Giovedì 17 Gennaio 2019 - 8:43

“Ischia Walton Legend” a Dionne Warwick

È stato attribuito a Dionne Warwick, icona della musica mondiale con oltre 100 milioni di dischi venduti e ben 5 Grammy vinti, l’“Ischia William Walton Legend Award”. Il prestigioso riconoscimento, nell'ambito della 14esima edizione del Global Film & Music Festival, è stato assegnato in passato ad altrettanti 'giganti' del calibro di Burt Bacharach, Harry Belafonte, Sting, Sir Tim Rice, il produttore Clive Davis e Luciano Pavarotti.      Alla vigilia di un film sulla sua vita Dionne, prodotto da Andrea Iervolino e Monika Bacardi e annunciato a Cannes, la celebre artista americana, cugina di Withney Huston, sarà accolta il 10 luglio sull'Isola verde da una folla di star e di players hollywoodiani che giungeranno per il classico appuntamento dell'estate dello spettacolo mondiale, e le verrà consegnato il riconoscimento. Ad annunciare la notizia è il produttore della manifestazione Pascal Vicedomini che si dice "orgoglioso di rinnovare l'ormai gloriosa tradizione di Ischia Global con un'altra colonna della storia della musica: Dionne Warwick.Ancora una leggenda per consolidare il Film & Music Festival mentre a Napoli, nella stessa serata, ci sarà Sofia Loren e, due giorni dopo, aPompei, arriverà Elton John in concerto".      "Siamo entusiasti della partecipazione di Dionne Warwick - aggiunge Tony Renis, presidente onorario del festival - Un'autentica leggenda, con alle spalle 55 anni di successi superbi che la pongono di diritto nell'Olimpo al fianco di Ella Fitzgerald''. Proprio al recente festival di Cannes Iervolino e la Bacardi avevano annunciato il progetto 'Dionne' interpretato da LeToya Luckett, con Danny Glover, Olympia Dukakis, ispirato al best seller autobiografico 'My Life As I See It'.

Spettacolo napoletano in lutto, addio all'attrice Lucia Ragni

NAPOLI. Lo spettacolo napoletano piange un altro dei suoi figli illustri. Ieri sera, a 65 anni, è scomparsa per un male incurabile l'attrice Lucia Ragni (nella foto). Cominciò la sua carriera nel 1972 interpretando il ruolo di Giulia ne “La duchessa di Amalfi” di Webster, con la compagnia del teatro Alfred Jarry e, da allora, prese parte a numerosi spettacoli tra i quali alcuni scritti appositamente per lei da Salvatore Piscicelli, Carla Apuzzo, Riccardo Reim, Manlio Santanelli e Franco Scaldati. E' ricordata anche per aver recitato brillantemente in "Zio Vanja" con la regia di Marco Bellocchio. Al cinema è stata diretta da registi del calibro di Mario Martone ("Teatro di guerra"), Antonio Capuano ("Luna rossa"), Antonietta De Lillo ("Il resto di niente"), Paolo Sorrentino ("L'amico di famiglia"), Ivan Cotroneo ("La kryptonite nella borsa") e Stefano Mordini in "Pericle il nero". Tra le sue apparizioni televisive spiccano "Capri 2" su Raiuno e "I delitti del cuoco" su Canale 5 al fianco di Bud Spencer. La notizia della sua scomparsa è apparsa su Facebook in un post dell'attrice Antonella Morea ed è stata subito rilanciata da tutti i colleghi con i quali Lucia Ragni aveva lavorato.

Addio a Lino Toffolo, muore a 81 anni per un infarto l'istrionico artista veneto

VENEZIA. L'attore Lino Toffolo (nella foto) è morto la scorsa notte a causa di un infarto. Era nato nell'isola di Murano 81 anni fa. Era stato ricoverato in ospedale a Venezia per la frattura di un braccio a causa di una caduta. Ieri era tornato a casa dopo che i controlli avevano dato esito positivo. Ma, martedì sera, in casa, all'ora di cena, si era sentito male. Vani tutti i tentativi dei sanitari di rianimarlo. Lascia la moglie e tre figli. Toffolo era nato a Murano nel 1934, ed aveva cominciato la sua carriera nel 1963 nel celebre locale Derby di Milano, accanto a personaggi quali Bruno Lauzi, Enzo Jannacci, Franco Nebbia e più tardi Cochi e Renato. Nel 1966 l'attore, che era anche musicista, aveva pubblicato il suo primo album, 'Lino Toffolo'. Successivamente incide il suo disco di maggior successo, 'Oh Nina (vien giù da basso che te vogio ben)', con cui partecipa anche al Cantagiro 1969. Negli anni Settanta, Toffolo cantò la celebre 'Johnny Bassotto', una canzone per bambini scritta da Bruno Lauzi e Pippo Caruso, che fu usata come sigla per un programma domenicale abbinato alla Lotteria Italia. Nel 1968 il versatile attore comincia anche la sua carriera cinematografica con Lina Wertmüller , e tra i film per cui è più famoso ci sono 'Brancaleone alle crociate', diretto da Mario Monicelli, e 'Yuppi du', ambientato a Venezia, in cui recitò con Adriano Celentano. È poi al fianco di Mastroianni in 'Culastrisce nobile veneziano'. Tra le esperienze dell'istrionico artista veneto non è mancata la tv, con la quale ha raccolto una serie di successi. Dal 7 settembre '87 ha preso il posto di Claudio Lippi nel gioco a quiz di Canale 5 'Tuttinfamiglia' ed è stato confermato anche per il quinto ed ultimo anno. È stato, tra l'altro, a fianco di Alighiero Noschese in 'Canzonissima 1971'. Anche la regia, che era forse l'unica cosa che mancava alla sua lunga e variegata carriera, compare tra le esperienze artistiche di Toffolo. Nei primi mesi del 2006, l'attore ha infatti presentato il suo film 'Nuvole di vetro', da lui scritto, diretto ed interpretato, i cui dialoghi sono interamente in lingua veneta.

Fiorello protagonista all’Augusteo con l'applaudito spettacolo “L’Ora del Rosario”

NAPOLI. Rosario Fiorello (nella foto) è ritornato sui palchi italiani in una dimensione teatrale, dopo il grande successo del tour europeo che lo ha portato a Lugano, Zurigo, Bruxelles, Parigi e Londra. Il suo nuovo spettacolo, come lui stesso ha dichiarato, nasce dalla «gran voglia di sentire e toccare la gente». “L’Ora del Rosario” inizia sempre un giorno prima girando per le vie delle città, in questo caso Napoli, e conoscendo le persone del luogo che diventano, in qualche modo, autori di spunti comici e parte integrante dello show. Lo spettacolo, che sarà in scena al Teatro Augusteo di Napoli nei giorni 18 e 19 maggio 2016 alle ore 21 (dopo il precedente appuntamento lo scorso dicembre), è in perfetto stile Fiorello: analogico, fatto di puro intrattenimento e autentico divertimento. Tanti i temi trattati, dagli immancabili riferimenti all'attualità fino alle note di costume dei nostri giorni. Oltre 2 ore ininterrotte di monologhi, canzoni, gag, duetti di grande spessore con artisti del calibro di Mina e Tony Renis che, in ‘collegamento’ da Las Vegas, regalerà allo showman una versione molto particolare della celebre “Quando Quando Quando”. Ma in ogni tappa non mancheranno sorprese per il pubblico in platea, che diventerà parte attiva dello spettacolo. Rosario Fiorello interagisce così con gli spettatori, in un flusso continuo di fuori programma. Accompagnato dal vivo dalla band composta da Carmelo Isgrò al basso, Massimo Pacciani alla batteria, Antonello Coradduzza alle chitarre, diretta dal maestro e tastierista Enrico Cremonesi; e dal trio vocale “I Gemelli di Guidonia”: Pacifico, Luigi e Eduardo Acciarino, lanciati a “Fuori Programma” su Radio Uno, Fiorello gioca tra pop e swing con cover e mash-up di canzoni. Un ritorno tanto atteso quello di Fiorello a Napoli, che ha nuovamente registrato il tutto esaurito in entrambe le date, appena rese pubbliche. Uno spettacolo di Rosario Fiorello scritto con Francesco Bozzi, Claudio Fois, Piero Guerrera, Pierluigi Montebelli e Federico Taddia. La regia è di Giampiero Solari.

Addio a Rino Marcelli, a 85 anni va via uno dei massimi esponenti dell'avanspettacolo partenopeo

NAPOLI. E' morto domenica ad 85 anni Rino Marcelli, uno dei massimi esponenti dell'avanspettacolo e del teatro macchiettistico partenopeo. L'artista, al secolo Alberto Servo, nato il 12 marzo 1931, era figlio d'arte di Vincenzo Servo ed Ernestina Fischietti, caratteristi nelle compagnie di Viviani e Di Maio. I suoi inizi con Mico Galdieri che lo diresse al fianco di Dolores Palumbo, Carlo Taranto e Giuseppe Anatrelli. In tv recitò nel ciclo "Una voce una donna" al fianco di Marina Pagano, mentre al cinema prese parte nel 1996 a "Ninfa plebea" con la regia di Lina Wertmuller. Passò a recitare nella sceneggiata al fianco di Mario Merola e Pino Mauro in lavori come "O fuorilegge". Nel 1986 Roberto De Simone lo volle ne "La gatta Cenerentola", nel 1990 con Carlo Giuffrè recitò in "Miseria e nobiltà" al fianco di Luigi De Filippo. Nel '93 con Rosalia Maggio portò un recital in tour mentre nel 1995 ritornò con Mario Merola nella sceneggiata partecipando al Festival di Todi. Si ritirò dalle scene nel 2008.

Alfonso Signorini ospite d'eccezione a Qualiano

Oggi presso il Quartier Generale situato in via Circum.ne Esterna angolo via Diocleziano - Qualiano, si terrà l’inaugurazione di una nuova sede della Wedding Luxury Drive, società leader nel settore del matrimonio con la presentazione del progetto Wedding Total Care - officina del matrimonio.     

Ospite d’eccezione il giornalista ALFONSO SIGNORINI che sin dall’inizio ha creduto in questo progetto e che alle ore 18.30 taglierà il nastro della nuova struttura assieme all’imprenditore Salvatore Giamporcaro.

Il progetto nasce nel 2013 da un idea imprenditoriale di Salvatore Giamporcaro, founder della Wedding Luxury Drive, poi sposata da molti altri imprenditori del settore; un progetto già definito rivoluzionario perché è riuscito a riunire più professionalità e competenze in un unica sinergia imprenditoriale finalizzata a realizzare matrimoni completi ad un costo incredibile, solo 19,900 €. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica