Martedì 19 Febbraio 2019 - 20:04

Trasporto pubblico locale, in arrivo 800 nuovi bus

NAPOLI. Nell'ambito del piano di ammodernamento del parco autobus regionale, l'ACaMIR - Agenzia Campana Mobilità, Infrastrutture e Reti - ha bandito una procedura di gara europea (pubblicata sulla Guce il 12 febbraio) in 2 lotti, per l'approvvigionamento di 160 nuovi mezzi, con un importo a base di gara di circa 40 milioni di euro, e decorrenza dei termini fissata al 5 aprile 2019. Le consegne dei mezzi compresi nei due lotti sono previste tra fine 2019 e il primo semestre del 2020. Della fornitura fanno parte anche 35 minibus di dimensioni ridotte destinati alle isole di Capri e Procida. Si tratta di mezzi che saranno fabbricati “su misura", in quanto non esistono in commercio autobus che rispettino le limitazioni imposte dalla particolare orografia del territorio: un risultato atteso dagli isolani da più di 20 anni. «Procedono, intanto - si legge nella nota - le consegne di mezzi forniti attraverso gare già  espletate: entro l'estate 2019 saranno consegnati ancora 130 nuovi autobus, mentre ulteriori 190 arriveranno entro il 31 dicembre. Infine, nel corso del 2019 saranno bandite due nuove procedure di gara per l'acquisto di 260 autobus, per un importo di circa 80 milioni di euro. Per la fine del 2020, pertanto, il parco autobus delle Aziende di Tpl che svolgono servizio nella regione, sarà stato rinnovato da circa 800 nuovi mezzi, a fronte di un investimento di oltre 200 milioni di euro».

Don Vitaliano apre messa con “Soldi" di Mahmood

AVELLINO. Sorpresa alla messa di oggi nell'Avellinese. Don Vitaliano della Sala ha fatto cantare “Soldi" di Mahmood ai ragazzi della parrocchia di Mercogliano, spiegando che si è trattato di «una scelta loro». La canzone si è aggiudicata, tra le polemiche, l'ultima edizione del Festival di Sanremo. 
 

Rifiuti, Costa presenta le linee guida per la prevenzione dei rischi negli impianti

NAPOLI. Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi: a presentarle, il ministro dell'Ambiente Sergio Costa, oggi a Caserta e Napoli per la riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, per una verifica e un aggiornamento sul Piano d'azione per il contrasto dei roghi di rifiuti, sottoscritto a Caserta lo scorso 19 novembre. Le linee guida sono state oggetto di una circolare ministeriale del 21 gennaio scorso, necessaria per rendere operativo il Piano di azione. «Si tratta - spiega Costa - di linee guida chiare, uno strumento operativo di prevenzione condiviso con le amministrazioni regionali e le agenzie ambientali a fine gennaio e già implementato nella “terra dei fuochi", con criteri operativi e gestionali sullo stoccaggio dei rifiuti». Il documento stabilisce i criteri per la valutazione dei rischi di incendio nei luoghi di lavoro e le misure di prevenzione e di protezione antincendio da adottare, con azioni specifiche per la corretta gestione della fase operativa dell'emergenza. Il documento fornisce chiarimenti rispetto all'ubicazione degli impianti di stoccaggio. Nello specifico, la circolare prevede che in tutti gli impianti che gestiscono rifiuti debbano essere previsti sistemi di videosorveglianza, preferibilmente con presidio h24, salvo casi particolari da valutare di volta in volta; impianti e dispositivi di protezione attiva antincendio; impianti di aspirazione e trattamento dell'aria e norme per prevenzione e contrasto al rogo. Il documento prevede inoltre il tempo massimo di permanenza dello stoccaggio dei rifiuti in base alla loro pericolosità e tipologia e stabilisce la programmazione di controlli ambientali sugli impianti, relativi anche a quantitativi e modalità di gestione dei rifiuti in stoccaggio. «Un'azione di controllo mirata, estesa anche all'abbandono di rifiuti e alle attività di gestione di rifiuti non autorizzate, che sta già dando i suoi frutti», conclude Costa. 

Casalesi, condanne per omicidio del 1996

NAPOLI. Il Gup del tribunale di Napoli Rosamaria De Lellis ha condannato in abbreviato a 30 anni di carcere, per un omicidio di camorra avvenuto nel 1996, gli esponenti di spicco del clan dei Casalesi Francesco Schiavone, soprannominato "Cicciariello", e Sebastiano Panaro. Cicciariello è cugino del capoclan Francesco Schiavone noto come "Sandokan", su cui pende per il medesimo delitto una richiesta di rinvio a giudizio, avendo il boss scelto il rito ordinario. Il giudice ha riconosciuto ai familiari, difesi dall'avvocato Gianni Zara, una provvisionale da 20mila euro, rinviando al giudizio civile per il risarcimento del danno. L'omicidio oggetto del processo èquello di Giuseppe Quadrano, un postino massacrato all'esterno di un bar di San Cipriano d'Aversa il 7 luglio di 23 anni fa con 12 colpi sparati da una pistola calibro 9x21.

Morto per sangue infetto, risarcimento ai familiari

NAPOLI. Il Tar Campania è intervenuto per dare esecuzione al pagamento della quota del coniuge del paziente che aveva contratto l'epatite C all'Ospedale di Maddaloni. Lo Stato dovrà pagare 850mila euro agli eredi di un uomo di Caserta che, nel 1989, contrasse l'epatite C in seguito a una trasfusione di sangue infetto. È quanto stabilito dal Tribunale di Napoli che condanna il Ministero della Salute al risarcimento della somma. Data l'inerzia e' intervenuto il Tar Campania per dare esecuzione al pagamento della quota spettante alla coniuge del deceduto pari a 240mila euro.

L’uomo venne ricoverato presso l’Ospedale di Maddaloni ove fu sottoposto ad intervenendo chirurgico e conseguente trasfusione di sangue. In seguito a tali trattamenti è stata contagiato da HCV epatite virale di tipo C. Per complicazioni epatiche è morto per epatocarcinoma nel 2009.

Gli eredi conferirono mandato all’avvocato Maurizio Albachiara per agire nei confronti del Ministero della Salute per la richiesta dei danni subiti in vita dal proprio familiare e per il danno da perdita del rapporto parentale. Il tribunale di Napoli nel 2017 a conclusione del iter processuale condannava il Ministero al pagamento della somma complessiva di oltre € 850mila euro a titolo di danno da perdita del rapporto parentale da ripartirsi tra la moglie ed i figli dello sfortunato uomo residente nella provincia di Caserta.

Corruzione, in manette direttore Agenzia entrate

SALERNO.Pratica un extra sconto non dovuto ad un imprenditore caseario in cambio di oggetti preziosi: finisce ai domiciliari il direttore dell'agenzia delle entrate di Salerno. Emilio Vastarella è coinvolto nell'inchiesta della Dda di Salerno che ha portato in manette, oltre il direttore dell'agenzia dell'entrate, l'imprenditore Gianluca La Marca e l'ex collaboratore di giustizia Giovanni Maiale. Le accuse sono, a vario titolo, di corruzione, turbativa d'asta e minacce.  militari della Guardia di Finanza e dell'Arma dei carabinieri di Salerno, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Salerno, nei confronti dell'imprenditore Gianluca La Marca, amministratore del Caseificio Tre Stelle di Eboli, e del pregiudicato Giovanni Maiale, capo dell'omonimo clan camorristico operante nella Piana del Sele, almeno sino al momento in cui, nel 1994, decise di collaborare con la giustizia successivamente alla condanna in primo grado per il reato associativo e il concorso in diverse estorsioni. Con la stessa ordinanza cautelare sono stati disposti gli arresti domiciliari nei confronti di Emilio Vastarella, direttore provinciale dell'Agenzia delle Entrate di Salerno, al quale viene contestato il reato di corruzione in concorso con La Marca. Le indagini hanno riguardato principalmente proprio la figura di Gianluca La Marca, il quale, negli ultimi anni, ha attuato una politica economica espansionistica: sfruttando risorse provenienti da una massiccia evasione fiscale attuata dall'azienda di famiglia, da lui di fatto amministrata, progettando di acquisire direttamente, o tramite familiari, aziende zootecniche e allevamenti bufalini della zona di Capaccio Paestum ed Eboli in stato di crisi e sottoposte a procedure esecutive; avvalendosi della capacità intimidatoria di Giovanni Maiale per minacciare imprenditori e scoraggiarli all'acquisto, alle aste giudiziarie, s'impossessava di un'azienda di allevamento e produzione di latte di bufala di suo interesse, ed annesso terreno. 

Compra all'asta quadri per 60mila euro, ma non li riceve mai

SALERNO. ​Salernitano si aggiudica quadri d'autore all'asta online per oltre 60mila euro ma non riceve nulla. Protagonista della sventurata asta è Antonello A., salernitano residente a Roma. Appassionato di quadri d'autore moderni, nell'agosto del 2016 aveva partecipato all'asta promossa dalla "Live Auctioneers" che, per conto della società cinese "Senescent Antiques", metteva in vendita tre stampe, di proprietà della signora Heather Newell. Si tratta del "Mao" di Andy Warhol, del valore di 30,000.00 dollari; "Ernok" di Jean-Michel Basquiat, 2001, valore 18,500.00 dollari e del "Fertility Suite, no. 5", di Keith Haring, 1983, valore 18,000.00 dollari. Il collezionista si aggiudicò le opere pagando la ragguardevole somma di 60.729,09 euro. Dopo reiterati tentativi di ottenere quanto regolarmente acquistato, l'uomo si è reso conto della truffa e si è rivolto agli avvocati Valentina Biagioli e Giovanni Profazio. Il Tribunale Civile di Roma ha già citato la società americana per ottenere il risarcimento del danno. L'udienza si terrà il giorno 20 marzo 2019. 

Ricattava minori per video hot, anche con bimbi di tre anni

SALERNO. Tra le sue vittime, anche bambini di tre o quattro anni. Il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Campania, nelle prime ore di ieri ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un cinquantaseienne della provincia di Salerno. L’uomo è accusato di produzione di materiale pedopornografico e violenza sessuale in danno di minorenni. Si presentava con una falsa identità digitale a vittime minorenni, cui richiedeva, dopo averne carpito la fiducia, video ed immagini autoprodotte, a contenuto sessuale. Il materiale pedopornografico acquisito è stato poi utilizzato per ricattare le giovani vittime, che in taluni casi sono state indotte a produrre ulteriori contenuti pornografici, utilizzando anche altri minori di tre e quattro anni di età. Quando si opponevano alle richieste, sempre più insistenti e pressanti, venivano minacciate di divulgazione del materiale compromettente che le ritraeva.  Il soggetto arrestato aveva anche organizzato di incontrarsi con alcune delle sue vittime, con il dichiarato scopo di abusarne sessualmente. Durante la perquisizione eseguita, è stato sequestrato materiale informatico.

Monti Lattari, Mansi confermato presidente Comunità montana

NAPOLI. Il sindaco di Scala (Sa), Luigi Mansi, è stato confermato presidente della Comunità montana dei Monti Lattari. La rielezione è avvenuta questa mattina nella sede di Tramonti con il voto unanime dei rappresentanti dei Comuni di Agerola, Corbara, Lettere, Pimonte, Sant’Egidio del Monte Albino, Scala, Tramonti. Unica assenza quella del Comune di Casola di Napoli. Alla vicepresidenza è stato riconfermato Giuseppe Giordano (Lettere), mentre sarà nominato assessore Maurizio Fusco (Agerola). Il presidente del Consiglio è Antonio Caso (Corbara). «È stato premiato il nostro impegno sulla mobilitazione per il valico di Chiunzi, l'attenzione alla montagna e al dissesto idrogeologico del territorio», ha detto Mansi.

Grottaminarda, distrutta la statua di Gesù: è choc in Irpinia

AVELLINO. Un episodio inquietante a Grottaminarda, in provincia di Avellino, sul quale ora indagano i carabinieri. Ignoti hanno distrutto la statura di Gesù posizionata sotto un porticato di una palazzina da oltre venti anni. È accaduto per ben due volte allo stesso posto, nel Rione Istituto Autonomo case popolari, di Piazzale Italia. Dolore, sconcerto, ma anche tanta indignazione da parte degli abitanti del luogo. Il primo episodio ha riguardato una statua in gesso di circa 80 centimetri, addirittura cementata su una mensola, sotto le abitazioni. E stata letteralmente scardinata e con violenza distrutta. Neppure il tempo di sostituirla, con una nuova, che il gesto si è ripetuto allo stesso modo. Dell'accaduto sono stati informati i carabinieri. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno