Giovedì 17 Gennaio 2019 - 13:55

Perquisizioni alla "Cisternina", 18enne arrestato per droga

CASTELLO DI CISTERNA. Perquisizioni dei carabinieri alla “Cisternina”, 18enne arrestato per detenzione di droga. Nel complesso di edilizia popolare della “Cisternina” i carabinieri della stazione di Pomigliano d’Arco e della tenenza di Casalnuovo hanno tratto in arresto L.C., un 18enne incensurato residente in quel complesso. Dovrà rispondere di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio in quanto è stato sorpreso sulle scale del condominio in cui vive con addosso 43,6 grammi di hashish divisi in stecchette e 15 euro ritenuti provento illecito. Il tutto è stato sequestrato. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

Via libera da Cassa Depositi e Prestiti a mutuo per Medicina a Scampia

NAPOLI. «L'amministrazione de Magistris sta attuando in questi giorni il ridisegno dell'intera area di Scampia. Infatti, mentre procede il programma Restart Scampia, il Comune di Napoli ha chiesto e ottenuto da Cassa Depositi e Prestiti per il Mezzogiorno la devoluzione di 861.748 euro per il completamento della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Scampia». Lo rende noto l'assessore ai Beni comuni e all'Urbanistica del Comune di Napoli, Carmine Piscopo. L'importo «costituisce la quota di cofinanziamento del Comune individuata nelle somme assegnate dal Patto per Napoli, impegnata dalla Giunta comunale lo scorso mese di agosto. Verificata la quota dei finanziamenti che veniva ancora garantita dalla Regione, pari a 5,5 milioni di euro, si è proceduto a una esame nel bilancio comunale delle ulteriori risorse necessarie, che ammontavano a circa 4 milioni di euro. Lo sforzo compiuto dai diversi Uffici del Comune coinvolti ha consentito di reperire le ulteriori risorse indispensabili al completamento dei lavori. Si tratta di un importante passo in avanti che, insieme con il progetto Restart Scampia, consentirà la rigenerazione di una parte significativa di città che sta acquistando grande centralità urbana», conclude Piscopo. 

Pordenone: cartello denigra napoletani, scatta la polemica

NAPOLI. Un cartello appeso in tre cassonetti dei rifiuti con la scritta “Lasciate pulito, non siamo a Napoli: civiltà significa rispetto della città in cui si vive". È accaduto a Pordenone e a postare il cartello, diventato virale, è stato un residente, di origini napoletane. Secondo il sindaco di Pordenone, Alessandro Ciriani, si è trattato del gesto di una singola persona e non ha nulla a che fare con la città. «Napoli è culla di civiltà. Il bene per le nostre città deve sempre essere custodito e valorizzato, in tutta Italia, in tutta Europa, in tutto il mondo - ha commentato l'assessore all'Ambiente del comune di Napoli, Raffaele Del Giudice - Quella scritta non rappresenta Pordenone ma sappiamo che Napoli questa non frase non l'avrebbe mai scritta. Quei cartelli vanno gettati nei contenitori della carta».

IL VIDEO

Migranti, vicesindaco di Napoli in viaggio verso Malta

NAPOLI. Il vicesindaco del Comune di Napoli, Enrico Panini, è in queste ore in viaggio verso Malta per portare a nome del sindaco Luigi de Magistris e dell'Amministrazione comunale di Napoli «la solidarietà ai migranti in balia del mare dal 22 dicembre» e per avere un colloquio con il comandante e con l'equipaggio della nave Sea Watch, nonché per prendere contatti e avere incontri con le autorità locali di Malta. «Anche oggi - dichiara de Magistris - ho inviato una importante missiva al comandante della nave. Il vicesindaco e segretario nazionale di Dema, Enrico Panini, si è recato lì per cercare di favorire la soluzione più rapida possibile per la grave situazione umanitaria che riguarda persone fragili, bambini e donne. Inoltre l'Amministrazione comunale, grazie al lavoro dell'assessore Marmorale e degli altri assessori coinvolti, è già pronta ad ospitare i migranti a Napoli, nel momento in cui si dovesse sbloccare la situazione», conclude de Magistris. 

Roberto Barbieri sarà il prossimo ad dell'aeroporto di Napoli

NAPOLI. F2i, il maggiore fondo infrastrutturale italiano e principale azionista di Gesac-Società di servizi aeroporti campani, attraverso 2i Aeroporti, rende noto che al consiglio di amministrazione di Gesac del prossimo 15 gennaio sarà proposto il nome di Roberto Barbieri come amministratore delegato in sostituzione di Armando Brunini, nominato in data odierna amministratore delegato di Sea. Lo si legge in una nota. Barbieri, spiega la società, è «da luglio 2013 amministratore delegato di Sagat-Società di gestione dell'aeroporto di Torino, dove ha conseguito risultati molto soddisfacenti sia in termini di passeggeri trasportati, cresciuti da 3 a 4 milioni nel corso della sua gestione, sia in termini di redditività per gli azionisti. Da ottobre 2017 è anche presidente di So.Ge.A.Aa-Società di gestione dell'aeroporto di Alghero, controllata, come Sagat, da F2i». La nomina del nuovo amministratore delegato di Sagat, controllato da 2i Aeroporti con una quota del 97%, conclude la nota, avverrà al prossimo cda della società entro la fine di gennaio 2019.

Mergellina, il mare del porticciolo diventa bianco

NAPOLI. «Nella mattinata di martedì 8 gennaio il mare del porticciolo di Mergellina è stato letteralmente invaso da un composto chimico maleodorante, dal colorito lattiginoso, che ha devastato l’ecosistema». La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e dal consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini. «Intorno alle ore 11,30-12 il mare ha assunto un colorito biancastro, emanando un cattivo odore simile a quello sprigionato dai composti chimici. In pochi minuti l’intera area del porticciolo turistico adiacente il molo degli aliscafi ha assunto un colorito lattiginoso. L’aggressività della sostanza potrebbe aver danneggiato gravemente l’ecosistema, provocando la morte della fauna ittica e l’intossicazione degli uccelli marini. Alcuni testimoni ci hanno riferito di pesci senza vita risaliti a galla in seguito al contatto con la sostanza». «Abbiamo provveduto ad allertare l’Arpac e i vigili urbani che sono intervenuti immediatamente. Sul posto sono presenti il comandante della polizia municipale di Napoli Ciro Esposito e i tecnici del settore del ciclo integrato delle acque del Comune di Napoli. Sono corso dei rilevamenti per catalogare la sostanza e per risalire, attraverso l’apertura di tutti i pozzetti, allo scarico dal quale è fuoriuscita la sostanza. Chiediamo un intervento della magistratura e delle forze dell’ordine per aprire un’inchiesta e risalire ai responsabili di questo scempio», concludono Borrelli e Gaudini. 

IL VIDEO

Ferisce con una katana rivale in amore, arrestato

NAPOLI. Ha tentato di uccidere quello che credeva suo rivale in amore. Agenti del commissariato di Ponticelli hanno sottoposto a fermo di polizia, E.G., 34enne napoletano, che deve rispondere di tentato omicidio aggravato dall'uso delle armi. Il 5 gennaio scorso gli agenti sono intervenuti in via Masseria Pepe, dove accertavano che un 42enne era stato colpito da un fendente all’addome ed era esanime per terra. L’uomo veniva trasportato in gravi condizioni e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico presso un ospedale cittadino. Grazie a indagini serrate, i poliziotti sono riusciti ad individuare e a bloccare il 34enne presso l’abitazione di un amico. Gli agenti hanno accertato che la causa dell’aggressione sarebbe consistita in motivi di  gelosia. Infatti il 42enne al momento dell’aggressione era in compagnia della ex convivente di E.G. A questo punto, il 34enne si era scagliato violentemente contro il 42enne con una Katana giapponese, colpendolo all’addome, mentre un complice lo colpiva ripetutamente con una mazza da baseball. La donna più volte aveva denunciato per atti persecutori l’ex convivente, che non si è mai arreso alla fine della relazione. E.G. è stato condotto presso la casa circondariale di Poggioreale.

 

Pedofilia, rinviato a giudizio il fisioterapista di Posillipo

NAPOLI. Il gup del Tribunale di Napoli Rossella Marro ha rinviato a giudizio il fisioterapista napoletano di 54 anni accusato di abusi sessuali ai danni di tre minorenni con problemi cognitivi che teneva in cura in un centro di riabilitazione di Posillipo. L’avvocato Sergio Pisani e l’Associazione antipedofilia La Caramella Buona Onlus si sono costituiti parte civile a tutela della vittima più piccola, di appena nove anni. «È terribile quanto emerge dalle indagini – dichiarano l’avvocato Sergio Pisani e Roberto Mirabile, presidente della Onlus – questo soggetto aveva in cura delle piccole creature sfortunate e ha approfittato della loro condizione per abusarne squallidamente. Ci chiediamo se siano le uniche vittime, dato che parliamo di un fisioterapista occupato in un grande centro di riabilitazione da vari anni». «Il coraggio di una mamma che ha presentato la prima denuncia alle autorità – precisa Mirabile -  ha permesso di dare voce alle bambine che, date le loro condizioni, non potevano urlare un dolore straziante : confidiamo adesso nella giustizia e, se altri genitori avessero qualcosa da dire, siamo a disposizione». L’udienza è aggiornata al 18 gennaio prossimo.

 

 

De Magistris: entro due mesi abbattiamo la Vela verde

NAPOLI. «Countdown finale» per l'abbattimento della Vela Verde di Scampia che dovrebbe avvenire in 60 giorni. A dirlo è il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, nella Sala Pignatiello di Palazzo San Giacomo dove sono stati convocati gli assegnatari dei 60 alloggi popolari per i nuclei familiari delle Vele. De Magistris si è detto «molto emozionato» e ha parlato di «vittoria di tutta la città», spiegando che «entro i primi di febbraio tutti i nuclei assegnatari si trasferiranno materialmente negli alloggi nuovi, dal giorno dopo si cantierizza e da quel che so io, perché c'è già una ditta ed è tutto contrattualizzato, ci vorrà una trentina di giorni per arrivare all'abbattimento». Secondo de Magistris si tratta di «una volta non solo per Scampia, ma per Napoli, il Sud Italia e l'intero Paese. Cancelleremo l'immagine accomunata a Gomorra ma il progetto complessivo è imponente e non prevede solo l'abbattimento, ma anche la riqualificazione dell'unica Vela che resterà in piedi e che sarà sede di vari uffici, tra i quali quelli della Città metropolitana di Napoli: quindi da periferia a centro». De Magistris ha sottolineato infine «la grande dignità delle persone che ho conosciuto, ci sono stati momenti belli ma anche e soprattutto momento assai difficili e non hanno mai perso la grande dignità di abitare in un luogo difficile e complicato rimanendo a testa alta e con la schiena dritta». 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)