Sabato 17 Novembre 2018 - 7:52

Collegamento Cavour-Av Afragola coinvolgerà diversi comuni dell'Area Nord

NAPOLI. Non solo la città di Napoli, Casoria, Casavatore e Afragola, ma anche i comuni Sant'Antimo e Frattamaggiore dell'area nord della provincia napoletana e Aversa, in provincia di Caserta, saranno coinvolti dal collegamento ferroviario tra piazza Cavour, nel centro di Napoli, e la stazione dell'Alta velocità di Afragola. E' quanto emerso dal question time di questa mattina in Consiglio regionale della Campania, dove si è discussa un'interrogazione presentata dal capogruppo di Forza Italia Armando Cesaro sul coinvolgimento dell'agro aversano nella nuova infrastruttura che si avvicina alla fase decisiva con la scadenza del bando per la presentazione delle offerte fissata al prossimo 26 novembre. L'opera collegherà direttamente la stazione Av di Afragola, progettata da Zaha Hadid, con piazza Cavour, nel cuore della città di Napoli, diventando una sorta di terza metropolitana cittadina servendo zone attualmente escluse dalla rete come i quartieri San Pietro a Patierno, Capodichino e l'area compresa tra piazza Ottocalli e piazza Carlo III, ma non solo: il progetto prevede stazioni intermedie anche nei comuni ad alta densità abitativa di Casoria, Casavatore e la stessa Afragola. L'assessore alle Attività produttive della Regione Campania Antonio Marchiello ha spiegato inoltre che per Aversa, Sant'Antimo e Frattamaggiore "è previsto un collegamento all'alta velocità utilizzando la linea Rfi Aversa-Napoli e con un interscambio con il nuovo collegamento. Il collegamento sarà sufficiente a garantire l'adeguata accessibilità alla stazione di Afragola, attualmente raggiungibile solo con mezzi propri, utilizzando il parcheggio di interscambio, o utilizzando alcuni servizi bus di linea". Cesaro ha espresso la sua soddisfazione al riguardo: "L'area nord di Napoli, in particolare quella sulla direttrice Aversa-Sant'Antimo-Frattamaggiore-Arzano, avrà adeguati collegamenti ferroviari con la Tav. Era ora. Parliamo di un territorio tanto vasto quanto fin troppo congestionato da un insostenibile traffico su gomma che non può essere emarginato e tagliato fuori dalla programmazione dei collegamenti su ferro. La battaglia ovviamente continua - ha assicurato Cesaro - vigileremo perché quanto oggi sollecitato possa tradursi il più velocemente possibile in azioni concrete". 

Piazze di spaccio, sette misure cautelari per droga e armi tra Napoli e Salerno

NAPOLI-SALERNO. A Casola di Napoli, Lettere, Torre Annunziata e San Rufo (Sa) i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della locale procura nei confronti di 7 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti nonché detenzione e porto abusivi di armi. I militari hanno indagato sui canali di approvvigionamento per piazze di spaccio nelle province di Napoli e Salerno cui giungevano rifornimenti di marijuana e cocaina. I reati sono stati commessi tra l’ottobre 2017 e il marzo 2018. Due arrestati sono stati tradotti in carcere, 3 ai domiciliari, a 2 è stato notificato il divieto di dimora nella provincia di Napoli.

IL VIDEO

Corso di Primo Soccorso per bambini all’Istituto paritario Paideia di Capua

CAPUA. Un corso di primo soccorso per bambini della scuola dell’infanzia. Questa la bellissima e particolare iniziativa messa su dalla Croce Rossa Italiana, Unità Territoriale di Capua con l’Istituto Paritario “Paideia” di S.Angelo in Formis – Capua e l’azienda Amica- Gruppo Palmesano. Domani, sabato 10 novembre, alle ore 10, si terrà infatti un corso per primo soccorso dedicato ai bambini , così da spiegare ai piccoli come chiamare l’118, trasmettere loro l’idea di non farsi sopraffare dalla paura in caso di pericolo per un proprio parente o un estraneo, spiegando che contattare i soccorsi per chiedere aiuto è la cosa fondamentale da fare in una situazione di emergenza e soprattutto diffondere la cultura della solidarietà e del senso civico. Con l’assistenza di un’ambulanza saranno dunque illustrate le nozioni di primo soccorso, sarà  mostrata un borsa con equipaggiamento fatta di bendaggi, cerotti, forbici e l’occorrente per fronteggiare ferite e tagli,  spiegando altresì la funzione dei singoli pezzi e lasciando che gli stessi familiarizzino ed interagiscano con gli oggetti del kit. All’evento parteciperanno anche gli adulti, non solo i genitori ed i parenti dei bambini ma anche chiunque decidesse di assistere alla manifestazione. Una seconda parte della giornata sarà dedicata infatti ai più grandi, ai quali sarà mostrata la manovra di disostruzione pediatrica ma anche la divulgazione sul corretto uso dei sistemi di ritenuta in auto. “Un’occasione importante – dice Maria Pia Siciliano, direttrice dell’Istituto Paideia- per alimentare la cultura della sicurezza ma anche per trasmettere semplici comportamenti che in tanti casi possono salvare una vita. Un ringraziamento doveroso alla Croce Rossa Italiana per aver fatto propria questa iniziativa”.  Un momento quindi per alimentare nei bambini ma anche nei genitori, spesso erroneamente convinti che i più piccoli non saprebbero fronteggiare una situazione di pericolo, e che essi devono essere tenuti lontani dalla conoscenza delle situazioni di emergenza. Nel contempo saranno anche illustrate le norme che individuano il giusto comportamento in materia di cinture di sicurezza per i più piccoli. “Troppo spesso si omette di rispettare le norme che regolano il trasporto dei piccoli nelle auto. Così Francesco Palmesano, amministratore della società Amica , gruppo storico che lega il proprio nome ai marchi Fiat, Alfa, Lancia,  Abarth  che ha voluto prendere parte all’iniziativa dell’Istituto “Paideia”. I piccoli passeggeri devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta  per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Un’occasione per ricordare l’obbligatorietà dei sistemi di ritenuta per i propri figli, perché ancora molti utilizzano le cinture in modo saltuario o errato o non le usano affatto”. 

Borsa della Ricerca, a Napoli la seconda tappa del tour nazionale

NAPOLI. “Siamo già al lavoro per la X edizione della Borsa della Ricerca in programma a fine maggio a Salerno” ha detto Tommaso Aiello, Direttore Generale di Fondazione Emblema, chiudendo i lavori della tappa partenopea del tour nazionale della BdR 2019. “Anche quest’anno abbiamo voluto organizzare un tour in giro per l’Italia per raccontare la manifestazione attraverso la testimonianza di chi vi ha già partecipato, crediamo così che la qualità e la quantità dei delegati che interverrà possa aumentare ancora.”  Il Tour è il road show di presentazioni della Borsa della Ricerca, la manifestazione che ogni anno fa incontrare al Campus di Fisciano (Sa) centinaia di delegati del mondo aziendale e universitario (gruppi, dipartimenti, spin off) ma anche start up e investitori pubblici e privati, dando vita a nuove collaborazioni e nuove opportunità di sostegno economico alla ricerca: il progetto, dal 2010 al 2018, ha visto l’organizzazione di oltre 8.000 incontri che hanno dato vita a oltre 1.000 collaborazioni. La Borsa della Ricerca e il tour di presentazione sono realizzati in collaborazione con l’Università di Salerno e con la Regione Campania, nonché con il sostegno di Sviluppo Campania  “La Regione Campania sostiene ancora una volta il sistema ricerca e il tessuto produttivo campano, partecipando alla Borsa della Ricerca e sostenendo questo tour su tutto il territorio nazionale per reclutare talenti e best practices – ha dichiarato Antonio Marchiello, Assessore alle Attività Produttive e Ricerca Scientifica della Regione Campania”. “Attraverso il sostegno a questa iniziativa di condivisione e networking – prosegue Marchiello -  la Regione intende favorire e rafforzare un più stretto contatto fra il mondo della ricerca e quello del tessuto imprenditoriale, creando a Fisciano un’importante momento di confronto tra ricercatori e aziende che possa dar vita a nuove collaborazioni. Su ricerca e innovazione la Giunta De Luca ha dimostrato di avere sia una visione che una strategia lungimirante, perfettamente in linea con gli Orientamenti Europei.  In questa logica è fondamentale aver constatato che la proposta della Commissione U.E. del nuovo quadro finanziario pluriennale 2021 -2027 (approvata a maggio 2018) prevede il raddoppio dei fondi destinati a ricerca e innovazione”.  Il Tour della Borsa della Ricerca prosegue con due appuntamenti programmati il 28 novembre a Bari e il 4 dicembre a Bologna.

Carabiniere travolto dal treno, proclamato lutto cittadino a Caserta

CASERTA.  Il sindaco di Caserta Carlo Marino ha proclamato il lutto cittadino per venerdì 9 novembre, in occasione delle esequie del vicebrigadiere dell'Arma dei Carabinieri Emanuele Reali, che si svolgeranno a Piana di Monte Verna. Reali, in servizio presso il nucleo radiomobile della compagnia dei Carabinieri di Caserta, ha perso la vita ieri, travolto da un treno mentre attraversava i binari nel corso di un'operazione anticrimine. I funerali saranno celebrati venerdì 9 novembre alle ore 15. L'Amministrazione comunale di Caserta, si legge nell'ordinanza sindacale, "raccogliendo la spontanea partecipazione dei cittadini, intende manifestare in modo tangibile e solenne il dolore della città, stringendosi intorno alla famiglia Reali e all'Arma dei Carabinieri". Nel corso della giornata la bandiera della città di Caserta sugli edifici pubblici sarà esposta a mezz'asta. L'ordinanza dispone inoltre la partecipazione del gonfalone cittadino, scortato dagli agenti di Polizia Municipale in alta uniforme, alle esequie che si terranno a Piana di Monte Verna. Nello stesso provvedimento il sindaco Marino invita a osservare nei luoghi di lavoro, sempre il giorno 9 novembre, un minuto di silenzio e raccoglimento alle ore 15, in coincidenza delle esequie e in tutte le scuole cittadine, nel corso dell'orario scolastico. L'ordinanza si chiude con l'invito ad osservare, nei luoghi dove si tengono eventi pubblici di spettacolo, intrattenimento o sportivi, un minuto di silenzio e raccoglimento o, comunque, una appropriata forma di ricordo. "Non è solo un atto formale o dovuto - spiega il sindaco - ma è una reale esigenza di trasformare in qualcosa di concreto un sentimento comune dell'intera cittadinanza. La comunità casertana sta esprimendo in queste ore la commozione e il cordoglio per quando accaduto ad Emanuele, la vicinanza alla sua famiglia, a partire dalla moglie e dalle sue bambine, la gratitudine all'Arma dei Carabinieri ed a tutte le forze dell'ordine che ogni giorno rischiano la vita in una battaglia impari contro la criminalità, per garantire la sicurezza delle nostre città. Con la proclamazione del lutto cittadino - conclude Marino - abbiamo soltanto voluto dare una forma a queste emozioni condivise". 

Tar Campania: no a sale scommesse troppo vicine a scuole o chiese

NAPOLI. No alle sale scommesse troppo vicine a scuole o chiese. Lo ribadisce il Tar Campania sul ricorso presentato da una esercente di Avellino, a cui il Questore non ha concesso la licenza per l'attività di raccolta scommesse. La sala in questione, ricorda il Tar, è collocata a meno di 500 metri da un liceo, dunque non rispetta la norma sulle distanze minime contenuta nel regolamento comunale sul gioco d'azzardo. «La Questura deve verificare la sussistenza di tutti i requisiti, non solo di quelli richiesti dalla legislazione di pubblica sicurezza, ma anche di quelli sul rispetto delle normative, regionali o comunali, in materia di distanze minime delle attività commerciali dai luoghi "sensibili"», scrivono i giudici nella sentenza. Il Tar, come riporta Agipronews, ricorda poi che «la localizzazione dei punti di raccolta del gioco è una materia che attiene alla tutela della salute e dell'ordine pubblico e che entrambe le tutele sono espressamente richiamate nell'ottica della prevenzione dal rischio di accesso al gioco da parte dei soggetti più vulnerabili, quali i minori di età». Anche il Consiglio di Stato, si legge ancora, ha stabilito che «una autorità amministrativa non può effettuare valutazioni discrezionali per il rilascio di un titolo abilitativo, quando vi è una ragione oggettivamente ostativa all'effettuazione della relativa attività» e quindi «il Questore è tenuto, per il rilascio dell'autorizzazione, a verificare la sussistenza di tutti i requisiti, non soltanto di quelli stabiliti dalla legislazione di polizia, ma anche di quelli previsti dalle ulteriori fonti normative».

Scossa in Irpinia di magnitudo 3.0, panico e gente in strada

AVELLINO. Una scossa di terremoto di magnitudo 3.0 è stata registrata, alle 12.18, dalla Rete sismica dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, a due chilometri a ovest di Paternopoli, in provincia di Avellino. L'evento è stato localizzato a una profondità di 10 chilometri, ed è stato avvertito dalla popolazione. La gente è scesa in strada a Grottaminarda, Luogosano, Castelfranci e San Mango sul Calore. A Paternopoli sono state evacuate le scuole a scopo precauzionale. Non si registrano al momento danni, ma sono state avviate dai vigili del fuoco del comando provinciale di Avellino le verifiche sugli edifici pubblici.

Travolto da un treno mentre insegue un ladro, morto carabiniere

CASERTA.  Tragedia a Caserta dove un carabiniere è morto investito da un treno mentre inseguiva un presunto ladro. Il fatto è avvenuto in via Ferrarecce, strada che affianca i binari della ferrovia nei pressi della stazione di Caserta. Il militare, vicebrigadiere di 34 anni in servizio al nucleo radiomobile di Caserta, era impegnato insieme ad alcuni colleghi nell'inseguimento di un ladro quando, dopo aver scavalcato il muro di recinzione, ha attraversato i binari senza accorgersi dell'arrivo di un treno, che lo ha investito.

IL CORDOGLIO DI SALVINI. ''Un carabiniere di 34 anni, Emanuele Reali, è stato travolto e ucciso da un treno mentre stava inseguendo un delinquente. È successo a Caserta. Lascia moglie e due figli piccoli. Una preghiera e un abbraccio alla famiglia e agli amici di Emanuele e a tutte le Forze dell'Ordine''. Lo scrive in una nota il ministro dell'Interno Matteo Salvini. 

Lampis direttore ad interim della Reggia di Caserta

CASERTA. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali rende noto che "nell'attesa del compimento del bando di selezione internazionale, ha avviato le procedure necessarie per la nomina di Antonio Lampis, Direttore Generale Musei, quale Direttore ad interim della Reggia di Caserta".

Ischia, De Luca: condono del Governo porterà morti

NAPOLI. "La posizione assunta dal Governo è totalmente irresponsabile per un verso, e totalmente demagogica per un altro verso, perché non si muoverà una foglia ad Ischia in queste condizioni. L'ultima proposta avanzata dal Governo, dovesse andare avanti, con la sanatoria generalizzata per tutti gli immobili, ad Ischia porterà i morti". Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a margine della seduta odierna del Consiglio regionale. "Quando abbiamo approvato legge regionale sull'abusivismo edilizio, poi impugnata dalla Corte costituzionale, noi - prosegue De Luca - facevamo una netta distinzione tra quali manufatti si potevano sanare e quali no, in base ad una posizione realistica, l'unico che non l'ha capito perché è un po' ottuso, è il segretario dei Verdi, Angelo Bonelli. Facevamo poi anche una proposta al Parlamento per bloccare il nuovo abusivismo. Proponevamo di cancellare dagli albi professionali architetti, ingegneri, geometri, che collaboravano ai progetti abusivi, di escludere dalle gare le imprese che realizzavano alloggi abusivi, e di aumentare le pene ai titolari di alloggi abusivi, anche con la previsione di pene detentive. Queste proposte avrebbero bloccato l'abusivismo futuro", conclude.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale