diverso e cd-rom custoditi in un bunker allestito dietro una parete segreta della sua stanza da letto. Nella stanza era stato trovato anche una sorta di memoriale di oltre mille pagine su cui gli inquirenti hanno indagato in questi due anni.

Fermo, crolla tetto istituto tecnico

FERMO. Il tetto di un'aula dell'Istituto tecnico industriale è crollato questa mattina a Fermo. Il crollo è avvenuto intorno alle 7.15, fortunatamente prima dell’inizio delle lezioni. Nessuno è rimasto ferito. Sono in corso le verifiche tecniche da parte dei vigili del fuoco.

Abusi, Papa Francesco incontrerà i vescovi cileni

Papa Francesco incontrerà i Vescovi del Cile dal 15 al 17 maggio nell’auletta dell’Aula Paolo VI per fare piena luce sui casi di abusi sessuali da parte del clero. "Il Santo Padre, richiamato dalle circostanze e dalle sfide straordinarie poste dagli abusi di potere, sessuali e di coscienza che si sono verificati in Cile negli ultimi decenni, ritiene necessario esaminare approfonditamente le cause e le conseguenze, così come i meccanismi che hanno portato in alcuni casi all’occultamento e alle gravi omissioni nei confronti delle vittime", fa sapere una nota del Vaticano.

Nel corso degli incontri, papa Francesco, ragguaglia ancora il Vaticano, "desidera condividere le sue personali conclusioni conseguenti alla recente missione speciale in Cile affidata a mons. Charles Scicluna, Arcivescovo di Malta, e a don Jordi Bertomeu, della Congregazione per la Dottrina della Fede, e completate dalle numerose testimonianze, scritte ed orali, che Sua Santità ha continuato a ricevere nelle ultime settimane. Durante gli incontri, cui parteciperanno 31 vescovi diocesani e ausiliari e 2 vescovi emeriti, il Santo Padre sarà accompagnato dal Prefetto della Congregazione per i Vescovi, card. Marc Ouellet".

"L’obiettivo di questo lungo 'processo sinodale' è discernere insieme, alla presenza di Dio, la responsabilità di tutti e di ciascuno in queste ferite devastanti, nonché studiare cambiamenti adeguati e duraturi che impediscano la ripetizione di questi atti sempre riprovevoli. È fondamentale ristabilire la fiducia nella Chiesa attraverso dei buoni pastori che testimonino con la loro vita di aver conosciuto la voce del Buon Pastore e che sappiano accompagnare la sofferenza delle vittime e lavorare in modo determinato e instancabile nella prevenzione degli abusi", spiega ancora il Vaticano.

Il Papa, annota ancora il Vaticano, "ringrazia la disponibilità dei suoi fratelli Vescovi di porsi in ascolto docile ed umile dello Spirito Santo e rinnova la sua domanda al Popolo di Dio in Cile di continuare in uno stato di preghiera affinché ci sia la conversione di tutti". Non è previsto che papa Francesco "rilasci alcuna dichiarazione né durante né dopo gli incontri, che si svolgeranno in assoluta confidenzialità", fa sapere ancora la nota.

Falciate da pirata della strada, morte madre e figlia

Una donna di 62 anni, Annamaria La Mantia, e la figlia di 42 anni, Angela Merenda, sono state uccise nella notte a Palermo da un'auto pirata.

Un uomo di 35 anni, Emanuele P., di Brancaccio, è stato portato in caserma dei Carabinieri di Palermo.

La 62enne è morta sul colpo, mentre la figlia, trasportata all'ospedale Civico in condizioni disperate, è morta poco dopo per le gravi lesioni riportate nell'impatto.

Le due donne stavano attraversando la strada in via Fichi d'India quando l'auto, una Fiat Punto, le ha investite. Il presunto pirata, che non si era fermato a prestare soccorso e si era data alla fuga, è stato bloccato sotto casa della suocera. Sono in corso i rilievi del nucleo investigativo dei Carabinieri. L'uomo, sposato, con due figli piccoli, viene sentito in questi minuti dagli investigatori.

Doppia sparatoria in Calabria: un morto. Killer in fuga

Una persona è morta e quattro sono rimaste ferite in due sparatorie avvenute nel vibonese, a Limbadi e Nicotera. A fare fuoco, con un fucile, sarebbe la stessa persona, ricercata dalle forze dell'ordine. Secondo le prime ricostruzioni, nella prima sparatoria, avvenuta in un bar di Limbadi, l'uomo ha ferito tre persone; successivamente, a bordo di un'auto si sarebbe recato a Nicotera, dove ha ferito una donna e ha sparato anche a un altro uomo, questa volta uccidendolo. Sono in corso le ricerche dell'autore della sparatoria.

«Non dovevi sposare nostra figlia», sfregiano genero con l'acido

Hanno ordinato una doppia aggressione con l'acido contro il genero, sfregiandolo, per vendicarsi del fatto che l'uomo, 48 anni, avesse sposato la figlia di 21 anni. Per questo due genitori italiani, lui 54 anni, residente a Torino, e lei 45 anni, abitante a Certaldo (Firenze), sono stati arrestati dai carabinieri di Poggibonsi (Siena). I due, ritenuti i mandanti di due raid subiti dal marito della figlia - il 23 febbraio scorso a San Gimignano (Siena) e il 19 aprile a Torino -, sono finiti in carcere: il padre a Torino e la madre a Firenze.

Marito e moglie separati da alcuni anni si sono temporaneamente 'riuniti' in un "piano delittuoso", come hanno spiegato i carabinieri: perseguitare la figlia per il solo fatto di aver sposato una persona "sgradita", "un uomo molto più vecchio" di lei e attentare alla vita del genero, che hanno minacciato e perseguitato negli ultimi tre anni in varie forme. Per attuare il loro "disegno criminoso", la coppia ha ingaggiato un uomo rimasto finora sconosciuto, ma le indagini proseguono per dargli un'identità.

Il primo tentativo di gettare l'acido muriatico contro il genero di 48 anni è fallito. L'allarme per l'accaduto ha però spinto la figlia e il marito a trasferirsi temporaneamente a Torino, stessa città dove risiedeva il padre di lei. I genitori, una volta scoperto dove i due si nascondevano, hanno inviato una seconda spedizione punitiva ai danni dell'uomo. Questa volta l'acido ha colpito il 48enne al volto, provocandogli gravi conseguenze, sfregiandolo in modo permanente. Lo sconosciuto che ha gettato l'acido contro l'uomo ha urlato: "Sei uno schifoso pedofilo, te lo meriti". E poi ha minacciato anche la sua giovane moglie.

La 21enne e il marito sono stati trasferiti in una residenza protetta in Toscana. Ora le indagini sono in corso per identificare gli autori materiali delle aggressioni.

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere, è stato reso noto oggi, è stata eseguita all'alba 7 maggio nelle province di Siena e Torino dai carabinieri della compagnia di Poggibonsi. Il provvedimento è stato emesso dal Gip presso il Tribunale di Firenze su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti della coppia "resasi responsabile con comportamenti diversi, ma in esecuzione di un medesimo disegno criminoso, di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, danneggiamenti e lesioni gravi".

Il provvedimento è stato adottato "in relazione al pericolo di reiterazione delle condotte criminose in danno di una delle parti lese che per ben due volte era stata fatta segno del lancio di acido ustionante al volto". Le indagini sono scaturite dagli approfondimenti investigativi effettuati "in relazione alla dettagliata denuncia di una ragazza perseguitata dalla madre e dal padre per il fatto di aver sposato una persona sgradita, un uomo di 27 anni più grande di lei".

Le indagini hanno definito il quadro delle ingiurie e delle minacce gravi (anche di morte) "confluenti nei reati di maltrattamenti in famiglia, di atti persecutori e infine anche di lesioni gravi, in relazione agli effetti dell'acido muriatico lanciato per due volte (con danni maggiori nell'episodio compiutosi nella città di Torino)".

Le prove contro la coppia arrestata sono state raccolte anche a mezzo di intercettazioni telefoniche, con "elementi probatori sui due episodi, uno solo dei quali aveva condotto ad infliggere alla vittima uno sfregio permanente, ma anche sulle reiterate minacce rivolte alle vittime di tali comportamenti vessatori".

E' stato chiarito il quadro familiare dal quale è scaturito "l'incarico conferito dalla madre e dal padre a uno sconosciuto di deturpare con un acido il volto del marito della figlia". Il procedimento penale è stato assunto per competenza dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino in quanto l’episodio più grave è avvenuto nel capoluogo piemontese. Le indagini proseguono per l’individuazione degli autori materiali dei due attentati che potrebbero essere diversi e i carabinieri hanno già idea di chi possano essere.

Arriva il ciclone islandese: -10°C

"Giorni d’attesa per l’arrivo del ciclone islandese che entro domenica sera si tufferà sul mar Ligure richiamando intensi venti di Libeccio e temporali forti". E' quanto avverte il sito ilMeteo.it riferendo che anche oggi "l’Italia sarà interessata da temporali, a Roma, Rieti, Perugia, Terni, poi Torino e Milano. Altri temporali anche nel corso del weekend, ma da domenica l’aria fredda contenuta nel ciclone islandese con quasi -30°C a 5.000 metri si riverserà, seppur mitigata, anche al suolo, accompagnata dalle precipitazioni".

Informa ilMeteo.it: "Il crollo termico sarà cospicuo per alcune città, in primis Torino dai 23°C di sabato raggiungerà i 15°di domenica, risultando la città di pianura più fresca d’Italia. Venezia dai 26° raggiungerà 18° lunedì, Bologna partirà con 26° sabato per finire con 20° lunedì.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del ilMeteo.it, avvisa che "se nel corso del weekend al Centro e al Sud le temperature non subiranno grossi scossoni, lo faranno invece la prossima settimana con valori sotto i 20° su molte regioni e città, come a Roma, Napoli, Catanzaro e Palermo che scenderanno a 18-19° circa".

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)