Venerdì 17 Agosto 2018 - 15:31

Viaggio in barca con i consiglieri comunali, nuova indagine su Giosi Ferrandino

NAPOLI. Quando èuscito dal carcere napoletano di Poggioreale ha contatto il cugino con il cellulare di un altro detenuto che era uscito con lui dal penitenziario in piena notte. E' tornato ad Ischia con una imbarcazione privata, messa a disposizione dal parente, in compagnia di alcuni consiglieri comunali. Per questa ragione la Procura di Napoli sta svolgendo indagini per valutare se il sindaco di Ischia, Giosi Ferrandino abbia violato gli obblighi del divieto di avere contatti esterni imposti dal Tribunale del Riesame che lo aveva scarcerato poche ore prime nell'ambito dell'inchiesta Cpl. I carabinieri, su delega della Procura stanno ascoltando i consiglieri che avrebbero partecipato al viaggio. L'inchiesta che lo riguarda, quella per corruzione in concorso con i vertici della multinazionale eliana, resta per competenza territoriale a Napoli diversamente dal resto dell'indagini che invece e' migrata a Tribunale di Modena.

Pompei. Incidente d'auto danneggia recinzione Scavi

POMPEI. Un incidente stradale è all'origine del danneggiamento di una parte del muro di recinzione di Porta di Stabia, degli Scavi di Pompei. Acomunicarlo é la Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia che spiega come, nella prima mattina di oggi, ''un automobilista con la sua auto ha violentemente urtato il muro di recinzione della Soprintendenza presso Porta Stabia. Il muro di recinzione è stato gravemente compromesso, e a seguito di un sopralluogo congiunto tra personale della Soprintendenza, tecnici del Comune e i Carabinieri, è stato ritenuto necessario l'abbattimento dello stesso''. 
La Soprintendenza ha predisposto una adeguata recinzione di cantiere per garantire che i passanti possano passare sul marciapiede senza alcun pericolo ed ha verificato che il sistema di videosorveglianza non avesse subito danni nel luogo interessato e sia garantito quindi il controllo della zona.
Da lunedì il personale della Soprintendenza sarà al lavoro per ogni adeguamento utile e il rapido ripristino della recinzione.

 

Giugliano, è Luigi Guarino il candidato sindaco di Fi

GIUGLIANO. Sarà Luigi Guarino il candidato sindaco di Forza Italia a Giugliano. Lo rende noto il coordinatore provinciale del partito e commissario a Giugliano, Antonio Pentangelo sottolineando come la scelta sia stata il frutto, «di un intenso confronto, particolarmente responsabile e costruttivo, tra le componenti del partito che, anche in questa occasione, ha dimostrato un'ottima capacità politica di sintesi politica che fa ben sperare». «Comincia ora anche a Giugliano, - aggiunge Pentangelo - l'intensa fase del confronto politico sul programma con tutti i partiti di centrodestra e, in una logica di forte inclusività, con la società civile». «I frutti, sono certo, - conclude- non tarderanno ad arrivare». E intanto slitta a lunedì la presentazione del candidato sindaco per il Pd, Emanuele D'Alterio, dopo l'esclusione del vincitore delle Primarie Antonio Poziello.

 

Terremoto in Nepal, quasi 600 morti

KATHMANDU. Un forte terremoto di magnitudo 7.9 ha scosso il Nepal e vaste aree dell'India settentrionale e orientale e le scosse sono state avvertite fino in Pakistan e Bangladesh. Le scosse sono durate per circa un minuto e le autorità nepalesi hanno riferito che si sono verificati «danni enormi» in prossimità dell'epicentro, localizzato nel Nepal centrale. Numerosi edifici storici nella capitale Katmandu sono crollati e si contano almeno 565 morti e 400 feriti secondo le stime della polizia. Le squadre di soccorso, composte da militari dell'esercito, sono al lavoro per liberare le persone rimaste intrappolate sotto le macerie della Dharahara Tower, uno dei monumenti più significativi della città, inserito nel patrimonio dell'Unesco.

Il terremoto è stato avvertito anche in Tibet nelle città di Lhasa e Shigatse. Secondo le autorità cinesi l'intenistà registrata è stata di magnitudo 8.1. Diverse abitazioni sono crollate nel distretto di Kyirong e le comunicazioni lungo il confine tra Cina e Nepal risultano interrotte. In India le vittime sono almeno 22. Come riportano i media indiani, 14 vittime sono state al momento registrate nello stato di Bihar, sette nell'Uttar Pradesh ed una nel West Bengal.

SI TEME PER IL CAMPO BASE SULL'EVEREST. Il terremoto sembra aver fatto vittime anche sull'Everest. «Abbiamo avuto notizia di una valanga sull'Everest che avrebbe travolto il Campo 1 che si trova a 6mila metri di altitudine e che è arrivata sicuramente al Campo base che si trova a 5.400 metri di altezza», riferisce all'Adnkronos Agostino Da Polenza, presidente di EvK2Cnr, l'associazione di ricerca che opera in conformità con le strategie e gli impegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche italiano. «Dalle prime notizie che abbiamo, il Campo 1 sembrerebbe spazzato via dalla valanga, non sappiamo chi e quante persone ci fossero» aggiunge Da Polenza, sottolineando che i collegamenti sono «difficilissimi». «Non possiamo sapere nemmeno se ci sono vittime nelle valli», dice ancora il presidente di EvK2Cnr.

La valanga ha travolto anche il campo base e potrebbe aver provocato 8 morti. È quanto riporta l'account specializzato Northmen PK su Twitter citando fonti dell'ufficio del turismo nepalese, ma sottolineando che la notizia non è confermata. I feriti sarebbero invece almeno una trentina.

 

Spari contro la casa di Salvatore D'Alessandro, era stato scarcerato ieri

NAPOLI. Colpi d'arma da fuoco sono stati esplosi contro l'abitazione di un uomo, Salvatore D'Alessandro, di 39 anni, che era stato scarcerato nel pomeriggio di ieri. Ignoti hanno sparato anche contro l'abitazione del suocero: entrambe le case si trovano in via Fontanelle, nel quartiere Sanità a Napoli. Il suocero di D'Alessandro, già noto alle forze dell'ordine, di 54 anni, era in casa al momento degli spari. La Polizia ha trovato sul posto 11 bossoli e 3 ogive calibro 9 x 21.

Ercolano, Costantino Iacomino condannato
a 16 anni

ERCOLANO. Costantino Iacomino è stato condannato a 16 anni di carcere per l’omicidio di Salvatore Oliviero. L’ex boss del cartello criminale della “cuparella”, da diversi anni collaboratore di giustizia, è stato riconosciuto come mandante dell'agguato che costò la vita a Oliviero, vicino agli Ascione-Papale. L'omicidio avvenne a Ercolano il 21 ottobre del 2001 dinanzi al “King Bar”, e i killer colpirono per errore anche una donna che si trovava in quel momento all'interno del locale.

 

Sequestro Buglione, preso
l'ultimo rapitore

SAVIANO. Fuggì prima del processo nel quale fu condannato a 29 anni di carcere per il sequestro di Antonio Buglione (nella foto dopo la fuga dalla prigionia), il re della vigilanza privata campana, avvenuto a Saviano nel 2010. Da oltre tre anni era ricercato in tutto il Paese, il rapitore fantasma aveva fatto perdere ogni traccia di se, ma la scorsa mattina la polizia lo ha scovato in una villetta di Olbia e lo ha arrestato, è finita così la latitanza di Pasquale Scanu. Pasquale Scanu, 38enne di Bitti, era ricercato da oltre tre anni, latitante da quando si era dato alla macchia prima del processo in primo grado. Le ricerche erano scattate immediatamente, e da allora gli uomini della squadra mobile della sezione catturandi, non si sono mai arresi e hanno proseguito le ricerche imperterriti, nonostante l’abilità di camuffamento e la capacità di muoversi senza lasciare tracce, infine i poliziotti sono riusciti a localizzare il fuggitivo. Ma solo dopo un lungo periodo di appostamenti e pedinamenti, quando sono stati veramente certi dell’identità dell’uomo, gli agenti della squadra mobile sono entrati in azione. Hanno fatto irruzione nella villetta alle prime luci dell’alba e catturato Pasquale Scanu, poi lo hanno caricato a bordo di un’autocivetta e portato a tutta velocità al commissariato di Olbia. Dopo le formalità di rito, il ricercato è stato trasferito nel carcere di Bancali, a Sassari. Ma molto probabilmente la magistratura napoletana ne richiederà il trasferimento nel capoluogo campano.

Ecco la maglietta-parodia per Expo

NAPOLI. "Non poteva mancare la maglietta parodia dell'Expo 2015. A realizzarla - raccontano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza - è stata non a caso è stata la napoletana Deborah Esposito. La foto della t-shirt sta spopolando in rete e in tanti vorrebbero anche acquistarla. Significativo il commento dell'ideatrice; "per Napoletanizzare il pianeta ...ci vuole una vita più esposta!"

Pozzuoli, operaio muore folgorato nel cantiere

POZZUOLI.  Sarebbe morto per una scarica elettrica l'operaio edile di 53 anni, D.M.G., che stava eseguendo lavori di manutenzione in un cantiere edile di via Artiaco, 114 a Pozzuoli. L'uomo, operaio specializzato, stava lavorando vicino ad una macchina impastatrice. A scoprirlo, nella tarda mattina, alcuni colleghi di lavoro. Inutile l'intervento del 118 prontamente allertato dagli altri operai: i sanitari non hanno potuto che constatarne il decesso. Sul posto sono intervenuti gli uomini del Commissariato di Polizia Pozzuoli che hanno avviato le indagini e dopo il sopralluogo del magistrato hanno disposto il trasferimento della salma presso il II Policlinico di Napoli per l'esame autoptico. L'uomo sposato con figli risiedeva ad Afragola. Dalle prime indagini della polizia non risulta inquadrato nell'organico
della ditta esecutrice dei lavori di manutenzione dell'immobile dove si è verificato il tragico incidente.

Il boss Antonio Cava “blocca” la Corte di Cassazione

NAPOLI. Il clan Cava “blocca” la corte di Cassazione. Diciotto “censure” presentate per il solo ras Antonio, accusato di associazione camorristica che hanno praticamente “bloccato” i giudici. Diciotto censure per cercare di smantellare l’accusa che ha portato ad infliggere una condanna a 22 anni anni di reclusione. Il suo avvocato difensore, il penalista Dario Vannetiello ha introdotto alcune argomentazioni giudiziarie che hanno portato la Corte di Cassazione, caso più unico che raro, a riaggiornare l’ udienza per la lettura del dispositivo fra quasi un mese: «Per la complessità degli argomenti proposti». Di solito le censure sono al massimo cinque-sei ad imputato e 18 sono state avanzate solo per il capoclan rappresenta una vera eccezionalità. APPROFONDIMENTO CON UN AMPIO SERVIZIO SUL “ROMA” DI DOMANI.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli