Lunedì 20 Novembre 2017 - 14:33

Restauro Teatro Grande, sequestro da 6 milioni di euro all'ex commissario straordinario degli Scavi

POMPEI. Il restauro che cementificò il Teatro Grande di Pompei negli Scavi avrebbe provocato un danno da 6 milioni di euro alle casse dello Stato. Questa, dunque è la somma sequestrata questa mattina dalla Guardia di Finanza al commissario straordinario dell'emergenza Scavi di Pompei, Marcello Fiori.

Il restauro, per il quale era stata programmata una spesa pari a 450mila euro, lieviò nei costi fino a 8 milioni di euro.

Le indagini erariali condotte dai finanzieri oplontini, diretti dal colonnello Carmine Virno e coordinati dal procuratore Donato Luciano, hanno permesso di accertare il danno pe le forniture in lavori condotti con aggiudicazioni dirette nel 2010.

Per questa vicenda è già in corso un procedimento penale davanti al tribunale di Torre Annunziata. Insieme a Marcello Fiori, la Procura della Corte dei Conti di Napoli indaga per danno erariale i funzionari Salvatore Nastasi, Giuseppe Proietti, Stefano De Caro, Raffaele Tamiozzo, Maria Grazia Falciatore, Roberto Cecchi, Jeannette Papadopoulos, Bruno De Maria e Maria Pezzullo.

Sant'Antimo, esplode bomba davanti alla palestra

SANT'ANTIMO. È guerra tra clan a Sant'Antimo. La scorsa notte un ordigno è esploso davanti alla palestra "Step up", che sarebbe riconducibile ad un affiliato al clan Puca. Sull'episodio indagano i carabinieri della compagnia di Giugliano. Negli ultimi mesi ci sono state altre sei esplosioni che hanno interessato esercizi commerciali legati ai clan rivali Puca e Ranucci.

Truffe ad anziani in trasferta: presi gli ultimi due della gang

Erano sfuggiti al blitz di venerdì scorso dei carabinieri della compagnia di Arezzo ma alla fine i militari del nucleo operativo sono riusciti ad arrestare gli ultimi due indagati che si erano sottratti alla cattura dopo il provvedimento emesso dal Tribunale di Arezzo per 12 misure di custodia cautelare che ha permesso dio sgominare un'organizzazione criminale con sede nel Napoletano dedita alle truffe agli anziani. Il primo arrestato, un 22enne, è stato individuato in provincia di Caserta. Il giovane è stato arrestato nel comune di Arienzo grazie alla collaborazione dei militari della Compagnia di Maddaloni, ed è stato associato alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Il secondo arrestato, un 23enne destinatario della misura degli arresti domiciliari, è stato rintracciato presso l'abitazione di una parente nel quartiere Scampia di Napoli, con la collaborazione dei militari del comando provinciale di Napoli. L'arrestato è stato accompagnato presso il proprio domicilio. 

Costringevano 15 ragazze a prostituirsi sul viale Carlo III: scoperta banda di albanesi

Lotta alla prostituzione: sgominata holding che costringeva 15 donne a prostituirsi sul viale Carlo III. I carabinieri della Compagnia di Marcianise, nelle province di Caserta e Napoli, stanno dando esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misure cautelari coercitive, emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 9 indagati (5 in carcere, 1 agli arresti domiciliari, 2 all’obbligo di dimora nel comune di residenza e 1 al divieto di dimora nella provincia di Caserta), ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. L’indagine ha consentito di appurare l’esistenza di un gruppo di albanesi dedito a favorire la prostituzione di 15 donne, di diversa nazionalità, lungo il viale Carlo III che attraversa i comuni di Marcianise, Capodrise, San Marco Evangelista e San Nicola la Strada.

Blitz contro il clan Lo Russo, 43 arresti: sono trafficanti di droga e spacciatori

NAPOLI. Blitz di Carabinieri e Polizia contro il clan “Lo Russo”: scoperti e arrestati trafficanti e spacciatori dell’area Nord di Napoli. Arsenale con armi da guerra sequestrato durante le indagini.
Carabinieri e Polizia di Stato stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli a carico di 43 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso e di reati aggravati dall’art. 7 della Legge “Falcone” che vanno dall’associazione finalizzata al traffico di stupefacenti alla detenzione e spaccio di droga e alla detenzione e porto di armi, comuni e da guerra. Nel corso delle indagini operate su due filoni investigativi convergenti, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, sono state messe in luce le attività del clan camorristico dei “Lo Russo” operante in tutta l’area Nord del capoluogo campano e sono state accertate le responsabilità degli affiliati al clan “dei capitoni” in ordine al traffico e spaccio di stupefacenti e individuati narcotrafficanti che operavano sfruttando canali di fornitura esteri.
Identificati gli spacciatori al dettaglio di cocaina, eroina, marijuana e hashish nei quartieri di Miano, Piscinola, Marianella e Chiaiano e nel rione Don Guanella e documentati alcune centinaia di episodi di spaccio; sequestrato l’arsenale del clan, con il rinvenimento nella disponibilità degli affiliati di un fucile mitragliatore kalashnikov, 5 fucili e 6 pistole, 3 giubbotti antiproiettile e centinaia di munizioni.

Arrestato rapinatore seriale di studenti e turisti

NAPOLI.  Gli agenti del Commissariato Decumani hanno arrestato ieri pomeriggio un napoletano di 19 anni, residente nella zona di Giugliano, perché ritenuto responsabile di numerose rapine perpetrate nel centro storico napoletano. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Napoli, giunge al termine di una complessa attività investigativa condotta dai poliziotti del Commissariato Decumani per una serie di rapine consumate in danno di studenti universitari residenti nella zona e di alcuni turisti. Le modalità operative delle rapine, talvolta cruenti, erano similari, l'orario dell'evento era quasi sempre serale e l'area di azione coincideva con il centro storico, in particolare Piazza Bellini, via San Sebastiano e via Bellini.

Carabiniere fa strage in famiglia

TARANTO. Strage familiare a Sava, nel Tarantino. Un carabiniere ha ucciso la sorella, il cognato e il padre e poi ha rivolto l'arma contro se stesso. Ora sarebbe in fin di vita.  

 

 

Mugnano, sequestrati
11 quintali di pesce

MUGNANO. I carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Agroalimentare, durante un servizio per verifiche alla filiera agroalimentare per la sicurezza, tracciabilità, etichettatura e l'import - export di prodotti ittici, hanno ispezionato un deposito a Mugnano accertando che in un capannone si commercializzavano prodotti ittici privi di tracciabilità. All'interno di cella frigorifere sono state rinvenute 125 casse aperte di polistirolo del peso di 5 kg. l'una contenenti pesce fresco refrigerato (orate) e 121 scatole di polistirolo di pesce fresco refrigerato (spigole). Esaminando la documentazione è emerso che i prodotti ittici erano senza tracciabilità e solo in minima parte riconducibili a fatture emesse in Grecia. Sequestrati 11 quintali di pesce fresco refrigerato e sigillate le celle frigo. Comminate sanzioni per 34.500 euro per violazioni alle norme sulla rintracciabilità - tracciabilità degli alimenti e per assenza di autorizzazione sanitaria per "Bollo CE". 

Melito, fa la vedetta
per lo spacciatore: preso

MELITO. I carabinieri della tenenza di Melito di Napoli hanno tratto in arresto Giovanni Taglialatela, un 33enne napoletano di via Ravello già noto alle forze dell'ordine. I militari lo hanno notato nell’ambito di un servizio antidroga mentre faceva da “vedetta” a un complice intento allo spaccio di hashish e marijuana su una “piazza” del corso Europa. Segnalati al prefetto 4 assuntori bloccati subito dopo avere acquistato 3 grammi di marijuana e 5 grammi di hashish, che sono stati trovati e sequestrati. L’arrestato attende il rito direttissimo.

Giugliano, tragico scontro:
muore un giovane in bici

GIUGLIANO. Tragico incidente in via Santa Maria a Cubito, a Giugliano. Una Fiat Panda ha tamponato un furgone che a sua volta a travolto un giovane che in quel momento transitava in sella alla sua bici. La vittima è un ragazzo di origini africane. Inutili i soccorsi, quando i sanitari del 118 sono giunti sul luogo del tragico incidente non hanno potuto far altro che constatare il decesso del giovane. Sul posto anche gli agenti di polizia municipale di Giugliano.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
TECNOLOGIA&INNOVAZIONE
di Michela Raiola
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica