Mercoledì 26 Settembre 2018 - 12:17

Afragola e Avellino, Natale con i licenziamenti per 117 dipendenti all'Ipercoop

AFRAGOLA. Un Natale amaro. Amarissimo. Per 117 dipendenti dell'Ipercoop di Afragola e di Avellino sono partite le lettere di licenziamento. Nei due stabilimenti afragolesi l'aria che si respira è pesantissima, anche perché la decisione avviene mentre è ancora in atto la cassa integrazione che scadrà all'inizio dell'anno prossimo. Contro questa decisione domani sarà sciopero sia ad Afragola che ad Avellino.

Choc a Casalnuovo, uomo impiccato. Trovato biglietto di scuse

CASALNUOVO.  Casalnuovo è sotto choc. Un uomo, A.C., è stato ritrovato impiccato ad una ringhiera. Il ritrovamento è stato fatto da un passante in via Fienile di Mezzo, zona della periferia cittadina. L'uomo, di origini napoletane, si sarebbe suicidato. Sul posto le forze dell'ordine che stanno effettuando i rilievi e stanno indagando per capire le ragioni del gesto estremo. Vicino al cadavere sono stati ritrovati dei bagagli e un biglietto di scuse.

Inchiesta Sorrento, dal sindaco «fiducia a Giammarino»

SORRENTO. Dopo la misura cautelare emessa a carico del dirigente del I Dipartimento, Antonino Giammarino, nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, per l'affidamento del servizio scolastico del comune di Sorrento, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo esprime fiducia nell'operato del dirigente. «Pur nel rispetto del lavoro della magistratura, esprimiamo la nostra fiducia nell'operato del dottor Antonino Giammarino. Siamo certi - afferma Cuomo -. che abbia agito in massima trasparenza e diligenza, e che non ci sia stata volontarietà di favorire qualcuno. E' sotto gli occhi di tutti la valenza del servizio di scuolabus, effettuato con mezzi di ultima generazione. Ci auguriamo che la giustizia faccia il suo corso velocemente, in modo da chiarire la vicenda e la posizione del dirigente».

Torre del Greco, due denunciati per un manufatto abusivo

TORRE DEL GRECO. Tra la banchina del molo di levante di Torre del Greco e il loro pontile galleggiante avevano costruito una struttura di ferro zincato della superficie di circa 10 metri quadrati, con tanto di porte di ferro e serrature blindate: il loro deposito, o ufficio, all’occorrenza. ma tutto in zona protetta da vincoli paesaggistici. Un 44enne e un 72enne di Pozzuoli, entrambi noti alle forze dell'ordine, non erano neanche in possesso dell’autorizzazione rilasciata dal Comune né, come detto, del nulla osta della Soprintendenza per i beni ambientali di Napoli. I carabinieri della Stazione di Torre del Greco Capoluogo, agli ordini del comandante Vincenzo Amitrano, durante un servizio finalizzato a contrastare l’abusivismo edilizio li hanno denunciati in stato di libertà per «costruzione abusiva in zona sottoposta a vincoli». Il manufatto, del valore di 30.000 euro, è stato sequestrato.

 
 

Palma Campania, progetto legalità: affidato ai giovani il centro polifunzionale

PALMA CAMPANIA. «Oggi è un giorno importante per Palma Campania. Da qui parte una sfida. Probabilmente il nostro è un progetto pilota. Il Comune affida a un gruppo di giovani la gestione di un centro polifunzionale. Non l'ha mai fatto nessuno». Parlando di sogni e di speranza, il sindaco Vincenzo Carbone ha presentato la struttura a 200 studenti del paese. È cominciata così, stamattina alle 10, l'avventura del Centro giovanile 'O Gió, una struttura destinata a diventare il punto di riferimento culturale dell'area vesuviana. Il taglio del nastro, alla presenza del procuratore capo di Nola Paolo Mancuso, di politici e magistrati, è stato affidato al primo cittadino e a Carmine Daniele, il Gió di cui parla "I got the Blues", una delle canzoni più amate di Pino Daniele.

Cassetta postale in piazza Matteotti per le letterine a Babbo Natale

NAPOLI. Le Festività sono alle porte e Poste Italiane rinnova la tradizione di raccogliere le “letterine” a Babbo Natale scritte dai bambini per esprimere i loro desideri, dare voce ai sogni e richiedere un dono da trovare sotto l’Albero. I portalettere sono già al lavoro, come ogni anno, per raccogliere i messaggi che i più piccoli indirizzano al caro vecchio con la barba bianca esprimendo sogni, speranze e desideri. Per la raccolta delle letterine quest’anno Poste Italiane ha dedicato ai più piccoli una speciale cassetta d’impostazione che è stata allestita a Napoli, nell’ufficio postale di piazza Matteotti, riconoscibile grazie alla decorazione con l’immagine di Babbo Natale. Da lì, le lettere prenderanno la direzione del Polo Nord, dove l’arzillo vecchietto giramondo provvederà ad esaudire tutte le richieste. Anche quest’anno Poste Italiane propone un gioco collegato alla campagna delle Letterine a Babbo Natale. Tutti i bambini che scriveranno a Santa Claus riceveranno da Poste Italiane le istruzioni per scaricare sul loro smartphone e sul tablet la App “L’Albero della Pappa”, un modo divertente per informarsi sulla corretta alimentazione, abbandonare le cattive abitudini e seguire una dieta equilibrata e varia, che aiuti a sentirsi sempre in forma e in salute,  secondo il principio della piramide alimentare Quest’anno il gioco affida una missione molto importante ai bambini: riportare in perfetta forma fisica Babbo Natale. L’anziano amico dei bambini è infatti un po’ appesantito dopo la lunga inattività e, se non si rimedierà a questo, rischia di non passare attraverso i comignoli dei camini per entrare nottetempo in casa e depositare i doni sotto l’albero. Grazie alla App e alla collaborazione dei portalettere Elfina e d Elfino, i piccoli potranno suggerire a Santa Claus un regime alimentare più sano che gli permetta di fare il pieno di energia e di affrontare in forma smagliante il delicato e divertente compito che lo attende nella notte del 25 dicembre. I piccoli potranno inoltre scaricare dalla App l’Albero di Natale da condividere per inviare gli auguri a tutti i loro amici e parenti. Ogni anno Poste Italiane riceve e smista migliaia di letterine che i bambini inviano a Babbo Natale con i più svariati indirizzi di fantasia, assicurando loro una risposta personalizzata. Il fascino, il mistero e la gioia, di una tradizione antica si rinnovano puntualmente così ad ogni Natale grazie al crescente entusiasmo dei più piccoli, testimoniato dal numero sempre più elevato di letterine spedite: dalle 40.000 del 1999 alle 130 mila del 2014. Anche per il Natale 2015 si prevede un elevatissimo volume di corrispondenza destinata a Babbo Natale. In provincia di xxx le letterine sono xxx. La lettera, infatti, continua a rappresentare per piccoli e adulti uno dei momenti più belli della tradizione natalizia, che Poste Italiane sostiene promuovendo il piacere della scrittura e donando la gioia di ricevere un messaggio da un personaggio tanto amato come Babbo Natale. Informazioni sulle Letterine a Babbo Natale sono disponibili sul sito www.poste.it.

 

Prostituzione minorile, arrestato un sacerdote

REGGIO CALABRIA. Un sacerdote di 44 anni della Piana di Gioia Tauro è stato arrestato questa mattina dalla polizia di Stato per prostituzione minorile , al termine di complesse indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria. L'indagine trae origine da un controllo, effettuato nello scorso mese di marzo da personale della polizia di Stato, che aveva sorpreso l'indagato in compagnia di un minore, a bordo della sua autovettura, in un luogo appartato e poco frequentato.

Il minore aveva riferito di aver conosciuto quel soggetto, che si era presentato sotto nome falso, su una chat per omosessuali. L'uomo con il quale era stato controllato, e con il quale si era sentito in precedenza diverse volte, gli aveva riferito che era un ricercatore scientifico di un paese della Piana di Gioia Tauro di 35 o 38 anni. Era seguito un appuntamento concordato su WhatsApp, che prevedeva un compenso di 20 euro per un rapporto sessuale orale, consumato in macchina poco prima che i poliziotti li controllassero. I primi accertamenti effettuati dalla Squadra mobile hanno consentito di riscontrare che la persona con cui il minore aveva consumato un atto sessualeera un sacerdote di una parrocchia della Piana di Gioia Tauro.

Nel corso di un' accurata perquisizione disposta dall' Autorità giudiziaria, gli investigatori della Polizia di Stato hanno sequestrato all'indagato numerosi file relativi ad immagini e video a sfondo omosessuale, anche autoprodotti, e numerose chat con richieste di incontri sessuali, con soggetti minori o con adulti, a pagamento e non, alcuni dei quali consumati.

Il religioso è indagato anche per sostituzione di persona, detenzione di materiale pedopornografico ed adescamento di minorenni poiché si attribuiva falsi nomi e diceva di svolgere professioni diverse da quella effettiva e deteneva materiale pedopornografico che aveva acquisito chattando e che aveva memorizzato nei suoi smartphone di ultima generazione.

Torre del Greco, ecco la task force contro gli scarichi abusivi

TORRE DEL GRECO. Partirà a metà gennaio sul territorio di Torre del Greco la task force per arrivare alla progressiva eliminazione degli scarichi abusivi di acque reflue. Il periodo è stato individuato nel corso di un incontro svoltosi nella sede della Capitaneria di porto e al quale, per l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello, ha preso parte l'assessore ai Lavori pubblici Luigi Mele. Chi non è in regola con le norme sulla tutela ambientale rischia pesanti sanzioni.

Torre Annunziata, contrabbando di sigarette dalla Tunisia ed estorsione: 6 arresti

TORRE ANNUNZIATA. Associazione per delinquere di natura transnazionale finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri ed estorsione. Con queste accuse i carabinieri di Torre Annunziata hanno arrestato 6 persone (2 in carcere e 4 ai domiciliari), dando esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della Dda. Le indagini hanno consentito di smascherare un'organizzazione, radicata nella zona vesuviana, che importava sigarette dalla Tunisia. Durante, le indagini, inoltre, è emerso che uno degli indagati, soggetto già legato al clan Aquino operante nel territorio di Boscoreale, era ricorso a pesanti violenze e intimidazioni nei confronti degli altri sodali per la restituzione di una parte degli ingenti capitali da lui investiti nelle operazioni illecite.

In carcere sono finiti Vincenzo Guastafierro, di Pompei, e Gennaro Izzo, di Scafati. Ai domiciliari Antonio Izzo, di Pompei, Fortuna Coraggio, di Scafati, Gaetano Buono, di Pompei, e Amira Mekni, tunisina.

Mandò in ospedale una donna, arrestato rapinatore

NAPOLI. Ieri sera i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato, su ordinanza del Gip del Tribunale di Napoli, il 34enne Carmine Nesi, del quartiere Pendino. Deve rispondere di tentata rapina, lesioni personali aggravate ed evasione dagli arresti domiciliari.I fatti si riferiscono allo scorso 11 novembre quanto Nesi, in sella ad un ciclomotore, verso le 7 del mattino aveva tentato di rapinare una donna nei pressi di Piazza Bovio. Piombando da posteriori, l’aveva sorpresa e con una mossa fulminea aveva afferrato la borsa della vittima. La tenace resistenza della donna aveva fatto sì che fosse trascinata e scaraventata al suolo, ma allo stesso tempo impedito la rapina. La caduta aveva però determinato il ferimento della donna e il trasporto all' ospedale, dove  i sanitari l’avevano medicata e giudicata guaribile in 30 giorni per trauma cranico,  contusione al torace e  frattura della clavicola destra.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno