Martedì 17 Ottobre 2017 - 13:10

Torre Annunziata, colpo al cuore del "Terzo Sistema"

TORRE ANNUNZIATA. I carabinieri del nucleo Investigativo di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo a fini di confisca emesso dal Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. Si tratta di beni mobili, attività commerciali, conti correnti bancari e depositi, polizze assicurative e veicoli, per un valore complessivo di circa un milione di euro. Quanto sequestrato dopo i complessi accertamenti, è risultato di proprietà o comunque riconducibile a Longobardi Antonio, Orofino Salvatore, Pinto Gennaro, Milite Bruno e Della Ragione Vittorio, tutti oplontini e detenuti perché colpiti nel luglio 2016 da provvedimenti restrittivi chiesti dalla Dda di Napoli.
Insieme a Perna Domenico Ciro e Gallo Luigi, come accertato dai militari dell’Arma  di Torre Annunziata, avevano dato vita a una nuova organizzazione criminale, il Terzo Sistema, operante nella città oplontina e autonoma rispetto agli “storici” clan  degli Gionta e dei Gallo-Cavalieri.
Anche il nuovo sodalizio criminale si era reso responsabile di reati contro la persona e il patrimonio, estorsioni, detenzione di armi e droga.
L’indagine patrimoniale ha consentito di accertare che gli arrestati avevano acquisito i beni sequestrati mediante denaro proveniente da attività illecite e la sproporzione tra i redditi “ufficialmente” dichiarati dagli arrestati e la quantità di beni in loro possesso.
Il decreto di sequestro riguarda: 2 autovetture, 2 attività commerciali a Torre Annunziata, un negozio di prodotti per la casa e una bottega di generi alimentari, una attività per la compravendita on-line di auto e moto, polizze assicurative e rapporti finanziari (carte di credito ricaricabili, conti correnti postali e bancari) intestati agli arrestati e/o ai loro familiari.

Ruba caramelle nel supermercato dove lavora, la Cassazione: giusto licenziarlo

NAPOLI. Aveva rubato caramelle nel supermercato di Napoli dove lavorava. Un furto del valore di meno di 10 euro. Un furto che però è costato al dipendente il posto di lavoro. Così, infatti, ha deciso la Cassazione che ha confermato il licenziamento per giusta causa dell'addetto. Secondo i giudici della Suprema Corte, il comportamento «fraudolento» ha minato in maniera irreversibile il rapporto fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore.

Picchia il concessionario
e prende una moto: rapinatore arrestato

ACERRA. Il tempismo degli agenti del Commissariato di polizia di “Acerra” ha impedito ad un rapinatore di portare a termine il suo disegno criminoso. I poliziotti stamane, a seguito di una segnalazione telefonica, si sono recati in una concessionaria di motoveicoli, ove era in corso una rapina. Il rapinatore, identificato per Gennaro Tufano, 20enne di Acerra, era in procinto di allontanarsi dalla concessionaria con una moto da cross. Il giovane, infatti, poco prima dell’arrivo della polizia, si era presentato nell’esercizio commerciale pretendendo che gli fosse consegnata una moto. Al diniego da parte del titolare, il 20enne, lasciando intendere di essere armato, non aveva esitato nel prenderlo a schiaffi, per poi salire in sella ad una moto in esposizione. Al fine di fuggire, aveva preteso dai meccanici dell’officina che fosse rifornita di benzina e che fossero messe a pressione le gomme. Gli agenti hanno intercettato il giovane mentre stava per oltrepassare la porta carraia della ditta. Inutile il tentativo di fuga a piedi. I poliziotti hanno bloccato Tufano, arrestandolo e conducendolo al carcere di Poggioreale, in quanto responsabile del reato di rapina aggravata. Sotto la maglia che indossava, gli agenti hanno rinvenuto una fondina per pistola vuota.

Azienda dei Colli: interventi anche il sabato per ridurre le liste d'attesa

NAPOLI.  "L'Azienda dei Colli, nell'ambito delle azioni per la riduzione dei tempi di attesa delle prestazioni ambulatoriali e di ricovero, ha deciso di incrementare il numero delle prestazioni che, settimanalmente, saranno erogate ai cittadini. In particolare, l'incremento riguarderà quelle prestazioni che presentano un tempo di attesa superiore agli standard regionali", lo annuncia Giuseppe Longo, direttore generale dell'Azienda Ospedaliera dei Colli. Il Piano di azione prevede, inoltre, di monitorare continuamente i tempi di attesa e, nel caso in cui non si riuscisse a ridurre le liste di attesa con il programmato incremento delle prestazioni, allora si provvederà a far eseguire sia le visite specialistiche che gli interventi chirurgici anche di sabato. "C'è necessità di intervenire subito e si inizierà da sabato 14 ottobre. All'ospedale Monaldi - spiega Longo - saranno effettuate ecografie al seno, Pet, visite pneumologiche, visite cardiologiche pediatriche e per adulti. Mentre, nelle sale operatorie saranno impegnate le unità operative di chirurgia generale, di urologia, di chirurgia toracica e di chirurgia vascolare. Inoltre, per i pazienti provvisti di regolare impegnativa del medico curante, sempre nella giornata di sabato 14, sarà possibile usufruire del laboratorio di analisi per i prelievi ematici". "Anche l'ospedale Cto - aggiunge - partecipa al programma di riduzione delle liste di attesa con l'esecuzione di interventi di protesi dell'anca". "Per la prima giornata di apertura straordinaria, in segno di adesione al progetto aziendale di riduzione delle liste di attesa e per sensibilizzare maggiormente tutto il personale al raggiungimento degli obiettivi prefissati, saranno impegnati negli ambulatori e nelle sale operatorie anche i direttori delle Unità Operative Complesse interessate che effettueranno prestazioni mediche e chirurgiche", conclude il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera dei Colli.

De Magistris: sull'Anm nessuna autocritica

NAPOLI.  "Il Comune nella vicenda Anm ha una posizione chiara e non fa autocritica in nessun modo. I miei colleghi sindaci hanno messo sul mercato le aziende di trasporto pubblico, io senza soldi potrei benissimo mollare e invece rilancio ad azienda pubblica metropolitana con piano di prepensionamento per alcuni e mobilità in altre aziende partecipate per altri. Si faccia attenzione perché tra dieci giorni se non si chiude la trattativa i libri andranno in tribunale e centinaia di persone saranno licenziati". Così il sindaco Luigi de Magistris a Radio Crc.

Ordine dei giornalisti Campania, eletti i vertici

NAPOLI. Per la prima volta una donna, Titti Improta, è eletta nel Direttivo dell'Ordine dei giornalisti della Campania. Dopo le votazioni del primo ottobre, il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti della Campania, riunito in via Cappella Vecchia, ha eletto all'unanimità i vertici per il triennio 2017-2020. Presidente confermato Ottavio Lucarelli, vicepresidente Mimmo Falco, segretario Titti Improta con delega alle pari opportunità e ai rapporti con le tv, tesoriere Paolo Mainiero. Ai consiglieri Salvatore Campitiello e Vincenzo Esposito, rispettivamente, le deleghe per le Scuole di giornalismo di Salerno-Fisciano e Napoli-Suor Orsola Benincasa. A Enzo Colimoro i rapporti con Fnsi, Inpgi e Casagit, A Massimiliano Musto i rapporti istituzionali e la delega per il Cup, il Comitato delle professioni. A Pino De Martino il coordinamento organizzativo. L'Ordine ha definito tra i principali obiettivi il proseguimento della formazione nelle cinque province a titolo gratuito e una sempre maggiore presenza nei territori in difesa delle fasce più deboli della professione. Si è insediato anche il Collegio dei Revisori dei conti. Presidente confermato Francesco  Marolda, vice presidente Francesco Ferraro, segretario Concita De Luca. Il Sindacato unitario giornalisti della Campania augura «buon lavoro a Ottavio Lucarelli, confermato presidente, e al consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania».

Terremoto Ischia, insediato in Regione il comitato tecnico

NAPOLI. Si è insediato stamattina a Palazzo Santa Lucia a Napoli, presso la sede della Giunta regionale della Campania, il comitato tecnico a supporto del commissario delegato dal Governo per la ricostruzione post terremoto di Ischia, l'architetto Giuseppe Grimaldi. Fanno parte del comitato: Giovanni Cardinale, vice presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri; Dimitri Dello Buono, responsabile laboratorio geo Sdi (geo Spatial Data Infrastructure) Cnr; Egidio Grasso, presidente Ordine Geologi in Campania; Roberta Santaniello, dirigente dell'Ufficio di diretta collaborazione del presidente della Regione Campania; Giancarlo Viglione, esperto di diritto amministrativo e diritto ambientale; Andrea Prota, docente presso l'Universita' degli Studi di Napoli Federico II, esperto ricostruzione post terremoto; Salvatore Giuseppe Duilio Provenzano, responsabile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della Struttura di Missione per il coordinamento dei processi di ricostruzione. 

Taxi fuorilegge: multati 22 veicoli

NAPOLI. Dalle prime ore del mattino gli agenti della sezione Turistica congiuntamente al personale dell’Unità Operativa Rimozione Auto della Polizia Municpale hanno effettuato controlli una delle zone maggiormente interessata dal fenomeno abusivismo taxi, in particolare lungo la tratta che da Poggioreale conduce alla Stazione Centrale.

Sono stati verbalizzati 22 veicoli che circolavano in violazione della normativa vigente effettuando trasporto pubblico di linea abusivo. L’intervento era stato preceduto, nei giorni scorsi, da appostamenti ed accertamenti sui veicoli sospetti per i quali oltre ad emergere la totale assenza delle prescritte autorizzazioni per l’esercizio del trasporto pubblico in più casi era stata rilevata l’assenza anche reiterata della copertura assicurativa del veicolo utilizzato. In particolare, gli abusivi sono stati sanzionati elevando 7 verbali per il servizio abusivo di linea, 5 verbali per mancanza di copertura assicurativa e 3 per per guida senza patente, mentre in sette casi è stato applicato il fermo amministrativo ed in cinque il sequestro sottraendo la materiale disponibilità del veicolo.

L’importo totale delle sanzioni elevate ammonta a 13.779 euro. Clamoroso il caso di un abusivo che, oltre a non possedere i titoli autorizzativi per esercitare dell’attività, aveva addirittura la patente revocata da più di un anno per la qual cosa è stata sottratta la materiale disponibilità dell’auto sottoponendola a fermo presso la depositeria comunale, mentre il proprietario è stato verbalizzato per incauto affidamento del veicolo a soggetto non abilitato alla guida. I controlli sono proseguiti nella zona di piazza Garibaldi e Molo Beverello dove sono stati elevati 3 verbali per il mancato rilascio della ricevuta prevista per la tariffa predeterminata e 2 verbali per mancanza di documenti di guida al seguito, ad un tassista è stata ritirata la licenza perché non azionava il tassametro né tantomeno utilizzava la tariffa predeterminata.

Piazza Garibaldi, sequestro di droga e pistole

NAPOLI.  Gli uomini della polizia del commissariato Vicaria Mercato, unitamente a quelli dell'Ufficio Prevenzione Generale, hanno arrestato stanotte Angelino Bennardo, 29enne di Maddaloni, pregiudicato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In occasione degli incessanti servizi di controllo del territorio predisposti nell'area di Piazza Garibaldi e zone adiacenti, finalizzati al contrasto alle attività illegali, criminalità diffusa e tutti i fenomeni di degrado urbano, i poliziotti del Commissariato Vicaria Mercato hanno notato due giovani nei pressi del portone dello stabile ubicato in via Padre Ludovico da Casoria, che cedevano, dietro compenso di soldi, alcune bustine di cocaina ad un ragazzo. Avvedutisi della presenza dei poliziotti, i due si davano a precipitosa fuga e iniziavano a salire le scale dello stabile cercando la via di fuga dal terrazzo dell'edificio. Dopo un rocambolesco inseguimento l'Angelino veniva bloccato. Nelle sue tasche venivano rinvenute 3 bustine in cellophane contenenti cocaina, per un peso di 0,61 grammi. Controllato il vano sottotetto dello stabile, nonostante la totale oscurità ed il numeroso materiale di risulta, all'interno di due buste separate, ben occultate sotto delle travi di legno, venivano rinvenute due pistole semiautomatiche, una marca Astra A90 Inox calibro 9x21 corredato di caricatore contenente 12 cartucce, ed una pistola semiautomatica Sil Saver P220 calibro 45, corredata di caricatore contenente 6 cartucce S&B 45 Auto. Inoltre si rinveniva un piccolo cartoncino con all'interno un bilancino di precisione di colore bianco/nero e numerose bustine in cellophane pronte al confezionamento. L'altro spacciatore nel corso dell'inseguimento all'interno del palazzo si era rintanato all'interno di una abitazione, la cui porta, chiusa a chiave dall'interno anche con l'ausilio di un chiavistello in ferro, veniva aperta solo con l'ausilio dei Vigili del Fuoco. All'interno dell'abitazione, la cui finestra era rimasta aperta e dalla quale era verosimilmente fuggito l'uomo, venivano rinvenuti un contamonete elettronico, la somma di circa 3000 euro in contanti suddivisi in moneta spicciola e banconote di piccolo taglio, un televisore al quale erano collegate diverse telecamere posizionate in diversi punti dell'androne dello stabile e su via Padre Ludovico da Casoria e zone limitrofe. 

Modificavano gli scuolabus
per aumentare i "paganti"

GIUGLIANO. Trasportavano a scuola bambini su mezzi modificati per aumentare il numero delle persone a bordo, con estintori scarichi o scaduti, senza sicurezza certificata dalla prescritta revisione oppure senza assicurazione, in un caso alla guida c’era un uomo con la patente scaduta, in altri 4, soggetti con patente diversa da quella occorrente per il particolare utilizzo.
è lo spaccato di quanto emerso nel corso di controlli effettuati dai carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania a 80 mezzi usati per il trasporto di studenti da casa agli istituti scolastici del territorio dell’hinterland a Nord di Napoli. Elevate sanzioin per 16mila euro.
Durante le ispezioni sono stati controllate contestate 61 infrazioni al codice della strada. Scoperti 6 casi di circolazione su veicolo con numero di sedili aumentati per trasportare più persone, 3 di circolazione con estintori scarichi o scaduti e mancanza dei previsti martelli frangi cristalli, 5 di mancata revisione e 7 di circolazione senza assicurazione, 5 casi di mancato uso delle cinture di sicurezza e uno per circolazione di automezzo già sottoposto a sequestro e affidato al proprietario per la esclusiva detenzione in luogo chiuso.
Venuti alla luce anche numerosi casi di trasporto in soprannumero, anche su mezzi autorizzati, uso di veicoli per trasporto di persone senza titolo autorizzativo, inosservanza alle prescrizioni sul noleggio con conducente, velocità non commisurata a incroci.

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica