Domenica 25 Febbraio 2018 - 2:25

Villa Literno, nigeriano accoltellato a morte

VILLA LITERNO. Un 38enne nigeriano è stato accoltellato e lasciato riverso a terra, in via Volturno, a Villa Literno. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casal di Principe, sono intervenuti dopo una segnalazione al 112. Il nigeriano, cosciente, aveva ferite da arma da taglio alla gola, all'addome e alle gambe. I sanitari del servizio 118, subito fatti intervenire sul posto, lo hanno trasportato alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno dove l'uomo è attualmente ricoverato in prognosi riservata, non in pericolo di vita. Nel corso di un sopralluogo sulla strada, i militari hanno trovato il manico e la lama di un coltello da cucina, di circa 30 cm, utilizzato per l'accoltellamento. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Casal di Principe. 

Bit a Milano, Campania in vetrina

MILANO. Al via questa mattina, nel quartiere espositivo di Fieramilanocity, la Borsa internazionale del Turismo - BIT - che accoglie ogni anno nel capoluogo lombardo viaggiatori e operatori turistici da tutto il mondo. Stamane la conferenza stampa di presentazione dell'offerta turistica regionale all'interno dello spazio espositivo istituzionale. «Il turismo in Campania sta cambiando volto grazie a strategie condivise, coordinate e di respiro internazionale attraverso le quali la nostra Regione sta diventando sempre più una meta turistica per l'intero arco dell'anno» ha sottolineato l'assessore alla promozione e sviluppo del Turismo Corrado Matera.

Pedopornografia: tre arresti e 33 denunce

SALERNO. Un archivio nel deep web, contenente ingente materiale pedopornografico e chiamato “La Bibbia”, è stato scoperto nel corso dell’operazione della polizia postale e delle comunicazioni nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura di Salerno che ha visto 33 arresti e 33 denunciati in tutta Italia. Gli agenti hanno scoperto la «catalogazione dei files illeciti» e individuato «coloro che nel tempo avevano costituito, divulgato e implementato le cartelle informatiche». Si tratta, secondo la Procura di Salerno, di «circa 50 persone che, mediante chat private, erano solite scambiare materiale pedopornografico, al fine di arricchire l’archivio attualmente giunto alla versione 5.0». Nell’archivio, come emerso dalle indagini, c’erano migliaia di file e video ritraenti donne, soprattutto adolescenti, nude o in pose provocanti. Il materiale choc era catalogato «minuziosamente», ogni cartella infatti aveva un titolo per «agevolare la consultazione».

Arancia meccanica ad Avellino, in manette un 19enne

di Marco Carboni

AVELLINO. Una sorta di “arancia meccanica”, quella sgominata dai carabinieri di Avellino che hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura coercitiva della custodia cautelare in carcere, su richiesta dalla Procura della Repubblica di Avellino, nei confronti di un 19enne  ritenuto responsabile dei reati di sequestro di persona, estorsione, lesioni personali, furto e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il tutto con l’aggravante di essersi avvalso anche della collaborazione di un minorenne. Il tutto è cominciato con l’intervento di una pattuglia dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Avellino che aveva ricevuto una segnalazione circa la presenza di un ragazzo legato ad un albero. Recatisi sul posto, i militari aveva trovato un 18enne di Altavilla Irpina, visibilmente dolorante e con varie escoriazioni al volto, che aveva raccontato di essere stato legato ad un albero e malmenato da due suoi conoscenti, di cui un suo concittadino 17enne con il quale nel tardo pomeriggio, proveniente da Altavilla Irpina, era giunto ad Avellino con il pullman.

Aggressioni e vetri distrutti,
è emergenza treni regionali

CASERTA. Nelle ultime due settimane vandali in azione nella stazione Maddaloni Inferiore contro le vetture di treni regionali e il personale Trenitalia. Bilancio: numerosi vetri di porte e finestrini frantumati, intimidazioni e aggressioni al personale ferroviario. L'ultimo episodio, in ordine di tempo, lunedì sera. Un gruppo di persone hanno distrutto 12 vetri di una carrozza del treno R 26248 Napoli-Caserta. Altre cinque vetture erano state vandalizzate fra domenica 28 e lunedì 29 gennaio. In particolare, domenica 28, sull'R 26165 Caserta - Salerno una dozzina di ragazzi disturbava la fase di salita dei viaggiatori nella stazione Maddaloni Inferiore. Alla chiusura delle porte alcuni di loro vi si aggrappavano esternamente per saltare sulla banchina un attimo prima della partenza. La capotreno era già pronta ad azionare il freno di emergenza nel caso fosse stato necessario. La sera stessa, il capotreno dell'R 26156 Battipaglia - Caserta è stato vittima di un vero e proprio agguato, sempre a Maddaloni Inferiore, dove due teppisti lo hanno atteso sul marciapiedi e, quando il ferroviere è sceso dal treno per le abituali operazioni di servizio viaggiatori, lo hanno insultato per poi aggredirlo con spintoni e sputi. Dopo averlo scaraventato a terra gli hanno sottratto il tablet aziendale dandosi alla fuga. Per tutti gli episodi è stata presentata denuncia all'Autorità Giudiziaria. 

Traffico illecito di rifiuti: otto indagati, sequestrati 22 camion

NAPOLI. Portata alla luce l'esistenza di un'associazione per delinquere operante nell'intera regione Campania e finalizzata ad attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti. Era gestita da 8 soggetti: 2 di nazionalità italiana e 6 cittadini rumeni. L'hanno scoperta i carabinieri forestali del nucleo Investigativo di Polizia ambientale, agroalimentare e forestale nel corso di una complessa attività investigativa svolta tra il 2013 e il 2014 su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. I militari ora hanno dato esecuzione a un'ordinanza di applicazione di misure cautelari reali emessa dal Gip di Napoli a carico di una società della provincia di Napoli operante nella gestione di rifiuti speciali (metalli ferrosi e non) e di 22 autocarri utilizzati per tale scopo dagli indagati sui quali con la compiacenza di un consulente ambientale associato venivano rilasciate autorizzazioni dall'Albo nazionale gestori ambientali. 

Oasi fiume Alento riapre il 1 marzo

SALERNO. L’oasi Fiume Alento pronta per la stazione 2018. Riapre il 1 marzo.  A rilanciarla nel Parco Nazionale del Cilento è la coop Cilento servizi.

Un paradiso verde nel cuore del Cilento, dove è possibile passeggiare, andare a cavallo, realizzare campi estivi a contatto con la natura o anche solo pescare. È l’Oasi Fiume Alento e riaprirà il primo marzo 2018 per la nuova stagione, dopo un 2017 che ha fatto registrare circa 42mila visitatori. Situata nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, l’oasi presenta all’interno dell’area una diga in terra che, sbarrando il corso del fiume, origina un lago artificiale di circa 1,7 kmq. A gestire i servizi turistici e ad occuparsi della manutenzione del verde, nonché del rilancio di tutta l’area, è la cooperativa di produzione e lavoro Cilento Servizi.

L’Oasi Fiume Alento è un’area SIC (sito di importanza comunitaria) di 3.024 ettari che comprende gran parte del fiume Alento. Nei periodi che vanno da marzo a giugno l’oasi accoglie circa diecimila studenti per i viaggi d’istruzione: i luoghi sono ideali per attività sperimentali e ricreative sull’educazione ambientale. L’oasi è anche una fattoria didattica e al suo interno è possibile gustare, grazie alle attività di ristorazione, prodotti cilentani e menù speciali a base di erbette e piante.

La mission della cooperativa è custodire e valorizzare il patrimonio naturalistico del luogo.
“La nostra cooperativa è l’unica al Sud a gestire un bene naturalistico di questa portata. Siamo tutti professionisti che lavorano nei settori dell’educazione ambientale e del turismo. A stretto contatto con la natura, ci impegniamo per rendere fruibile l’Oasi e affermarla come attrattore turistico di qualità assoluta per il mondo della scuola, per le famiglie e per gli amanti della natura e dello sport” spiega il presidente della cooperativa Monica Melone.

L’oasi è accessibile dal primo marzo a al primo novembre, è invece chiusa nel periodo invernale.
Si accede tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 18:00

Dal lunedì al venerdì il biglietto di ingresso è di 2€ per gli adulti

Il sabato, la domenica e nei giorni festivi il biglietto di ingresso è di 6€ (se si prenota on line il costo è di € 5)

I bambini sotto i 12 anni non pagano, riduzioni per gli over 65.

Sito: https://www.oasialento.it/it/

Discarica abusiva scoperta da drone telecomandato a Castel Volturno

CASERTA. Un sito di stoccaggio rifiuti è stato individuato a Castel Volturno grazie all'aiuto di un drone telecomandato. La scoperta questa mattina da parte dei Carabinieri della stazione di Castel Volturno e dei militari del Gruppo forestale di Reggio Calabria nell'ambito di uno specifico servizio finalizzato alla salvaguardia e alla tutela dell'ambiente. L'area di circa 6mila mq si trova in via dei Diavoli e al suo interno risultano stoccati materiali di risulta e rifiuti solidi urbani. Gli accertamenti hanno consentito di identificare i proprietari dei due fondi, due 92enni del luogo, nei confronti dei quali il Comune, informato dai Carabinieri, ha emesso un'ordinanza per il ripristino dello stato dei luoghi mediante bonifica del fondo e recinzione dello stesso.

Prof accoltellata nel Casertano, 17enne escluso dallo scrutinio finale

ACERRA. Il Consiglio d'istituto della scuola "Ettore Majorana" di Santa Maria a Vico ha deciso l'allontanamento dalla comunità scolastica e l'esclusione dallo scrutinio finale per il 17enne di Acerra che lo scorso 1° febbraio ha ferito con un coltello un'insegnante durante l'orario di lezione. La docente, Franca Di Blasio, 57 anni, è stata ricevuta due giorni fa dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e dal ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli. Domani 8 febbraio alle ore 11.30 dal plesso Bachelet partirà una «marcia silenziosa» dal titolo "Facciamo un nodo alla violenza". La manifestazione si snoderà attraverso la via Appia fino a piazza Roma, dove «si concluderà con un canto di pace».

Pioggia e temporali su tutta la regione, allerta meteo

NAPOLI. La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di criticità meteo di colore Giallo valevole a partire dalle ore 22 e fino alla stessa ora di domani sull'intero territorio. Le piogge che insistono sulla Campania, infatti, dalla tarda serata potrebbero dar luogo a fenomeni di dissesto idrogeologico. Il quadro meteo parla di "Precipitazioni sparse, anche a possibile carattere di rovescio o temporale, puntualmente di moderata intensità con possibili raffiche di  vento". Il rischio attiene a possibili "Ruscellamenti superficiali anche con fenomeni di trasporto di materiale; Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse". 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica