Sabato 21 Aprile 2018 - 15:14

Casamicciola e Forio, controlli anti-bracconaggio

CASAMICCIOLA E FORIO. Controlli di carabinieri ed Enpa contro i reati in materia venatoria. Nelle località “Buceto” e “Scentone” i carabinieri del gruppo Napoli (Nipaf), della stazione di Casamicciola Terme, della sezione operativa antibracconaggio e reati in danno degli animali e della compagnia di Ischia, oltre che volontari dell’Enpa, hanno svolto un servizio di contrasto ai reati in ambito venatorio. Denunciati un 37enne di Casamicciola terme per detenzione illegale di munizioni e un 50enne di Forio per esercizio della caccia in periodo di chiusura con l’utilizzo di mezzi non consentiti. Sequestrati un fucile da caccia, 364 cartucce di vario calibro e un richiamo acustico.

Droga nascosta sotto al sofà, in manette 36enne

CAMPOSANO. Carabinieri scovano droga sotto al divano, arrestato il 36enne Antonio Di Lauro, un soggetto di Camposano già noto alle forze dell'ordine. I carabinieri della compagnia nolana e della stazione di Cimitile durante una perquisizione domiciliare lo hanno trovato in possesso di 5 stecche di hashish, circa 27 grammi, nascoste sotto al sofà in salotto. Tratto in arresto per detenzione di stupefacente a fini di spaccio, Di Lauro è stato condotto ai domiciliari.

Sequestrati e distrutti oltre 100 chili di cibo non tracciabile

MARIGLIANO. Carabinieri forestali sequestrano 100 chili di cibo per mancanza di tracciabilità. Durante controlli sulla sicurezza alimentare e sulla tracciabilità dei prodotti messi in vendita in vari negozi di alimentari, i carabinieri forestali di Marigliano e Roccarainola hanno sequestrato, in punto vendita di Marigliano, circa 100 kg di pane, formaggi, pangrattato, insaccati e legumi privi della prescritta rintracciabilità. Circa 180 le confezioni sequestrate ai finni della distruzione; il valore della merce è di circa 1.500 euro.

Studente ai domiciliari per droga

POMIGLIANO D'ARCO. Studente incensurato in possesso di 4 etti di droghe arrestato dai carabinieri. Un 22enne di Pomigliano d’Arco, Alexander Joel Ancalla Cadillo, è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Controllato in piazza Mercato a Pomigliano, ieri sera, aveva in tasca tre dosi di marijuana; perquisendo l’abitazione è venuto fuori il resto: 340 grammi di marijuana e 94 di hashish, contante per 25 euro ritenuto provento illecito, 2 bilancini, forbici, un rotolo di cellophane e bustine. Dopo le formalità di rito è stato condotto ai domiciliari in attesa del giudizio con rito direttissimo.

San Gennaro, solenne processione: in attesa del miracolo di maggio

NAPOLI. Tradizionale, solenne processione del Busto di San Gennaro e delle Ampolle contenenti il Sangue del Martire, dalla Chiesa Cattedrale alla Basilica di Santa Chiara, sabato 5 maggio 2018, a partire dalle ore 17.

La processione si svolge in ricordo della traslazione delle Reliquie del Santo dal Cimitero posto nell’Agro Marciano, nel territorio di Fuorigrotta, alle Catacombe di Capodimonte, poi denominate, per questa ragione, di San Gennaro. La processione di maggio fu detta anche «degli infrascati», per la consuetudine del clero partecipante di proteggersi dal sole coprendosi il capo con corone di fiori. Ne è memoria la corona in argento che sovrasta il tronetto sul quale viene posta la teca con il Sangue del Santo, che porta al centro un enorme smeraldo, dono della Città, di provenienza centroamericana.

Il Cardinale Crescenzio Sepe, alle ore 17, dopo essersi recato nella Cappella del Tesoro, accolto dall’Abate Prelato, monsignor Vincenzo De Gregorio e dalla Deputazione, procederà all’apertura della cassaforte che custodisce le Reliquie del Santo.

Sul sagrato del Duomo saranno disposti i busti argentei dei Santi compatroni. L’avvio della processione sarà preceduto da un breve momento di preghiera guidato  dall’Arcivescovo. Il corteo processionale si snoderà per via Duomo e via dei Tribunali, passando dinanzi al Pio Monte della Misericordia; si porterà poi in via delle Zite per giungere a Forcella, proseguendo poi lungo via San Biagio dei Librai, piazza San Domenico Maggiore e via Benedetto Croce, fino alla Basilica di Santa Chiara. Lungo il percorso i Parroci del territorio attraversato onoreranno il Santo Patrono con l’offerta dell’incenso e il suono delle campane. Il corteo processionale sarà accompagnato dalla Fanfara dei Carabinieri.

Nella Basilica di Santa Chiara, alle ore 18, avrà inizio la Celebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo. In tale occasione, come è avvenuto tante volte negli anni scorsi, si può rinnovare il prodigioso evento della liquefazione del Sangue del Santo. Per tutta la settimana seguente, in Cattedrale ogni giorno, sarà venerata la Teca contenente le Ampolle del Sangue di San Gennaro.

Alla processione e alla celebrazione prenderanno parte delegazioni provenienti da  luoghi dove è particolarmente vissuto il culto a San Gennaro.

Camorra, 50 misure cautelari per traffico di droga: c'è anche un carabiniere

NAPOLI. Vasta operazione da parte del Comando Provinciale di Napoli dei Carabinieri che stanno dando esecuzione a provvedimenti cautelari emessi dal gip di Napolisu richiesta della locale Dda nei confronti di oltre 50 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di stupefacenti, intestazione fittizia di beni, impiego di denaro di provenienza illecita e riciclaggio, tutti reati aggravati da finalità mafiose.

L'inchiesta ruota intorno alla figura di Bruno Carbone, latitante, e che da tempo si è stabilito all'estero, che avrebbe avuto un ruolo di broker per l'acquisto di cocaina attraverso contatti con un cartello colombiano. La droga veniva poi consegnata ad organizzazioni di trafficanti attive in una vasta area del Napoletano, cioè Marigliano, Castello di Cisterno, Parco Verde di Caivano e anche in cittaà, al Rione Traiano. Nell'operazione è stato arrestato, con l'accusa di partecipazione all'organizzazione di trafficanti, anche un brigadiere dei Carabinieri in servizio a Castello di Cisterna, ritenuto un complice dei trafficanti, che lui agevolava anche sviando le indagini.

Ragazza rapinata alla stazione, in cella due extracomunitari

NAPOLI. Gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale in collaborazione con i collegh del commissariato Vicaria, hanno arrestato 2 cittadini extracomunitari, Saidi Jilial , del  Marocco, e Mamadi Cici,  della Guinea, rispettivamente  di 38 e 23 anni per il reato di rapina aggravata. Inoltre il Mamadi è stato anche arrestato detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, porto e detenzione di coltello, resistenza e lesione a P.U.e violazione sulle leggi dell’immigrazione.
I poliziotti, a seguito di una segnalazione della Sala Operativa, sono intervenuti in Piazza  Garibaldi  per una rapina ai danni di una ragazza. Gli agenti  hanno accertato che 2 giovani di origine extracomunitaria, sotto la minaccia di un coltello, si erano fatti consegnare dalla vittima un cellulare. I poliziotti, dopo aver acquisito dettagliate informazioni sull’aspetto fisico , sull’abbigliamento e del coltello utilizzato da entrambi gli stranieri, sono riusciti dopo pochi minuti ad intercettare i 2 extracomunitari  nei vicoli adiacenti piazza Garibaldi. Mamadi Cici, mentre veniva inseguito dagli agenti, ha tentato di disfarsi di  un portafogli di colore nero contenente 1  bustina di anfetamina , 3 bustine di eroina e una di cannabis, recuperate immediatamente dai poliziotti.
Inoltre, nella tasca del giubbotto del giovane guineano è stato rinvenuto il coltello a serramanico utilizzato per la rapina.

Vomero, bloccati spacciatore e cliente

 

  •  

 

 

 

NAPOLI. Al Vomero,  in piazza Quattro Giornate, i carabinieri bloccano due 26enni: uno spacciatore, l’altro cliente, nel corso di controlli per prevenire e contrastare la commissione di reati da parte di giovani. Sono stati i militari della stazione Vomero-Arenella e del reggimento Campania” a bloccarli poco dopo che avevano concluso uno “scambio”. Raffaele Martucci, un 26enne del Cavone già noto alle forze dell'ordine anche per droga, aveva appena venduto a un coetaneo del quartiere una dose di marijuana ricevendo in cambio 10 euro. Entrambi sono stati subito bloccati e sono state recuperate sia la dose che la banconota. L’arrestato è stato tradotto in carcere, l’acquirente identificato e segnalato alla prefettura quale assuntore.

Movida violenta, tre arresti a Chiaia

NAPOLI. Nella mattinata odierna, a seguito di approfondite indagini, dirette  e coordinate dalla procura ordinaria, personale appartenente al commissariato San Ferdinando, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di due giovani raggiunti da gravi indizi in ordine al reato di tentato omicidio (S. V. e D. E.) in danno di due ragazzi,  mentre un terzo soggetto (P.F.) è stato destinatario della misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiano alla polizia giudiziaria per il reato di favoreggiamento personale. Le attività di indagine, eseguite con impegno e senza sosta, hanno consentito, attraverso l’acquisizione di immagini tratte da telecamere di sicurezza ed appartenenti a locali commerciali posti nelle vicinanze della zona in cui è avvenuta l’aggressione, di ricondurre agli odierni indagati la violenta aggressione consumata nel quartiere di Chiaia nella notte del 7 gennaio 2018, aggressione in cui le giovani vittime sono state attinte da numerosi colpi di coltello, con serio pericolo di vita per una di esse. Pregevoli riscontri all’attività investigativa sono stati acquisiti tramite indagini tecniche e scientifiche  (queste ultime curate dal Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica) su materiale biologico repertato in occasione delle perquisizioni eseguite presso le abitazioni degli indagati, con  successiva estrapolazione di profilo genetico che ha consentito di corroborare ulteriormente il grave quadro indiziario a carico dei due principali indagati per la accertata presenza di sangue di una delle vittime su un giubbotto sequestrato a casa di uno degli indagati.

 

Il grave fatto delittuoso è certamente riconducibile al fenomeno della violenza giovanile di gruppo che trova il suo dissennato sfogo soprattutto durante i giorni che coincidono con il fine settimana; le vittime dell’aggressione, infatti, sono entrambe infraventunenni, così come gli aggressori che hanno di poco superato i 21 anni di età.

Castellammare. Falsi rimborsi Irpef: "pizzicati" 28 truffatori

CASTELLAMMARE. False dichiarazioni dei redditi per ottenere i rimborsi Irpef, scoperta maxi truffa ai danni del Fisco: 28 persone indagate. Ieri mattina è scattato in tutta Italia un’operazione della guardia di finanza che ha eseguito un decreto di secreto preventivo per 25 milioni di euro firmato dal gip del tribunale di Torre Annunziata richiesto dai pm della Procura Torres che ha coordinato le indagini dei finanzieri della compagnia di Castellammare di Stabia. Associazioni a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, falso e sostituzione di persona, sono questi i reati di cui devono rispondere le 28 persone finite nel mirino delle fiamme gialle stabiesi in una inchiesta partita nel settembre del 2015 e culminata ieri mattina con il sequestro di denaro, conti corrente, automobili e case. Beni sequestrati tra Castellammare, Santa Maria La Carità, Giugliano,  Volla fino a Salerno, Roma, Siena, Bologna, Parma, Vicenza, e a Jesi in provincia di Ancona

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno