Venerdì 17 Agosto 2018 - 15:25

Reggia di Caserta, Felicori deve lasciare

CASERTA.  «In ragione della legge sulla quiescenza obbligatoria per limiti di età dei dipendenti pubblici, il mio contratto con lo Stato come direttore della Reggia di Caserta cesserà con il prossimo ottobre, in anticipo di un anno rispetto alla scadenza indicata. Peccato». Lo scrive su Facebook il direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori, annunciando di essere costretto a lasciare il suo incarico il prossimo 31 ottobre. 

Vaccini, non si placa la polemica. De Luca: netta contrarietà al rinvio dell'obbligo

Non si placa la polemica sui vaccini. Dopo l'appello dei medici al Parlamento perché, "nelle sue decisioni, rispetti sempre la scienza e metta il ministro della Salute, Giulia Grillo, nelle migliori condizioni per lavorare" - come sostenuto dal presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo) Filippo Anelli - e dopo le parole del ministro Grillo che, via Facebook, ha assicurato "nessun passo indietro sull'obbligo vaccinale", arrivano le prese di posizione di Umbria e Campania.

UMBRIA. "Noi non arretreremo in questa conquista di civiltà e non scambieremo la salute delle persone per quattro miseri voti di movimenti minoritari, oscurantisti, antiscientifici... la Regione Umbria si doterà di una propria legge regionale mantenendo l'obbligo della certificazione vaccinale per l'iscrizione a tutte le scuole dell'Umbria". E' quanto scrive la governatrice Catiuscia Marini sul suo profilo Facebook dopo che, sabato, il Senato ha approvato un emendamento al decreto Milleproroghe che fa slittare di un anno l'obbligo vaccinale come condizione per l'ingresso alle scuole dell’infanzia e ai nidi.

"I vaccini - scrive Marini - sono una conquista della ricerca scientifica, dell'avanzamento della scienza medica, avere le vaccinazioni pubbliche e gratuite garantite dal servizio sanitario è un risultato democratico di uguaglianza di diritti. Vaccinarsi significa proteggere se stessi e la comunità di appartenenza. L'Umbria da molti anni è in testa per coperture vaccinali sulla popolazione di riferimento. Tutelare la salute dei bambini e proteggere i bambini immunodepressi che non possono vaccinarsi è un obbligo delle istituzioni preposte alla salute".

CAMPANIA. Sulla stessa linea il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che ha espresso "netta contrarietà al rinvio dell'obbligo sui vaccini, che rischia di determinare un danno enorme alla salute dei più fragili e soprattutto di far arretrare una battaglia che ci ha visti impegnati con determinazione per raggiungere obiettivi di sicurezza per i nostri bambini" si legge su Facebook.

"La Regione Campania verificherà la possibilità di norme legislative autonome in relazione alla necessità di mantenere gli obiettivi. Intanto partirà un'ulteriore verifica attenta dell'Anagrafe delle vaccinazioni. Le famiglie inadempienti saranno escluse da misure sociali di sostegno che rientrano nelle competenze della Regione, a cominciare dal contributo per gli asili nido. Per il resto non arretreremo di un millimetro per mantenere alti i livelli di vaccinazioni in Campania".

Licenziati in tronco 6 custodi assenteisti della Reggia di Caserta senza aspettare il processo

CASERTA. Licenziati in tronco sei custodi della Reggia di Caserta accusati di assenteismo. Lo ha deciso il Ministero dei Beni culturali, applicando la legge Madia, prima che il pm si esprimesse sull’indagine coordinata dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. L'indagine che li ha coinvolti, come ricostruisce Il Mattino, è stata avviata a seguito di alcuni furti di poco conto verificatisi nell'agosto 2016, che misero in evidenza della falle nella sicurezza visto che nessuno si accorse dei ladri perché i custodi non erano al loro posto davanti ai monitor. Una situazione che fece scattare gli accertamenti nei loro confronti da parte della polizia.

IL MINISTRO. "Intendo approfondire ogni profilo di quanto accaduto presso la Reggia di Caserta e chiederò gli atti al ministero competente. L'assenteismo dev'essere combattuto senza tentennamenti, nell'interesse non soltanto dei cittadini ma anche di tutti i dipendenti onesti, corretti e diligenti, che - tengo a sottolinearlo - rappresentano la stragrande maggioranza. Oltre alle sanzioni, sono indispensabili - in un'ottica di prevenzione - i controlli biometrici". Così il ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno sul licenziamento dei sei custodi della Reggia di Caserta accusati di assenteismo.

Impiantato pacemaker a una donna di 104 anni all'ospedale di Caserta

CASERTA. Impianto di pacemaker a 104 anni. È quanto è stato effettuato nei giorni scorsi presso l’Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, che sotto la conduzione del direttore generale Mario Nicola Vittorio Ferrante si sta sempre più qualificando per l’alta specializzazione e per la capacità di dare risposte sanitarie anche in condizioni critiche.

È il caso della donna di 104 anni residente in un Comune della provincia di Caserta, che, intorno alle 22, mentre era nella sua abitazione, ha avuto una perdita di coscienza con trauma cranico. Trasportata dai parenti al Pronto Soccorso dell’Ospedale casertano, dopo i primi accertamenti del caso, è stata ricoverata presso l’Unità di terapia intensiva cardiologica (Utic) per il riscontro all’elettrocardiogramma di un disturbo di conduzione dell’impulso elettrico cardiaco. Per questo motivo, alcuni battiti non erano stati condotti correttamente e il cuore aveva rallentato causando una ridotta perfusione cerebrale che a sua volta aveva comportato la sincope. In questi casi la terapia consiste nell’impianto di un pacemaker, un dispositivo sistemato a livello sottocutaneo nel torace e dotato di cateteri che per via venosa arrivano fino al cuore, in grado di “sostituire” l’attività elettrica cardiaca quando sono presenti patologie della formazione o della conduzione dell’impulso elettrico.

L’anziana donna è stata operata per l’impianto di pacemaker dal dottor Miguel Viscusi e dalla sua équipe ed è stata seguita per la durata del ricovero nel reparto di Cardiologia diretto dal professore Paolo Calabrò. La degenza è trascorsa senza complicanze e la paziente è stata dimessa, rientrando al suo domicilio in buona salute. Tornerà tra qualche settimana in ospedale per il controllo post-dimissione.

Stop al caldo, arrivano piogge e temporali

NAPOLI. La Protezione civile della Regione Campania ha dirmato un avviso di allerta meteo per piogge e temporali con conseguente criticità idrogeologica di colore Giallo valevole dalle 11 alle 20 di domani su tutto il territorio. In particolare, sono previste "Precipitazioni da locali a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale con possibili raffiche di vento nei temporali". La Protezione civile, precisa che «i fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento e fulminazioni». Tra i principali scenari di evento previsti: «Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto materiali, allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse». La criticità riguarda il rischio idrogeologico da temporali.

 

Rifiuti, intesa in Prefettura per il contrasto ai roghi

NAPOLI. Domani, venerdì 3 agosto, alle ore 12,00, presso la Prefettura di Napoli, l'Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti, i sindaci dei comuni di Napoli, Afragola, Maddaloni, Marcianise, il Commissario straordinario del Comune di Nola e il Direttore di Tronco di Cassino della società Autostrade per l'Italia sottoscriveranno il "Documento di intenti per la collaborazione e il monitoraggio del fenomeno e dell'abbandono illecito dei rifiuti". Con tale documento, la società Autostrade e i citati Comuni della Terra dei Fuochi si impegnano a collaborare e a sostenere azioni di contrasto del fenomeno deiroghi di rifiuti. L'iniziativa, promossa dall'Incaricato, si inserisce nel quadro delle attività già in essere con tali Comuni, dove sono stati istituiti, recentemente, i presidi dedicati dei militari dell'Esercito. Particolare interesse assume, tra le altre, la clausola con la quale società Autostrade potrà mettere a disposizione, in aree del territorio significativamente esposte all'abbandono e all'incendio di rifiuti, strumentazioni di videosorveglianza per le specifiche attività di controllo delle Polizie locali. 

Ordine Medici Chirurghi ed Odontoiatri, incarico per Maria Erminia Bottiglieri nella federazione nazionale

CASERTA. È la presidente dell’Ordine provinciale dei medici - chirurghi e degli odontoiatri di Caserta, la dottoressa Maria Erminia Bottiglieri (nella foto), la Referente nazionale dell’Area Strategica della Professione. Questo l’incarico che le è stato affidato dalla FNOMCeO, la Federazione Nazionale Ordine Medici Chirurghi ed Odontoiatri.

«Mi sento onorata da questo incarico – le parole della dottoressa Maria Erminia Bottiglieri – ma anche gravata da una grande responsabilità e da un compito oneroso, dovendo coordinare tutte le problematiche che riguardano a livello nazionale la professione del medico e quella dell’odontoiatra. In tal senso ho formulato delle proposte concrete al Presidente nazionale e al Comitato centrale che potrebbero avere importanti risvolti e che interessano anche la nostra provincia».

Le proposte riguardano, infatti, la tutela della professione anche in senso legale, la violenza a danno degli operatori sanitari con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di lavoro, la violenza di genere, i rapporti con le istituzioni, in modo che anche i medici possano esprimersi in merito a percorsi gestionali che, attualmente, subiscono in maniera passiva.

«La possibilità, per chi lavora sul campo in maniera attiva e non da “amministratore”, di poter esprimere un giudizio su organizzazioni e normative è fondamentale – secondo la Presidente dell’Ordine casertano – perché darebbe un contributo a ridurre criticità che può valutare solo chi le vive direttamente. Questi obiettivi, che potrebbero sembrare una ostinata difesa del medico “vittima” del sistema, in effetti, se realizzati, migliorerebbero l’assistenza ai cittadini che devono essere al centro della nostra attività. Rendendo migliori le loro condizioni lavorative, i sanitari si sentirebbero più gratificati e motivati nello svolgimento della professione. Inoltre, riprenderebbe anche quel rapporto o alleanza medico-paziente che negli ultimi anni si è perso, rappresentando questa una delle cause di dibattiti, controversie e “facili” denunce fra le parti».

Intanto, proprio in tema di violenza sugli operatori sanitari, l’Ordine dei medici - chirurghi e degli odontoiatri di Caserta comunica che da parte del gruppo di lavoro interno della FNOMCeO è stato predisposto un questionario rivolto a tutti gli iscritti di ogni singolo Ordine provinciale, disponibile sul portale della Federazione Nazionale www.fnomceo.it e compilabile on line. Il questionario denominato “Violenza sugli operatori sanitari e burnout” è assolutamente anonimo, dettagliato nella sua formulazione, proprio allo scopo di inquadrare quanto più possibile gli episodi di violenza e i contesti in cui questi si determinano, oltre che strutturato in modo da delineare la condizione personale, spesso a rischio burnout, in cui i professionisti medici e odontoiatri si trovano a esercitare.

Il termine per la compilazione dei questionari è fissato al 30 settembre. Riuscire a realizzare un quadro della situazione, con le risposte che si raccoglieranno a livello nazionale e che poi saranno analizzate da esperti, consentirà di conoscere il punto di vista dei medici e degli odontoiatri. Il questionario servirà ad aiutare a soddisfare le richieste di sicurezza di tali professionisti, che operano a volte quotidianamente in condizioni logistiche non idonee, passando attraverso una strategia, su scala nazionale, di azioni finalizzate alla prevenzione dei rischi.

Cronista minacciata dalla figlia del boss: «Ti tolgo il cuore»

NAPOLI. «La figlia del boss Venosa, in un post pubblicato su Facebook, ha augurato a Marilena Natale tutto il male del mondo. Altrettanto fa la nipote di Luigi Venosa, precisando che se la incontra “le deve togliere il cuore". Tutto per un articolo riportato da diverse testate, ma non scritto e tantomeno sollecitato da Marilena Natale». Lo rende noto, in un comunicato il Sindacato unitario dei giornalisti della Campania e la Federazione nazionale della Stampa italiana che «sono al fianco di Marilena ed esprimono preoccupazione per queste ulteriori minacce che sono state già segnalate al ministero dell'Interno e alla Procura di Napoli. Il procuratore Melillo, in particolare, ha assicurato che seguirà personalmente la vicenda». «È importante - conclude la nota di Fnsi e Sugc - non far calare l'attenzione su un territorio complesso come quello del Casertano e rilanciare la denunce e le inchieste di chi viene minacciato e aggredito per il proprio lavoro e il proprio impegno per la legalità». 

Consiglio regionale: ok al maxi-emendamento al bilancio

NAPOLI. Ok del consiglio regionale della Campania al maxiemendamento presentato dalla maggioranza, che ha sostituito interamente il testo del collegato alla legge finanziaria regionale del 2018, licenziato dalla Commissione Bilancio. Sul documento ieri il governatore De Luca ha posto la fiducia. L'assemblea regionale ha approvato il documento con la prima con votazione elettronica sul maxiemendamento, con 31 voti favorevoli su 46 votanti, contrari 11, e in seconda votazione sulle misure attuazioni Defr 2018-2020 collegato alla legge stabilità regionale emendato dal maxiemendamento, con voto palese per appello nominale, con 31 voti favorevoli su 47 presenti. Il maxiemendamento è composto da un solo articolo e 66 commi che contengono norme in materia di trasporto pubblico, tutela dell'ambiente e del territorio, ricerca e innovazione, pari opportunità e inclusione sociale, razionalizzazione finanziaria, contabilità e controlli. Ben 1,3 milioni di euro sono stanziati per i giovani ricercatori: di cui 800mila euro destinati al Biogem e 500mila al Ceinge. Altre risorse sono stanziate per il rifinanziamento di Fondazione Idis-Città della Scienza, alla quale vanno un milione per il 2018 e 3milioni per il 2019 e il 2020 come contributo ordinario, subordinato al piano di ristrutturazione e del nuovo statuto della Fondazione stessa. Altri 3 milioni vanno al comparto agricoltura, a supporto dello sviluppo rurale agricolo e agroindustriale. 

L'Arpac sarà dotata di "polizia giudiziaria ambientale", i cui componenti saranno individuati e nominati dal direttore generale, tra il personale incaricato delle ispezioni. Il testo prevede lo stanziamento di 300milioni di euro per i danni alle abitazioni causati da cedimenti delle cave sotterranee. I Comuni dovranno prevedere un censimento delle cave sotterranee. Con la legge, poi, è prevista l'equipollenza delle lauree specialistiche e magistrali in Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche con le specialistiche e magistrali in Biologia per i concorsi pubblici in ambito medico-sanitario.

Viene rifinanziata anche la legge per il premio Massimo Troisi, insieme con il Comune di San Giorgio a Cremano, con 300mila euro l'anno per il 2018, 2019, 2020. Istituito, poi, un fondo per le attività e iniziative istituzionali con un budget di 3,8 milioni. Altri 70mila euro l'anno per tre anni vanno come contributo per l'acquisto di parrucche di donne affette da alopecia da chemioterapia. È previsto sport gratis per i ragazzi di età tra i 6 e i 15 anni con un Isee inferiore a 10mila euro. Per questo progetto, la regione individua le aree a maggior disagio sociale e prevede un contributo di 150mila euro per il 2018. È previsto il "Fondo per il sostegno di azioni per il trasporto ferroviario delle merci". Il testo, inoltre, prevede l'istituzione di una società regionale unica del Polo ambientale, entro il 31 dicembre 2018. La Giunta approva l'atto costitutivo in materia ambientale e di difesa del suolo, il piano triennale. La società avrà un capitale non inferiore a 200mila euro. Sempre in materia ambientale, sono confermati 6milioni e 750mila euro per la ricapitalizzazione di Campania Ambiente Spa. Per ridurre l'inquinamento atmosferico e migliorare la qualità dell'aria, la Regione avvia la ricognizione dello stato della qualità dell'aria dei Comuni campani, al termine della quale la Giunta adotta un Piano regionale per la Qualità  dell'aria, prende la predisposizione di piani per il traffico comunali e regionale, predispone ztl minime e il blocco del traffico in orari e giorni da definire.

Benevento, lettera di minacce a Clemente Mastella

BENEVENTO. Una lettera di minacce è stata recapitata al sindaco di Benevento, Clemente Mastella. La lettera è arrivata al Comune ed è stata sequestrata dalla Polizia che ha avviato le indagini. «Lo dicevo ieri per la scritta razzista comparsa sui muri della città, lo ripeto oggi per quanto accaduto a me: è un clima che non mi piace», ha detto Mastella. All'interno della lettera ci sarebbero riferimenti ai lavori da avviare al cimitero.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli