Lunedì 21 Gennaio 2019 - 21:14

La droga della camorra in 4 zainetti in un giardino

CASTELLAMMARE DI STABIA. Nel giardino di un condominio del rione savorito i Carabinieri in borghese dell'aliquota Operativa della Compagnia di Castellammare hanno scovato 4 zainetti a tema mimetico al cui interno erano nascosti complessivamente 1,74 chilogrammi di marijuana. 1,4 chilogrammi erano già divisa in dosi, mentre i restanti 0,34 chilogrammi erano da confezionare.

Ischia, autobus perde una ruota

ISCHIA. “Che la situazione del trasporto pubblico in regione, dopo anni di malagestione, fosse disastrosa lo si sapeva e lo si sa, ma che si arrivasse a rischiare la vita perché un autobus perde una ruota davvero non si riusciva a immaginarlo”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e l’ideatore de La radiazza, Gianni Simioli, riportando quanto scritto da Il Golfo che, con tanto di foto, ha denunciato che un autobus ha perso la ruota posteriore mentre era in giro per Forio d’Ischia.

“Fortunatamente non è successo niente, ma qualcuno, a bordo del pullman o sul marciapiede o sulla strada, poteva farsi male sul serio” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “siamo davvero arrivati a una situazione indegna di un paese civile”.

“Purtroppo gli sforzi che si stanno facendo per migliorare il servizio di trasporto pubblico non hanno ancora dato i risultati sperati perché si è arrivati così tanto in basso che, per risalire la china, è necessario lavorare per molto tempo e con un impegno costante” ha aggiunto Borrelli ribadendo che “a rendere ancora più difficile il risanamento dei conti c’è anche l’altissimo tasso di evasione che si potrebbe combattere rimettendo i bigliettai a bordo dei pullman in modo da renderli più sicuri e di permettere l’accesso solo a chi paga recuperando, in questo modo, moltissime risorse”.

Terrorismo, bloccati quattro pakistani con documenti falsi a Palermo

PALERMO. La Polizia di Stato di Palermo nell’ambito di mirati controlli antiterrorismo, ha tratto in arresto K. A. 28enne; denunciato a piede libero due uomini, rispettivamente di 34 e 32 anni; ed espulso un 20enne, tutti di origine pakistana, perché ritenuti responsabili di reati inerenti la falsità documentale. Ieri mattina, agenti appartenenti all’Ufficio di Polizia di Frontiera Aerea Palermo-Punta Raisi, insospettiti dall’atteggiamento guardingo e visibilmente teso di alcuni cittadini stranieri, hanno proceduto al controllo documentale di quattro persone di origine pakistana, in procinto di imbarcarsi su un volo diretto a Barcellona.

"Sin dalle prime battute, i documenti esibiti dai quattro cittadini stranieri, hanno destato sospetti sulla loro autenticità, tanto da indurre gli agenti ad effettuare dei controlli più approfonditi presso gli uffici di polizia - dicono gli investigatori -. Dagli accertamenti è emerso che i quattro soggetti, erano in possesso, oltre che dei passaporti, anche di alcune carte di soggiorno di nazionalità greca, spagnola e tedesca. In particolare, il personale della Polaria, avendo notato che sul passaporto di uno dei quattro, Khan Asif, erano presenti delle anomalie, così come su due carte di soggiorno elleniche, hanno approfondito l’accertamento tecnico presso il Gabinetto Regionale Polizia Scientifica dove, dopo i rituali controlli foto segnaletici, dattiloscopici e sulla validità dei documenti esibiti, si è accertata la falsità documentale". A seguito di ciò, e dopo gli accertamenti specifici di competenza della Digos, Khan Asif, 28enne pakistano, come previsto dalla vigente normativa antiterrorismo, è stato tratto in arresto per il reato di possesso e uso di documento falso valido per l’espatrio. L’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale “Pagliarelli”. Altri due sono stati invece indagati in stato di libertà per possesso di documenti alterati, mentre l’ultimo dei ‘quattro’, è stato espulso dal territorio nazionale, anche, per la violazione delle norme relative alla richiesta di asilo politico.

Mettono a segno 6 rapine in due ore al Vomero: presi

NAPOLI. Napoli. Hanno commesso 6 rapine in circa 2 ore, la notte del 4 settembre nella zona di via Piave a Napoli. Si tratta di due fidanzati, lui 35enne e lei 31enne, identificati e sottoposti a fermo dai Carabinieri della stazione Vomero. Secondo quanto ricostruito dai militari, i due hanno avvicinato 6 persone, in particolare giovani, per poi minacciarle con un coltello rubando smartphone, denaro, oggetti preziosi e uno scooter. L'uomo guidava lo scooter usato per gli spostamenti, con la donna sul sellino posteriore, minacciava le vittime con un coltello mentre la donna frugava in borse o nelle tasche appropriandosi degli oggetti di valore. Grazie alla descrizione dei rapinatori da parte delle vittime e alle immagini dei sistemi di videosorveglianza, i Carabinieri hanno accertato l'identità dei fidanzati rapinatori, già noti alle forze dell'ordine. Entrambi sono stati sottoposti a fermo.

Ischia, nascondeva la droga nel bagno del laboratorio Asl

ISCHIA. I carabinieri del nucleo operativo di Ischia hanno tratto in arresto a Serrara Fontana Raffaele Battimiello, un 45enne del luogo già noto alle forze dell'ordine. L'uomo è stato notato in atteggiamento sospetto: di notte stava entrando nel locale laboratorio di veterinaria dell'Asl (la compagna vi effettua lavori di pulizie e si era appropriato delle chiavi).
Dopo avere osservato a distanza il suo ingresso i carabinieri sono intervenuti facendo irruzione nel locale, sorprendendolo mentre prelevava 19 grammi di cocaina in dosi, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento della roba che, evidentemente, aveva nascosto in precedenza nei bagni.

Monte Bianco, riavviata la funivia: tutti salvi

Sono tutte salve le 100 persone che sono rimaste bloccate sulla cabinovia panoramica sui ghiacciai del Monte Bianco, a oltre 3mila metri di altezza. Gli impianti sono stati riattivati e le persone che erano rimaste a bordo della cabinovia tutta la notte sono arrivati a valle. Due persone sono state trasportate in ospedale per malori legati allo stress psichico subito.

Alle operazioni di salvataggio hanno partecipato gli uomini del Soccorso Alpino Valdostano, che avevano portato in quota medici e psicologi per supportare le persone. Sulla cabinovia, che si è bloccata sul versante francese, erano presenti anche turisti italiani.

Aggredisce la moglie a calci, arrestato
a Torre del Greco

TORRE DEL GRECO. I carabinieri dell'aliquota radiomobile di Torre del Greco hanno arrestato in flagranza di reato un 51enne del luogo. I militari sono intervenuti d'urgenza in via Nontedoro dove era stata segnalata una violenta aggressione in famiglia riuscendo a bloccare il predetto nonostante una sua viva reazione fisica (un carabiniere ha riportato un lieve trauma). Nel cortile di casa del figlio 31enne aveva aggredito a calci e pugni la moglie 54enne e, usando una pala di legno, anche il figlio, che immediatamente prima aveva anche cercato di investire con la sua autovettura. La signora ha riportato "traumi alle costole e al volto" guaribili in 20 giorni. Il figlio "traumi contusivi all'emitorace e al rachide" guaribili in 5 giorni. In sede di denuncia le vittime hanno raccontato, e finalmente denunciato, anche precedenti episodi di violenze e minaccia. L'arrestato è stato portato a Poggioreale. r

Notte di sangue a Mugnano e Sant'Antonio Abate: due centauri morti in incidenti stradali

MUGNANO. Notte di sangue in provincia di Napoli. Un uomo di 46 anni, G.G., napoletano residente a Ponticelli, ha perso la vita in seguito ad un incidente avvenuto a Mugnano, sulla circumvallazione esterna. Lo sfortunato centauro nella notte stava procedendo in direzione Casoria, quando per cause ancora da accertare ha improvvisamente perso il controllo dello scooter dinendo contro il battistrada. Soccorso, l'uomo è stato portato all'ospedale Cardarelli, ma i gravi traumi subiti non gli hanno lasciato scampo.

A Sant'Antonio Abate, invece, a perdere la vita è stato Alberto Di Riso, un 20enne di Gragnano. Anche lui si trovava a bordo del suo scooter quando ha perso il controllo ed è caduto. Il tragico fatto è accaduto in via Salette. Dopo aver perso il controllo del mezzo, il giovane ha battuto la testa contro un marciapiedi. Un impatto che purtroppo è risultato fatale.

Molotov contro caserma della polizia

NAPOLI. Una bottiglia imbevuta di liquido infiammabile è stata lanciata la scorsa notte - intorno alle due - in via Calata Ospedaletto, in pieno centro a Napoli, tra la Caserma di Polizia Iovino e un bar. Le fiamme non hanno causato danni a persone o cose e sono state domate in poco tempo da un agente agente di polizia accorso per sincerarsi dell'accaduto. Sono in corso accertamenti da parte della Questura per risalire agli autori del gesto attraverso l'analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Borriello: «Domani riapre il Collana»

NAPOLI. "Il Collana aprirà domani 9 settembre". È quanto dichiara l'assessore allo Sport Ciro Borriello. Sull'impianto del Vomero sono stati compiuti alcuni piccoli interventi di  manutenzione e restano immutate le sue condizioni rispetto a quelle registrate all'atto della chiusura delle attività sportive avvenute nel mese di agosto. "Siamo ora in attesa della convocazione della conferenza dei servizi che permetterà a tutte le parti interessate di confrontarsi e trovare, attraverso la più efficace sinergia, le ottimali soluzioni per restituire alla città l'impianto nelle migliori condizioni di utilizzo".

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici