Lunedì 18 Febbraio 2019 - 22:02

I Mariano con i Mazzarella e i Sequino contro i Saltalamacchia e il Pallonetto

di Anna Amato

NAPOLI. I Mariano, che godrebbero dell’appoggio dei Mazzarella e dei Sequino, sarebbero entrati in contrasto per cause non ancora chiarite con il gruppo del Pallonetto e nella lite sarebbe stato coinvolto pure Domenico Russo detto “Mimmolotto”. E’ questa l’ultima analisi degli investigatori della Mobile napoletana, impegnati a capire (insieme ai colleghi del commissariato Montecalvario) cosa sta succedendo nella zona dei Quartieri Spagnoli. Gli spari sotto casa di Ciro Mariano, boss scarcerato l’anno scorso dopo una lunghissima detenzione, sarebbero solo la punta di un iceberg. Tant’è vero che alle orecchie dei poliziotti è giunta anche la notizia di un asse tra i Saltalamacchia e gli Elia contrapposto ai “Picuozzi”. 

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE ONLINE

 

Tenta di eludere i controlli, inseguito e preso con la droga

GRAGNANO. Tenta di eludere i controlli ma viene inseguito e trovato con la droga addosso. Così un 25enne di Pompei è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Gragnano per detenzione di stupefacente a fini di spaccio giuseppe fierro. Il giovane è risultato essere già noto alle forze dell'ordine per reati in materia di droga, furto e ricettazione. Questa volta, in sella al proprio motociclo ha cercato di eludere i controlli dei militari dell'Arma che, dopo un breve inseguimento, lo hanno bloccato e perquisito trovandogli indosso 3 grammi di cocaina già suddivisa in 7 dosi, 990 euro nonché materiale per il confezionamento. L'arrestato è in attesa del rito direttissimo.

In auto con un'arma pronta a sparare

NAPOLI. Girava in auto con un'arma pronta a sparare a portata di mano. Per questo motivo un 31enne è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli per il reato di detenzione e porto illegale di arma da fuoco clandestina e per resistenza a pubblico ufficiale. L'arrestato è  un 31enne di Casoria già noto alle forze dell'ordine. L'uomo era alla guida di un'utilitaria in via Paternum quando i militari dell'Arma, nel corso di un servizio di pattugliamento per il controllo del territorio, lo hanno visto transitare con fare sospetto e gli hanno intimato l'alt. Confermando l'intuizione dei carabinieri, il 31enne si è dato alla fuga invece di fermarsi, determinando così un inseguimento nel corso del quale ha danneggiato due auto parcheggiate sulla strada. Il fuggitivo, a causa dell'alta velocità, è andato poi a sbattere contro un muretto in via Bottari. I carabinieri lo hanno subito bloccato e gli hanno sequestrato una pistola semiautomatica con matricola abrasa, carica e pronta all'uso, che teneva nascosta sul sedile del passeggero a portata di mano. L'arrestato è stato portato nel carcere di Poggioreale.

L'ombra di lady racket sul Mercato: è l'emissaria del boss Minichini jr

di Luigi Nicolosi

NAPOLI. Piombo e denaro. Il nuovo gruppo capeggiato dal boss emergente Michele Minichini aveva le idee molto chiare sul da farsi per conquistare il labirinto di vicoli compreso tra piazza Mercato e Porta Nolana. Da un lato c’era lui, il 28enne figlio del capoclan ergastolano Ciro, che con sprezzo del pericolo si lanciava alla guida dei gruppi di fuoco, dall’altro c’era invece Gabriella Onesto, la donna alla quale la cosca di Napoli Est aveva deciso di affidare l’onere di riscuotere i proventi delle estorsioni nella zona del centro storico. Quello della donna è un volto da tempo noto alle forze dell’ordine. Accostata in passato al duplice omicidio del ras rivale Raffaele Cepparulo e dell’innocente Ciro Colonna, sarebbe lei la figura che avrebbe curato gli interessi economici del gruppo di Ponticelli nel momento in cui quest’ultimo, con il placet del boss latitante Ciro Rinaldi “Mauè”, aveva deciso di espandere il proprio raggio d’azione ben oltre il ghetto del Lotto 0 di Ponticelli.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE ONLINE

Sindaco di Brusciano su Fb: «Aggrediti dalle vedette del clan»

BRUSCIANO. Aggredito «da parte di personaggi noti alle forze dell'ordine che fanno da vedetta in una nota piazza di spaccio» insieme ai suoi assessori durante un sopralluogo nella 219 di Brusciano. È quanto denuncia il sindaco Giuseppe Montanile, che ha pubblicato un video su Facebook per raccontare come sono andate le cose. «C'è stata una brutale aggressione nei miei confronti - spiega - con me c'erano anche due assessori e due consiglieri comunali in viale Borsellino. Stavamo andando via quando siamo stati aggrediti con una sassaiola. Questa amministrazione ha ricevuto più volte minacce perché hanno capito il lavoro che stiamo facendo in sinergia con le forze dell'ordine e gli altri enti». «Poche le iniziative o quasi nulla - rivendica - è stato fatto prima della mia amministrazione e sin dalla campagna elettorale questi personaggi mi minacciavano dicendo che non avrei fatto il sindaco. Ora questi episodi si stanno intensificando: la macchina dei vigili urbani rotta, il vetro della casa municipale frantumato, oggi l'aggressione. Invito i carabinieri a occuparsi della nostra sicurezza e ad arrestare subito i responsabili». E annuncia la convocazione nei luoghi dell'aggressione di un consiglio comunale straordinario all'aperto. «Brusciano è delle persone perbene - conclude Montanile - e ce la prenderemo». Sul caso indagano i carabinieri di Brusciano, a cui il sindaco ha presentato denuncia.

IL VIDEO

Rapina benzinaio con pistola finta, caccia al complice

FRATTAMAGGIORE. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Frattamaggiore hanno arrestato Davide Cositore, 18enne acerrano, per il reato di rapina aggravata in concorso con una persona da identificare. I poliziotti hanno notato in viale Europa, ad Aversa, due persone che viaggiavano a bordo di uno scooter, la cui targa era coperta da uno straccio, e nello stesso tempo il passeggero, con il volto coperto da  casco, che impugnava una pistola. I poliziotti hanno immediatamente inseguito lo scooter riuscendo a bloccare Cositore, che aveva ancora tra le mani una pisola risultata essere giocattolo, in quanto priva di tappo rosso. L’altro complice è riuscito a far perdere le proprie tracce dopo aver scavalcato una recinzione. Da accertamenti è risultato che il 18enne, insieme al complice, poco prima aveva rapinato l’incasso di 215 euro ad un benzinaio, poi riconsegnato. Il ciclomotore è stato sottoposto a sequestro. Il giovane è stato arrestato e condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Tromba d'aria sradica tettoia, due feriti a Portici

PORTICI. Tromba d'aria, due persone ferite a Portici, dove una tettoia in lamiera è caduta in via Cipressi provocando il ferimento di un uomo che era nei pressi di un parcheggio per camper e di un motociclista che transitava di lì per caso. Sul posto la Polizia Municipale e personale del 118. I due sono stati soccorsi all'ospedale Maresca di Torre del Greco, ma per il motociclista si è reso necessario il trasferimento al Cardarelli. Via Cipressi è stata chiusa al transito per consentire le operazioni di rimozione della tettoia in lamiera. Danni in diversi punti della città anche a Napoli. Panico in via Depretis per un albero completamento sradicato. L'arbusto, piantato vicino al gazebo di un bar, si è alzato in volo finendo la propria corsa su un'auto parcheggiata. Divelte piccole tettoie e laminati in via Stadera. A Piazza Carlo III è volata la tenda di un bar per alcuni metri planando sui motorini parcheggiati poco distante. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco nella zona domizia e in quella flegrea, in particolare tra Licola, Varcaturo e Lago Patria. Infine, due persone sono rimaste leggermente ferite in un rimessaggio di barche a Ercolano dopo essere state colpite da una tettoia caduta. Vigili del fuoco al lavoro anche a Capri, dove il vento ha divelto un palo della rete elettrica nella parte alta dell'isola. Interrotti i collegamenti marittimi con imbarcazioni leggere per le avverse condizioni meteo-marine. Solo le navi sono autorizzata dalla Capitaneria di porto a effettuare le corse tra Capri e Napoli, mentre le linee veloci sono attualmente ferme. 

Morto dopo 6 ore di attesa al Pronto soccorso, ispettori al San Paolo

NAPOLI. Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha disposto «un'ispezione urgente per accertare quanto accaduto all'ospedale San Paolo di Napoli, dove un paziente settantaduenne è deceduto al pronto soccorso dopo aver atteso per ore». Lo comunica in una nota il ministero della Salute. Gli ispettori dovranno stabilire «se a determinare il decesso abbiano contribuito difetti organizzativi e se siano state rispettate tutte le procedure previste a garanzia della qualità e sicurezza delle cure», sottolinea la nota. La task force è formata da ispettori del ministero, esperti dell'Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), dell'Istituto superiore di Sanità e dai Carabinieri del Nas. 

Rischio sismico, il piano in Consiglio: individuate 129 aree sicure

NAPOLI. Sarà discusso in consiglio comunale di Napoli nella seduta del prossimo 13 febbraio il Piano comunale di emergenza di protezione civile per il rischio sismico proposto dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Luigi de Magistris. La delibera è stata presentata in Commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, dall'assessore con delega alla Protezione civile Alessandra Clemente insieme al comandante della Polizia municipale di Napoli Ciro Esposito e alla geologa del servizio di Protezione civile Monica Amato. Il piano sull'emergenza sismica è redatto sulla scorta delle Linee guida regionali e integra, con gli scenari relativi al rischio sismico, il Piano di emergenza comunale approvato nel 2012, che individua tutte le procedure per gestire in modo rapido ed efficiente le diverse emergenze che possono interessare la città. Il Piano per l'emergenza sismica ha l'obiettivo di coordinare le risorse interne del Comune in caso di emergenza e prevede, come spiegato da Monica Amato, un'organizzazione per funzioni; ne sono state individuate 12, un numero piuttosto alto dovuto alla complessità del territorio comunale. In base alle funzioni, nell'organizzazione si articoleranno i rapporti con tutti gli altri Enti che sono coinvolti nella gestione dell'emergenza. L'articolazione organizzativa prevede un Centro operativo comunale al quale si affiancano Centri avanzati municipali che fanno capo alle 10 Municipalità. Nel piano sono individuate 129 aree che vengono definite sicure perché non interessate da altre tipologie di rischio nelle quali, in caso di evento sismico, la popolazione si può radunare. Queste aree sono state individuate con i tecnici delle Municipalità e ad esse si aggiungono altre aree, tradizionalmente utilizzate dalla popolazione, presso le quali comunque saranno installati dei punti radio in collaborazione con il volontariato e gli altri enti di Protezione Civile. 

Lavori alla Darsena, nuovo dispositivo traffico nel centro storico di Pozzuoli

POZZUOLI. Per consentire il proseguimento dei lavori di riqualificazione della Darsena e dell'area adiacente, l'amministrazione comunale di Pozzuoli ha disposto un nuovo dispositivo del traffico nel centro storico, in via temporanea e fino al termine dei lavori. In particolare, è interdetta la circolazione veicolare e vietata la sosta su entrambi i lati su via Cavour, via San Paolo, nel tratto antistante la Darsena, e in Largo San Paolo. Per effetto di ciò sarà riaperta al traffico via Giovanni De Fraia con senso unico in direzione di via Battisti. I veicoli provenienti dal tunnel Tranvai dovranno svoltare a destra verso Corso della Repubblica e proseguire su via De Fraia. Quelli invece provenienti da Corso Garibaldi, all'altezza della Farmacia, dovranno di conseguenza svoltare anch'essi su via De Fraia. Infine, le auto provenienti da largo Emporio e lungomare Colombo dovranno invertire il senso di marcia all'altezza dell'Ufficio Circondariale Marittimo. Derogano dalle disposizioni di divieto di transito su via Cavour, oltre ai mezzi di soccorso e delle forze dell'ordine, i veicoli dei residenti e quelli diretti al cantiere o alle officine auto poste in via Cavour e via Darsena.

 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno