Giovedì 26 Aprile 2018 - 17:25

Napoli non interessato a Dybala
Arriva il comunicato del club azzurro

NAPOLI. Il Napoli non ha gradito alcune voci che avrebbero visto Bigon parlare con i procuratori di Dybala per trattare l'acquisto dell'attaccante argentino. Per questo motivo è arrivata una secca nota di smentita sul sito ufficiale: "In merito ad alcune fonti stampa secondo le quali a Palermo, nei giorni scorsi, ci sarebbe stato un incontro tra il Direttore Sportivo del Napoli Riccardo Bigon e gli agenti del calciatore Dybala, il Napoli comunica che questa “notizia” è priva di qualsiasi fondamento".

Inter-Juve a Orsato, Mazzoleni per Fiorentina-Napoli

 Sarà Daniele Orsato l'arbitro di Inter-Juventus match valido per la 35esima giornata del campionato di Serie A in programma sabato, ore 20.45, a San Siro. Per l'altro big match della giornata, Fiorentina-Napoli, in programma domenica alle 18, è stato designato Paolo Silvio Mazzoleni.

Febbre azzurra, tutti vogliono andare a Firenze

E ora chi li ferma più il Napoli e i suoi tifosi. È quello che si sono chiesti a Firenze vista l’enorme richiesta di i biglietti per la gara di domenica alle 18 contro la Viola. Il successo in casa della Juventus ha galvanizzato non poco l’ambiente. Si è capito che è il momento buono per osare un sorpasso e andare a vincere lo scudetto. E proprio per questo motivo i giocatori non possono rimanere fuori in una trasferta che potrebbe valere tantissimo in chiave tricolore. Sì perché sei bianconeri dovessero anche pareggiare contro l’Inter al Meazza, un eventuale successo in Toscana vorrebbe dire testa della classifica. E a tre giornate dal termine difficilmente si potrebbe perdere il titolo. C’è voglia di tifare in casa Napoli. Nessuno si vuole perdere questo match contro la formazione allenata da Pioli. Si chiede strada agli avversari di turno per poter coronare un sogno incredibile. FEBBRE ALTA. Il settore ospiti del “Franchi” è andato in sold out dopo pochissimo tempo. Appena usciti i tagliandi sono spariti. I gruppi del Nord hanno fatto man bassa ma anche quelli di Napoli non sono stati da meno. Ci sono state richieste record alla Fiorentina Calcio per poter essere presenti a questa sfida importantissima. Inutile dire che sono stati comprati tagliandi anche di altri settori della struttura toscana. Praticamente si prevede un esodo di massa che potrebbe superare le diecimila presenze. Proprio così. Firenze verrà invasa da una fiumana azzurra che proverà a dare una mano ad Insigne e company in una partita che deve essere assolutamente vinta. Stavolta il divieto per i residenti in Campania non c’è. I possessori della tessera del tifoso stanno dragando i siti che vendono i biglietti per poter andare al Franchi. Rispetto al match con la Juventus la società azzurra non potrà accontentare tutti i suoi tifosi vip, quelli che erano in aereo con la squadra sia all’andata che al ritorno. Va anche detto che non ci sarà un charter perché la comitiva partenopea si trasferirà sabato pomeriggio in Toscana con il treno. ATTENTI AI BAGARINI. Inutile dire che quando c’è una richiesta così grossa entra in gioco la mano nera dei biglietti. Il bagarinaggio sarà parte attiva per questa partita. Qualche bagarino è già partito per Firenze per cercare di racimolare quanti più tagliandi e possibili. Ci sarà un controllo serrato e chi ha intenzione di comprarlo non legalmente rischia di non entrare al Franchi se non corrisponde il nome alla tessera. Le due questure, comunque, sono al lavoro per cercare di organizzare l’ordine pubblico. Non c’è odio come con la Juventus ma tra le due fazioni comunque non corre buon sangue. Bisogna, quindi, fare molta attenzione perché con tantissimi napoletani a Firenze qualche scontro violento ci potrebbe essere. Ci saranno controlli serrati e chi non sarà in possesso del ticket sarà invitato a non partire. A prescindere da tutto, la febbre azzurra è salita notevolmente e con queste premesse non calerà velocemente. Soprattutto se ci sarà il sorpasso.

La Roma ne prende cinque dal Liverpool, servirà un'impresa

Il Liverpool batte 5-2 la Roma nella semifinale d’andata di Champions League. Al 36’ Salah (nella foto) porta in vantaggio i “reds” con un gran sinistro a girare, imparabile per Alisson. Al 45’ è ancora l’ex giallorosso, in contropiede, a firmare il 2-0. Nella ripresa, all’11’, Manè sigla il 3-0 su assist di uno scatenato Salah. Non è finita perchè al 16’ arriva il poker dei “reds”, segna Firmino, servito ancora dall’egiziano. Al 24’ pokerissimo per i padroni di casa con un colpo di testa di Firmino. Al 36’ la Roma accorcia con Dzeko e, al 40’, segna su rigore Perotti. Finisce 5-2 per il Liverpool, il 2 maggio il ritorno all’Olimpico. Serataccia per la Roma, in balia di se stessa e con una difesa di burro: Salah l’ha tartassata con i suoi gol, i suoi assist. Eppure è finita con i giallorossi a rete due volte e con qualche speranza di rimonta all’Olimpico. L’avvio della squadra capitolina era stato promettente: la squadra giallorossa aveva imbrigliato il Liverpool e aveva colpito una traversa con Kolarov. Poi, alla mezzora, la squadra di Di Francesco è calata e il trio Manè-Firmino-Salah ha preso il sopravvento: una doppietta dell’ex giallorosso, ma i due gol nel finale portano il risultato sul 5-2. Al ritorno servirà un’altra impresa.

Campionato di Eccellenza, cambiano le date dei playoff

Rispetto a quanto comunicato in prima istanza dal Comitato Regionale Campania, ci sono modifiche per alcune gare di playoff del campionati di Eccellenza, inizialmente in programma domenica 29 aprile, ore 16.30 (orario federale). La prima riguarda l’importante spareggio promozione Agropoli-Sorrento che si giocherà sabato 28 aprile, ore 16, allo stadio Partenio-Lombardi di Avellino. La seconda, invece, riguarda la semifinale playoff del girone A Puteolana 1902-Casoria che si giocherà sabato 28 aprile alle ore 16 allo stadio “Domenico Conte”. 

Posillipo, domani la sfida alla capolista Pro Recco

Domani pomeriggio, alle ore 15.00, la squadra di pallanuoto maschile del Circolo Nautico Posillipo affronterà alla Scandone di Napoli gli avversari della Pro Recco, gara valida per la decima giornata del girone di ritorno. I rossoverdi si troveranno al cospetto della prima in classifica, dunque si prospetta una gara non proprio semplice, ma d’altra parte c’è la tenacia e la determinazione di una squadra che non molla mai (e lo ha dimostrato in più occasioni). 

IL PROGRAMMA (23ª giornata): Pro Recco-Posillipo (ore 15); 28/04: Savona-Bogliasco Bene, Sport Management-Brescia, Florentia-Seleco Catania, Reale Mutua Torino-Trieste, Acquachiara-Ortigia, Lazio-Canottieri Napoli.
CLASSIFICA: Pro Recco 66, Brescia 60, Sp. Management 58, Savona 41, Ortigia 38, Canottieri 35, Florentia 32, Seleco Catania 27, Lazio 26, Posillipo 25, Bogliasco 17, Trieste 14, Reale Mutua 7, Acquachiara 0.

Hamsik ringrazia i tifosi: «Ci avete dato coraggio»

Ancora una sostituzione, ma stavolta non ha fatto male per nulla. Marek Hamsik non meritava di lasciare Juventus-Napoli, ma evidentemente Sarri sta gestendo così anche le sue energie. Partita giocata con intensità, cercando spesso la conclusione. Il capitano azzurro ha alzato la cresta, e ora la speranza è di rivederlo presto tornare a segnare, visto che è fermo da febbraio. Una rincorsa scudetto che ora vede gli azzurri a un solo punto dalla capolista. Assieme ai suoi compagni lo slovacco si è goduto la pazzesca accoglienza a Capodichino, dove i tifosi hanno atteso la carovana azzurra fino a notte fonda. «La Juventus è ancora davanti a noi, un punto in più. Mancano quattro partite, continuiamo a sognare il nostro sogno». Lo scrive sul suo sito ufficiale Marek Hamsik celebrando la vittoria in casa della Juventus. Il capitano azzurro ha postato una foto scattata nel bus della squadra, festeggiata da migliaia di tifosi all’aeroporto di Capodichino. Tifosi che hanno “scortato” il bus con cori e strombazzamenti di clacson da auto e scooter fino a Castel Volturno. Il popolo azzurro spera che quel blocco che il Napoli sembrava avere possa essere finalmente scacciato via, assieme alla paura che in qualche modo sembrava bloccare i partenopei. «I nostri tifosi - ha scritto Hamsik - sono molto per noi. Quando abbiamo visto la loro eccitazione prima di partire per Torino di fronte al nostro hotel, di fronte all'aeroporto ... Semplicemente fantastico! Ci hanno dato molta forza e coraggio. Un grande grazie». Hamsik racconta anche che per uscire dall’aeroporto il bus ci ha messo più di un’ora per la festa dei tifosi. «È stata - scrive Hamsik - una festa. In campo eravamo preparati benissimo per la sfida, eravamo attivi, abbiamo fatto il nostro gioco fino alla fine e poi è arrivato il gol. Siamo molto felici. Abbiamo raggiunto l'obiettivo oggi ora continuiamo così ricordandoci che dobbiamo approfittare ancora di uno stop della Juventus».

E Fico verso il Colle risponde al "Forza Napoli" di un tifoso

ROMA. Roberto Fico “cuore azzurro". Mentre sale a piedi al Colle per incontrare il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, davanti ai microfoni dei cronisti il presidente della Camera resta in religioso silenzio, evitando le domande sulla formazione del governo e sulla situazione politica. Ma quando un tifoso partenopeo lo saluta con un "forza Napoli", l'esponente M5S - tifosissimo della squadra allenata da Maurizio Sarri - non riesce a resistere: «A questa è difficile non rispondere...», afferma sorridendo la terza carica dello Stato. 

Il Cardinale Sepe: «Ho urlato di gioia, ci ho sempre creduto»

NAPOLI. «Al meraviglioso salto di Koulibaly, che con un perfetto colpo di testa ha messo la palla alle spalle di Buffon, mi è partito un urlo di gioia e di esultanza, così come immagino hanno fatto decine di migliaia di appassionati, di tifosi, di napoletani». È quanto rivela il cardinale Crescenzio Sepe arcivescovo di Napoli, commentando il successo in chiave scudetto degli azzurri di Sarri ieri sera in casa Juventus. «È stato un urlo liberatorio - confessa il porporato - liberatorio dalla paura che ciascuno ha covato in questi mesi, nella preoccupazione di vedere svanire la possibilità di battersi fino all'ultimo per lo scudetto. E' stato il soddisfacimento di un sogno, perché battere la Juventus a Torino è sempre motivo di particolare orgoglio». È stato «espressione di un forma di riscatto della gente del sud rispetto alla blasonata comunità juventina», afferma il cardinale Sepe che ha seguito la partita «da appassionato di calcio ma anche come pastore di questo meraviglioso popolo napoletano, per condividerne sempre gioie, speranze e amarezze». Racconta ancora il cardinale Crescenzio Sepe: «Ero solo nella mia stanza e ho apprezzato abbastanza il gioco del primo tempo. Qualche sofferenza in più l'ho avvertita nel secondo tempo, ma mai è venuta meno la speranza che da un momento all'altro potesse arrivare la rete del successo. Così è stato, quasi sul finire della partita, quando la Juventus si sentiva appagata dal risultato di parità». Per l'arcivescovo di Napoli, la vittoria degli azzurri di Sarri «ha fatto capire che quando ci si impegna con serietà, anche le imprese difficili diventano possibili. Per questo mi piace sottolineare che anche l'impegno serio testimoniato dai giocatori azzurri può essere esempio e incoraggiamento perché con la sinergia tenace si possa costruire il bene comune».

Koulibaly finisce sul presepe

NAPOLI. L'impresa di ieri allo Allianz Stadium di Torino fa finire dritto dritto Koulibaly sul presepe napoletano. L'opera è del maestro Genny Di Virgilio, che posta sul suo profilo di Instagram una foto del "pastorello" partenopeo di terracotta sullo sfondo di San Gregorio Armeno con il commento: "Buongiorno il cielo è azzurrissimo anche a Torino. Grande il nostro Koulibaly!".

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano