Domenica 19 Agosto 2018 - 22:49

Tentata estorsione e maltrattamenti, la madre lo fa arrestare

POMIGLIANO D'ARCO. I carabinieri delle stazioni di Pomigliano d’Arco e di Sant’Anastasia hanno tratto in arresto per tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e resistenza a un pubblico ufficiale un 31enne del luogo già noto alle forze dell'ordine. I militari, intervenuti nell’appartamento in cui vive con la madre, lo hanno bloccato mentre la minacciava per farsi dare i soldi per la benzina dello scooter. Ha anche opposto resistenza ai carabinieri per sottrarsi all’arresto ma è stato comunque bloccato e ammanettato. Raccogliendo la denuncia della donna è emerso che minacce e vessazioni di quel genere erano iniziate già mesi fa e ieri, esasperata, la donna ha chiamato il 112 per far finire l’incubo. L'uomo è stato rinchiuso  in carcere.

Rissa condominiale a colpi di spranghe, arresti

AFRAGOLA. Nel pomeriggio del 13 agosto scorso, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. Afragola, su segnalazione della locale sala operativa hanno raggiunto la via San Felice di Afragola per una lite in atto. La scena che si sono trovati davanti poteva definirsi surreale; sul pianerottolo del  palazzo, al primo piano ben otto persone coinvolte in una rissa, difficile da sedare per la violenza con la quale i soggetti coinvolti si picchiavano. Il susseguirsi rapidissimo di tali fatti violenti, hanno costretto i poliziotti a chiedere l’ausilio di altri equipaggi, tra i quali la polizia municipale perché in loro presenza i soggetti, non solo hanno continuato a picchiarsi, ma uno di loro, marito di una delle due donne ha scavalcato il balconcino  con una spranga di ferro nelle  mani, ed ha colpito  alla tesa  il figlio dell’antagonista della moglie, che indossava una maglietta nera ridotta a brandelli, procurandogli una ferita alla fronte. L’arrivo di altri equipaggi ha consentito di sedare definitivamente la rissa, senza ulteriori e gravi conseguenze che, al contrario non sarebbero mancate. Pertanto i poliziotti hanno identificato tutti gli attori  del reato e tratto in arresto la 41enne C.F. , la 30enne C.V., il 26enne B.S. ed il 30enne A.E, quest’ultimo anche deferito, in stato di libertà, per lesioni aggravate e porto abusivo di oggetto atto all’offesa. Hanno, inoltre, denunciato, in stato di libertà, per aver preso parte alla rissa, atre tre persone parenti ed affini dei quattro arrestati. L’autorità giudiziaria, opportunamente e tempestivamente notiziata ha disposto la sottoposizione dei quattro al regime alternativo della detenzione domiciliare.

Piazza Nazionale, rimosso "negozio" abusivo

NAPOLI. Personale della Unità Investigativa Centrale, è intervenuto in piazza Nazionale, all'incrocio con Via Rimini, al fine di rimuovere l'occupazione abusiva realizzata mediante un bancone metallico con ombrellone di copertura, ed altre numerose suppellettili, ancorati al suolo mediante un anello metallico infisso nel manto stradale, per una profondità di circa 15 centimetri, ed a questo assicurati mediante una catena. Nei giorni passati il trasgressore, che utilizzava le attrezzature per la vendita di angurie, era stato ripetutamente verbalizzato ed intimato a rimuovere l'abuso; l'intervento, effettuato con personale e mezzi del Reparto alle prime luci dell'alba, al fine di non intralciare il traffico con le operazioni, ha permesso di recuperare circa 30 mq di suolo pubblico sottratto alla circolazione veicolare, ripristinando lo stato dei luoghi. I controlli della Polizia Locale di Napoli, volti al controllo del fenomeno dell'abusivismo commerciale continueranno anche nei giorni a seguire, al fine di garantire tanto il ripristino della legalità che la tutela della salute pubblica, reprimendo la vendita di prodotti alimentari esposti allo smog cittadino ed agli agenti atmosferici. 

Droga ad Anacapri, arresto bis per un 26enne

CAPRI. Durante un servizio di controllo presso il largo Due Golfi, i carabinieri della stazione di Anacapri hanno bloccato un ragazzo che si intratteneva in piazza come se stesse aspettando qualcuno. Michele Somma, un 26enne di Pimonte già noto alle forze dell'ordine, perquisito è stato trovato con 110 grammi di marijuana e 12 di hashish in una tracolla. Tratto in arresto per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio è stato tradotto ai domiciliari in attesa del giudizio per rito direttissimo. Somma fu arrestato anche a metà aprile dai carabinieri a Capri appena scese dal traghetto: anche quella volta aveva nella tracolla 120 grammi di marijuana avvolti in un involucro di carta.

 

Fuorigrotta, lottatore di arti marziali aggredito dal branco

NAPOLI. Aggredito a calci e pugni da un gruppo di giovani anche mentre era a terra. E' successo a Napoli, poco prima delle 4 del mattino, davanti all'ingresso di un fast food a Fuorigrotta, nei pressi dello stadio San Paolo. Vittima dell'aggressione un ragazzo di 21 anni, nato in Brasile e residente a Torre del Greco, lottatore di Mma, arti marziali miste, che ha riportato fratture multiple al viso ed è stato giudicato guaribile in 30 giorni dai sanitari dell'ospedale San Paolo, dove è ricoverato. Agli agenti della Polizia di Stato intervenuti ha spiegato che la lite è scoppiata per "motivi sportivi" con un altro giovane, poi supportato da un gruppo di persone che lo ha ripetutamente colpito anche con calci mentre era a terra. Le telecamere installate nell'area non riprendono il luogo indicato dal 21enne come quello dove è avvenuta la violenta aggressione. Sull'accaduto indaga la Polizia di Stato. 

Lite tra commercianti, feriti col coltello titolare e collaboratrice

ISCHIA. Due persone, un uomo di 46 anni e una ragazza di 24 anni, sono stati ferite con un coltello da un 53enne a Ischia, nel comune di Forio. Quest'ultimo è stato denunciato per i reati di tentato omicidio nei confronti del 46enne e di lesioni aggravate procurate alla 24enne. Secondo quanto ricostruito dagli agenti del Commissariato di Ischia, ieri mattina le due vittime, lui titolare di un bar e lei, di origini thailandesi ma stanziale sull'isola, sua collaboratrice, stavano rientrando dal lavoro quando si sono accorti di essere seguiti da uno scooter guidato dal 53enne M.A., anch'egli titolare di un esercizio commerciale di ristorazione attiguo a quello della vittima. Già nelle ore precedenti c'erano state delle intemperanze e delle discussioni tra i due vicini, dissapori che perduravano da lungo tempo. M.A. ha raggiunto l'auto bloccandone la corsa con il proprio scooter, ha estratto un coltello nascosto sotto la maglia e ha iniziato a infierire contro l'uomo che, nel tentativo di difendersi, si è ferito alle mani e al braccio. L'aggressore ha poi tentato di colpirgli le gambe ed è in quella circostanza che è stata ferita la ragazza, che tentava  di difendere il suo datore di lavoro. Solo dopo essersi accorto di aver colpito la donna, l'aggressore si è allontanato.Le due vittime sono state medicate al pronto soccorso dell'ospedale Rizzoli, dove poco più tardi è arrivato anche l'aggressore portato da un equipaggio dei Carabinieri, in preda a una crisi di ansia. Nel contempo i poliziotti, dopo aver acquisito varie informazioni, in particolare sui continui litigi tra i due, hanno proceduto al sequestro del coltello che il  53enne avrebbe utilizzato e al deferimento dell'uomo all'autorità giudiziaria. 

Lite per la precedenza, scatta il pestaggio: presi tre del clan

VICO EQUENSE-CASTELLAMMARE DI STABIA. Arrestati i tre autori di aggressione per mancata precedenza nella piazza di Vico Equense. I carabinieri delle compagnie di Sorrento e Castellammare di Stabia hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal tribunale di Torre Annunziata su richiesta della locale procura, Giovanni D'Alessandro, 45enne, già noto alle forze dell'ordine e ritenuto dagli investigatori affiliato all’omonimo clan camorristico, insieme a Luigi, 20 anni e Michele D'Alessandro, 23 anni, entrambi incensurati e figli di un soggetto ritenuto vicino allo stesso clan e attualmente detenuto. I tre, tutti di Castellammare di Stabia, sono ritenuti responsabili di lesioni aggravate e minacce in concorso e, solo Luigi D'Alessandro, di porto di oggetti atti ad offendere. La notte tra il 25 e 26 agosto 2017, in piazza Umberto I a Vico Equense, dopo un diverbio scaturito per strada per una mancata precedenza ad un incrocio, aggredirono un ragazzo originario di Castellammare di Stabia, carabiniere in servizio nelle Marche. il militare venne circondato dal gruppo e minacciato di morte, percosso in testa e sul corpo con mazze da baseball e poi scaraventato a terra. Ricorso alle cure presso il pronto soccorso di Vico Equense, la vittima risultò avere lesioni su varie parti del corpo. Gli accertamenti condotti dalla stazione carabinieri di Vico Equense e dal nucleo operativo della compagnia di Castellammare di Stabia hanno permesso di identificare gli autori della violenta aggressione dopo aver raccolto elementi probatori nei loro confronti e hanno consentito alla procura oplontina di richiedere l’emissione degli odierni provvedimenti restrittivi.

Negozi chiusi e nessun servizio: turisti sconsolati a Napoli

NAPOLI. Napoli è una città a vocazione turistica e nessuno lo sa. Oppure in pochi se ne sono accorti. O comunque in pochissimi si sono attrezzati. Succede così che camminando per la città nella settimana di Ferragosto si vedono immagini da film del Vecchio West. Turisti sconsolati che camminano per le strade sotto il sole cocente, alla ricerca di un bar o un negozio aperto come un’oasi nel deserto. Non volano palle di fieno solo perché di vento non ce n'è, altrimenti sarebbe il set perfetto per un film di Sergio Leone. Il turista abbandonato nella settimana di Ferragosto è un fenomeno che si registra ormai ogni anno in città. Anche se è ormai da almeno un lustro che il numero dei visitatori è in costante crescita, pare proprio che la città non si sia affatto attrezzata. Manca tutto per i visitatori, i veri “cittadini” dell’agosto napoletano. Di napoletani per le strade nella settimana di Ferragosto se ne vedono pochi. Basta camminare e provare ad origliare un po’ di conversazioni, si sentono soprattutto lingue estere e dialetti di fuori città. Eppure a questi cittadini estivi non viene offerto nulla. Una piccola eccezione è offerta dal lungomare, dove le tantissime pizzerie aperte offrono cultura culinaria e panorama mozzafiato ai visitatori. 

CONTINUA A LEGGERE SUL ROMA IN EDICOLA O SUL GIORNALE ONLINE

Ischia, alla gogna su Fb chi deposita i rifiuti fuori orario

 

ISCHIA. «In queste ore le telecamere mimetiche stanno scattando numerose foto immortalando ignari trasgressori intenti a liberarsi della propria immondizia, in orari e con modalità non rispettose delle ordinanze vigenti in materia. È incredibile la disinvoltura con la quale, persone abituate a lamentarsi della scarsa igiene urbana o della carenza di decoro, si prodighino nel conferire alla carlona i propri rifiuti. Sono stati elevati in pochi giorni più di sessanta verbali. È inutile ribadire che si tratta di molti nostri concittadini. Talvolta anche opinion maker sui social». Così il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino sulla sua pagina Facebook, dove ha pubblicato le foto dei trasgressori.

Spari al Mercato, ferito al piede con un colpo di pistola

NAPOLI. È stato trasportato al pronto soccorso Loreto Mare di Napoli sanguinante e quando lo hanno interrogato ha riferito di non aver visto chi gli ha sparato contro un colpo di pistola. È ricoverato per una frattura al piede destro a causa di proiettile calibro 7.65, Vincenzo Milone, 47 anni, con numerosi precedenti penali alle spalle. L'agguato è avvenuto in vico Sant'Erasmo, nella zona del Mercato, a Napoli. Indaga la polizia.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli