Lunedì 26 Giugno 2017 - 4:03

Formiche all'ospedale San Paolo, arrivano i Nas

NAPOLI. I carabinieri del Nas stanno effettuando verifiche nell'ospedale San Paolo di Napoli, dove alcuni giorni fa è stata segnalata la presenza di formiche sul letto di una paziente. Gli approfondimenti da parte dei militari vengono eseguiti su delega della Procura di Napoli e riguardano personale in servizio nei settori di vigilanza e pulizia.

Tre ultrà del Napoli arrestati per l'assalto a un furgone con a bordo juventini di Brindisi

FROSINONE. La polizia  ha eseguito alcune misure cautelari nei confronti di ultras del Napoli coinvolti nell'aggressione ai sostenitori della Juventus, avvenuta il 15 maggio scorso nell'area di servizio "La Macchia Ovest" ad Anagni dopo la partita Roma-Juventus.  L'operazione è condotta dagli uomini della Digos della Questura di Frosinone  e della Sottosezione polizia stradale di Frosinone, coadiuvati dalle Digos delle Questure di Napoli e Caserta. Il bilancio di quella nottata, l'aggressione è avvenuta attorno alle 2, fu pesante: sette feriti, un mezzo pesantemente danneggiato. Nell'area di servizio si era fermato un furgone con a bordo sette tifosi juventini, di ritorno dalla sconfitta con la Roma allo stadio Olimpico e diretti a Brindisi. Il tempo di fare il pieno di gasolio e prendere un caffè che a "La Macchia" e arrivarono sei autovetture, con a bordo circa quindici napoletani. Tre brindisini sono stati subito aggrediti. Un pestaggio in piena regola. Poi, per far scendere gli altri dal furgone, i napoletani  ruppero i vetri del mezzo, gettando all'interno dei fumogeni. E così furono picchiati anche agli altri quattro supporter della Juventus. Poi la fuga, mentre il personale dell'area di servizio, terrorizzato, si era barricato all'interno del locale.

Musei, Giulierini torna alla guida dell'Archeologico

NAPOLI. Con le ordinanze numero 2471 e 2472 di oggi 15 giugno 2017, la Sesta Sezione del Consiglio di Stato ha fissato l'udienza pubblica al 26 ottobre per decidere con sentenza le questioni concernenti la legittimità delle nomine dei direttori dei Musei del Ministero per i beni culturali. La Sezione, di conseguenza, considerata la mancanza di pregiudizio nei confronti dei ricorrenti vittoriosi in primo grado -titolari di incarichi che durante il corso del processo continuano a svolgere - ha deciso, in via cautelare, che i direttori, le cui nomine erano state annullate dalle sentenze del Tar, riprendano a svolgere le loro funzioni in attesa della sentenza, a tutela della loro posizione lavorativa e retributiva (venuta meno con effetto immediato a seguito dell'annullamento del Tar). Il direttore del Museo archeologico, Paolo Giulierini, torna in sella: «Immensamente felice di tornare al lavoro e di essere a servizio del Mibact , del Mann e di Napoli»

Ruba elettricità per il negozio di surgelati: in manette

SANTA MARIA LA CARITA'. I carabinieri dell’aliquota radiomobile di Castellammare di Stabia, insieme a personale dell’Enel, hanno scoperto un furto di energia elettrica consumato in un esercizio di confezionamento e rivendita di prodotti surgelati. Il titolare, E. B., un 54enne incensurato del luogo, aveva manomesso il contatore apponendovi una calamita che abbassava la registrazione dei consumi anche del 95%. È stato tratto in arresto. ora attende il rito direttissimo.

Blitz alla Sanità: armi sotto le mattonelle

NAPOLI. Nel corso dei consueti controlli nel quartiere Sanità, stanotte gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno raggiunto un appartamento in disuso di vico Carrette e, dopo averne aperto la porta, sono entrati scoprendo sotto delle mattonelle un buco diventato nascondiglio di armi e cartucce. Infatti gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una pistola Cobra Colt ed oltre un centinaio di proiettili di vario calibro. Sulla provenienza della pistola sono in corso serrate indagini della polizia di Stato.

 

Arrestati due affiliati ai Nappello

NAPOLI.  La polizia e i carabinieri di Napoli hanno dato esecuzione a un'ordine di custodia in carcere emessa dal Gip di Napoli per detenzione e porto di arma clandestina e munizioni aggravati da finalità mafiose. Arrestati due giovani ritenuti affiliati al gruppo camorristico dei ''Nappello'', un 20enne, di Miano e un 25enne, di Chiaiano. Si tratta di due dei tre ragazzi che, dopo essere stati bloccati in via Janfolla da una pattuglia del Commissariato Polstato di Scampia, si erano dati alla fuga a piedi. Uno è stato bloccato immediatamente dopo dai poliziotti, mentre due pattuglie in abiti civili della compagnia Carabinieri Vomero si sono messi sulle tracce degli altri due fuggitivi, che hanno puntato una pistola contro i militari dell'Arma. Bloccati e disarmati i due sono stati tratti arresto. In sede di convalida, alla luce delle indagini condotte da Carabinieri e polizia, il Giudice ha emesso la misura cautelare oggi eseguita.

Colpo ai Mallardo: sequestrati beni per 40 milioni

NAPOLI.  La Guardia di Finanza di Napoli e la Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip su richiesta della Dda di Napoli nell'ambito delle indagini sul clan Mallardo, avente ad oggetto un patrimonio societario e immobiliare del valore complessivo di oltre 40 milioni di euro. Tra questi, lo Stelle Hotel di Napoli, l'hotel Sole di Verona, la società Crusado Srl con sede nel "Tarì" di Marcianise, la gelateria Gelcom srl di Taranto, oltre a ville a Ischia e in Abruzzo, abitazioni a Napoli, nella provincia di Napoli e Caserta e a Taranto, e a decine di conti correnti. Il sequestro è relativo ad una rete di società collegato a Gaetano Esposito, titolare di fatto di numerose imprese operanti prevalentemente nel settore del commercio di preziosi e in quello immobiliare. 

Intitolato a Mario Sbarra il teatro del plesso "Capoluogo"

SAN GENNARO VESUVIANO. Con un'inaugurazione in grande stile, la città di San Gennaro Vesuviano ha dedicato a Mario Sbarra il teatro del Capoluogo. Pasionario dell'Istruzione, direttore scolastico ed esponente della Cultura vesuviana, poeta e narratore, appassionato di giornalismo, sangennarese autentico, orgoglioso della sua nascita ed attivo custode dei valori della sua terra, Mario Sbarra è stato una delle maggiori personalità culturali della zona.

Il tributo pubblico ha visto una grande partecipazione da parte della popolazione locale, nel plesso scolastico "Capoluogo". Un omaggio allo spessore umano e professionale del professore, voluto fortemente da Pasquale Bosone, dirigente dell’Istituto Statale "B. Cozzolino ed L. D’Avino", accolto con entusiasmo dalla famiglia Sbarra. Consensi unanimi da parte dei sangennaresi.

"Questo teatro rappresenta un piccolo gioiello, dedicato alla Cultura ed all'Arte, oltre che allo Spettacolo. 86 posti, confortevoli poltroncine, è stato realizzato circa un anno fa grazie ai fondi europei" -spiega l'avvocato Sergio Sbarra, uno dei due figli, insieme ad Elvira Rita, dello stimato e compianto professore che San Gennaro ricorda affetto.  “Il nome di Mario Sbarra è stato accolto con parere favorevole e con gioia da tutto il Collegio dei Docenti e dall’intera famiglia scolastica - spiega soddisfatto Bosone - Quella di Mario Sbarra sia stata la scelta più giusta e logica".

Commossi i familiari del compianto Mario Sbarra. "Sono convinto che ogni Comunità debba ricordare i propri cittadini meritevoli. Tutte le strade di ogni centro abitato  dovrebbero portare il nome dei migliori concittadini. Spero che a San Gennaro le denominazioni stradali vengano cambiate e dedicate ai nostri avi meritevoli, dei quali dobbiamo andare tutti fieri - afferma Sergio Sbarra - La centrale Piazza Margherita si dovrebbe chiamare Piazza Giovanni Borrelli e via Ferrovia dovrebbe diventare Via Luciano Pesce, in ossequio a due grandi sangennaresi".

Nel corso della manifestazione, sono state declamate diverse poesie di Mario Sbarra. Hanno partecipato numerosi rappresentanti dei Media, tra cui il giornalista Ermanno Corsi e della Cultura, con in testa lo storico Carmine Cimmino.

In chiusura, un momento gastronomico di alta qualità a cura dei noti chef Luisa Evangelista e Stefano Parrella dell’Osteria La Lanterna di Mugnano del Cardinale. L'apprezzato maestro pasticciere Gennaro Langellotti dell'Antica Pasticceria Gallucci di Nola ha presentato una torta ideata appositamente per il neonato teatro.

Mario Sbarra, nativo di San Gennaro Vesuviano (24/10/1932 - 04/01/2005) laureato con lode in Pedagogia all’Università di Salerno, è stato un grande appassionato di poesia - ricordiamo "Rosario di pene” -  e di giornalismo - ha collaborato a "Il Mattino", "Corriere del Giorno", "Voce Adriatica", "I diritti della Scuola",  "Avvenire", la "Gazzetta del Sud" - suoi numerosi testi di saggistica. È citato nel "Dizionario Critico della Letteratura Italiana" Utet, per uno dei suoi tanti contributi critici: "Estri e rovine in una topografia letteraria" (L.E.R 1984). Al suo fianco sempre, la moglie Teresa Flavia Aievola, savianese di nobili natali.  

Teresa Lucianelli

Via Napoli, minaccia giovani donne: finisce in manette guardamacchine

NAPOLI. Oggi pomeriggio, la Polizia di Stato del Reparto Prevenzione e Crimine Campania ha arrestato un parcheggiatore abusivo di 67 anni, Umberto Micera, pregiudicato, in flagranza di reato di tentata estorsione. Due giovani donne, a bordo  di un ciclomotore, nel primo pomeriggio di oggi si sono fermate nei pressi di un bar in via Napoli, tra il quartiere di Bagnoli e la cittadina di Pozzuoli, luogo molto frequentato, in particolare da giovani. Le ragazze hanno tentato di parcheggiare il ciclomotore nei pressi del bar ma sono state avvicinate dal Micera che, con determinazione, pretendeva di essere pagato non solo per vigilare il veicolo, ma per poterlo parcheggiare. Alle proteste della giovani, è scaturita una reazione verbale, estremamente violenta dell’uomo che, imprecando contro le ragazz, le ha spaventate al punto che si sono dovute allontanare. Nell’immediatezza è intervenuto l’equipaggio della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione e Crimine Campania che ha arrestato l’uomo, in flagranza di reato di tentata estorsione in danno delle due giovani donne che lo hanno denunciato. L’autorità giudiziaria opportunamente e tempestivamente avvisata, ha disposto la sottoposizione del Micera al giudizio per rito direttissimo.

Pagine

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto