Domenica 27 Maggio 2018 - 21:54

Cade dalla Vela bianca di Scampia, 20enne muore nel giorno del suo compleanno

NAPOLI. La Polizia indaga sulla morte di un giovane caduto da una delle Vele di Scampia, a Napoli. Intorno alle ore 15 sono giunte diverse segnalazioni al 113 di persone che hanno sentito un forte schianto; sul posto è stato trovato il corpo del giovane, non ancora identificato, presumibilmente caduto da un'altezza corrispondente al quarto o quinto piano dell'edificio e da una finestra delle scale, quindi non da un appartamento. Con sé aveva un telefonino all'interno del quale sono memorizzati pochi numeri. I poliziotti stanno tentando di rintracciare i familiari. 

Compiva 20 anni proprio oggi il giovane morto dopo essere caduto da una finestra posta all'altezza del quarto piano della Vela bianca di Scampia. Si tratta di un napoletano del quartiere Capodimonte, incensurato. Sul posto è giunto il padre, che è stato rintracciato dagli agenti della Polizia di Stato intervenuti, e il magistrato. Proseguono le indagini. 

Minacce alla moglie e al suocero, in manette marito-stalker

GRUMO NEVANO. Nell'ambito di indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, i Carabinieri della stazione di Grumo Nevano hanno dato esecuzione a un'ordinanza di aggravamento di misura cautelare a carico di un 33enne napoletano gravemente indiziato di atti persecutori ai danni della moglie. Le indagini che riguardano il caso erano partite con la denuncia della donna che a febbraio, per la prima volta e dopo aver abbandonato la casa coniugale per continui maltrattamenti subìti, aveva denunciato tutto ai carabinieri. Dopo urgenti accertamenti i militari avevano chiesto e ottenuto dalla magistratura il divieto di avvicinamento alla vittima. Nonostante il provvedimento l'uomo: si era recato presso l'abitazione del suocero, divenuta nel frattempo dimora della donna, profferendo frasi offensive e minacciose per far in modo che la vittima tornasse con lui; si era nuovamente recato nel cortile della vittima e dopo averla offesa le aveva danneggiato il motorino. Questi nuovi episodi, denunciati ai carabinieri, hanno aggravato la posizione del 33enne e indotto la procura a richiedere l'ordinanza di aggravamento.

Pompei, parcheggiatori abusivi e ambulanti allontanati dagli Scavi

POMPEI. I Carabinieri di Pompei hanno notificato ordini di allontanamento dalla città a quattro parcheggiatori abusivi che “lavoravano" nei pressi degli scavi archeologici. Stesso provvedimento per un venditore ambulante che operava nelle vicinanze della stazione "Villa dei misteri", tra l'altro ostacolando la libera fruizione del servizio di accesso a un binario: l'uomo è stato anche multato per occupazione abusiva di suolo pubblico. Complessivamente sono state comminate sanzioni per 5.500 euro. 

Giugliano, maltrattamenti aggravati ai bimbi: sospese due maestre

GIUGLIANO. Oggi, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri della Stazione di Parete, nel Casertano, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della misura cautelare della sospensione dal servizio pubblico di insegnamento per la durata di 12 mesi, emessa dal Gip presso il Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di due maestre rispettivamente di anni 56 e 52, residenti a Giugliano per l'ipotesi delittuosa di maltrattamenti aggravati in concorso e non ai danni di alunni minori loro affidati. Le indagini sono scaturite da una denuncia presentata ai Carabinieri di Parete dal genitore di un bambino - alunno di una scuola dell'infanzia paritaria di Parete - che, all'interno delle mura domestiche, aveva manifestato ai genitori un cambiamento di umore che poi è apparso riconducibile a comportamenti subiti a scuola anche in riferimento ad alcune espressioni utilizzate dal piccolo. L'attività di indagine, effettuata dal 26 aprile al 25 maggio 2018, è stata condotta anche mediante l'utilizzo di videocamere nascoste e intercettazioni ambientali, che hanno consentito di documentare diversi episodi ai danni dei bambini. 

Piazza Principe Umberto, tassisti-giustizieri inseguono e picchiano un ladro

NAPOLI. Tassisti-giustizieri, inseguono e picchiano un ladro. È successo ieri sera in piazza Principe Umberto a Napoli, dove un gruppo di tassisti ha aggredito un algerino, che poco prima aveva rubato il cellulare a un turista straniero. Il ladro è finito in ospedale con una prognosi di dieci giorni. I tassisti, dopo il raid, hanno recuperato il telefonino e sono spariti. Sul caso indagano i carabinieri. È alta la tensione tra i tassisti a causa dell'escalation di rapine di cui sono state vittime nelle ultime settimane, nella stessa zona dell'aggressione di ieri sera (LEGGI QUA).

Stazione centrale, minorenne narcotizzato e rapinato: due arresti

NAPOLI. Avvelenato e poi rapinato. È accaduto la notta tra sabato e domani scorsi alla stazione ferroviaria di Napoli Centrale. Protagonista della brutta avventura un ragazzo minorenne originario del Bangladesh. Il giovane era in attesa del treno quando è stato avvicinato da due persone nordafricane. Dopo aver parlato un po' i tre si sono allontanati per andare a prendere un caffè. Dopo aver ingerito la bevanda il minore ha però perso conoscenza risvegliandosi al pronto soccorso dell'ospedale Loreto Mare e scoprendo di essere stato privato dei propri averi. Diagnosi: avvelenamento da sedativi e ipnotici. I sanitari hanno subito contattato il 113 della Questura di Napoli, e gli uomini del Commissariato di P.S. Vicaria Mercato hanno preso la denuncia dal ragazzo, che ha fornito una prima descrizione degli autori del delitto. La denuncia è stata tempestivamente trasmessa al Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania, competente all'interno della Stazione di Napoli Centrale, e da li sono iniziate le indagini da parte della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale. Sentito il ragazzo, che ha fornito altri elementi utili ad identificare gli autori della rapina, acquisiti i filmati registrati dal capillare sistema di video sorveglianza di Rfi. Protezione Aziendale nella Stazione di Napoli Centrale, si è arrivati a ricostruire le varie fasi dell'accaduto: dapprima l'avvicinamento, poi la fase in cui gli è stato offerto un caffè e infine la rapina. Così, in tempi rapidi sono stati fermati Aboudi Abdessttar, tunisino di anni 29 e Nouari Said, marocchino di anni 34. All'atto del fermo i due sono stati trovati in possesso del farmaco Lormetazepam, appartenente alla classe delle benzodiazepine, la stessa sostanza riscontrata dalle analisi nel sangue della vittima e generalmente impiegata nei disturbi del sonno, il cui abuso può arrivare a causare lo stato di coma e finanche la morte. Su delega della Procura della Repubblica, i due malviventi sono stati individuati e riconosciuti senza ombra di dubbio dalla vittima e pertanto sottoposti a fermo di Polizia Giudiziaria. Continuano le indagini degli uomini del Compartimento di Polizia Ferroviaria della Campania per accertare se vi siano stati altri casi di rapine effettuate con lo stesso modus operandi e per addivenire alla identificazione di eventuali complici della banda di narcotizzatori. 

Moto in fiamme a corso Umberto, è panico VIDEO

NAPOLI. Panico pochi minuti a corso Umberto, angolo via Nicola Amore, dove per cause in corso di accertamento una moto è andata in fiamme. Sul posto gli agenti della polizia.

IL VIDEO

La sfogliatella più grande del mondo a piazza Garibaldi

NAPOLI. Venti chili di semola, trenta chili di ricotta, venti di zucchero, sei di arance candite. Sono gli ingredienti della sfogliatella più grande del mondo: 75 chili di dolcezza racchiusi da una sfoglia gigante che è stata infornata davanti agli occhi di tutti i presenti in piazza Garibaldi in un maxi-forno realizzato per l'occasione. La sfogliatella più grande del mondo, da Guinness dei primati, è stata voluta da Antonio Ferrieri, patron di "Cuori di sfogliatella", madrina d'eccezione, la conduttrice Roberta Capua.

Nola, Lorenzo Vecchione nuovo presidente della Fondazione Festa dei Gigli

NOLA. Lorenzo Vecchione è il nuovo presidente della Fondazione Festa dei Gigli. La nomina è giunta al termine del Consiglio di amministrazione dell’ente, riunitosi ieri pomeriggio, a seguito delle nuove nomine e delle conferme dei membri, intervenute nei giorni scorsi. “Sono davvero onorato di poter fornire anche il mio contributo alla maggiore crescita di una millenaria tradizione, oggi patrimonio dell’Unesco – ha dichiarato Vecchione – metterò a disposizione della mia città, che ho lasciato da tanti anni ma che ho sempre nel cuore, le esperienze professionali maturate in questi anni nel mondo dello spettacolo e della televisione. Mi sento di augurare a tutti un buon lavoro, in particolare agli operatori ed ai protagonisti della Festa che tanti sacrifici compiono e che a brevissimo incontreremo”. Ad affiancare il presidente Vecchione sono gli altri componenti del consiglio, in particolare i consiglieri Raffaella Mauro, Antonio Santella, Umberto Barbalucca, Gaetano Fusco, e don Lino D’Onofrio. Quest’ ultimo assume anche il ruolo di vicepresidente. Il rinnovato consiglio, che svolge il proprio lavoro unicamente per spirito di servizio,  continuerà nell’opera di riqualificazione della Festa che non si è mai arrestata e che nei prossimi giorni andrà a definire anche alcune questioni strategiche come quella relativa alla data dell’alzata delle borde per l’inizio della costruzione delle macchine, e quella della manifestazione dei Gigli spogliati. A tal proposito, in tempi brevissimi, saranno convocati i maestri di festa con i quali si svilupperà, come sempre, un percorso condiviso. Lorenzo Vecchione è avvocato dalla lunga esperienza dirigenziale in Rai che potrà senza dubbio aiutare la Festa dei Gigli ad inserirsi meglio nei circuiti mediaci nazionali ed internazionali, per giungere al definitivo “salto di qualità”, ottimizzando, in questo modo, il lungo e paziente lavoro svolto in questi anni dalla Fondazione. Durante il Consiglio di amministrazione di ieri è stato rimesso al centro dell’attenzione anche il progetto relativo all’esposizione di un Giglio all’interno della Reggia di Caserta, riprendendo in tal senso i contatti con il direttore del monumento vanvitelliano.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica