Lunedì 10 Dicembre 2018 - 20:09

False cure domiciliari
a pazienti terminali, infermiere indagato
a Nola

NOLA. I finanzieri del Comando provinciale di Napoli, su ordine della Procura della Repubblica di Nola, hanno eseguito un provvedimento di sequestro di somme di denaro e notificato un avviso di conclusione delle indagini nei confronti di un infermiere che ha truffato il sistema sanitario dichiarando di aver reso cure domiciliari, in realtà mai avvenute, a pazienti affetti da patologie terminali. In particolare, i militari della Compagnia di Nola hanno riscontrato che l'infermiere, un italiano sessantenne, in servizio presso l'azienda sanitaria locale di Nola-Asl Napoli 3 sud e incaricato di svolgere assistenza domiciliare a favore di pazienti affetti da gravi patologie, era solito falsificare i documenti relativi alle prestazioni rese, attestando cure giornaliere di diverse ore a malati che in realtà ricevevano visite di pochi minuti o, in alcuni casi, non venivano proprio assistiti.

Pozzuoli, donna arrestata per atti persecutori

POZZUOLI. Gli agenti del commissariato di Pozzuoli hanno arrestato O. A., di 38 anni, responsabile dei reati di atti persecutori e lesioni personali. Ieri pomeriggio una volante è intervenuta in via Cacciapuoti dove la 38enne aveva poco prima aggredito un uomo ed una donna. Nel ricostruire la vicenda, gli agenti hanno accertato che la donna aveva prima aggredito la compagna del suo ex marito e quindi strappato a quest'ultimo le chiavi dell'autovettura per poi fuggire. Gli agenti hanno intercettato la donna prima che potesse far perdere le proprie tracce arrestandola e conducendola presso il Casa Circondariale femminile di Pozzuoli.

Portici, camion finisce in una buca e blocca la strada

PORTICI. Un camion è finito in una buca in viale Melina poco dopo le 11 di stamane a Portici. Il grosso mezzo è rimasto completamente bloccato. Fortunatamente non ci sono stati problemi di viabilità in quanto la strada termina in un vicolo cieco.

Parma, Pizzarotti indagato per le nomine al teatro Regio

PARMA. Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e l'assessore alla Cultura Laura Ferraris sono indagati nell'ambito dell'inchiesta sul caso del teatro Regio. Secondo quanto rivela la 'Gazzetta di Parma' il primo cittadino, l'assessore e "gli altri tre membri del consiglio d'amministrazione che, nel gennaio 2015, nominarono Anna Maria Meo alla guida del teatro e Barbara Minghetti consulente per lo sviluppo e i progetti speciali sono indagati per abuso d'ufficio". Al centro dell'indagine la procedura che ha portato alla scelta.
"Sono tranquillo perché è un atto dovuto che rispetto pienamente - ha detto il primo cittadino commentando l'inchiesta - Era già emerso ci fossero indagini in corso in ragione degli esposti del senatore Pd Pagliari. Sarà utile per chiarire la vicenda, con la procura consueto atteggiamento collaborativo. Il mio impegno continua senza esitazione".

Controlli ambientali a tappeto, sequestri e denunce a Torre del Greco, Ercolano e Portici

TORRE DEL GRECO. Sequestri e denunce per violazioni ambientali. E' l'esito dei controlli straordinari in materia ambientale da parte dei carabinieri della compagnia di Torre del Greco, con i colleghi del Noe di Napoli e col supporto dell'elinucleo di Pontecagnano. A Torre del Greco i carabinieri hanno apposto i sigilli a un'area adibita ad autolavaggio ampia 1.400 mq. Sequestrati anche l'impianto di depurazione, un ponte elevatore di cemento per autotreni e un'imbarcazione. I titolari dell'attività, due 25enni, sono stati denunciati per aver realizzato un lavaggio per auto e autotreni completamente abusivo e per aver installato un impianto di smaltimento di acque reflue bypassando il sistema di depurazione, e scaricando direttamente nelle acque marine.

A Ercolano è stata sequestrata un'area di 1.000 mq dove era stato realizzato un manufatto abusivo di 50 mq e sversati rifiuti pericolosi (materiale ferroso, scarti edili, pneumatici usati, scarti della lavorazione tessile). È scattata la denuncia per aver effettuato un'attività di raccolta di rifiuti abusiva a carico del 57enne titolare del terreno e di un 48enne del luogo. Il titolare del terreno è stato denunciato anche per abusivismo edilizio.
A Portici la denuncia è scattata a contro di un 47enne titolare di un'officina di riparazione motori al granatello per emissioni in atmosfera (cioè gli scarichi dei motori delle imbarcazioni in riparazione) senza autorizzazioni.

 

Roma, ragazza sequestrata e stuprata per ore: arrestato un uomo, si cerca il complice

ROMA. Si cerca il complice del nomade romeno arrestato dai carabinieri per lo stupro e il sequestro di una ragazza albanese avvenuto il 6 maggio scorso nella zona della Prenestina, a Roma. Poche ore dopo la denuncia i carabinieri sono riusciti a rintracciare l'autore della violenza, un altro nomade romeno. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza è stata avvicinata dai due nomadi intorno alla mezzanotte di qualche giorno fa in zona Prenestina e portata in una baracca. Lì la ragazza è stata violentata e poi tenuta sequestrata tutta la notte.

Lo scoppio della bombola del gas ai Tribunali: un morto e sei feriti, tre dei quali gravi

NAPOLI.  E' di un morto e sei feriti, tre dei quali gravi, il bilancio dell' esplosione di una bombola di gas avvenuta nella tarda serata di ieri a Napoli (AGNfoto), in un appartamento del quartiere Vicaria, centro antico della citta', occupato da immigrati della Nigeria. Una donna non ancora identificata perche' priva di documenti e' morta, tre immigrati sono stati ricoverati al Centro Grandi ustionati del "Cardarelli" in gravi ondizioni. Meno gravi, invece, altri tre feriti, trasportati al "Loreto Mare".  Lo stabile e' stato evacuato dai Vigili del Fuoco, che sono ancora al lavoro per le verifiche alla statica dell' edificio. 

Soccavo, ucciso pregiudicato di 42 anni

NAPOLI - Un pregiudicato di 42 anni, Stefano Adamo, è stato ucciso in un agguato a Napoli. L'uomo è stato colpito da numerosi colpi di pistola poco dopo le 15 in via Antonino Pio, a Soccavo. I sicari, che hanno affiancato in scooter la Citroen C3 in cui viaggiava la vittima, in compagnia del cugiro rimasto illeso, hanno esploso almeno 10 colpi di pistola, tutti diretti al torace.

L’uomo è stato accompagnato con la stessa auto dal cugino al Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo, dove è stato ricoverato in condizioni gravissime ma è morto poco dopo. Sul posto gli agenti del commissariato Bagnoli e San Paolo, guidati rispettivamente dai dirigenti Raffaele Pelliccia e Maurizio Fiorillo. Sarebbe legato al clan Vigilia in lotta con i Sorianiello.

L'agguato è avvenuto a cento metri dal palazzo ancora con i sigilli dove quindici giorni fa è avvenuta una esplosione al quarto piano. Il pazzo è presidiato dalle forze dell'ordine 24 ore su 24.

 

Sant'Antonio Abate, estorce i soldi al fratello e gli cosparge l'auto di benzina

SANT'ANTONIO ABATE. I carabinieri di Sant'Antonio Abate e dell'aliquota radiomobile di Castellammare di Stabia hanno arrestato per estorsione e per violazione a prescrizioni della sorveglianza speciale V.T., un 50enne del luogo già noto alle forze dell'ordine e sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno che aveva minacciato di morte  il fratello dopo aver cercato di ottenere da lui i soldi per la droga e poi era passato a vie di fatto, cospargendo l'auto del germano di benzina e minacciandolo di dare fuoco.

Melito, la droga era nascosta sotto il parafango dell'auto

MELITO. I carabinieri dell'aliquota radiomobile di Giugliano hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti giovanni accardi, un 43enne di Melito già noto alle forze dell'ordine che stava spacciando su via Lussemburgo. Dopo averlo notato a distanza i sono intervenuti bloccandolo. Teneva a disposizione 33 dosi di crack, 3 di cocaina, 19 di hashish, 7 di marjuana e contante per 180 euro, il tutto nascosto sotto il parafango posteriore di un'auto parcheggiata lì vicino, nascondiglio dal quale prelevava le sostanze man mano che occorrevano.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)