Lunedì 22 Ottobre 2018 - 13:44

Da Serapo parte la nuova movida estiva

GAETA. Lavori quasi ultimati e grande voglia di ripartire anche questa estate con l’appuntamento pontino del divertimento: sul lungomare di Serapo torna il Pool Clubbing nella nuova veste del Selene Beach Club. Si riconferma un preciso modo di fare movida, di vivere le notti estive sul mare. Un progetto – nato cinque anni fa dall’idea di alcuni amici – di party confezionati nei minimi particolari, con attenzione e cura per i dettagli, musica ricercata e calda atmosfera, che dopo tante stagioni si conferma una certezza a Gaeta e dintorni. Ogni sabato dal 25 giugno fino al termine di questa estate 2016 notti esclusive firmate Pool Clubbing: dj set sempre ricercato e diverso
L’estate 2016 ci accoglie al Selene Beach Club con spazi e prospettive diverse e più accoglienti: nuova pista, nuovo bar, un nuovo concept di club ma stessa voglia di regalarci puro calore e divertimento. In tutto questo è facile cogliere l’intraprendenza e la freschezza di questo gruppo di ragazzi che lavora con il sorriso per offrire agli amanti della notte passione autentica firmata Pool Clubbing,uno stile unico di party with soul.

Medicina, asse biotech Campania-Germania. Siglato protocollo di intesa Biocam-Itkam

Si rafforza l'asse Campania-Germania sul fronte delle biotecnologie della salute. Biocam, Aggregazione pubblico-privata della Regione Campania specializzata nella ricerca e nel trasferimento tecnologico delle biotecnologie applicate alla salute dell’uomo, sigla un “Protocollo di intesa” con l'ITKAM - Camera di Commercio Italiana per la Germania, per avviare e consolidare le collaborazioni di ricerca e di sviluppo con i più avanzati centri biotecnologici tedeschi e alcuni dei più importanti gruppi industriali europei. La Germania è infatti leader in Europa nel mercato delle innovazioni biotecnologiche e sede dei più importanti centri di sviluppo di prodotti destinati al commercio e utilizzo clinico.

Il Protocollo di Intesa è stato firmato nell’ambito del Workshop internazionale “Biomarker, Biobanche e Biofarmaci: un ponte tra Napoli e l'Europa”svoltosi la scorsa settimana al Centro Congressi Federico II. A siglare il Protocollo sono Lucio Annunziato, presidente di Biocam Scarl, ed Emanuele Gatti, Presidente di ITKAM.

Firmano il protocollo anche altre tre società biotecnologiche aderenti a Biocam: Neatech.IT S.r.l. rappresentata da Joseph Grosso, Genetic S.p.A. rappresentata da Rocco Carmelo Pavese e Merigen Research S.r.l. rappresentata da Sebastiano Di Biase.

"La firma di questo Memorandum accelera un percorso di internazionalizzazione strategico per tutti i nostri partner e per il sistema biotecnologico campano nel suo complesso” afferma Lucio Annunziato, presidente di Biocam Scarl e ordinario di Farmacologia alla Federico II di Napoli. Grazie a questo accordo saranno possibili nuove sinergie con imprese e centri di ricerca traslazionale del distretto dell'Assia, per esempio, tra i più importanti d'Europa nel settore dei biofarmaci. Questa cooperazione - evidenzia infine Annunziato - è molto importante non solo per il sistema della ricerca, ma anche da un punto di vista del mercato facilitando il confronto dei nostri attori territoriali con potenziali investitori di primo livello, un aspetto su cui la Campania è tradizionalmente deficitaria” 

"Una volta si diceva che la Germania fosse la Farmacia del mondo. Ora - spiega Emanuele Gatti, presidente di Itkam, Camera di Commercio Italo tedesca - non è più così. I tedeschi spendono circa 28 miliardi di euro l'anno per prodotti di biotecnologia medica. Il dato interessante per le imprese italiane è che circa 10 miliardi della spesa riguardano l'export. Questo protocollo apre prospettive di business molti significative per il network biotech campano".

Competitività, nuovi investitori, alleanze di ricerca: I punti dell'intesa
Il Protocollo di intesa punta rendere più competitivi i suoi partner sui mercati europei attraverso la creazione di un consorzio focalizzato sulla ricerca e lo sviluppo di prodotti biotecnologici avanzati, tra cui kit diagnostici, bio-farmaci e dispositivi medici di nuova generazione. 
Il consorzio renderà più facile l’accesso dei soggetti coinvolti a finanziamenti e programmi di ricerca sia europei sia nazionali.
Sul fronte dell’internazionalizzazione delle imprese, i membri del consorzio si impegnano ad attrarre investimenti e favorire l’ingresso dei partner nei propri mercati (Italia e Germania) collaborando allo sviluppo e alla commercializzazione dei prodotti. 
In particolare, sulla base del Protocollo tutti i soggetti si impegnano a rafforzare la cooperazione nelle seguenti aree: sviluppo di prodotti farmaceutici; diagnostica applicata e diagnostica in vitro; medicina basata su soluzioni di Information Technology e bioinformatica; tecnologie avanzate per la mobilità di pazienti affetti da patologie neurodegenerative; dispositivi medici di nuova generazione in grado di aumentare l’autonomia dei pazienti.
Tutte le parti si impegnano infine a stabilire relazioni di cooperazione reciproca tra centri di eccellenza, istituzioni, imprese e organizzazioni favorendo: il reciproco ingresso in reti e acceleratori di ricerca internazionali; l’accesso a finanziamenti e fondi sia pubblici sia privati; il supporto a strumenti di accesso al mercato; il reciproco supporto normativo e giuridico.
La cooperazione tra il network di Biocam e quello tedesco sarà attuato anche attraverso: sessioni di lavoro congiunte per ogni gruppo di lavoro; progetti comuni; verifiche dello stato di avanzamento delle varie attività. Il protocollo d'intesa rimarrà in vigore per un periodo di tre anni.

Gli accordi con il FIZ e l’Università di Francoforte 
L'incontro del 16 giugno fa seguito alla precedente missione tenuta da una delegazione di BIOCAM lo scorso marzo a Francoforte, guidata dal presidente prof. Lucio Annunziato”, nel corso della quale il network campano ha stretto una serie di collaborazioni per lo sviluppo dei propri brevetti con i gruppi industriali del “FIZ”, il centro di innovazione sulle biotecnologie di Francoforte (Frankfurter Innovationszentrum Biotechnologie) e avviato la condivisione di alcune innovative linee di ricerca su farmaci biotecnologici con il Dipartimento di Farmacologia della Goethe-Universität di Francoforte.

La Rete Biocam
Coordinata dalla Divisione di Farmacologia del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università “Federico II” di Napoli, la rete di Biocam raggruppa quattro organismi di ricerca (le Università di Napoli “Federico II” e di Salerno; il Centro Regionale di Competenza - CRdC Tecnologie S.c. a r.l. e il Ceinge - Biotecnologie Avanzate) e otto realtà industriali (Angelantoni Life Science Srl, Bio-ker Srl, Merigen Research Srl, Pierrel SpA, Neatec Spa, Neatech.it Srl, S.D.N. Spa, San Raffaele la Pisana Spa, Genetic Spa e Genomix4life).

 

Ignorarono un tumore, arrestato medico e moglie

Questa mattina, all'esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Casal di Principe hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della misura degli arresti domiciliari, emessa dall'Ufficio gip del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di due persone indagate per omicidio colposo, abusivo esercizio di una professione, violazione dei sigilli, falsità ideologica in certificati e sostituzione di persona. L'indagine ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di una coppia di coniugi che esercitavano la professione medica, con specializzazione in pediatria, in un Centro sanitario di Casal di Principe. Dal maggio 2011, il medico pediatra, proprietario del centro, unitamente alla moglie - che esercitava, secondo l'ipotesi accusatoria, in modo abusivo la professione medica - ebbe in cura una bambina di tre mesi: in presenza di una particolare sintomatologia, a seguito di varie visite, anche tramite ecografie, venivano prescritte varie cure, ma non si riteneva opportuno prescrivere una visita specialistica. Nel settembre 2013, la bambina venne, in mattinata, portata al Centro sanitario a causa di una forte crisi di pianto e di difficoltà urinarie. Il pianto veniva ricondotto alle troppe attenzioni dei genitori e, quindi, le veniva prescritto unicamente un antinfiammatorio. A causa del pianto persistente, nel pomeriggio i genitori decidevano di portare la bambina all'ospedale Santobono di Napoli, dove tramite un'ecografia, veniva rilevata la presenza di un'estesa massa tumorale, risultata essere, a seguito di approfondimenti eseguiti presso il Policlinico di Napoli, un Neuroblastoma al IV stadio, ossia un tumore maligno già metastatizzato. Dalla consulenza tecnica esperita su mandato della Procura della Repubblica, è emersa una colposa sottovalutazione della sintomatologia anche attraverso un'omissione dei doverosi approfondimenti diagnostici che determinò un ritardo nella diagnosi. La gravità dei fatti, unitamente all'esistenza di pregresse analoghe condotte in danno di altra minore, parimenti deceduta, induceva all'adozione della misura cautelare. Contestualmente all'arresto degli indagati i Carabinieri hanno anche eseguito un provvedimento di sequestro preventivo, del Centro sanitario in questione.

Renzi: «Cancelleremo la vergogna della Terra dei Fuochi»

"Crediamo nella Campania come luogo che non sia più chiamato terra dei fuochi, noi vogliamo cancellare questo scandalo, questa vergogna". Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi , in visita allo stabilimento Getra di Marcianise. 

"E' vero che questa vergogna l'hanno fatta altri, ma nella vita capita di doversi assumere responsabilità per colpa di altri. Noi restituiremo alla provincia di Caserta e alla Campania la bellezza di questo luogo e lo faremo, costi quel che costi".

"C'è una grande necessità di aprire il nostro territorio alle aziende che portano posti di lavoro ed è fondamentale che ci sia l'impegno di un giusto business ambientale, dal profondo del cuore grazie a Coca-Cola per questo investimento", ha detto ancora Renzi durante la sua visita. "Grazie ai dipendenti per la passione che mettono quotidianamente nel loro lavoro. Noi tutti insieme - ha poi sottolineato - prendiamo un impegno: restituire a questa terra la possibilità di credere nel futuro".

"Per troppo tempo tutto ciò che è qualità, eccellenza e innovazione nel Mezzogiorno è stato scientificamente mascherato, cancellato, finanche nascosto", ha aggiunto. "E' stato nascosto - ha spiegato Renzi - dalla mancanza di attenzione da parte della politica nazionale, ed è giusto che oggi chi la rappresenta si faccia carico della sua quota parte di responsabilità, ma anche dall'incapacità di mostrare realtà concrete, forti e autorevoli perché tutto era e talvolta è sommerso dagli aspetti negativi, che pure ci sono stati, ci sono e che andranno eliminati".

"Ci dicevano che era impossibile cambiare le cose in Italia. Stiamo dimostrando che non è così", ha ricordato il premier. "C'è chi vive solo di rassegnazione, poi c'è gente che si tira le maniche della camicia e ci prova", ha aggiunto.

Truffa Rc auto, campani assicurati come lombardi: 1.200 denunciati

NAPOLI. I finanzieri del Gruppo di Legnano, in provincia di Milano, hanno scoperto un'associazione a delinquere operante nell'alto milanese specializzata nel procacciare fraudolentemente, in favore di automobilisti residenti nella regione Campania, polizze assicurative 'Rc Auto' a tariffe notevolmente inferiori rispetto a quelle che i beneficiari avrebbero dovuto versare in base alla loro effettiva residenza. Gli ''ideatori'' del meccanismo sono stati denunciati per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e sostituzione di persona. Gli automobilisti ''beneficiari'' della frode sono stati invece deferiti all'Autorità Giudiziaria per il concorso nella truffa. Le indagini sono iniziate dopo la denuncia presentata da un agente di una delle compagnie di assicurazioni frodate che, da un riscontro interno, si era accorto che oltre 40 polizze richieste dalla stessa persona, un napoletano di 36 anni residente a Buscate, erano state emesse sulla scorta di documenti di identità e carte di circolazione con dati falsi. Le prime indagini hanno accertato che il soggetto aveva richiesto l'emissione di molte altre polizze alle agenzie della stessa compagnia assicuratrice di Gallarate e Magenta. Lo sviluppo delle indagini ha consentito di accertare che il trentaseienne napoletano, usando i medesimi collaudati meccanismi, era riuscito a raggirare altre agenzie con sedi a Milano e nei comuni dell'hinterland, ottenendo l'emissione di oltre 1.200 polizze 'Rc Auto' sempre in favore di cittadini campani solo formalmente residenti in Lombardia. I risparmi conseguiti illecitamente sulle tariffe ammontano ad oltre 250.000 euro su un montante di premi pari a circa 1 milione di euro.

Comune di Capaccio Paestum, sì unanime del consiglio regionale

Un lungo iter terminato con l'approvazione all’unanimità in consiglio regionale, della legge "Cambio di denominazione del "Comune di Capaccio" in "Comune di Capaccio Paestum"  proposta dal Generale Carmine De Pascale, capogruppo consiliare "De Luca Presidente in Rete" .  Si tratta di un’iniziativa nata nella precedente legislatura e caratterizzata anche dallo svolgimento di un referendum che ha rivelato la volontà favorevole alla proposta da parte dei cittadini di Capaccio. "Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto - commenta De Pascale - il cambio di denominazione del comune di Capaccio valorizzerá  il territorio in quanto il nome di Paestum rappresenta un brand riconosciuto in tutto il mondo ed un'attrazione turistica globale per il valore storico del sito archeologico. In questo modo si avrà un'impatto positivo su tutta l'economia del territorio. Ne beneficerà il settore turistico,  commerciale  e dei prodotti dell'enogastronomia tipica locale". Grande apprezzamento nelle parole del sindaco di Capaccio  Italo Voza che aggiunge - ringrazio a nome mio, della cittadinanza e del mondo intero, culturale e turistico, il Presidente De Luca ed il Generale De Pascale che ha portato avanti questa iniziativa. Non aver cambiato niente ma aver aggiunto il toponimo "Paestum" rappresenta un evento storico che porterà alla valorizzazione ed alla promozione a livello mondiale,  non solo del Comune di Capaccio, ma del territorio intero".

Schiaffi e minacce all'asilo, maestra arrestata per maltrattamenti ad Avellino

AVELLINO. La Polizia di Avellino ha eseguito una misura cautelare personale, che dispone gli arresti domiciliari a carico di una 58enne, insegnante presso una scuola materna di Avellino: la donna sarebbe responsabile di violenze fisiche e psicologiche su alcuni bambini, di età compresa tra i 3 e i 5 anni, che frequentavano il secondo anno della scuola.

Le indagini, condotte dai poliziotti della Squadra Mobile avellinese, avviate in seguito alle denunce di alcuni genitori, hanno consentito di acclarare che l'insegnante era solita minacciare verbalmente i bambini che spesso venivano anche schiaffeggiati e strattonati.

Poste Vita alla Giornata della Previdenza a Napoli

NAPOLI. La Giornata Nazionale della Previdenza si svolgerà in piazza Plebiscito ed è considerata una vera e propria EXPO del Welfare. È la manifestazione più importante in Italia  dedicata al mondo del lavoro e della previdenza. Il programma dei tre giorni prevede incontri, convegni e workshop per avvicinare e sensibilizzare i cittadini su temi di stretta attualità e interesse come la pensione, il lavoro e la salute allo scopo di aumentare e migliorare la diffusione della cultura previdenziale. Poste Vita è presente con un proprio stand in cui esperti consulenti sono a disposizione del pubblico per illustrare  Postaprevidenza Valore, il piano individuale pensionistico in grado di offrire una solida copertura previdenziale accessibile a tutti, a partire da 50 euro al mese. Inoltre, quest’anno Poste Vita organizza, per domani mattina, 12 maggio, il convegno dal titolo “Busta arancione: una buona base di partenza per sviluppare coscienza previdenzale”, al quale interverranno fra gli altri Francesco Maietta, Responsabile Area Politiche sociali del Censis, e  Sergio Sorgi, vice Presidente di Progetica. Poste Vita è leader di mercato nella Previdenza con oltre 805 mila polizze Postaprevidenza Valore, sottoscritte a partire da giugno 2005, mese del suo ingresso nel settore.

Criminalità, De Luca: «Ora il pugno di ferro»

NAPOLI. «Come Regione abbiamo in corso un programma di videosorveglianza in diversi quartieri di Napoli e in altre aree della regione. Entro giugno completiamo l’installazione di 51 telecamere ai Decumani e investiamo 300mila euro per il rione Sanità». A dirlo, nel consueto appuntamento settimanale su Lira Tv, è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Nel breve tempo occorre la repressione senza molti fronzoli, occorre mettere in campo il pugno di ferro. Ognuno è in grado di capire che se si va a mitragliare una caserma dei carabinieri, o vai ad uccidere in mezzo alla gente, bisogna eliminare i delinquenti dal consorzio civile. C’è una risposta da parte dello Stato con l’arresto di un altro boss. Poi bisogna capire che occorre un programma educativo e qui abbiamo deciso di tenere aperte le scuole tutto l’anno per avere luoghi dove accogliere bambini e bambine con le loro famiglie. E poi c’è il lavoro più di fondo, quello di creare occupazione aprendo cantieri. Questo lo faremo con l’uso dei fondi europei. Dobbiamo mettere in condizione la magistratura di poter lavorare in maniera serena», dice De Luca.

Casalesi, arrestato l'ex sindaco di Grazzanise

GRAZZANISE. Stamattina i carabinieri di Santa Maria Capua Vetere hanno eseguito otto arresti, di cui sei in carcere. Tra questi l'ex sindaco di GRAZZANISE Enrico Parente, l'attuale dirigente dell'ufficio tecnico tecnico comunale di GRAZZANISE e l'imprenditore Alessandro Zagaria, già arrestato nei giorni scorsi per altro filone. Le indagini della Dda portano a ipotizzare a carico degli indagati i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno, turbata libertà degli incanti, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, intestazione fittizia di beni e reati in materia di armi.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis