Sabato 21 Aprile 2018 - 15:16

San Giovanni a Teduccio, il quartiere in marcia contro le stese

NAPOLI. “Io ci sto’’, con la parola "non" segnata da una ics per rimarcare la volontà di riprendersi un quartiere martoriato dalle stese. Associazioni territoriali, parrocchie, istituzioni, movimenti civici, le scuole, hanno partecipato stamattina a San Giovanni a Teduccio alla marcia contro la camorra organizzata dopo gli ultimi episodi criminosi. A parteciparvi, tra gli altri, i referenti di Libera Campania, padre Alex Zanotelli, la giunta della VI Municipalità, gli assessori Alessandra Clemente, Annamaria Palmieri e Ciro Borriello, il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. Il corteo, partito da parco Troisi di viale 2 Giugno, sia è poi concluso in piazza Capri con un momento di confronto finale. 

«A Napoli si vive 7 anni in meno che a Stoccolma»

NAPOLI. «Nell'area metropolitana di Napoli non solo si vive 4 anni in meno rispetto al Nord, ma quasi 7 anni in meno rispetto all'area più avanzata d'Europa, la Svezia. È come vivere in due emisferi differenti. E si pensi che se una donna, al Sud, vive in media 84 anni, gli ultimi 16 anni li trascorre in sofferenza, mentre in Svezia questo numero è solo di 5 anni. Quindi è vero, gli svedesi vivono in media un anno in meno rispetto agli italiani, ma in condizioni migliori». A tracciare il quadro Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto superiore di sanità e direttore dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane, che oggi a Roma ha presentato il nuovo Rapporto Osservasalute all'università Cattolica. «Quello fra Nord e Sud Italia - evidenzia Ricciardi a margine della presentazione - non è ormai un disavanzo economico perché tutte le Regioni hanno raggiunto il pareggio di bilancio. Si tratta di una differenza organizzativa e di salute che ormai si sta facendo del tutto incostituzionale e sulla quale occorre intervenire con una nuova alleanza fra Stato e Regioni». 

Vomero, affidati i lavori per l'Isis “De Nicola"

NAPOLI. Un nuovo intervento, che si inquadra nel piano fortemente voluto dal sindaco metropolitano, Luigi de Magistris, teso a rendere la scuole di pertinenza della Città Metropolitana più sicure e più moderne, partirà nelle prossime settimane. Si tratta dei lavori di ristrutturazione, riqualificazione e messa in sicurezza degli spazi interni all’edificio che ospita l’Istituto d’istruzione Superiore "Enrico De Nicola" in via E.A. Mario al Vomero. È stato infatti firmato il contratto con la ditta aggiudicataria della gara. I lavori, per un importo complessivo di oltre 920.000 euro dureranno 18 mesi e serviranno a rendere l’edificio, proprietà della Città Metropolitana di Napoli, più moderno e corrispondente alle attuali norme di sicurezza. Infatti, l’edificio di via E.A. Mario, anche per la sua posizione, in prossimità della metropolitana collinare, serve una platea scolastica molto più vasta del solo Vomero. L’edificio che lo ospita è della fine degli anni ’50, grande e dotato di numerose strutture quali palestre, laboratori e spazi esterni, ma necessita di radicali interventi di ristrutturazione. I lavori che partiranno a breve, prevedono: la compartimentazione antincendio, l’adeguamento dei servizi igienici, la messa a norma degli impianti, e l’eliminazione delle barriere architettoniche.

"Sii saggio, guida sicuro!", villaggio in piazza Plebiscito

 

NAPOLI. Più di 9mila studenti, 450 istituti coinvolti e 29 tappe formative in tutte le province della Campania. Sono i numeri record della VI edizione del progetto “Sii saggio, guida sicuro”, promosso dall’associazione Meridiani per educare i giovani delle scuole secondarie di primo e secondo grado al rispetto del codice della strada che si concluderà domani 20 aprile a Napoli, in piazza del Plebiscito, con il gran gala in cui saranno premiati i vincitori del concorso di idee “Inventa un segnale stradale!”. Tra i testimonial presenti Gigi & RossAlessandro Bolide e Alessandro Incerto. Prevista la presenza di molti rappresentanti istituzionali.

A partire dalle 8, aprirà il Villaggio “Sii Saggio, Guida Sicuro” all’interno del quale ci saranno il Villaggio dello sport a cura del Coni Campania e il Villaggio tecnico con stand interattivi sulla sicurezza stradale a cura dell’Esercito, dell’associazione nazionale Vigili del Fuoco, Croce Rossa Italiana, Forze dell’Ordine, Ordine Ingegneri Napoli, Tangenziale di Napoli, Car Service - Auto Bruognolo, Iveco, Fondazione Telethon, Anas, Accademia Aeronautica, Polizia Penitenziaria, British Institutes, Polizia Locale Napoli e Confarca.

A seguire (ore 10.30), saranno consegnati 36 premi alle scuole vincitrici e attestati a tutte le scuole partecipanti al progetto. Nel pomeriggio (ore 14.30), nella Sala Conferenze di palazzo “Salerno”, sede del Comando Forze Operative Sud, si terrà il convegno dal titolo “La sicurezza stradale… un impegno di tutti”, durante il quale si discuterà delle azioni per migliorare i comportamenti al volante soprattutto dei giovani e le infrastrutture stradali.

La campagna “Sii Saggio, Guida Sicuro” si svolge in collaborazione con il Comune di Napoli, la Direzione scolastica regionale della Campania, l’Unione industriali Napoli, l’Università Federico II, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, la Città Metropolitana, L’Anci-Campania, l’ANM, l’Anas, la Tangenziale di Napoli, la società Iveco, Fondazione Telethon, Auto Bruognolo - Car Service, Confarca, il Centro Studi Tecnoscuola ed il British Institute, e gode del patrocinio dell’Esercito Italiano, dell’Arma dei Carabinieri, dell'Accademia Aeronautica, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco, della Polizia Locale, della Croce Rossa Italiana, del Coni, e con la media partnership di Rai Isoradio, con l’obiettivo di diffondere la cultura della sicurezza stradale.

 

Vomero, di nuovo imbrattato il muro della Floridiana

NAPOLI. Di nuovo imbrattato il muro di cinta della Floridiana. «Adesso basta! Si è superato ogni limite anche per un'eccessiva tolleranza verso questi imbrattatori che nel capoluogo partenopeo deturpano e degradano non solo il patrimonio artistico ma anche le mura di fabbricati pubblici e privati. Bisogna tutelare il decoro urbano, mettendo in campo tutte le iniziative tese a individuare gli autori e a comminare le sanzioni del caso, anche con il ripristino, a loro spese, di monumenti, edifici e mura imbrattate». È l'ennesima segnalazione di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, rivolta alle autorità competenti affinché vengano presi provvedimenti nei confronti di coloro che, da un poco di tempo a questa parte, si divertono ad imbrattare i muri, purtroppo pure con disegni e scritte osceni, anche nel popoloso quartiere collinare del Vomero. «Gli ultimi episodi riguardano il muro di cinta della villa Floridiana che affaccia su via Cimarosa, ripristinato e imbiancato in tempi recenti - puntualizza Capodanno -. Tante le scritte e i disegni, che non hanno nulla di creativo ma rappresentano solo l'ostentazione di un'inaccettabile quanto deprecabile volgarità. Il tutto, peraltro, dinanzi a un parco frequentato da centinaia di mamme con bambini e che ospita il museo nazionale della ceramica Duca di Martina, meta di numerosi turisti. E' auspicabile che in questo, come in altri casi simili, si provveda in immediato, dopo i rilievi del caso, a restituire il decoro al muro interessato, eliminando scritte e disegni». «Per combattere questo fenomeno che si va sempre più diffondendo anche nel capoluogo partenopeo – suggerisce Capodanno –, sul piano della repressione, occorre potenziare il sistema della videosorveglianza, collegato alle centrali delle forze dell’ordine in modo da poter individuare immediatamente gl’imbrattatori, già nel momento nel quale entrano in azione. Un tale sistema di controllo, in particolare per i beni d’interesse storico e artistico, potrebbe avere anche una forte azione preventiva, costituendo un deterrente per quanti sporcano con scritte e graffiti  beni pubblici e privati, contribuendo così a rendere più brutta e invivibile la Città». Nel contempo Capodanno, per quanto riguarda la prevenzione, invita l'amministrazione comunale a valutare la possibilità di avviare una campagna di sensibilizzazione per il decoro urbano, con il coinvolgimento anche delle scuole e con la partecipazione di educatori e di artisti per coinvolgere, sopratutto i giovani, su temi che riguardano il rispetto della città e dei suoi beni.

 

 

 

 

 

SuperEnalotto a Cardito, cercasi vincitore

Mancano solo 13 giorni per riscuotere la vincita da oltre 51 mila euro! Una cifra irrisoria, forse, se confrontata con il montepremi SuperEnalotto in palio per l’estrazione di questa sera pari a oltre 24 milioni di euro, ma… quanti sogni potrebbe realizzare il vincitore con oltre 51 mila euro a disposizione?

Secondo le rilevazioni dell’Ufficio Premi di Sisal, il vincitore di Cardito non si è ancora presentato per la riscossione della vincita -  realizzata presso il punto vendita Sisal Tabacchi Gold situato in Via Don Gaetano Capasso snc -  nel concorso n.14 di giovedì 1 febbraio 2018

Cardito è un comune italiano di circa 22 mila abitanti in provincia di Napoli. Sarà un abitante del posto, un pendolare o un turista?

Sappiamo solo che il luogo della giocata non è distante dallo stadio Comunale Papa, dalla scuola media Galileo Galilei, dall’ufficio postale e dall’Istituto di Istruzione Superiore Emilio Sereni. Magari può aver giocato una mamma o un nonno di passaggio in quelle zone.

La giocata, di importo pari a 3 euro, è stata convalidata mercoledì 31 gennaio nella prima mattinata…un piccolo indizio per cercare di ricordare e non perdere l’occasione di riscuotere un premio che potrebbe contribuire a far pensare un po’ più serenamente al futuro, o semplicemente a un bel viaggio da programmare per le prossime vacanze estive.

I numeri della sestina vincente sono stati: 20, 45, 51, 63, 85, 89, Jolly 2, SupeStar 48. Numeri casuali o magari legati a date importanti della vita del vincitore e che potrebbero aiutarlo a ricordare. Sisal segnala che il fortunato possessore della ricevuta di gioco vincente ha ancora soli 13 giorni per riscuotere il premio.

I termini per la riscossione degli oltre 51mila euro legati alla vincita di Cardito – 90 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione del bollettino – scadranno il prossimo mercoledì 2 maggio 2018.

 

Alibus, nuova fermata al Varco Pisacane

NAPOLI. A partire da domani venerdì 20 aprile il servizio Alibus  che collega l’aeroporto di Capodichino con la città e il Porto di Napoli, avrà una terza fermata all’interno dell’area portuale precisamente in corrispondenza del Varco Pisacane che si aggiunge alle altre due fermate già esistenti nello scalo.

La nuova fermata Alibus del Varco Pisacane punta a migliorare ulteriormente l’interconnessione tra Aeroporto di Capodichino, Stazione centrale e Porto di Napoli in attuazione del protocollo d’intesa tra Anm e Autorità di sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale. La sua collocazione, in corrispondenza con l’arteria di Via Duomo che collega direttamente al centro antico della città, è pensata proprio per facilitare gli spostamenti dell’utenza in arrivo e partenza dal “terminal traghetti” per Capri, Ischia Procida e Sorrento. La fermata migliora e completa così il servizio già fornito con le altre due fermate attive dal 2016 di Calata Porta di Massa/Immacolatella (all’altezza del “terminal traghetti” per le destinazioni Sicilia, Sardegna) e Stazione Marittima (Molo Beverello/p.zzale Angioino), in corrispondenza dei terminal crociere e aliscafi per Capri, Ischia, Procida e Sorrento e delle vicine biglietterie.

«Parliamo - spiega Nicola Pascale Amministratore Unico Anm - di una linea strategica e particolarmente redditizia che quest'anno trasporterà oltre 1 milione di viaggiatori e che nel 2018 potrebbe far registrare un incremento del 100% rispetto al 2016. Considerato il flusso crescente di passeggeri che stiamo registrando, aggiungeremo a breve un ulteriore bus ai 6 già impegnati su questa linea per potenziare ulteriormente l'offerta e la qualità del servizio che, giova ricordarlo, da un sondaggio trasmessoci da Gesac, risulta tra i più apprezzati in Europa»

«La collaborazione con Anm - dichiara il Presidente ADSP Pietro Spirito - è stato uno dei primi atti che ho compiuto, dopo il mio insediamento all’Autorità di Sistema, perché il collegamento all’interno dell’area portuale e con il tessuto della città è uno dei servizi essenziali per i viaggiatori. Il traffico passeggeri e dei crocieristi è uno dei settori di punta dello scalo partenopeo: oltre 8 milioni di passeggeri all’anno. Aver raggiunto sin dal primo momento un accordo con l’Azienda napoletana di Trasporto Pubblico per collegare porto-stazione ferroviaria e aeroporto è stato importante per due ragioni: ha costruito il primo legame tra le tre porte di accesso alla città, ed ha agevolato la mobilità di cittadini e turisti. Aver ora previsto una nuova fermata al Varco Pisacane è un ulteriore miglioramento del servizio già offerto».

Quartieri Spagnoli, rimossi 70 paletti abusivi

NAPOLI. Gli agenti dell'Unità operativa Chiaia hanno effettuato un'operazione atta a ripristinare la legalità nei Quartieri Spagnoli consistente nella rimozione di circa 70 tra paletti abusivi, catene e spuntoni in ferro. L'intervento si è svolto nelle seguenti strade:  P.zzetta Concordia, Calata S. Mattia, parte iniziale di V. Conte di Mola, V.co Storto Concordia e V. Concordia. Si è proceduto altresì al ripristino dello stato dei luoghi dell'area antistante la Chiesa Santa Maria della Concordia. Intervento analogo era stato effettuato un mese fa dagli agenti della stessa Unità operativa.

Controlli al mercatino rionale, maxisequestro di merce contraffatta

MUGNANO. Controlli antiabusivismo al mercatino rionale, maxisequestro di merce contraffatta. Nella giornata di ieri gli agenti della polizia municipale, su richiesta dell’Amministrazione Sarnataro, hanno effettuato una serie di verifiche lungo via Di Vittorio durante lo svolgimento del mercatino con l’obiettivo di stanare i venditori ambulanti abusivi. Nel corso degli accertamenti i caschi bianchi del Comune hanno scoperto e sequestrato 246 dvd falsi tra film, cd e videogiochi. «In questi giorni stiamo procedendo, come è giusto che sia, con degli accertamenti capillari – spiega l’assessore al ramo Vincenzo Massarelli – che interessano tanto i commercianti quanto gli ambulanti. Un servizio che continuerà nelle prossime settimane in maniera costante e puntuale». Soddisfatto il sindaco Luigi Sarnataro: «L’obiettivo è quello di contrastare tutti i fenomeni di illegalità presenti sul territorio con le forze che abbiamo a nostra disposizione. Le regole valgono per tutti e tutti devono rispettarle: soltanto così si potrà assicurare una concorrenza leale tra gli operatori del settore e rendere la città più vivibile».  

Tangenziale, prorogata la chiusura di via Campana

POZZUOLI. Per un problema tecnico non prevedibile, la chiusura al traffico di via Fascione, all'altezza della rampa di accesso alla Tangenziale di via Campana, è prorogato fino alle ore 18 di domani venerdì 20 aprile 2018. Lo ha comunicato la società Copin Spa che sta realizzando i lavori sulla sede stradale previsti dal Piano Intermodale dell’area flegrea. L’intervento ha l’obiettivo di “migliorare lo svincolo di via Campana della Tangenziale di Napoli”, che resterà chiuso in entrata e in uscita fino alla conclusione dei lavori. I residenti potranno raggiungere le proprie abitazioni attraverso le strade alternative esistenti sul territorio.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno