Domenica 23 Settembre 2018 - 14:27

Accoltella 3 bambini in un asilo di New York

Almeno cinque persone, tra loro tre bambini, sono state accoltellate in un asilo nido ai Queens, New York. Una sesta persona, una donna trovata dalla polizia con una ferita che si ritiene si sia autoinflitta, è ricoverata in ospedale sotto custodia degli agenti. Le forze dell'ordine la considerano la principale sospetta.

Non è nota l'età dei bambini colpiti, due femmine e un maschio. Si sa però che una delle piccole versa in gravi condizioni. Altre due persone, un uomo - papà di uno dei bambini dell'asilo - e una donna - dipendente della struttura - sono stati feriti.

«Ha picchiato a morte pornostar», è caccia a Barbablu

Avrebbe picchiato a morte una pornostar e aggredito ben quattro prostitute. Per questo, l'ex executive di Gazprom e 'golden boy' russo figlio di un tycoon Andrey Demenkov è ricercato dalla polizia, che per la violenza delle azioni lo ha soprannominato 'Barbablu'. A riportare la notizia è il Daily Mail.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, il 32enne Demenkov avrebbe infatti ucciso colpendola oltre cento volte con un oggetto a punta Olga Kudrova, 21enne madre di un bimbo di un anno, indicata dalla polizia come escort e attrice di film per adulti. Dal rapporto forense, inoltre, la donna avrebbe subito anche un tentativo di annegamento prima di morire per un colpo fatale alla tempia. Il corpo senza vita della giovane - che ai parenti aveva descritto il presunto assassino come la persona che amava - è stato ritrovato nell'appartamento di San Pietroburgo di Demenkov dal padre del presunto assassino, il tycoon Valery Demenkov, messo in allarme dal silenzio prolungato del figlio.

Nello stesso appartamento, riferisce ancora il quotidiano inglese che riporta le accuse della polizia, l'uomo avrebbe sequestrato nel luglio scorso un'altra donna, "picchiata più volte" durante la prigionia. Ma non è tutto: sempre a luglio altre quattro donne, tutte prostitute, sarebbero state aggredite e gravemente ferite dall'ex di Gazprom, con costole e gambe rotte in conseguenza del violento attacco. In precedenza, Demenkov era già stato condannato per aver rapito un'amica e averla sottoposta a un "calvario" lungo quattro giorni, che ha incluso anche la "tortura". La donna, spiega ancora il Daily Mail, era poi riuscita a fuggire "per miracolo" e a salvarsi dopo essere riuscita ad avvisare i vicini. Dopo essersi "pentito" davanti alla Corte per l'episodio di violenza, l'uomo era però stato messo in libertà vigilata.

La polizia ha intanto lanciato un avvertimento sull'uomo, definendo Demenkov un pericolo per le donne: "Stiamo cercando un criminale - ha detto una fonte della polizia -, ma in effetti è una sorta di Barbablu". Il fuggitivo è ora al centro di una imponente caccia all'uomo.

Esplosioni di gas a raffica in Usa

Un 18enne è morto e almeno 12 altre persone sono rimaste ferite in una serie di incendi e fughe di gas nelle città di Lawrence, Andover e Northern Andover, a nord di Boston, dove decine di case e uffici sono andati distrutti dalle fiamme. Secondo quanto riferito dalla polizia del Massachussets, sono stati registrati 39 incidenti con incendi ed esplosioni, mentre in un tweet successivo hanno fatto sapere di essere stati chiamati in almeno 70 casi, in alcuni dei quali è stata lamentata forte puzza di gas. Tutti i residenti, centinaia, sono stati invitati a lasciare le loro case. Si indaga sulle cause.

«Tua figlia è morta», ma non è vero: la ritrova dopo 45 anni

Luglio 1973, Madrid. Pilar viene ricoverata presso la clinica Santa Cristina per dare alla luce sua figlia. Ma, le dicono, qualcosa è andato storto e la sua piccola è morta. In realtà, si legge su 20minutos.es, è diventata una 'bebé robada': sottratta alla famiglia naturale, è stata data in adozione.

Pilar non ha mai cercato sua figlia credendola morta. E' una telefonata anonima a far scoprire ad Ana Belèn, ormai 45enne, che la sua mamma biologica è viva. L'incontro tra le due è avvenuto per la prima volta ad Aranjuez.

"All'inizio, quando l'ho contattata - ha raccontato Ana Belèn - è rimasta sorpresa e un po 'confusa e dopo aver parlato per un po' ha riattaccato il telefono". Pilar non poteva crederci, così la figlia ha ricostruito tutta la storia per confermare la parentela. "Mi misero per un attimo la bimba in braccio, poi mi sedarono e quando mi risvegliai mi dissero che era morta", ha ricordato la 69enne. E la stessa cosa dissero al padre biologico.

Ana Pilàr, che pensava di essere figlia unica, ha scoperto in realtà di essere la più piccola di tre fratelli e secondo Pilar la somiglianza tra di loro è "davvero molta".

«Razzismo in Italia», Onu invia team. Ira Salvini

L'Onu "intende inviare personale in Italia, per valutare il rilevante aumento segnalato di atti di violenza e razzismo nei confronti di migranti, individui di origine africana e rom". Lo ha affermato Michelle Bachelet, nuovo Alto commissario Onu per i diritti umani, nel discorso con cui ha aperto i lavori del Consiglio Onu per i diritti umani.

"La priorità del ritorno dei migranti dall'Europa, senza garantire che i principali obblighi internazionali in materia di diritti umani siano rispettati, non può essere considerata una risposta di protezione", ha affermato. Per questo, "l'Ufficio prevede di inviare un team in Austria per valutare i recenti sviluppi in questo ambito. Intendiamo inoltre inviare personale in Italia, per valutare il rilevante aumento segnalato di atti di violenza e razzismo contro migranti, individui di origine africana e rom".

Gli sforzi dei governi per respingere gli stranieri non risolvono la crisi migratoria e causano solo nuove ostilità, secondo Bachelet, che sottolinea: "È nell'interesse di ogni stato adottare politiche migratorie radicate nella realtà, non in preda al panico". Come nuovo alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Bachelet ha criticato l'erezione dei muri di confine, la separazione delle famiglie di immigrati e l'incitamento dell'odio contro i migranti: "Queste politiche non offrono soluzioni a lungo termine a nessuno, solo più ostilità, miseria, sofferenza e caos".

La replica di Salvini - "L'Italia negli ultimi anni ha accolto 700mila immigrati, molti dei quali clandestini, e non ha mai ricevuto collaborazione dagli altri paesi europei. Quindi non accettiamo lezioni da nessuno, tantomeno dall'Onu che si conferma prevenuta, inutilmente costosa e disinformata: le forze dell'ordine smentiscono ci sia un allarme razzismo", ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. "Prima di fare verifiche sull'Italia, l'Onu indaghi sui propri stati membri che ignorano diritti elementari come la libertà e la parità tra uomo e donna", ha concluso.

Svezia, avanza la destra: rebus governo

L'estrema destra avanza ma non stravince in Svezia. Il partito del populista anti-immigrazione Jimmie Akesson, Democratici svedesi, incassa il 17,7%, facendo un notevole balzo in avanti. Dopo che quasi tutte le schede sono state scrutinate, il blocco di sinistra (socialdemocratici, Verdi e Sinistra) ottiene il 40,6% dei voti contro il 40,3% della coalizione di opposizione di centrodestra, noto come Alleanza (guidato dai Moderati) con i democratici svedesi anti-immigrazione che guadagnano quasi +5 punti rispetto al risultato del 2014.

"Abbiamo rafforzato il nostro ruolo, avremo una maggiore influenza in parlamento", ha detto ai membri del partito Jimmie Akesson, leader dei Democratici svedesi aggiungendo: "Chiunque capisca che può parlare con me, capirà anche che questo è il modo più semplice per formare un governo per i prossimi 4 anni". L'estrema destra, a livello numerico, con 62 seggi è l'ago della bilancia in un parlamento che appare diviso tra il blocco di sinistra guidato dai socialdemocratici (144 seggi) e l'opposizione tradizionale di centrodestra (143).

Il risultato, dice Akesson, è un exploit "che nessuno ci può togliere". Allo stesso tempo, il 39enne leader sovranista afferma che "i numeri non rappresentano l'elemento più importante. Quello che conta di più è il nostro rapporto con gli altri partiti. I primi che si renderanno conto della possibilità di parlare con me, potranno formare in maniera più semplice un esecutivo che possa guidare il paese per i prossimi 4 anni", ribadisce. La porta appare aperta in particolare per i moderati. Ma al di là delle alleanze che potrebbero concretizzarsi, "vogliamo rafforzare il nostro ruolo determinante. Avremo un'influenza immensa su ciò che accade in Svezia nelle prossime settimane, nei prossimi mesi e nei prossimi anni".

A congratularsi dall'Italia è il leader della Lega Matteo Salvini, che twitta: "Anche la Svezia sceglie il cambiamento", mentre il primo ministro svedese Stefan Lofven ha respinto le richieste dell'opposizione di dimettersi, dopo il risultato delle elezioni, che hanno visto i socialdemocratici ai minimi storici, anche se restano il primo partito. "Una cosa è certa - ha detto il leader dei socialdemocratici, che vuole guidare il paese fino alla formazione di un nuovo governo - nessuno ha una maggioranza, quindi è naturale iniziare una collaborazione tra i partiti".

I socialdemocratici, pur restando il primo partito, sono calati al 28,3% (-3% rispetto al 2014 e il risultato peggiore in 100 anni), mentre i Moderati sono la seconda forza con il 19,7%. Tradotto in seggi, la coalizione di sinistra avrebbe 144 dei 349 seggi in Parlamento, due in più rispetto alla coalizione di opposizione di centrodestra. Si prevede quindi che la formazione di un nuovo governo in Svezia sarà complicata, a causa della mancanza di una maggioranza per qualsiasi partito chiave.

Parigi, armato di coltello ferisce 7 passanti

Sette persone sono state ferite, quattro in modo grave, in un attacco sferrato ieri sera da un uomo armato con un coltello e una spranga di ferro lungo il Quai de Loire, nel diciannovesimo arrondissement di Parigi. Secondo quanto ha riferito la polizia, l'aggressore, di nazionalità afghana, è stato fermato e al momento è escluso si tratti di terrorismo. Due delle persone ferite sarebbero turisti britannici.

Diversi testimoni hanno raccontato che l'aggressore ha inizialmente pugnalato due uomini e una donna vicino al cinema MK2 sul Quai de Loire, lungo il canale Ourcq. Alcune persone, visto quanto succedeva, hanno cercato di fermarlo senza riuscirci. L'uomo è fuggito e, lungo rue Henri Nogueres, ha attaccato due turisti inglesi, ferendone uno al torace.

"Stiamo indagando su questo incidente e siamo in stretto contatto con le autorità francesi", ha detto il ministero degli Esteri del Regno Unito in una nota.

Juncker punta a polizia di frontiera Ue

La Commissione europea mercoledì potrebbe approvare una proposta legislativa per istituire una polizia di frontiera europea e far diventare il controllo dell'immigrazione illegale una materia di competenza comunitaria. E' quanto scrive El Pais, anticipando che il progetto sarà al centro del discorso che il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker terrà il 12 settembre a Strasburgo.

Nel progetto che verrà illustrato da Juncker è prevista una blindatura dei confini europei, sia in termini fisici di fronte ai flussi migratori, che sul fronte Internet e social network, per quanto riguarda le possibili interferenze esterne sui processi elettorali. Le iniziative, in vista delle elezioni europee del maggio 2019, puntano a rassicurare l'opinione pubblica e a smontare alcuni degli argomenti usati dal fronte populista. Bruxelles, scrive El Pais, intende in questo modo schierarsi dalla parte del presidente francese Emmanuel Macron, che affronterà le elezioni puntando su un rilancio della sovranità europea.

Al progetto si accompagnano la creazione di una vera Guardia europea per il controllo delle coste e dei confini terrestri, con possibilità di intervenire in Paesi terzi e con poteri nelle operazioni di rimpatrio degli immigrati irregolari.

British Airways, hackerate 380mila carte credito

dati di 380mila carte di credito sono stati trafugati dal sito della British Airways. L'attacco, "molto sofisticato", sarebbe durato 15 giorni, dalle 23 del 21 agosto fino alle 21:45 di mercoledì scorso, si legge sul 'Mail online'. Gli hacker, ha fatto sapere la BA - che non esclude che il numero di carte compromesse possa arrivare a 400.000 - sono a conoscenza di nomi, indirizzi, numeri, date di scadenza e codici di sicurezza a tre cifre: ciò gli permetterebbe di fare "acquisti fraudolenti".

La compagnia aerea ha informato i clienti della violazione. Ma il 'cyber attacco' resta comunque un duro colpo per la reputazione della British Airways. Il presidente Alex Cruz si è detto "profondamente dispiaciuto" per quanto accaduto: "Prendiamo molto seriamente la protezione dei dati dei nostri clienti". Poi la società si è affrettata a sottolineare che ora "la violazione è stata risolta e il nostro sito web funziona normalmente. E per i clienti che potrebbero essere stati colpiti dall'hackeraggio il consiglio è di " contattare le loro banche o i fornitori di carte di credito". Quanto alle richieste di risarcimento saranno discusse "su base individuale", ha affermato la BA.

Crolla ponte a Calcutta, per il ministro non ci sono morti

Un morto e 16 feriti. È il bilancio provvisorio dopo il crollo del ponte Majerhat a Calcutta. La polizia, riferisce il Times of India, ha diffuso le cifre specificando che i 16 feriti sono stati trasportati in due diversi ospedali. «Apriremo un'inchiesta sul crollo del ponte e scopriremo di cause. Le operazioni di soccorso saranno rapide», ha detto in un comunicato la premier del Bengala Occidentale, Mamata Banerjee. «Non ci sono morti, contrariamente a quello che si era immediatamente detto, ma solo feriti». Lo ha detto all'agenzia Ani News, Firhad Hakim, ministro della stato del Bengala. «Tutti gli automobilisti e i passanti coinvolti - ha aggiunto - sono stati liberati dalle macerie e dalle lamiere delle auto che li intrappolavano. Circa metà del ponte, che scavalca una strada di grande traffico e un'importante linea ferroviaria in una elegante zona a sud di Calcutta, è collassato all'improvviso». 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli