Lunedì 18 Dicembre 2017 - 0:13

Rapina a Giugliano, ferito un uomo

GIIUGLIANO. Un uomo di 41 anni è rimasto ferito a Giugliano nel corso di una tentata rapina in vai Casacelle. La vittima, ferita ad una gamba con un colpo d'arma da fuoco sparato da due banditi, è stata trasportata d'urgenza all'ospedale San Giuliano di Giugliano: le sue condizioni non sono gravi. Indagano i poliziotti del locale commissariato. L'uomo è stato ferito mentre si trovava all'interno del suo deposito di slot machine.

Spaccio, 8 arresti tra Napoli e Salerno: anche 3 minorenni

NAPOLI. I carabinieri di Poggiomarino hanno dato esecuzione a 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip di Torre Annunziata su richiesta della locale procura, e a 3 misure del collocamento in comunità emesse dal gip per i minorenni di Napoli nei confronti di 8 soggetti di Poggiomarino, Boscoreale, Scafati e Sarno ritenuti responsabili di spaccio. Le indagini dei militari sono iniziate a novembre 2016 quando, grazie al sistema di videosorveglianza comunale, hanno notato una serie di cessioni di stupefacente da parte degli indagati. L'attività di indagine, supportata anche dai diversi riscontri, ha quindi permesso di accertare molteplici episodi di spaccio e l'esistenza diverse ''cellule'' di spacciatori attive nel territorio di Poggiomarino: i soggetti, ognuno con il proprio ruolo, trattavano con i grossisti per approvvigionarsi, dividevano la sostanza in dosi e la immettevano nelle loro piazze di spaccio. Oltre al reato di spaccio, a due grossisti di Poggiomarino è stata contestata anche l'estorsione ai danni di alcuni pusher, minacciati per costringerli alla corresponsione del prezzo della droga fornita. Sequestrati, durante l'attività di indagine, circa 1,2 chili di stupefacente. 

Tenta di comprare il regalo di Natale con soldi falsi

SORRENTO. I carabinieri della stazione di Sorrento hanno arrestato per spendita di banconote false pawel piotr zub, un 44enne di origini polacche in italia senza fissa dimora e già noto alle forze dell'ordine. Segnalato da un commerciante poiché aveva tentato di acquistare un giocattolo con banconote false, è stato poco dopo individuato dai militari su via Tasso e bloccato. È stato trovato in possesso di 2 banconote false da 100 euro, una da 50 e 2 da 20. È stato arrestato ed è in attesa del giudizio direttissimo.

Beccato con 57 chili di fuochi d'artificio illegali

NAPOLI. I carabinieri della stazione quartiere 167 hanno scoperto nell’abitazione di un 26enne di via Labriola, già noto alle forzedell'ordine, 57 chili di fuochi pirotecnici (“stelline”, batterie…) di libera vendita detenuti illegalmente. Il 26enne è stato denunciato e dovrà rispondere di detenzione illegale di materiale pirotecnico.

Casavatore, arrestati tre rapinatori: uno ha 74 anni, era il "filatore" di banca

CASAVATORE. Nel corso di due distinti interventi effettuati dopo indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord i carabinieri della Stazione di Casavatore hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di Francesco Davino, un 74enne già noto alle forze dell'ordine che l'11 maggio scorso si era reso responsabile di una rapina aggravata commessa in concorso con 2 complici (in via d'identificazione) con il metodo del cosiddetto "filo di banca". Alcuni video dell'impianto di sorveglianza lo riprendono mentre finge di attendere il turno all'interno di una banca di Casavatore mentre in realtà sta osservando le operazioni di prelievo dei clienti per individuare quelli che avevano preso più contante e segnalarli ai complici. Gli altri 2, su uno scooter, avevano poco dopo raggiunto la vittima costringendola a consegnare con la minaccia di una pistola i 1.900 euro appena prelevati. Svolta anche per le indagini su una rapina con sequestro di persona. i militari dell'Arma, anche in questo caso dopo attività investigativa coordinata dalla Procura di Napoli Nord, hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari a carico di Giustino Augusto, 28 anni e Russo Emanuele 26 anni, entrambi ritenuti responsabili in concorso del raid ai danni del conducente di un furgone che opera come corriere per una nota ditta di spedizioni. La vittima era stata assaltata a Casavatore ove i banditi erano saliti a bordo del furgone e sequestrando il malcapitato lo avevano costretto a guidare fino a Casoria. Lì il mezzo era stato svuotato del contenuto (plichi destinati a gioiellerie, librerie, tabaccherie e privati) portati via a mano da Giustino e Russo (che sono stati ripresi da telecamere di sorveglianza mentre effettuavano il trasbordo del bottino) e poi identificati attraverso il video. Entrambi sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

Detenuto napoletano si suicida
in carcere

BENEVENTO. "Ancora un suicidio, il quarto in pochi giorni, nelle carceri italiane. Un detenuto ergastolano si è tolto la vita nella notte nel penitenziario di Benevento". A darne notizia il Sappe, Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, per voce del Segretario nazionale per la Campania Emilio Fattorello: "Un detenuto ergastolano di 39 anni di origine napoletana, la scorsa notte si è tolto la vita a mezzo impiccamento nella Casa Circondariale di Benevento".

Reggia di Caserta, dopo il crollo
6 stanze sequestrate

CASERTA. La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha disposto il sequestro della Sala delle Dame, nell'ala settecentesca dell'appartamento reale all'interno della Reggia di Caserta e, a scopo cautelativo, delle 5 sale che la precedono lungo il percorso di visita. Il provvedimento fa seguito al sopralluogo effettuato martedì scorso dai Vigili del Fuoco dopo il distacco di intonaco all'interno della Sala delle Dame. La Direzione della Reggia di Caserta fa sapere che da domani la visita degli appartamenti storici avverrà dunque seguendo un percorso alternativo.

«Ctp, si rischia la paralisi
dei trasporti in provincia»

NAPOLi. "Grave e inaccettabile la totale indifferenza della Città Metropolitana e del suo sindaco de Magistris nei confronti delle problematiche legate alla Ctp. È intollerabile - denunciano in una nota le segreterie regionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, UglFna e Faisa Cisal che, ad oggi, non c'è alcuna soluzione per garantire nei termini previsti il pagamento, in primo luogo, della tredicesima mensilità ai lavoratori della Ctp e a seguire tutti gli adempimenti previsti". "Una eventuale paralisi del trasporto pubblico locale nell'area metropolitana di Napoli - aggiungono le sigle sindacali - e nella provincia di Caserta, sarà addebitabile esclusivamente alla cattiva politica che anche nella città metropolitana il sindaco de Magistris attua". 

Rapina e botte nel parcheggio
del multisala: preso rampollo
di un boss dei Vastarella

NAPOLI. Questa mattina, all'esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i carabinieri del nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa per rapina aggravata, lesioni personali e violenza privata dal Gip di Napoli Nord nei confronti di un 26enne di Napoli figlio di un boss del clan Vastarella del rione Sanità. Il 16 marzo scorso, all'interno dell'area di parcheggio di un cinema multisala della provincia, veniva compiuta una rapina ai danni di 2 giovani nel corso della quale alcune persone, giunte a bordo di 2 autovetture non di provenienza delittuosa con la quale poi si dileguavano, dopo essersi avvicinate al veicolo sul quale si trovavano le vittime ne bloccavano una al fine di impedirne l'eventuale intervento, perpetrando la rapina e sferrando contestualmente numerosi pugni, schiaffi e calci al volto dell'altra, che occupava il lato guida. L'attività investigativa, supportata da intercettazioni, servizi di osservazione e dalle analisi e riscontri sulle immagini di videosorveglianza nonché da ulteriori elementi forniti dalle vittime, ha consentito di ricostruire il ruolo della persona destinataria della odierna misura cautelare, ritenuta una degli autori insieme ai complici, 2 già tratti in arresto nel giugno scorso in esecuzione di un analogo provvedimento cautelare. 

Mattarella inaugura la mostra sul presepe napoletano

ROMA. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha visitato questa sera la mostra 'Il presepe napoletano: tra storia, cultura, religiosità e tradizione", ospitata nella Palazzina Gregoriana, al Quirinale. Il capo dello Stato si è soffermato a lungo nella sala dove è stato allestito il presepe in stile napoletano, il cosiddetto presepe cortese, tipico del '700, e che presenta in rassegna, esposte in teca, alcune realizzazioni dei maestri partenopei. In sala, tra le autorità, era presente anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. La mostra, che aprirà al pubblico domani fino al 5 gennaio 2018, con ingresso gratuito, presenta i manufatti realizzati dai componenti dell''Associazione Presepistica Napoletana', ente culturale no profit nato nel 2002 che nel corso degli anni si è distinto per la qualità artistica e la ricerca storica, promuovendo l'arte presepiale mediante manifestazioni, convegni e mostre, ed effettuando corsi di formazione per la costruzione del presepe da contesti di più ampia visibilità fino agli intimi ambiti familiari. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)